Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Nico Gori
sax, clarinetto

Nico Gori, nato a Firenze il 13 Settembre 1975, inizia lo studio del clarinetto all'età di sei anni, conseguendo il diploma presso il Conservatorio L.Cherubini di Firenze neI 1993.

Dal 1985 studia saxofoni e pianoforte conseguendo il compimento medio inferiore nel 1994. Nel 2003 consegue a pieni voti il Diploma in Musica Jazz sotto la guida del prof. M.Grossi presso il Conservatorio P.Mascagni di Livorno.

Dal 1987 suona in vari clubs, teatri, festivals e programmi RAI, cimentandosi in svariate situazioni. Tiene infatti numerosi concerti sia come solista, che in big bands, orchestre sinfoniche e formazioni jazz in qualità di leader o side-man, spaziando dal classico al jazz, dal funky all'acid jazz.

Dal 1990 segue seminari di improvvisazione tenuti da musicisti del calibro di D.Liebman, T.Scott, M.Tamburini, M.Giammarco, A.Tavolazzi, M.Grossi.

Dal 1998 ha all'attivo diverse registrazioni discografiche con formazioni jazzistiche, funk e pop, collaborando anche alla realizzazione di jingles pubblicitari e brani per la televisione.

Dal 1999 collabora con musicisti di grande fama quali M.Tamburini, E.Bandini, A.Tavolazzi, A.Salis, J.Faber, P.Dalla Porta, M.Manzi, S.Bollani, B.Tommaso, M.Grossi, M.Moriconi, S.Gibellini, O.R.T., Chicago Underground, T.Kennedy, D.Weckl ecc.

Nel 2000 Nico Gori è saxofonista nel gruppo che accompagna la cantante pop Anna Oxa e dal 2000 al 2002 collabora con i Dirotta su Cuba.

Nel 2000 vince il premio Massimo Urbani come miglior talento italiano emergente.

Dal 2000 ad oggi partecipa alla registrazione del secondo disco di T. Ghiglioni su Lucio Battisti, alla realizzazione del nuovo disco del orchestra etnica "Les Italiens" con A.Salis, al disco del quintetto di A.Fabbri "Rosso Fiorentino", alla realizzazione per la Splasc(h) records di un cd dedicato a L.Flores con T.Ghiglioni, T.Tracanna, T.Tononi ecc., alla registrazione dell'ultimo disco di S.Bollani di prossima uscita per l'etichetta francese Label Bleu ed altri.

Nel 2001 partecipa ad importanti rassegne e festivals jazz (Umbria Jazz 2003, Festival Jazz di Brisighella, Ravenna Jazz Festival, Festival Jazz di Isola Slovenia ecc..) e soul in Italia e all'estero esibendosi sia come solista che a fianco di musicisti quali G.Trovesi, M.Negri, M.Allen, D.Thomas, F.Concato, Jovanotti, E.Rava, G.Paoli, R.Gatto, M.Moriconi, A.Salis, E.Bandini, S.Bollani, P.Silvestri, R.Sellani, T.De Piscopo ecc.

Nel 2001 tiene un corso di improvvisazione jazzistica con M.Tamburini e L.Marianini presso il Conservatorio parificato "P.Mascagni di Livorno.

Nel 2003 viene invitato negli U.S.A. a tenere un seminario e tre concerti presso la Washington University di S.Louis esibendosi con musicisti americani quali T.Kennedy, P.Williams ecc. Nel 2003, con l'orchestra di Barga Jazz diretta da B.Tommaso si esibisce al fianco di L.Konitz per una settimana in occasione del concorso internazionale di composizione ed arrangiamento "Barga Jazz 2003".

Nel 2003 registra il suo primo disco jazz da leader con il N.Gori 4et (di prossima uscita) con M.Moriconi, S.Gibellini ed E.Bandini. Ospite R.Sellani.

Nel Marzo 2004 viene invitato a tenere alcuni concerti e seminari in Turchia con un quartetto a proprio nome per conto dell'Istituto Italiano di Cultura ad Ankara ed Istanbul in occasione della settimana del jazz italiano in Turchia. Dal 2004 è membro stabile de Nuovo Quintetto di S.Bollani.


Nico Gori Millenovecento Feat. Tom Harrell
Shadows




Nico Gori
Groovin' High


GROOVIN' HIGH

Nico Gori:
clarinetti, sax tenore, sax soprano
Sandro Gibellini:
chitarra
Massimo Moriconi:
basso
Ellade Bandini:
batteria

Il quartetto nasce dall'incontro di Nico Gori ed Ellade Bandini nel corso del Tour 2000 della pop star Anna Oxa. Fra loro scattò subito quello che si definisce un feeling a prima vista; a fine prove infatti, i due rimanevano a suonare per ore spaziando fra i cosiddetti standard con energia e sentimento. E' nata così la voglia di creare un gruppo con cui suonare e del quale le parole d'ordine fossero "feeling" e "sound".
Chi meglio di Sandro Gibellini poteva rispondere alle loro esigenze? Ecco la straordinaria chitarra unirsi al drumming preciso ed efficace di Bandini e all'impetuosa energia di Gori.
Anche la scelta del bassista, benché difficile, appariva abbastanza chiara: Massimo Moriconi.
Ellade e Massimo suonavano insieme da qualche tempo in diversi progetti creando una sezione ritmica solida e pulsante, in grado di sostenere al meglio qualsiasi tipo di sound; non dimentichiamo che i due provengono anche da un background pop e funky che unito a quello jazzistico formano due grandi personalità musicali pronte ad affrontare i più svariati stili.

Il repertorio di "GROOVIN' HIGH" è formato da brani originali di Nico Gori e songs del periodo Hard Bop, ma il vero fulcro centrale del quartetto risiede, più che nella scelta dei pezzi, nella grande energia con cui vengono eseguiti; grande è il pathos e notevole il "feeling" dei quattro musicisti nell'esposizione di quella che a loro piace definire "genuinità e spontaneità della musica" secondo una linea comune indicata dal grande jazzista Massimo Urbani, artista a loro particolarmente caro, in una frase che li guida nelle loro profonde coscienze: "L'avanguardia è nei sentimenti".

1900

Nico Gori - clarinetti e saxes
Stefano Onorati - pianoforte
Piero Leveratto - contrabbasso
Massimo Manzi - batteria

…la storia di "1900"…
"1900" e' un quartetto nato dal sodalizio umano e musicale tra Nico Gori e Stefano Onorati. La loro collaborazione spazia dal duo a formazioni piu' ampie, per esempio la Big Band di Barga Jazz. La nascita del gruppo e' quindi una conseguenza del loro cammino, qualcosa che va al di la' di una semplice e sporadica collaborazione. Insieme hanno affrontato diversi stili musicali, ma hanno presto capito, che la direzione in cui andava la loro musica era sempre pervasa dalle stesse motivazioni e dal comune desiderio di ricerca. Ad unirsi a loro ci sono due forti personalita' musicali; musicisti che collaborano alla pari dando un grande supporto a livello rito-armonico ed emozionale: Massimo Manzi e Piero Leveratto.

La musica…
I
l nome "1900" raccoglie in se quello che il gruppo esprime suonando. Infatti è nel '900 che si è avuto lo sviluppo del linguaggio jazzistico, dalla tradizione al free, passando dal be-bop alle contaminazioni piu' recenti. Lo sviluppo della musica "contemporanea", la "song", le sempre più forti influenze etniche e tutto quello che raccontano ed insegnano specialmente sul piano spirituale.

L'organizzazione musicale del repertorio, pero', non ha la prevalenza. Sono la forza espressiva, l'intensita' del suono che spingono la musica verso territori sempre nuovi, visti da varie angolature, da diverse altezze, vissuti sul momento, sfruttando la grande intesa che unisce i quattro musicisti nell' esecuzione di brani originali e non.

1900 - DUO

Nico Gori - clarinetti e saxes
Stefano Onorati - pianoforte

…la storia del duo…

Il duo è nato quasi per caso, come spesso accade per quelle storie che sono già scritte nel destino.
E forse era destino che i due si incontrassero, perché sin da subito, hanno scoperto di avere molte cose in comune, gli stessi sogni, lo stesso desiderio di suonare e di "raccontare".

Gia' dai primi concerti, i due musicisti hanno capito che questa era una situazione da coltivare, da sviluppare, perché spesso la musica che ne esce sembra suonata da una persona sola. Questo feeling, ovviamente, non si riduce solo alla musica, ma anche alla forte amicizia che si e' creata tra loro. Come non esserlo quando trovi una persona che viaggia sulla tua stessa lunghezza d'onda!!

…..e non è stato nemmeno difficile scegliere il repertorio, visto che entrambi hanno una predilizione per la melodia, per la tradizione (anche italiana).
Data la loro giovane età, tutto questo è condito con un forte impatto energico alternato ad atmosfere dal suono quasi sussurrato, come quello che serve per parlare al cuore di chi ascolta.

Il duo ha cosi creato un repertorio in cui sono stati inseriti brani originali composti da Onorati e Gori, che ben si fondono con le armonie e le melodie di un di un viaggio musicale che spazia dalla tradizione afroamericana (Take the "A" Train, Moon River, Autumn Leaves, ecc…..) alle canzoni italiane quali "Ma l'amore no", "La canzone di Marinella" ed altre. La musica del 1900!!

I due musicisti stanno gia' organizzando il debutto su cd, in modo da avere una testimonianza sonora, ma anche per permettere a questa "storia" di evolversi, svilupparsi ed ottenere una profonda maturazione, come serve stare al buon vino nella giusta cantina, per raggiungere il momento in cui darà il meglio di sé!!

ST. JOHN TRIO

Nico Gori:
clarinetto, clarinetto basso, sassofoni
Franco Santarnecchi:
tastiere
Piero Borri:
batteria

Central Park West (MP3)

In tre per celebrare la musica di Coltrane...

Questa formazione di musicisti cresciuti sotto l'influenza del sassofonista americano John Coltrane, vuole essere un omaggio a questa grande figura del jazz di tutti i tempi.

Il trio ripercorre le tappe del profilo musicale di Coltrane, che va dal be-bop, periodo in cui Coltrane suonava nel quintetto di Miles Davis, alle esperienze del suo storico quartetto che esplorava già negli anni sessanta le forme d'integrazione delle tradizioni musicali dell'India e dell'Africa con la musica occidentale.
 
La musica che descrive il profilo del noto sassofonista è una musica impressionistica, caratterizzata da un'energia indomabile affidata all'esecuzione di musicisti di prima classe, riuniti quasi come per celebrare un mito dove la musica agisce come una religione, e John Coltrane come un venerabile maestro.

Per contatti e informazioni:
Nico Gori
Cell.: +39 347 0865443
E-mail: nico.gori@tin.it
Web: www.nicogori.com






Links:
25/04/2013

Scenografie (Jesper Bodilsen)- Alceste Ayroldi

01/05/2012

Shadows (Nico Gori Millenovecento Feat. Tom Harrell)- Enzo Fugaldi

10/09/2011

IX Edizione del Multiculturita Summer Jazz Festival: Apertura con Angiuli-Di Turi-Angiuli, Attolini J.E.P. Quartet e la Municipale Balcanica, poi Stefano Di Battista "Woman's Land", Pino Mazzarano - Gianni Lenoci, la giovane Orchestra del Saint Louis e Stefano Bollani con i suoi Visionari: "...un festival dove la qualità della musica, unita ad una oramai altissima e collaudata cura organizzativa, lo portano ad essere una delle rassegne maggiormente rappresentative della regione Puglia." (Marco Losavio)

06/06/2010

Non Sono io (Musiche di Luigi Tenco) (Tiziana Ghiglioni)- Gianni B. Montano

06/06/2010

Falsa Rosa (Sandy Müller) - Pietro Scaramuzzo

30/07/2008

Bollani "Carioca" e Caetano Veloso: maravilhosa poesia. "Corpo e cuore nel concerto che ha incantato il pubblico dell'Arena Santa Giuliana di Perugia. Stefano Bollani e i componenti del progetto "Carioca" hanno letteralmente elettrizzato i numerosi spettatori mentre Caetano Veloso ha affascinato mettendo insieme poesia e musica." (Enrico Bianchi)

08/10/2006

Stefano Bollani a Berchidda in un concerto per Quintetto e Caterina: "Bollani pone la qualità narrativa dei suoi brani al servizio del racconto, ma non sfugge mai alla tentazione di improvvisare qualcosa di astruso ... " (Roberto Botta)

11/08/2006

I visionari (Stefano Bollani (Quintet))

06/07/2005

I Nuvoli - Jazz Manouche (Jacopo Martini)

07/06/2005

Groovin' High (Nico Gori)








Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Nico Gori

Questa pagina è stata visitata 15.568 volte
Data pubblicazione: 25/11/2002

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti