Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Domenico Caliri
chitarra

Chitarrista e compositore, nato a Messina nel 1967, di formazione prevalentemente autodidatta, Domenico Caliri si avvicina alla musica all'età di dieci anni, rimanendo molto presto attratto dal jazz e dalla musica improvvisata.

D
all'
87 al '90 studia composizione con Albino Taggeo e partecipa da compositore ad alcune rassegne di musica contemporanea.
 
Come chitarrista, prende parte ai corsi di formazione professionale della CEE nel '92-93 (Orchestra Giovanile Italiana, Siena, direttori Bruno Tommaso e Giancarlo Gazzani), nel '93-94 (O.F.P., Bologna, direttore Tommaso, direttori ospiti Ray Warleigh, Kenny Wheeler, Mike Gibbs e George Russell) e nel '94-95 come docente straordinario, dirigendo propri arrangiamenti con un ensemble misto di sassofoni.

Nel
'93 incontra il trombettista Enrico Rava, con il quale inizia un'importante collaborazione maturata nel fortunato gruppo Rava Electric Five, tuttora attivo sulla scena internazionale, e nei progetti "Rava - Carmen", "Plays Italian Composer" e "Ragazzi Selvaggi", balletto in due atti ispirato alla beat generation e realizzato in collaborazione con la Compagnia del Teatro di Rovigo.

Nel
'93 è co-fondatore dell'associazione Bassesfere, gruppo di lavoro sulla musica improvvisata, divenuto ormai punto di riferimento dell'attività culturale bolognese.
Nel
'94 il suo gruppo Specchio Ensemble vince il concorso Iceberg Biennale Giovani. In seguito a questo riconoscimento, Caliri registra, con il contributo dell'associazione Pierrot Lunaire e del Comune di Bologna, il primo disco da leader. Con lo stesso gruppo partecipa ad importanti rassegne italiane ed estere.

Nel
'96-97, presso il Teatro delle Moline di Bologna, tiene lo stage "Immediale", basato sull'improvvisazione collettiva, dirigendo un gruppo di attori e musicisti. Per lo stesso teatro realizza, assieme alla pianista Antonia Gozzi, le musiche dei lavori "Animali" (1999) e "L'armonia universale – vita e avventure di Franz Anton Mesmer" (2000), entrambi per la regia di Luigi Gozzi.

Tra il
'97 ed il '98 è più volte invitato da RAI Radiotre: nell'ambito del programma Audiobox condotto da Pino Saulo (in trio con Edoardo Marraffa e Fabrizio Spera e in occasione del meeting di improvvisatori del gruppo "A bao a qu") e a Radiotre Suite, dove si esibisce in solo.

Tra il
'98 e il '99, assieme al chitarrista classico Marco Cappelli, realizza il progetto "Dedalo", quartetto di chitarre che spazia dal Novecento storico alla tradizione jazzistica (riadattamenti di famose composizioni di Satie, Stravinskij, Ligeti, Ellington, Zappa), passando per la musica improvvisata. Nello stesso periodo, su commissione del festival Angelica, scrive Nottetempo, composizione per orchestra sinfonica eseguita in prima assoluta dall'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Jurjen Hempel il 6 maggio 2000.

All'inizio del
'99, fonda il Cal Trio, assieme al contrabbassista Antonio Borghini e al batterista Cristian Calcagnile, con cui incide un CD di prossima uscita.

Il repertorio del trio, fermo restando il ruolo di primaria importanza affidato alla libera improvvisazione, comprende varie composizioni originali firmate dal leader e alcune riletture di autori come Thelonious Monk, Duke Ellington, Don Cherry, oltre a un rispettoso ed implicito omaggio al percussionista senegalese Doudou N'Diaye Rose.

Risalgono al
2000, infine, il progetto in solo e il duo con lo straordinario fisarmonicista e pianista Antonello Salis.

A
ttualmente tiene corsi di
armonia e composizione alla Scuola Popolare di Musica Ivan Illich di Bologna ed insegna chitarra elettrica presso la scuola Diapason di Budrio.

Dal gennaio
2001, al Teatro delle Moline, propone una nuova edizione di "Immediale" in forma permanente.

La sua breve ma intensa carriera lo ha portato a collaborare con alcuni tra i più importanti improvvisatori della scena internazionale, tra cui Enrico Rava, Lester Bowie, Han Bennink, Antonello Salis, Aldo Romano, Ares Tavolazzi, Gianluigi Trovesi, Paolo Fresu, Michel Godard, Butch Morris, Richard Galliano, Jean Louis Matinier, Orchestra Assemblage, Stefano Di Battista, Ettore Fioravanti.


Domenico Caliri Violongerìa
Il buio acceso




Domenico Caliri
Do Ut Do


Per contatti e informazioni:
Domenico Caliri
email:
domenicocaliri@aliceposta.it

web: www.domenicocaliri.com



Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Domenico Caliri

Questa pagina è stata visitata 9.851 volte
Data pubblicazione: 20/04/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti