Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Terre Differenti
gruppo

Terre Differenti è il nome di un progetto musicale concepito e sviluppato da Fabio Armani, un compositore di musica elettronica, classica e jazz di Roma.

Definire lo stile musicale di Terre Differenti non è un compito semplice. Molti elementi eterogenei contribuiscono ad esso: dall'elettronica sperimentale (e l'Ambient) alle influenze jazz, dalla World Music (e la musica classica antica) alla Trance.

Il gruppo è nato nel 1998, ma la storia della collaborazione musicale tra i suoi fondatori risale a circa venti anni fa, quando Fabio Armani, il leader, ed Alessandro D'Aloia, il batterista e percussionista, suonavano assieme in un loro quartetto jazz. Altri musicisti si sono uniti alla formazione dopo la loro collaborazione ad un altro progetto musicale diretto da Fabio Armani e chiamato Advena Avis, in cui la musica medioevale e l'elettronica si fondono assieme per creare sonorità fuori dal tempo.

Perché un nome come Terre Differenti? In italiano la parola "terra" ha molteplici significati.

Terra è il suolo e questo implica i concetti di primitivo, di materiale. L'uso di nuovi sconosciuti elementi alchemici.
Terra è la creta, e in arte si utilizzano sabbie e terre per produrre sculture e colori.
Terre differenti significa anche terre sconosciute, cioè posti remoti da esplorare e raggiungere dopo lunghi viaggi. Oppure mondi differenti nel tempo e nello spazio.

C
ollaborano al progetto molti musicisti provenienti da diverse esperienze musicali: dalla musica antica a quella etnica, dal jazz-rock all'elettronica.

Fabio Armani

Tastiere, campionatori, percussioni elettroniche, programming (direttore artistico degli ensemble ADVENA AVIS, PENTALOGOS, TANGRAM)

Luca Barberini

Basso e contrabasso (INDACO)

Marco Conti

Sassofono soprano, tenore e ney (TROMBE ROSSE)

Carlo Cossu

Violino, viola, violoncello, didjeridoo e canto armonico (TAMBURI DEL VESUVIO)

Alessandro D'Aloia

Batteria e percussioni (EDDIE PALERMO)

Miguel Fernandez

Chitarre (flamenco, classica, fretless ed elettrica)

Francisco Miceli

Chitarre (classica, acoustica, elettrica e synth), sarod, saz, sentir

Yasemin Sannino

Voce solista e cori (voce solista nella colonna sonora del film LE FATE IGNORANTI)


Ospiti:
 

Antonio Addamiano

Flauti antichi, oboe, flauto di bamboo

Hossin Ata

Canto arabo

Aki Mintoya

Tabla, duff, oud e sitar

 

Abdalla Mohamed

Flauti e percussioni arabe (riqq, darbukka, doholla, duff e sagat) (TAMBURI DEL VESUVIO)

Paolo Modugno

Percussioni persiane (tar, doira, frame drum)

Claudio Rosati

Sintetizzatori in Silent Runner

Doris Levin

Voce in Terre Differenti III

Saleh Tawil

Oud in Terre Differenti I, The cry of sand


Album:
Terre Differenti ha realizzato il suo primo CD nel
2000, chiamandolo semplicemente Terre Differenti.  L'album è stato prodotto dall'etichetta indipendente di world fusion music Different Lands (http://www.differentlands.com), e missato da Fabio Armani in collaborazione con Giacomo De Caterini presso lo studio TANGRAM 7 di Roma.

Il CD Terre Differenti è stato concepito come un unico flusso sonoro, una sorta di viaggio virtuale nel tempo e nello spazio, che spazia dalle tessiture sonore di carattere "ambient" alla musica etnica, dall'elettronica al jazz.

La lista dei brani contenuti nel del CD è la seguente:

Terre Differenti I

Different Lands I

Terre Differenti II

Different Lands II

Le streghe e il deserto

The witches and the desert

Venti notturni

Nocturnal winds

La leggenda del vento

The legend of the wind

Raksas

Raksas

Il tempo del sogno

Time of dreams

La notte e il sole

The night and the sun

Burano

Burano

Scultori di nuvole

Sculptors of clouds

Silent runner

Silent Runner

Cum Ciligi

Cry of Sand

Terre Differenti III

Different Lands III

Terre Differenti IV

Different Lands IV

Il CD può essere acquistato direttamente nel sito dell'etichetta Different Lands o presso il webmaster del sito ufficiale del gruppo (http://www.differentlands.com) contattandolo all'indirizzo di e-mail: contacts@terredifferenti.com

Attualmente l'ensemble sta lavorando ad un secondo progetto discografico, chiamato "Cities of dreams", che intende spingere ancora oltre il discorso di sperimentazione e fusione tra contesti musicali differenti. Vengono quindi utilizzati arrangiamenti caratterizzati da strumenti antichi, etnici ed elettronici; anche l'uso della voce e di antiche melodie va oltre gli schemi classici e si trasforma in vocalità eteree che vengono elaborate in chiave elettronica.

Audio Clips:
Nel sito del gruppo (http://www.terredifferenti.com) è possibile scaricare alcuni audio clip in formato real audio ed mp3. Questi sono tratti dai seguenti brani del CD Terre  Differenti:
 

Le streghe e il deserto

The witches and the desert

Scultori di nuvole

Sculptors of clouds

Silent runner

Silent runner

 

La leggenda del vento

The legend of the wind

La notte e il sole

The night and the sun

 

Brani:
La title track "
Terre Differenti I - IV", divisa in quattro brani, può essere considerata come un viaggio virtuale che partendo da terre primordiali e dal suono ancestrale del ‘didjeridoo' evolva verso misteriosi paesaggi dell'estremo oriente ipnotizzandoci con ricami di gamelan e poi si faccia vortice convulso e pirotecnico fino ad esplodere in ritmi medio-orientali su cui ricamano splendide voci islamiche quasi in stato di trance.

"Scultori di nuvole" è un pezzo dedicato alle meravigliose plastiche creazioni delle nuvole nel cielo e ai fantastici racconti di un popolo di scultori sognatori. Ha una notevole forza interna che deriva dal crescendo dell'assolo di chitarra che dialoga con le tastiere e le percussioni etniche.

"La leggenda del vento" è un evocativo brano New Age ispirato ad antiche leggende e fiabe che parlano del Vento. Utilizza una strumentazione elettronica ed acustica caratterizzata dal suono di antichi strumenti.

"Le streghe e il deserto" è un brano percussivo dal forte sapore medio orientale nato dal ricordo di una foto di tre donne vestite di rosso in mezzo al deserto. Parla la lingua della sabbia, canta l'urlo del vento e mormora di magie antiche.

"L'urlo della sabbia" è un disperato canto contro tutte le guerre e il dolore delle donne. Nasce vedendo le scene dei bombardamenti della città di Bagdad alla televisione e dall'atmosfera di orrida irrealtà data da tale visione stando seduti nel comodo salotto di casa.

I siti:

Il sito ufficiale di Terre Differenti:

Altri siti d'interesse:

Il CD di Terre Differenti puo essere acquistato presso i seguenti siti:

Alcune recensioni ed interviste:

"Soltanto una parola può essere utilizzata per descrivere questo disco: incredibile. Questo è sicuramente un nuovo e ricco suolo di fertilità musicale che il compositore italiano Fabio Armani ha esplorato. La diversità, che è stata messa assieme in tale completo e totale piacere armonico in questo disco, è praticamente nulla in confronto alla somma di tutte le sue parti. C'è in esso una enorme che va da riff jazz ad eleganti e spirituali pezzi orientali, il tutto unito e fuso in un disco che non è soltanto memorabile, ma rappresenta un vero viaggio " (tradotto dal testo originale)
Rambles – http://rambles.net

"Questo interessante progetto strumentale, in equilibrio tra musica etnica, fusion e new age, colpisce subito per il lavoro di ricerca dei suoni e degli arrangiamenti, lavoro peraltro molto riuscito: i brani evocano atmosfere, appunto, di terre lontane in maniera molto convincente e la scelta degli effetti e degli strumenti è sempre estremamente curata e adatta al carattere dei brani stessi."
Entsorock – http://www.entsorock.com

"La definizione di questo CD come appartenente al genere fusion è puramente indicativa, e forse anche un po' riduttiva rispetto alle ambizioni degli autori, che hanno riempito questo dischetto di suoni e suggestioni provenienti da varie parti del mondo, creando così un tappeto sonoro davvero interessante e di grande atmosfera."
I-dbox – http://www.i-dbox.com

"Fabio Armani è il leader di un interessante ed eterogeneo progetto nato a Roma che cerca di creare un immaginario ponte tra diversi stili e culture musicali, fondendo con maestria gli strumenti elettronici a quelli etnici ed affiancando un sound decisamente new-age a passaggi smaccatamente jazz-rock."
CartaigienicaWeb – http://www.cartaigienicaweb.it

"Terre differenti è un particolarissimo progetto musicale ideato dal compositore classico, jazz ed elettronico Fabio Armani con la partecipazione del percussionista jazz Alessandro d'Aloia e la partecipazione di numerosi ospiti. Il progetto da' vita ad un album di grande atmosfera, che spazia dalla new-age alla word music passando per qualche sperimentazione elettronica e ambient ed arricchendo il tutto con spunti jazz."
Suburbia – http://www.suburbia.net

Ecco una lista di altre recensioni del CD on line:
Musical Discoveries http://www.musicaldiscoveries.f2s.com/dige  (recensione in inglese)
Rambles
–  http://www.rambles.net/terre_selftitl00.html (recensione in inglese)
Indiespace
http://indiespace.com/artists/featured.phtml  (recensione in inglese)
Soundartists
http://www.soundartists.com (intervista a Fabio Armani in inglese)
Instrumental Weekly
http://www.instrumentalweekly.com (recensione in inglese)
Zoopa Loop
http://zoopaloop.com (recensione in inglese)
 

Per contatti e informazioni:
Different Lands c/o Fabio Armani
via Lutezia, 5 Roma  - 00198
Tel: 06 8551874 – Cell: 333 2123559
E-mail: f.armani@mclink.it, f.armani@terredifferenti.com


Per conoscere i prossimi appuntamenti Live di Terre Differenti

Questa pagina è stata visitata 6.924 volte
Data pubblicazione: 08/02/2003





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti