Jazzitalia - Artisti: Carlo Uboldi
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità

Carlo Uboldi
piano

Click here to read the english version    J-Blog...

Carlo Uboldi nasce a Como nel 1966 (di cittadinanza italo/svizzera) e comincia a studiare musica all'età di sei anni grazie al padre Antonio, il quale gli fa ascoltare musica jazz fin da piccolo.

All'età di 15 anni frequenta i Seminari Senesi di Musica Jazz sotto la guida di Franco D'andrea e successivamente di Enrico Pieranunzi. Nel frattempo si esibisce per la prima volta con un gruppo locale con l'idea di farne una professione, tanto che nel 1983 e 1984 partecipa alla "rassegna del jazz comasco" ottenendo numerosi consensi e suonando in uno stile che si ispira a quello del trio di Oscar Peterson, che sarà sempre il suo punto di riferimento.

Negli anni successivi Uboldi suonerà in varie formazioni insieme ai fratelli (Gianangelo - batterista e Luigi - contrabbassista),coi quali avrà anche un gruppo (The jazz entropia) ed un trio col quale debutta in televisione nel settembre 1984 all'interno della trasmissione "TV1 estate" su RAI 1 suonando brani di sua composizione.

Nel 1985 entra a far parte del gruppo "Jazzmin 4" col quale suona fino al 1988 nei più quotati locali di Milano e del Canton Ticino (CH) (tra i quali: bar Unione Viglio - la Meridiana Balerna - Osteria Unione Riva S.Vitale - Elisarion di Locarno - Osteria del Teatro di Vacallo - Ristorante Torchio di Ascona - Jazz club la Bussola di Locarno - Teatro Kurssal di Locarno - Convivium Musicale Montalbano).

Nel frattempo conosce Ettore Righello (RAI di Milano) che lo segue negli studi del classico e lo aiuta molto insegnandogli, oltre ai "trucchi del mestiere", come muoversi nell'ambito professionistico in ambiente musicale, e col quale stringe un amicizia e un rispetto che ancora oggi sono grandissimi.

Lo stesso Righello nel 1987 lo fa incontrare con Paolo Tomelleri, col quale collaborerà costantemente fino al 2002 suonando coi migliori musicisti del nord Italia tra i quali Emilio Soana, Rudy Migliardi, Luigi Tognoli, Marco Ratti, Stefano Bagnoli, Giampiero Prina, Carlo Sola, Riccardo Fioravanti, Alfredo Ferrario, Bruno de Filippi, Glauco Masetti, Carlo Bagnoli e coi ticinesi Oliviero Giovannoni e Danilo Moccia (col quale suonerà spesso in duo).

Con Tomelleri suona con varie formazioni nei locali, nei Jazz Club ed ai festival jazz più famosi d'Italia e della Svizzera (tra i quali: Jazz e Ferrara - Jazz club Capolinea - Jazz club le Scimmie - New Orleans festival di Ascona - Sori jazz - Sirtori festival jazz - "I remember Goodman" Levanto - Jazz in festival Piacenza - "Premio Joe Venuti" Gravedona - conservatorio G.Verdi di Milano - Jazz club Lecco e Como - "Goodman story" di Bergamo con Henghel Gualdi - Festival jazz Mantova - Jazz club "splascH" - "Jazz incontro alla gente" di San Marino).

Nel 1988 Carlo intraprende parallelamente la carriera di insegnante di pianoforte presso due scuole di musica di Como,e dal 1990 al 1996 è docente di pianoforte al "Piccolo conservatorio Nuova Milano Musica" di Milano. Dal 1989 collabora invece con alcune case editrici componendo testi e musiche di brani jazz o di musica leggera.

con Glauco MasettiN
el 1992 l'incontro col vibrafonista tedesco Fritz Hartscuh porta il gruppo a suonare molto spesso in Germania col quintetto "MILAN SWING", collaborando per anni e incidendo un CD per l'etichetta germanica "Bellaphon" che ottiene grandi consensi in Germania e nel Nord Europa.

In questi anni Uboldi suona anche al jazz club di Lucerna - Jazz club Q4 di Rheinfelden - "Birdland" di Emmenbrucke - Medunarodni Dani Jazza wagreb al conservatorio di Zagabria - Jazzhaus Freiburg - Jazztone Lorrach - hotel Kronenhof jazz di Schaffausen - Cafè Kult di Francoforte - jazz Keller di Francoforte - Rive Jazz di Nyon - Stadttehater di St.Gallen - Neuenheim swingt di Heidelberg - Jazz club Bulach - Rathaussaal di Karlstadt - Alte Oper di Francoforte.

con Fritz HartscuhNel 1994 e 1996 col gruppo "Swinging Italy" partecipa alle crociere internazionali del jazz "JAZZ FESTIVAL AT SEA" ed ha l'occasione di suonare coi più grandi musicisti americani ed europei, tra i quali Kenny Davern, Gray Sargent, Butch Miles, Clark Terry, Red Holloway, Jimmy Woode, Bobby Durham, Harry 'Sweets' Edison, Eddie Jones, Buster Cooper, Lillian Bouttè, Charly Hollering, Dany Doriz, Gustl Mayer, Charly Antolini.

Nel 1997 nasce il gruppo "a Kramer piaceva cosi" con il fisarmonicista Gianni Coscia, col quale viene reinterpretato il repertorio italiano di Gorni Kramer, e con questo gruppo viene inciso un CD presentato al Teatro Comunale di Ferrara. Nel 1999 durante un concerto in Teatro con la presenza delle figlie di Gorni Kramer, le Poste Italiane emettono un francobollo con la copertina del disco.

Il quartetto viene anche invitato alla trasmissione televisiva "Tappeto Volante" dove si esibisce in alcuni brani e suona tuttora nei teatri e nei festival in Italia (tra i quali: Teatro Sociale di Finale Emilia - Stagione Concertistica di Argenta - Teatro Comunale di Ferrara - Teatro Sociale di Rovigo - Teatro Bibiena di Mantova - Jazz Club "Chet Baker" di Bologna - Jazz & co.di Como - ass.ne culturale "senza tempo" di Avellino).

Nel 2000 l'incontro di Carlo Uboldi con Elisabetta de Palo (Cantante jazz ed attrice, famosa interprete di Mirella nella soap opera "Vivere") porta il gruppo a suonare un repertorio di standard jazz arrangiati in modo da essere cantati e recitati da Elisabetta, contemporaneamente ad un nuovo progetto "Omaggio a Natalino Otto" nel quale vengono interpretate le canzoni più famose del cantante swing italiano.

Uboldi è anche titolare di un trio con Marco Castiglioni (batterista Comasco amico e collaboratore di Uboldi da molti anni) e Stefano Dall'Ora (contrabbasso); del sestetto "DUDECOM" col quale ha inciso un CD dove esegue suoi brani originali Con questa formazione ha suonato a: Teatro Sociale di Balerna; Teatro Sivori di Genova; Teatro comunale di Magenta; Jazz Club "La Salumeria della Musica" di Milano; "Planet Soul" di Gallarate; Jazz Club di Mendrisio; Jazz Club di Sondrio; Palazzo dei congressi di Muralto). Inoltre suona come FREE LANCE in molte altre formazioni Swing/Be-Bop collaborando con parecchi musicisti italiani.

con Gianni CosciaNel 2003 e 2005 Carlo tiene, presso il Conservatorio di musica "G.Verdi" di Como, insieme a Stefano Dall'Ora e Paolo Pasqualin, la MASTERCLASS di jazz La Forza Propulsiva della Sezione Ritmica nella Big Band, seminario incentrato sull'uso degli strumenti della ritmica nella musica jazz.
Da settembre 2003 insegna anche PIANOFORTE MODERNO/JAZZ e MODERN WORKSHOP pesso la prestigiosa scuola di Lugano (CH) "SWISS MUSIC CENTER".
Nel 2004 la collaborazione con Lorenzo Vanini, dentista di Como appassionato di blues e musicista per hobby, scaturisce nella registrazione di un CD di brani originali composti da loro ed eseguiti con due pianoforti.

Nel 2005 tiene delle LEZIONI/CONCERTO sul "jazz nel periodo dal dopoguerra ad oggi" insieme a Gianni Coscia (musicista), Vittorio Franchini (critico musicale) e Luca Cerchiari (docente e critico musicale) presso l' UNIVERSITA' DI PADOVA – FACOLTA' DI MUSICOLOGIA AFRO/AMERICANA.

Collabora inoltre con Oliviero Giovannoni e Nancy Furst (Insegnanti al Teatro Dimitri di Verscio-CH) suonando e arrangiando i brani del repertorio del quintetto "OUT OF THE bLUE" coi quali tiene concerti Jazz in Svizzera e concerti nelle scuole elementari-medie con un programma specifico di "cartoni animati in Jazz" per far conoscere questa musica ai bambini.

Nel 2006 scrive gli arrangiamenti dei brani della Big band di Count Basie riadattati in trio per il gruppo One Swing Trio con Primo Mella alla chitarra e Roberto Piccolo al Contrabbasso, coi quali tiene numerosi concerti in Svizzera.

In questi anni esegue inoltre concerti al Teatro Dimitri di Verscio; Teatro Varietè di Ascona; Jazz all' università di Mendrisio; Jazz in Villa Mozart a Milano; Jazz a Palazzo Ducale a Venezia; The American School in Switzerland; Villa D'este Club a Como; rassegna "InpJazzare" di Cunardo; Monticelli Jazz; Teatro "G.Verdi" di Corsico; "Jazz all'Università" al Politecnico di Milano; Teatro Sociale di Mantova; Teatro Sociale di Busto Arsizio; Jazz all' Arengario a Monza; Jazz Club "Il Torrione" a Ferrara; Jazz festival di Benken; Burgerhaus di Sprendlingen (DE); "Flora-Challer" di Luzern; Jazz Club di Herisau; Jazz Club di Hannover (DE); Rassegna "invito al jazz" di Ferrara; Rassegna jazz a Kitzbuhel in Austria; Jazz Festival "Jahnturnhalle" a Bad Durkeim (DE); Klosterkirche di Langenzenn (DE); Teatro Ciack di Milano; "Jazz in Bocconi" all' università di Milano; Teatro Parvum di alessandria; Teatro Comunale "M.Caniglia" di Sulmona; Teatro Smeraldo di Milano; rassegna "Jazz D.O.C." di Portomaggiore; Teatro della Corte di Genova; Jazz ai Castelli di Poggiorenatico; Teatro Sociale di Intra; "Les Vendredi du Jazz" a Sion (CH); Jagdhof Keller di Darmstadt (DE); Casinò di Campione D'Italia; Jazz Festival di Wendelstein (DE); Jazz Crooner di Novara; "Musica e Molecole" all' Istituto di ricerca in Biomedicina di Bellinzona.

Da qualche anno inoltre la stima e l'amicizia verso il geniale clarinettista Mauro Negri (musicista della Vienna Art Orchestra) fanno sì che nasca un nuovo gruppo, chiamato QUARTRIO, che deve il nome al fatto che la formazione è un quartetto variabile, dove i brani originali di Carlo vengono suonati sempre e solamente in trio, cambiando le sonorità dei brani con quattro trii a disposizione a seconda della combinazione strumentale; fanno parte del gruppo Stefano Dall'Ora al contrabbasso e Marco Castiglioni alla batteria.

Con questa formazione nel 2007 esce un CD dal titolo "Free flight" che lo rende famosissimo in Giappone grazie al brano "Welcome to Nippon" inciso anche da musicisti jazz famosi di quella Nazione.

Da quell’anno in poi la sua fama in Giappone porta un suo brano di musica nu-jazz intitolato " Cathodical Mirror of Human Beings " a vendere in un mese 10.000 copie, unico brano estero inserito in una compilation di musica elettronica giapponese chiamata "Beautiful Field".
Questo brano fa parte di un progetto chiamato Peppermill di musica lounge/nu jazz in collaborazione con Tiziano Leidi, compositore di musica elettronica venduti sui portali internet.

Incude anche col gruppo Jumpin jazz quartet un CD dal titolo GORNI PARK di brani italiani di un tempo riarrangiati da Marcello Noia, col quale suona tuttora in una formazione chiamata “Autori Italiani in jazz”.

Nel 2009 l’affermazione discografica arriva con l’incisione del CD "Ely's Dream", che prende il nome dal titolo del suo brano più bello e famoso, suonato successivamente da varie formazioni in vari contesti. Il CD nasce dalla collaborazione con Antonio Cervellino e Luca calabrese coi quali fonda un gruppo dal nome “PIZZATRIO”.

In questi ultimi anni l’amicizia e la collaborazione col batterista Marco Caputo lo porta a suonare in locali e festival jazz con varie formazioni, tra cui il “P4et" del contrabbassista Cesare Pizzetti col quale incide il CD "Contraire".

Nel 2010 tiene un corso “educazione al jazz giovani” a Como per sensibilizzare i ragazzi all’avvicinamento del jazz e della musica moderna in generale.

Negli ultimi anni Carlo Uboldi suona per l’Italia con un trio accompagnato da Marco Caputo alla batteria ed Antonio Cervellino al contrabbasso coi quali suona brani originali oppure famosi standard degli autori americani nel gruppo chiamato EVERGREEN JAZZ TRIO.

Uboldi è considerato tra i più quotati pianisti a livello internazionale ed il suo stile Petersoniano rimane sempre come caratteristica del suo modo di suonare con una carica vulcanica di swing ben coniugata alla raffinatezza del suo stile personale e moderno.

GRUPPI ATTUALI:
DUO VOLANTE (con L.Calabrese-tromba)
MIOTRIO(con M.Castiglioni-batteria e S.Dall'Ora-contrabbasso)
A KRAMER PIACEVA COSI' (con Gianni Coscia-fisarmonica; L.Milanese-contrabbasso; E.Bandini-batteria)
EMILIO SOANA 5et (con E.Soana-tromba; C.Allifranchini-sax alto; M.Castiglioni-batteria; S.Dall'Ora-contrabbasso)
DUDECOM (con M.Castiglioni-batteria; E.Soana-tromba; F.Licitra-sax alto;M. Bianchi-vibrafono; S.Dall'Ora-contrabbasso)
JUMPIN' JAZZ & BLUES BAND (con R.Migliardi-trombone; L.Calabrese-tromba; M.Noia-sax tenore; R.Vigorè-contrabbasso; W.Ganda-batteria)
AUTORI ITALIANI IN JAZZ (con M.Noia-sax tenore; R.Vigorè-contrabbasso; W.Ganda-batteria)
QUARTRIO (con M.Negri-clarinetto; S.Dall'Ora-contrabbasso; M.Castiglioni-batteria)
NEW TIME IN 4et (con M. Caputo-batteria; E. Soana-tromba; L.Milanese-contrabbasso)
P4et (con C.Pizzetti-contrabbasso; L.Calabrese-flicorno; M.Caputo-batteria)
PIZZATRIO(con L.Calabrese-flicorno e A.Cervellino-contrabbasso)
EVERGREEN JAZZ TRIO (con A. Cervellino-contrabbasso e M.Caputo-batteria)

DISCOGRAFIA:
1991: "MISTER CLARINET"- P.Tomelleri (LP ariston / CD m.a.p.)
1991: "MY MEMORIES" - S.Bagnoli (european music)
1991: "IN CONCERT" - P.Tomelleri (P.T.production)
1991: "FOGGY CITY DIXIE BAND & FRIENDS" (belmusic)
1992: "MILAN SWING" - P.Tomelleri / F.Hartschuh (bellaphon-germany)
1992: "RE-BIRTH OF SWING" - P.Tomelleri/F.Hartschuh (gigolone prod.)
1992: "RED BARON'S 4tet" - A.Guareschi (gigolone prod.)
1993: "B.LONGHI / C.BAGNOLI 5tet" (b.l.)
1996: "THE CLARINET IS STILL ALIVE" - P.Tomelleri (saar-giants of jazz)
1997: "A KRAMER PIACEVA COSI" - G.Coscia (gold event)
1999: "UNFORGETTABLE" - P.Tomelleri (saar-giants of jazz)
2001: "LULLABY OF BIRDLAND" - E.De Palo (m.a.p.)
2003: "DUDECOM" - C.Uboldi (music center)
2003: "LE CANZONI DI VIVERE" - E.De Palo (m.a.p.)
2004: "DIDATTICA DEL JAZZ" - Basi musicali (m.a.p.)
2004: "WALKING ALONG MAINSTREAM" – Jumpin jazz & blues band (music center)
2004: "NOTE DI PIANOTERAPIA" – Carlo Uboldi / Lorenzo Vanini (music center)
2006: "FREE FLIGHT" - Carlo Uboldi "MIOTRIO & QUARTRIO" (music center)
2007: "GORNI PARK" - Jumpin jazz quartet (music center)
2008: "SARA & BARBARA" - Mototrio (music center)
2009: "ELY'S DREAM" - Pizzatrio (music center)
2010: "BRASS JOY" - Conversano/Moccia 5et (production)
2010: "CONTRAIRE" - P4et (music center)
2011: "THE PARTY IS ON" - Barosso/Calabrese 5et (music center)


C. Uboldi, A. Cervellino, M. Caputo
The Key Of Swing





Dudecom
Dudecom




Jumpin' jazz & blues band
Walking Along Mainstream


RECENSIONI: (estratti)
1983 "tra i tanti che si sono avvicinati al jazz e lo suonano,uno dei più grossi talenti è senza dubbio il giovanissimo Carlo Uboldi". (F.Ciceri-CORRIERE DELLA PROVINCIA)

con Lino Patruno1983 "…e tutti con dei numeri che lasciano ben sperare per l'avvenire,e per citarne solo alcuni ricordiamo il successo dei fratelli Uboldi". (M.Dato-L'ORDINE)

1985 "un significativo esempio è rappresentato dal trio dei fratelli Uboldi,il cui pianista,il giovane Carlo,ha dimostrato di possedere tutte quelle qualità sia tecniche sia artistiche per potersi affermare in un ambito più vasto". (M.Dato-LA RIVISTA COMO)

1988 " Uboldi è come sempre impareggiabile e il pianoforte mette in risalto la delicatezza del suo tocco". (G.Dionisio-IL DOVERE)

1989 "…E Carlo Uboldi,una formazione che ha fatto letteralmente spellare le mani ai presenti". (V.Fresia-RITMO)

1990 "Uboldi lascia spesso e con successo il suo ruolo di accompagnatore per lanciarsi in assoli di gran effetto". (A.Fresia-RITMO)

1990 "il suo modo di suonare è dinamico,il suo fraseggio disinvolto e moderno,la mano sinistra possiede una destrezza notevole.è stata la prima rivelazione della serata".(G.Ambrosetti-RITMO)

1991"…ma il padre,appassionato di jazz,ha influito sulla sua direzione musicale:lo possiamo,per questo,definire un figlio d'arte…Carlo Uboldi ha dimostrato i punti fondamentali della fisionomia di Oscar Peterson,ma per non essere fraintesi,avere un modello non significa mutuare da lui,è piuttosto come se uno scrittore,ponendosi di fronte a Hemingway,scrivesse con parole sue in quello stile o secondo quello stile…ebbene il nostro pianista è riuscito a rendere di ogni brano una versione piacevole polarizzando l'attenzione con una sapiente costruzione musicale.E ottenere questo risultato non è impresa facile".(A.Rota-RITMO)

1991: "…e Carlo Uboldi alle tastiere,sacrificato nello strumento ma non inferiore a Ettore Righello,per l'occasione assente". (L.Guicciardi-RITMO)

1992: …e Carlo Uboldi,pianista tra i più richiesti dell'ultima leva". (A.Bonomi-GIORNALE DI BERGAMO)

1992: "a furia di stare insieme a Tomelleri,anche Uboldi diventa della stessa pasta,e al di sopra dello studio e del gusto stilistico,si intravedono spesso nel suo pianismo scorribande tigresche". (L.Guicciardi-RITMO)

1993: "…da Carlo Uboldi,poi,udremo parentesi pianistiche imparentate con quelle di Teddy Wilson". (Gli Amici del jazz-Monza)

1993:"Carlo Uboldi (ottimo seguace di Teddy Wilson con notevoli spunti più moderni),si è confermato ottimo accompagnatore e solista,dimostrando un notevole temperamento jazzistico,unitamente ai due colossi della ritmica Marco Ratti e Stefano Bagnoli". (Z.Cadini-RITMO)

1993: "Carlo Uboldi,grande studioso (ma non imitatore) del pianismo petersoniano,ha doti strumentali ineccepibili ed insieme a Ratti da vita ad una simbiosi armonica perfetta". (lo staff del jazz club Lecco)

1993: " Carlo Uboldi è un pianista dalla tecnica impressionante che avrebbe fatto vedere e sentire cose turche se avesse avuto sotto le dita un vero pianoforte e non un piano elettrico".(E.Librasi-IL SENTITO-CLUB SPLASCH)

1993: "il gruppo,confortato da un trio ritmico di estrema competenza (la succosa,incisiva essenzialità pianistica di Uboldi)". (B.Schiozzi-MUSICA JAZZ)

1993: "…coadiuvati da una vera e propria macchina da swing: Ratti, Uboldi e Bagnoli". (IL CONVIVIUM MUSICALE-CH)

1993: " il loro CD MILAN SWING è entrato tra i primi dieci lavori discografici prodotti dalla BELLAPHON di Francoforte,riscuotendo un incredibile successo musicale ed economico". (RITMO)

1993: "dotato di una pregevole tecnica pianistica,si rivela essere anche un ottimo accompagnatore di cantanti e solisti,rivelando un fraseggio sciolto e gradevole nelle improvvisazioni sui temi standards". (LA BOTTEGA DEL PIANOFORTE – CH)

1994: "…ha suonato al conservatorio di Milano,ben sostenuto dal pianista Carlo Uboldi (tocco sensibilissimo, buon gusto e swing…)". (Z.Cadini – RITMO)

1996: "…al 10th INTERNATIONAL JAZZ SEA l' Italia sarà rappresentata dai pianisti Carlo Uboldi e Dado Moroni". (RITMO)

1997: " …con Gianni Coscia il bravo pianista comasco Carlo Uboldi, già ascoltato nl maggio dello scorso anno…". (V.Lupi-RITMO)

1997: "…il leader (G.Coscia) dettava il motivetto,lo variava, poi la musica passava ad Uboldi che la inquadrava dentro stilemi jazz-mainstream…". (A.Tromboni)

1997: " pianista eclettico,con grande esperienza jazzistica,che fa di lui un indispensabile esecutore in quei contesti dove il gusto e la tecnica si fondono in un'unica qualità". (il Teatro Sociale di Busto arsizio).

1997: "…accanto a Coscia suoneranno il pianista Carlo Uboldi,considerato uno dei migliori interpreti dello swing…". (P.Tebaldi – LA NUOVA FERRARA)

1998: "…Tomelleri viene accompagnato da musicisti dotati di padronanza strumentale e sopraffina sensibilità artistica: Uboldi, Ratti e Bagnoli". (il Circolo Nord Milano).

1999: "il giovane comasco Carlo Uboldi si è più volte distinto per il suo pianismo caratteristico, riuscendo a fondere mirabilmente lo swing tipico dello stile jazzistico con una fantasia e una sensibilità talvolta impetuosa, a tratti legata alla tradizione, a volte invece molto vicina all'avanguardia più raffinata". (A.Cima- IL CORRIERE DI COMO)

1999: " il pianista comasco Carlo Uboldi si è imposto per il prezioso talento armonico, il vivo senso ritmico e la spigliata fantasia solistica… Uboldi può essere considerato fra i talenti emergenti dell'attuale panorama jazzistico nazionale". (A.Cima- IL CORRIERE DI COMO)

con Gianni Coscia e Luciano Milanese1999: "..lo assistono tre partner GIUSTI: il pianista comasco Carlo Uboldi – che per molti, con il suo delicato tocco – sarà una rivelazione". (G.M.Maletto – IL SOLE 24 ORE)

1999: "lo swingante, elegante e incisivo pianista Carlo Uboldi, autore di piacevoli assoli in …". (Z.Cadini – RITMO)

1999: " l'esecuzione del gruppo di coscia, di ottimo gusto e jazzisticamente ineccepibile, ha valorizzato ancora una volta il vigoroso pianismo di Uboldi". (V.Lupi – RITMO)

1999: "…il pianista comasco Carlo Uboldi,presente in varie formazioni, è noto per la sua tecnica raffinata e la delicata linea melodica,che lo accomunano allo stile di Oscar Peterson…ha suonato con disinvoltura evidenziando un apprezzabile fraseggio swing e una suggestiva cantabilità". (A.Cima – IL CORRIERE DI COMO)

con Harry Edison e Lindy Huppertsberg1999: "…la potente interpretazione di Coscia trova piena rispondenza nel gruppo, e in primo luogo nel comasco Carlo Uboldi, pianista capace di arricchire e adornare il suo tocco- notevole l'exploit in…" (G.M.Maletto- MUSICA JAZZ)

1999: "Carlo Uboldi ha dimostrato di essere un grande virtuoso della tastiera: si è disimpegnato a dovere sia nei momenti più tecnico-virtuosistici che in quelli più melodici, mettendo in luce un vivo senso ritmico e un delicato aspetto cantabile " (A.Cima – IL CORRIERE DI COMO)

2000: " Uboldi promette un jazz di qualità sopraffina…il bravo pianista Carlo Uboldi…la sua indole petersoniana non ne danneggia affatto la creatività". (A.Cavalcanti- LA PROVINCIA)

2000: "splendida esibizione del pianista comasco con Gianni Coscia:a Kramer piaceva proprio così…questo appuntamento musicale si è qualitativamente rivelato uno dei migliori…nell'occasione il comasco Carlo Uboldi,pianista versatile e intimista…". (A.Cavalcanti - LA PROVINCIA)

2000: "Uboldi quartet,splendido omaggio a Kramer…lo splendido concerto del Carlo Uboldi quartet, che ha visto il trionfo del pianista comasco…Carlo Uboldi è attualmente tra i pianisti più versatili,dotato di tecnica agguerrita,ampio e raffinato fraseggio…per suonare adeguatamente le musiche di Kramer bisogna essere musicisti nel senso più autentico del termine". (A.Cima- IL CORRIERE DI COMO)

2000: " …altri prestigiosi nomi del jazz italiano: il pianista Carlo Uboldi, artista di talento, dotato di fantasia vulcanica e di stile raffinato con punte di avanguardia". (jazz all'università BOCCONI)

2000: "…essenziale l'accompagnamento pianistico di Carlo Uboldi che ha fatto uso di particolari voicing e di ritmi talvolta percussivi,tipici dello stile BeBop… il pianista Uboldi,comasco, si è fatto apprezzare anche all'estero come il più petersoniano dei jazzisti della nuova generazione…".(A.Cima- IL CORRIERE DI COMO)

2001: "…Uboldi e Castiglioni al servizio di Elisabetta De Palo…dell'ensemble fanno parte due musicisti comaschi, Carlo Uboldi e Marco Castiglioni. Le prestazioni di Uboldi lo collocano fra i più apprezzati pianisti swing nazionali…agile tecnicamente sa esprimersi al meglio anche nell'esposizione della linea melodica". (A.Cima- LA PROVINCIA)

2001: " in forma smagliante il pianista Carlo Uboldi,perfettamente a suo agio nel repertorio BeBop…il suo è un pianismo granitico,non privo di morbidezza nell'espressione…agile,sciolta e scorrevole la tastiera di Uboldi…". (A.Cima- LA PROVINCIA)

2002: "il pianista comasco Carlo Uboldi è ormai considerato un talento dell'attuale scena nazionale della musica jazz". (A.Cima- LA PROVINCIA)

2002: "…contando sul delicato pianismo di Uboldi: splendido il suo omaggio a Gorni Kramer in quartetto con Coscia…". (A.Cavalcanti- LA PROVINCIA)

2002: "jazz: Uboldi e Tomelleri incantano il pubblico… Carlo Uboldi sta attraversando un periodo particolarmente felice della sua creatività e ne ha dato un ulteriore conferma. Pirotecnico il suo pianismo,ricco di spunti tecnici e virtuosistici nonché di una persuadente linea melodica".(A.Cima- LA PROVINCIA)

2002: " abilissimo il pianista Carlo Uboldi,dotato di una tecnica straordinaria e capacità improvvisative.Le sue costanti variazioni sui ritmi e le armonie hanno illuminato il repertorio proposto…" (A.Cima – LA PROVINCIA)

Per contatti e informazioni:
Carlo Uboldi
e-mail: cuboldi@gmail.com


S. Bagnoli - R. Ringwood - C. Uboldi - C. Terry - P. Tomelleri


con Fasoli, Goloubev & Caputo alla mostra fotografica di Fiorenzo Pellegatta


con Luciano Milanese e Marco Caputo a Villa Durazzo che fa rima con...!!!


Jazz club Torino - Luca & Giò 5et


Un trio così non si è mai visto!!! (per fortuna...)


Dudecom



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Carlo Uboldi

Questa pagina è stata visitata 14.986 volte
Data pubblicazione: 23/04/2003





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti