Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità

Maurizio Giammarco Trio
Terniinjazz - 22 gennaio 2005
di Alceste Ayroldi
foto di Sergio Bertossi

Il Terninjazz prosegue la sua quinta stagione aperta con Rubalcaba e che si andrà a chiudere, in pompa magna, con il trio di Aaron Goldberg, guest Michael Brecker.

Ospite di questa tappa intermedia, uno dei migliori sassofonisti italiani: Maurizio Giammarco.

La risposta del pubblico umbro non è di certo abbagliante. La sala non è del tutto gremita ed il "viavai" di gente lascia intendere che per alcuni il concerto è un ammennicolo al "sabato sera".

Giammarco sorprende sempre per la sua indubbia capacità di non adagiarsi su terreni già battuti.

Il progetto è denominato Tricycles: ed in effetti sono tre ruote motrici a spingere l'intero lavoro. Oltre Giammarco, Dario Deidda (b.) e John Arnold  (batt. Elettronica, loops).

Ne fuoriescono un insieme di suoni che cercano una strada nuova, pur attraversando dei classici del jazz. Le improvvisazioni strutturali ed armoniche aprono e chiudono un concerto gradevole e ben impostato. Giammarco alterna il tenore (scintillante e fresco d'opera) al soprano, con il flauto che s'interpone in tali elucubrazioni musicali. Le sue improvvisazioni quanto i riff sono sempre eseguiti alla perfezione. La natura improvvisativa si libera nelle ricerche elettroniche di Arnold (attentissimo alla programmazione) che lasciano correre in tutta evidenza brani "storici" come Evidence (T. Monk) o Ju-Ju (W.Shorter), permeandoli di sonorità chill e realizzando una sorta di crossover tra i fraseggi apolinnei delle ance di Giammarco e gli stereotipi programmati.

Colpisce al cuore il campionamento della voce di Duke Ellington prima di dar corpo ad una lucida esecuzione di "Sound of love".

Di buon spessore l'esecuzione della sempre suadente Better Get Hit in Yo soul di Mingus con il leader sempre pronto nel proporre e lanciare le svise del basso di Deidda.

La capacità espressiva e compositiva del sassofonista romano emerge dall'esecuzione di Sconclusioni, un brano che Giammarco ama eseguire indipendentemente dalle formazioni con cui si esibisce. L'intelligente lirismo è frammentato dalle avventure stilistiche in cui si lanciano Arnold e Deidda, sempre pronti a cogliere gli aspetti più aspri e farli propri.

E' stato un concerto a cavallo tra il free, la chill-out e la nu-jazz. Sicuramente una proposta interessante nell'attuale panorama jazzistico non sempre foriero di novità allettanti.

L'utilizzo dell'elettronica, per certi versi, ha sovrastato alcune strutture e reso meno accattivante il suono dei fiati utilizzati da Giammarco. Volutamente, in alcuni casi, la sua voce è diventata il completamento di alcune creazioni elettroniche che meglio si sposavano con le improvvisazioni del basso, il cui supporto ritmico ed armonico è stato prezioso ed i soli sicuramente sempre più che considerevoli.

L'improvvisazione, come detto, padroneggia l'esibizione sia nei brani di apertura e chiusura, del tutto free (nel senso pieno del termine) ma anche nell'esecuzione degli standard.

La notevole esperienza ed il caldo affiatamento del trio, poi, sono stati gli elementi aromatizzanti che hanno smussato sapientemente anche i sapori più aspri di alcune esecuzioni.






Articoli correlati:
28/04/2013

Casa Azul (Silvia Manco (feat. Maurizio Giammarco))- Francesco Favano

28/04/2013

Stray Horns (Alessandro Fabbri)- Nicola Barin

24/12/2011

Cieli Di Sicilia (Maurizio Giammarco & Orchestra Jazz del Mediterraneo) - Alceste Ayroldi

08/05/2011

Early Years (Federico Procopio) - Cinzia Guidetti

05/12/2010

Charles & Joe (Gianluca Renzi All Stars Orchestra)- Elide Di Duca

21/11/2010

Vie di Jazz 2010 - VI Edizione: " Quando non c'è un testo che faccia riferimento alla realtà o un contenuto che costringa l'ascoltatore alle emozioni del compositore oppure ad un significato che è stato attribuito, allora la musica rende liberi..." (Lorella Marino)

12/04/2010

Maurizio Giammarco, Flavio Boltro e la Parco della Musica Jazz Orchestra presentano "Expanding Miles '65-'68" all'Auditorium Parco della Musica: "Una serata dai toni intensi, una personale rilettura delle assolute esplorazioni musicali originate dall'ultimo insuperabile quintetto di Miles Davis..." (Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante)

27/12/2009

Pietro Condorelli Quintet featuring Maurizio Giammarco in "Jazz Lag/Tassa di Residenza Napoli": "...una serata all'insegna della buona musica, senza colpi ad effetto, particolari debordanze ritmiche, in cui la sobrietà di Puccio Corona e la linearità del Pietro Condorelli Quintet featuring Maurizio Giammarco hanno dato forma ad un evento dalle sfumature pastello, dalle ambientazioni rilassate, dalle misurate tensioni ritmiche, molto gradite dagli appassionati intervenuti." (Francesco Peluso)

11/02/2008

European Jazz Expo. International Talent Showcase, 25° Jazz in Sardegna: "Sono impressionanti i numeri dell'expo cagliaritana: 7 sale affollate in 4 giorni da oltre 400 artisti e oltre 20.000 spettatori, in una Città della musica allestita appositamente all'interno della Fiera internazionale della Sardegna. Quest'anno si festeggiavano i 25 anni dell'esistenza di questo celebre evento e...Orientarsi all'interno della pantagruelica offerta musicale cagliaritana è arduo." (Enzo Fugaldi)

02/12/2007

Siena Jazz Reunion, Trent'anni di Jazz in Italia: "Due intense giornate che hanno visto confluire musicisti, studiosi, critici, jazzofili provenienti da diverse zone d'Europa ed anche dagli Stati Uniti d'America. Una girandola perfettamente sincronizzata di convegni, presentazione di libri e concerti." (Alceste Ayroldi)

07/12/2006

Daniele Scannapieco, Julian Oliver Mazzariello, Dario Deidda, Amedeo Ariano a Terni Jazz Winter 2006 (Francesco Truono)

27/01/2006

Rita Marcotulli e Nguyen Le a Terni Winter #6, Palazzo Gazzoli - 21 gennaio 2006 (Francesco Truono)

02/01/2006

Conclusa la 21a stagione concertistica del Brass Group di Trapani che si è tenuta presso l'Auditorium Comunale di Valderice, uno spazio funzionale per le dimensioni contenute e per la buona acustica...(Vincenzo Fugaldi)

19/12/2005

Maurizio Giammarco & Megatones: "...la proposta di Giammarco risulta essere meritevole di attenzione e approfondimento. Dalle sue composizioni si coglie quel sottile "fil rouge" che in qualche modo lega i due elementi apparentemente inconciliabili..." (Bruno Gianquintieri)

29/11/2005

E. Rodrigues, S. Zanchini, E. Fioravanti, R. Bartoli e F. Lanza in "Pier Paolo Pasolini 1975 - 2005" a Terni Jazz #6 (Francesco Truono)

29/11/2005

Ari Hoenig Quartet per Terni in Jazz #6 (Francesco Truono)

01/11/2005

I concerti di Viggiano 2005: Aula, Vigorito e Zambrini con intervista, Zegna, Marcotulli, Bonvini, Giammarco e l'Orchestra Laboratorio diretta da Mario Raja... (Francesco Peluso)

23/07/2005

Il jazz suonato ed il jazz raccontato, Wallace Roney Group ed Ettore Fioravanti Belcanto, featuring "Pierino e il lupo": la tromba di Miles e la favola di Sergej Prokof'ev a Terni in Jazz 2005. (Antonio Terzo)

23/07/2005

Gli altri colori di Terniinjazz Fest #5 : "...c'era di tutto al Terniinjazz Fest #5, l'allegria, il divertimento, le famiglie, l'afa - e che afa! - l'intrattenimento, la convivialità. E soprattutto c'era il jazz..:" (Antonio Terzo)

23/07/2005

Terniinjazz #5: impressioni...(non solo) fotografiche. Mostra improvvisata, ossia come recuperare una gaffe... (Patrizio Gianquintieri)

10/07/2005

Dialogs, mostra di grandi tele di Arturo Carmassi - featuring Francesco Bearzatti, Marco Tamburini e Achille Succi: "...Un viaggio - anzi tre - attraverso le "grandi tele" che il maestro toscano ha realizzato dagli anni '90 ad oggi, nella sua ricerca incessante verso le possibilità espressive del segno e della creazione..." (A. Terzo, F. Albanese)

08/07/2005

Jazz folk e free jazz: I Tangheri featuring Marc Ribot, i WARM con Workman, akLaff, Rivers, Mitchell: "...Anche in questo caso la serata mette insieme due situazioni musicali "antipodiche", una prima leggera ed alla portata di tutte le orecchie, la seconda, invece, più inoltrata fra le pieghe delle enciclopedie storiche del jazz..." (Antonio Terzo)

01/07/2005

Innovazione e tradizione a Terniinjazz 2005 con i "Sax Pistols" di Francesco Bearzatti "...Un progetto che riesce ad applicare la migliore improvvisazione di matrice jazz ad un repertorio rock moderno..." e il piano di Abdullah Ibrahim: "...Superba, nondimeno, la performance, il cui finale a note sospese merita il sentito applauso dei presenti." (Antonio Terzo)

27/06/2005

Charlie Haden apre Terniinjazz 2005 supportato dallo splendido scenario delle Cascate delle Marmore: "...Chi abbia mai ascoltato qualcosa di Charlie Haden saprà benissimo che nelle profondità curvilinee del suo ligneo contrabbasso, batte un cuore sensibile e appassionato..." (Antonio Terzo)

05/06/2005

Punkromatic (Maurizio Giammarco & Megatones)

11/04/2005

Kenny Werner Trio a Ternijazz 2005: "...Due ore di musica giocando sui contrasti, con stop, cambi repentini di ritmo, contaminazioni, il tutto in perfetta sinergia. ..." (Franco Giustino)

09/02/2005

Mari Pintau e Megatones per Pinocchio Jazz: "...Mari Pintau funziona bene, e i quattro sul palco del Pinocchio lo hanno dimostrato...Meno trasparenze, musica concreta, urbana, a volte astratta ma comunque caratterizzata da un forte legame con la melodia per i Megatones..." (Paolo Carradori)







Invia un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 12.781 volte
Data pubblicazione: 06/04/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti