MOSAICI - DIMENSIONI JAZZ

MASSIMO CARAFA - JAZZANGO

Il vibrafonista Massimo Carafa ci presenta il progetto musicale "Jazzango", costituito di ariosi ed evocativi quadri sonori per un risultato di significativo spessore artistico. In "Allegro" l'incrociarsi del vibrafono di Carafa con il piano di Signorile, con il contrabbasso di Di Modugno e il soffice palpitare di Di Monte on drums a coronare il tutto, trova sbocco poi nel prezioso incunearsi e discorrere, nel brillante punteggiare e sgorgare, crescere e mormorare, di Carafa, cui fan riscontro le eleganti riflessioni, che sorgono a pi¨ riprese, di Signorile e del suo involarsi e sottolineare attento. E il morbido soupir evocativo del bandoneon di Guerra e il suo espandersi meditato e sensibile che ci guida a "Lento Intermezzo", all'interno di "Cuore di Inverno", con il suo recondito mormorare, che assume anche espressione di coralitÓ e scandisce poi in sintonia con la pienezza ubertosa della vocalitÓ di Gianna Montecalvo, prima dell'unisono cristallino e dinamico, 'a rincorsa', tra Carafa e Signorile. Il "Sostenuto finale" dello stesso brano Ŕ introdotto dal risonare di Di Modugno e dallo spargersi di Carafa e Signorile, fino alla soave intensa interpretazione della Montecalvo. Altri spiragli e intrecci prendono forma poi, in cui lo spandersi armonioso e agile del vibrafono di Carafa Ŕ preminente. Inoltre va segnalato il rigoglioso inanellare e il rigoglioso e prestante drive avvincente di Carrabba al sax soprano in "Moderato cantabile".

GIORDANO SELINI

font>