Jazzitalia - Live: Zafferana Jazz Festival - 'Il Respiro del Vulcano'. II Edizione
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Zafferana Jazz Festival 2021

"Il Respiro del Vulcano". II Edizione
20-24 luglio 2021
di Vincenzo Fugaldi

Zafferana Jazz Festival 2021 - Amir GwirtzmanZafferana Jazz Festival 2021 - Andreas PolyzogopoulosZafferana Jazz Festival 2021 - Carmelo GraceffaZafferana Jazz Festival 2021 - Celeste GugliandoloZafferana Jazz Festival 2021 - Cettina DonatoZafferana Jazz Festival 2021 - Cettina DonatoZafferana Jazz Festival 2021 - Daniela SpallettaZafferana Jazz Festival 2021 - Daniela Spalletta Ensemble
Zafferana Jazz Festival 2021 - Dario CecchiniZafferana Jazz Festival 2021 - Giannouli TrioZafferana Jazz Festival 2021 - Jani ModerZafferana Jazz Festival 2021 - Javier GirottoZafferana Jazz Festival 2021 - Javier Girotto - Vince AbbraccianteZafferana Jazz Festival 2021 - Kyriakos Tapakis
Zafferana Jazz Festival 2021 - Kyriakos TapakisZafferana Jazz Festival 2021 - Mohamed AbozekryZafferana Jazz Festival 2021 - Ninni BruschettaZafferana Jazz Festival 2021 - Peppe TringaliZafferana Jazz Festival 2021 - Rosalba BentivoglioZafferana Jazz Festival 2021 - Sophie Alour
Zafferana Jazz Festival 2021 - Samyr GuarreraZafferana Jazz Festival 2021 - Sophie AlourZafferana Jazz Festival 2021 - Sophie Alour EnjoyZafferana Jazz Festival 2021 - Suoni Di Pietra LavicaZafferana Jazz Festival 2021 - Tania GiannouliZafferana Jazz Festival 2021 - Valeria GeremiaZafferana Jazz Festival 2021 - Vince Abbracciante
click sulle foto per ingrandire

Seconda edizione del festival ideato da Pompeo Benincasa dedicato ai suoni del Mediterraneo nelle fresche serate estive del paese etneo, a quasi seicento metri sul livello del mare. I catanesi e i turisti in fuga dalle torride giornate estive hanno potuto ascoltare del jazz con venature etniche di grande qualità, gustando un programma vario e mai scontato, preceduto dai suoni itineranti della Size 46 Street Band.

Le prime tre serate presentavano due concerti ciascuna. Ad aprire il festival l'ottimo duo tra Vince Abbracciante e Javier Girotto, che hanno presentato le musiche del loro recentissimo «Santuario», edito dall'etichetta salentina Dodicilune. Girotto, per chi ancora non lo conoscesse, è un argentino che vive da sempre in Italia, e qui ha fondato un gruppo famosissimo, gli Aires Tango, con i quali ha inciso innumerevoli dischi, e svolge una intensa attività solistica e una gran quantità di collaborazioni. Il suono del suo sax (a Zafferana ha portato solo il soprano) è inconfondibile, intriso dell'anima del suo paese d'origine, così come quello del flauto. Vince Abbracciante, pugliese, è una delle più belle realtà della fisarmonica jazz in Italia. Il loro duo marcia alla perfezione, grazie alla perizia di entrambi come esecutori e come compositori. L'unico brano altrui che hanno eseguito è stato L'ultima chance del compianto Luis Bacalov, davvero intenso, ma tutto il concerto ha affascinato l'uditorio alternando composizioni lente ad altre più mosse, con una particolare menzione per la struggente Ninar, eseguita al flauto.

La sassofonista e flautista francese Sophie Alour, pochissimo nota in Italia, è arrivata con il suo quintetto (Damien Argentieri al pianoforte, Mohamed Abozekry oud e voce, Philippe Aerts al contrabbasso e Gautier Garrigue alla batteria). Molto attiva nel proprio paese, ha vinto il premio Django d'Or nel 2007. Un quintetto fresco e dinamico, con al centro le sonorità dell'oud, e un batterista incalzante anche se nuovo nel gruppo, con un repertorio vario e sempre gradevole, e la leader impegnata al sax tenore e al flauto con ottima tecnica e personalità. Musiche tratte dal disco «Joy» del 2020, a cavallo tra jazz ed etnojazz, nel quale Abozekry ha avuto un ruolo fondamentale.



Ancora un oud al centro del palcoscenico, stavolta nelle mani del greco Kyriakos Tapakis, facente parte del trio della pianista Tania Giannouli insieme al trombettista e flicornista Andreas Polyzogopoulos. Una prima sul territorio italiano per la pianista, greca ma attiva soprattutto in Germania, che a Zafferana ha pienamente convinto per la forza e coerenza del progetto musicale, che fa leva su un tocco delicato che rivela gli studi classici. Atmosfere che non sfigurerebbero in un disco dell'etichetta tedesca ECM, arpeggi contrappuntati dal prezioso lavoro dell'oud e dal suono degli ottoni, una felice e variegata vena compositiva nella quale prevalgono bei toni romantici venati di nostalgia, che andava da brani melodicamente contrassegnati ad altri più astratti e improvvisati, per un concerto altamente suggestivo, equilibrato, che prevedeva una democratica suddivisione degli spazi ed evidenziava le grandi abilità improvvisative di ciascuno. Tapakis, ateniese di origini cipriote, è uno dei migliori suonatori di oud che si possano ascoltare oggi, e vanta una formazione di grande livello; Polyzogopoulos, che in Italia suona abbastanza frequentemente, si è formato ad Amsterdam e a Bruxelles, città dove vive, ha un suono che a tratti ricorda quello di Arve Henriksen e di Nils Petter Molvaer e il fraseggio di Paolo Fresu, e si colloca nella migliore tradizione trombettistica europea del momento.

«Per aspera ad astra»
è il titolo del cd di Daniela Spalletta recentemente pubblicato dall'etichetta TRP Music. Nove musicisti sul palco (oltre alla leader, Jani Moder-chitarra elettrica, Donatello D'attoma-pianoforte, Alberto Fidone-contrabbasso, Peppe Tringali-batteria e un quartetto d'archi), per la prima assoluta live di un progetto ambizioso, che segna la definitiva maturità di un'artista che in questo momento, nell'ampio panorama del jazz italiano, si colloca in una posizione di primissimo piano. Il progetto, che sul disco si avvale della presenza di Seby Burgio e di un'orchestra d'archi di tredici elementi, è una produzione della quale Daniela Spalletta è ideatrice, compositrice, arrangiatrice (anche degli archi e dei backing vocals), autrice dei testi, direttore musicale. Un prodotto "autoriale" in senso letterale, dove nulla è lasciato al caso, dalla ricercatezza delle liriche (in inglese, italiano e persino in turco, nell'unico testo non originale poiché tratto da una poesia di Nazim Hikmet), alla finezza degli arrangiamenti degli archi, all'equilibrio con il combo jazz, al canto dai vertici tecnici ed espressivi ineguagliabili. Una tale complessità richiedeva pause forse troppo ampie tra un brano e l'altro per il cambio delle complesse partiture, ma la maestosità del progetto si è avvertita comunque, garantita dalla intensa vocalità, dalla notevole presenza del chitarrista sloveno, dalla ritmica ineccepibile, dal ruolo del quartetto d'archi. I brani proposti andavano ben oltre il jazz, pur presente anche con trascinanti fraseggi scat, per approdare a una sorta di "musica totale" di assoluto fascino, che lascia il segno.

Il concerto è stato preceduto dai venti strumenti di Amir Gwirtzman, polistrumentista israeliano attualmente di stanza in Croazia, noto per le sue scorribande musicali. Ha spaziato da musiche etniche mediorientali, iniziando con un duduk armeno, al klezmer, a un jazz spettacolare - da Shorter a classici del bebop -, facendo ampio uso di una loop station e di basi preregistrate, sulle quali sovrappone innumerevoli strumenti, realizzando di fatto il suono di un intero gruppo, con un impatto gradevole e coinvolgente nel quale si alternava ai sax, al flauto, a dei corni, alla cornamusa, persino a un maranzano.

"Suoni di pietra lavica" era il titolo del concerto di Rosalba Bentivoglio, con Bruno Salicone-pianoforte e tastiera, Claudio Cusmano-chitarra e basso elettrico (in sostituzione dell'assente Marco Bardoscia), Samyr Guarrera-sax tenore e soprano, Carmelo Graceffa-batteria. La Bentivoglio, cantante e compositrice, storica protagonista del jazz in Sicilia, vanta collaborazioni prestigiose, una fra tutte quella con Paul McCandless. Avviato dalla suggestiva performance di danza butoh di Valeria Geremia, un evidente omaggio al vulcano, il concerto è approdato a Ponta de Areia di Milton Nascimento, supportato da tre vocalist, Sol! di Javier Girotto, Last Bloom di McCandless con un testo in siciliano, la composizione originale Lunatica, la notissima Minuano di Pat Metheny, e altre composizioni originali, brani eseguiti da una leader non in perfetta forma, con qualche leggera défaillance.

L'ultimo appuntamento del festival etneo è stato con la prima assoluta del progetto "I Siciliani" di Cettina Donato e Ninni Bruschetta, pubblicato recentemente su etichetta AlfaMusic. Insieme alla splendida efficacissima voce e presenza scenica di Celeste Gugliandolo, con Dario Rosciglione al contrabbasso, Mimmo Campanale alla batteria, Dario Cecchini ai sax baritono e soprano e al flauto, Marcello Sirignano e Mario Gentili ai violini, Andrea Domini alla viola e Giuseppe Tortora al violoncello, hanno meritoriamente celebrato le splendide liriche di Antonio Caldarella (Siracusa, 1959-2009). Poeta, scrittore, attore e regista, autore di varie sillogi poetiche (tra cui La luna sfogliata dal vento, 1991; Poesie & disegni, 1995; Cronaca di un amore annunciato, 2011), Caldarella era un artista la cui opera, di grande qualità, andrebbe assolutamente ripubblicata e diffusa. Donato vanta un curriculum musicale molto prestigioso: pianista, compositrice, arrangiatrice e direttrice d'orchestra, con esperienze in Italia e negli Stati Uniti. Bruschetta è noto e apprezzato uomo di teatro, regista, attore, sceneggiatore, ed era amico di Caldarella. Insieme hanno deciso di rendergli omaggio con il disco e con lo spettacolo, nei quali la qualità dei versi si coniuga con la perizia compositiva della pianista, in un insieme davvero riuscito, appassionante, coinvolgente. Donato si è ritagliata alcuni spazi per il solo pianoforte, i preludi, e lo spettacolo ha proposto principalmente i brani del disco, valorizzando la qualità dei testi grazie alla potenza della voce recitante di Bruschetta e alle composizioni che spaziavano da un jazz speziato dai notevoli assolo di Cecchini, spinto dalla ritmica di Rosciglione e Campanale, e da pregevoli arrangiamenti jazzistici di canzoni popolari siciliane. Tra le cose più belle ascoltate, Vorrei nuotare, introdotta da un duo pianoforte-violoncello da antologia, il jazzistico Amico fragile, il dialettale, breve e intenso Amuri miu. Durante lo spettacolo l'ensemble ha proposto anche brani non contenuti nel disco, come My Funny Valentine e Amandoti di Giovanni Lindo Ferretti che Bruschetta ha dedicato a Franco Battiato, interpretate a due voci, e Georgia on my mind, con Cecchini al flauto. Il bis, in duo tra Cettina Donato e Celeste Gugliandolo, era un bellissimo arrangiamento di Vitti ‘na crozza, restituita alla sua dolente autenticità, con una sapiente riarmonizzazione. E per concludere una divertente e trascinante versione di Tattica di Fulminacci.







Articoli correlati:
26/04/2020

Mister Puccini in Jazz (Cinzia Tedesco)- Gianni Montano

23/09/2018

Talos Festival 2018: "Il festival pugliese muta, evolve, si trasforma, e assume negli anni recenti la connotazione di uno straordinario esempio di politica culturale." (Vincenzo Fugaldi)

19/08/2018

Il Viaggio (Kimiya - Pino Mazzarano - Peppe Fortunato)- Alceste Ayroldi

30/03/2018

Special Guest 2018: Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Serena Brancale, Javier Girotto e Martin Bruhn per la II edizione del Festival Special Guest nato dalla collaborazione tra il Teatro Eliseo e il Saint Louis College of Music

23/07/2017

Südtirol Jazz Festival Altoadige 2017: "Dedicata agli artisti del Benelux la XXXV edizione del festival altoatesino che sempre più si caratterizza come una finestra sulla vasta scena del jazz europeo, e si svolge in alcune delle località più incantevoli." (Vincenzo Fugaldi)

15/07/2017

Javier Girotto & Bebo Ferra: "...abilità e padronanza tecnica, qui assoluta, sempre al servizio della musica e della possibilità di comunicare con l'altro." (Andrea Gaggero)

26/06/2017

Un[folk]ettable Two (Nico Morelli)- Alceste Ayroldi

18/06/2017

Bisceglie, una città intera a suon di Jazz: 5 straordinarie location tra il centro storico e la litoranea, tutte con lo skyline del mare, trasformeranno Bisceglie il 5-6 e 7 agosto in una città a suon di jazz.

09/04/2017

Gravity Train (Oz Robù Trio feat. Javier Girotto)- Gianni Montano

07/01/2017

Javier Girotto & Fabio Giachino Duo: "Se per Giachino la musica è danza lieve, citazione colta e fulminea, gioco e diletto, talvolta quasi fanciullesco, in Girotto è fuoco e carne, è storia, cultura e politica personale e del proprio paese d'origine." (Andrea Gaggero)

02/10/2016

Atrìo (Atrìo)- Alceste Ayroldi

18/09/2016

Radio Interference (Forthyto)- Alceste Ayroldi

19/07/2015

Messina Sea Jazz 2015: "Quattro serate all'insegna del jazz, otto formazioni, una grande orchestra e un unico prezioso fil rouge: la Sicilia." (Nina Molica Franco)

26/04/2015

Primulae Radix (Orelle)- Antonella Chionna

24/02/2015

Live alla Casa del Jazz (Pippo Matino Joe Zawinul Project)- Nina Molica Franco

25/01/2015

Love and Groove: Live at The Place (Pippo Matino - Silvia Barba Bassvoice Project)- Nina Molica Franco

09/11/2014

Thank You (Mario Nappi Feat. Javier Girotto)- Nina Molica Franco

16/08/2014

Castroreale Jazz Festival 2014: "Antonio Onorato e Toninho Horta con il loro nuovissimo progetto From Napoli to Belo Horizonte, le melodie e i racconti intensi della Lighea di Enrico Pieranunzi, finale esplosivo con il tridente Servillo, Girotto, Mangalavite in Fùtbol" (Nina Molica Franco)

01/06/2014

Torino Jazz Festival 2014: "...terza edizione, la seconda con la direzione artistica di Stefano Zenni ed è premiato ancora una volta da un lusinghiero successo di pubblico." (Gianni Montano)

02/02/2014

Intervista a Luca Pirozzi: "L'importante è avere voglia di esplorare, di giocare con la musica, e cercare di non mettere dei paletti che escludono visioni più ampie e rischiano di auto-ghettizzarsi in ambiti particolari di genere." (Alceste Ayroldi)

25/11/2013

Due Punti Nel Blu (Paolo P & Acoustic Group (feat. Marco Tamburini))- Valeria Loprieno

20/10/2013

Talos Festival 2013: Dopo una sosta forzata, rinasce nel 2012 grazie al formidabile agitatore culturale Pino Minafra e giunge quest'anno al ventennale con un grande successo di pubblico. (Vincenzo Fugaldi)

05/10/2013

Multiculturita Summer Jazz Festival - XI Edizione: Il Contest con una "lotta all'ultima nota", i concerti con Nuevo Tango Ensamble, Fabularasa feat. Gabriele Mirabassi, il "BassVoice project" di Pippo Matino - Silvia Barba e il CorLeone di Roy Paci. (N. Molica Franco - M. Losavio)

15/09/2013

Quattro chiacchiere con...Natalio Mangalavite: "Sono latino e molto. Questo esce sempre qualunque musica io suono. Non posso fare diversamente." (Alceste Ayroldi)

17/02/2013

Il Caffè Delle Americhe (Angelo Valori & M. Edit Ensemble)- Gianni Montano

29/09/2012

European Jazz Expo #1: Stanley Jordan, Giovanni Guidi, Cristina Zavalloni, Livio Minafra, Javier Girotto, Enzo Pietropaoli, Claudio Filippini, Enrico Rava e il PM Lab (V. Fugaldi, F. Truono)

24/06/2012

Voices (Paolo Di Sabatino)- Giovanni Greto

14/05/2012

D'impulso (Nuevo Tango Ensamble) - Alceste Ayroldi

13/02/2012

Pangea (J. Girotto - Sax Four Fun)- Alessandro Carabelli

21/01/2012

Sin Lugar A Dudas (Cordoba Reunion) - Cinzia Guidetti

21/01/2012

"...tutti i musicisti si ritagliano un loro assolo lasciando ampio spazio all'improvvisazione che fa sì che ogni serata del gruppo sia sempre diversa e ricca di novità. Sotto si fondono non solo ritmi argentini, ma di tutto il Sud America, contaminati anche dall'Europa dove i quattro vivono e lavorano spesso." (Cinzia Guidetti, Francesco Truono)

21/01/2012

"l'unica cosa che rimane da fare è sensibilizzare la popolazione e spiegare loro che il jazz, come la musica popolare e come tutte le musiche che sono di ricerca, sono importanti perchè fanno parte della cultura di un popolo."

12/11/2011

Serravalle Jazz 20011: "...una kermesse ricca e gratuita. Nel numero consistente di appuntamenti organizzati non tutti sono stati all'altezza delle aspettative, ma la rassegna ha fornito un quadro abbastanza diversificato su quanto "gira" attualmente nel jazz o nei suoi dintorni." (G. Montano, A. Gaggero)

22/10/2011

Alrededores De La Ausencia (Javier Girotto) - Alceste Ayroldi

09/10/2011

XXIV Edizione Festival Internazionale Time in Jazz: "Dopo Acqua e Aria, quest'anno è la Terra protagonista, a partire dal senso stretto come terreno su cui si cammina, si vive, si suona fino a giungere al senso lato come pianeta." (Viviana Maxia)

11/09/2011

Variazioni Su Tema (Marcotulli, Girotto, Biondini) - Alceste Ayroldi

31/07/2011

Girotto-Servillo-Mangalavite: "Una cornice suggestiva, Fonti di Pescaia a Siena, un'organizzazione impeccabile, quella del festival Voci di Fonte; un' intesa ineccepibile, quella tra i grandi artisti che, questa volta, unisce il trio Girotto-Servillo-Mangalavite." (Pietro Scaramuzzo)

26/06/2011

European Jazz Expo 2011: Cinquanta concerti in quattro giorni, stand di case discografiche e case editrici del settore ma anche di specialità alimentari tipiche, un bellissimo allestimento destinato ai bambini con percorsi didattici sulla musica e soprattutto circa 200 artisti in gioco per una kermesse che ha saputo spaziare tra Jazz, ma anche world music, e non solo, dando vita ad un'intensa manifestazione che ha illuminato di festa e cultura il Parco di Monte Claro.(D. Floris, D. Crevena)

06/03/2011

Luna Del Sud (Paolo Di Sabatino Trio with Horns)- Enzo Fugaldi

24/11/2010

30th Anniversary Concerts (Zlatko Kaucic) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

09/05/2010

Intervista a Bebo Ferra: Io sono e resto un musicista di jazz. "Se le basi del linguaggio jazz sono comuni la nostra storia ci obbliga a differenziarci dagli improvvisatori d'oltreoceano. E non è solo un esigenza artistica. Io voglio raccontare, far sentire, qualcosa di me, delle mie origini, della la terra in cui sono nato. Non vuol dire che devo improvvisare su materiali sardi. Vuol dire che vorrei che la mia anima venisse in qualche maniera narrata dalla mia musica" (Marco Buttafuoco)

18/03/2010

Javier Girotto Jazz Quartet a Monopoli: "Ho riunito una squadra straordinaria, composta da musicisti di alto livello - ha dichiarato Francesco Angiuli - è stato molto emozionante poter ascoltare la loro 'voce interpretativa' nei brani di mia composizione, così come è stato molto stimolante suonare per la prima volta dei brani di composizione di Girotto, Gwiss e Smimmo, i quali si sono dimostrati molto professionali in tutto". (Pasquale Raimondo)

18/01/2010

Acariciando El Rio (Virginia Viola Rayuela Group) - Alceste Ayroldi

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

26/12/2009

10/15 (Javier Girotto & Aires Tango) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

25/10/2009

Giunto alla 29a edizione il Roccella Jazz Festival sotto il titolo "Rumori Mediterranei" propone quest'anno trenta concerti in undici giorni con i più grandi artisti della scena internazionale. Una rassegna itinerante partita da Reggio Calabria e che, toccando diverse località, si è conclusa nella sua città natìa Roccella Jonica con i consueti quattro giorni di musica e appuntamenti collaterali. (Vincenzo Fugaldi)

04/10/2009

Reincarnation Of a Lovebird (Pietro Ciancaglini) - Alceste Ayroldi

13/05/2009

Intervista a Javier Girotto: "In Italia ci sono tantissimi grandi talenti, il livello dei musicisti è, secondo me, uno dei migliori al mondo, ma vedo che si rischia poco nella ricerca di fare nuove cose, s'imita troppo rifacendosi al passato e si creano poche cose originali e sperimentali..." (Elide Di Duca)

11/12/2008

Chromosome (Giorgio Ferrera Quartet)

22/11/2008

Eventi in Jazz di Busto Arsizio: "Dopo il successo degli anni scorsi, anche questo autunno a Busto le calde note del jazz hanno acceso la vita culturale cittadina. Dal 18 ottobre gli "Eventi in Jazz", giunti alla VI edizione, hanno portato, come da consuetudine, artisti di grandissimo livello nei principali teatri cittadini quali il Sociale, il Manzoni, il Lux, Fratello Sole, con un cartellone davvero invidiabile." (Alessandro Carabelli)

20/08/2008

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2008: "Nove giorni di festival itinerante in Alto Adige, curati dall'infaticabile Klaus Widmann e da un gruppo di ottimi collaboratori. Musica, spesso ottima; paesaggi e località incantevoli; buona accoglienza, grandi vini e cibi locali. Un insieme delizioso, disturbato solo da alcune fastidiose bizze atmosferiche, che hanno costretto gli organizzatori a spostare alcuni concerti in spazi all'interno." (Enzo Fugaldi)

15/08/2008

Musicanima (Dario Skepisi)

12/08/2008

Suoni Naviganti nel sagrato del quattrocentesco Convento dell'Annunciata: "Il festival ci ha presentato artisti prestigiosi ed un repertorio molto vario, tale da soddisfare il pubblico più vasto..." (Rossella Del Grande)

21/06/2008

Coloriade (Pasquale Mega Ensemble)

11/02/2008

European Jazz Expo. International Talent Showcase, 25° Jazz in Sardegna: "Sono impressionanti i numeri dell'expo cagliaritana: 7 sale affollate in 4 giorni da oltre 400 artisti e oltre 20.000 spettatori, in una Città della musica allestita appositamente all'interno della Fiera internazionale della Sardegna. Quest'anno si festeggiavano i 25 anni dell'esistenza di questo celebre evento e...Orientarsi all'interno della pantagruelica offerta musicale cagliaritana è arduo." (Enzo Fugaldi)

03/01/2008

Umbria Jazz Winter #15, l'anno del Jazz Made in Italy: "Oltre 60 concerti a pagamento e circa 50 ad ingresso libero, 12 mila le presenze paganti, 165 mila euro gli incassi ai botteghini, 65 mila le presenze complessive, 180 artisti, 80 persone di staff, 25 tecnici, 50 unità di servizio e 210 le persone direttamente impegnate nella organizzazione del festival..." (Marcello Migliosi)

09/12/2007

Intervista al chitarrista Antonio Tosques: "Per quanto riguarda la possibilità di farsi conoscere e farsi strada i canali sono anche qui migliorati grazie ai tanti concorsi che ci sono per giovani musicisti e non. Il problema di fondo resta la possibilità di poter lavorare poi in modo più o meno costante. Questo dipende da tanti fattori. Promozionali, manageriali ecc." (Eva Simontacchi)

28/10/2007

Sotto la consueta direzione artistica di Paolo Damiani, si è tenuta la XXVII edizione di Roccella Jazz Festival 2007, intitolata "Al tempo che farà": "...un'edizione di "Rumori mediterranei" che certo resterà fra le migliori dell'intera storia del festival" (Enzo Fugaldi)

21/10/2007

Synopsis (Antonio Tosques Quartet)

16/09/2007

Decima edizione di "Jazz in parco" a Nocera Inferiore che ha "dato al pubblico un'offerta di differenti modalità e impronte della musica jazz contemporanea, con artisti provenienti trasversalmente da nazioni ed esperienze completamente differenti." (Luigi Spera)

11/08/2007

Nahuel (Javier Girotto & Vertere String Quartet)

08/07/2007

An evening with...Mike Stern: "Suono col cuore piuttosto che con la testa. Non mi importa che tipo di musica è, ma cerco di esprimere me stesso. La musica è un linguaggio del cuore. All'inizio è difficile esprimersi appieno, quando si impara un nuovo linguaggio, perché è una lingua nuova; bisogna studiare per avere gli strumenti per trasmettere agli altri. Dopo un po' arrivi ad un punto in cui conosci abbastanza per poter essere più fluido." (A. Augenti, A. Francavilla)

05/05/2007

Alba (Nicola Andrioli)

28/01/2007

Argentina: escenas en big band (Javier Girotto, PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra)

11/01/2007

Oscar Del Barba Trio Special Guest Javier Girotto: "Ascoltare il trio di Oscar Del Barba con Javier Girotto era un'occasione da non perdere anche per constatare lo stato di grazia in cui versa il jazz italiano..." (Giuseppe Mavilla)

09/12/2006

America Latina…el Vije (Grupo El Poncho Orquesta Chirimia)

26/11/2006

Pure Soul (Andrea Sabatino)

09/10/2006

La gallery di Roccella Jonica 2006 (Francesco Truono)

08/10/2006

BlueLocride, l'edizione 2006 di Roccella Jonica: "Superato il ragguardevole traguardo dei cinque lustri, il festival di Roccella, giunto alla sua XXVI edizione, continua a espandersi nel tempo e nello spazio, abbracciando il capoluogo e l'intera Locride ..." (Vincenzo Fugaldi)

03/09/2006

Dedicato alle big band, l'edizione 2006 del Multiculturita Summer Jazz Festival ha offerto tre serate durante le quali il pubblico ha potuto applaudire l'Orchestra Zero...e lode del Conservatorio di Bari, il Mimmo Campanale Quartet, i Good Fellas e la Montecarlo Night Orchestra con Nick the Nightfly e Sarah Jane Morris. (A. Augenti, A. Francavilla)

18/06/2006

Madre Tierra (J. Girotto, N. Mangalavite, D. Garcia Bruno, C. Buschini )

09/06/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Un coinvolgente solo di Javier Girotto sul brano Rua Algoinhas 301 (Marcello Zappatore)

04/06/2006

Fado Meridiano (Lillo Quaratino)

29/12/2005

Gallery fotografica del 400° concerto degli Aires Tango a La Palma di Roma (Francesco Truono)

29/11/2005

...of course (Mimmo Campanale)

16/10/2005

Dietro le quinte del Beat Onto Jazz Festival Edizione 2005: "Siamo abituati a vedere festival, rassegne musicali e concerti da una posizione comoda, tranquilla che pensiamo privilegiata. Molte volte non abbiamo giusta contezza di quello che si vive - più o meno freneticamente - per regalare delle emozioni ed anche per regalarsene..." (Alceste Ayroldi)

26/08/2005

Viaggio nelle Terre dei Lucani (Dino Plasmati)

16/07/2005

Il trio Servillo - Girotto - Mangalavite al Multiculturita di Capurso: "...Una vera lezione di grazia, levità e stile è la rivisitazione della magica Vuelvo al Sur impreziosita dalla voce di Pablo Neruda che opportunamente ne accompagna l'esecuzione..." (Alceste Ayroldi)

21/06/2005

Terra Madre (Luciano Biondini & Javier Girotto)

04/05/2005

Recordando Gardel (Javier Girotto)

02/01/2005

MAG Trio (Pensieri Circolari)

22/12/2004

Rhythm and Changes (Davide Santorsola Trio)

03/07/2004

Nuevo Tango Ensamble insieme con Javier Girotto, uno splendido concerto con intervista a Pasquale Stafano, pianista del gruppo "...Nel trascrivere la musica di Piazzolla mi rendo conto dell'immensità cultural-musicale di questo artista, che non disdegnava affatto alcuna contaminazione basando le sue composizioni sull'identità popolare del tango argentino ma sfruttando la competenza profonda che derivava dalla musica classica...." (Francesco Lombardo)

10/04/2004

Intervista a Javier Girotto, Peppe Servillo, Natalio Mangalavite. Immagini d'amore di tre trovatori del nuovo millennio. Al Teatro Verdi di Salerno l'anteprima nazionale del disco di Javier Girotto, Peppe Servillo e Natalio Mangalavite. Conversazione con i protagonisti della prima serata di Over Jazz e Contaminazioni. (Olga Chieffi)

10/03/2004

Javier Girotto, Peppe Servillo, Natalio Mangalavite aprono la rassegna Over Jazz e Contaminazioni: "...Musica, Teatro, Poesia per la presentazione del disco "L'Amico di Cordoba" in cui il sentire napoletano di Servillo sposa le sonorità sudamericane del duo argentino. Saggio di finissima versatilità e creatività di Javier Girotto in veste di polistrumentista...." (Olga Chieffi)

11/01/2004

Javier Girotto all'Auditorium di Roma: "Pubblico dell'auditorium romano incantato dal musicista argentino, che si è esibito con Daniele Di Bonaventura, Aires Tango e l'orchestra Roma Sinfonietta." (Olga Chieffi)

16/08/2003

Il pulsare del tempo, lo specchio, la voce dell'anima. Javier Girotto e Luciano Biondini stregano l'esigente uditorio di Villa Guariglia. Non subisce cedimenti il successo del saxofonista argentino, ovunque accolto calorosamente. La sua musica quale grido intriso di dolore e nostalgia per la sua terra martoriata. (Olga Chieffi)

16/08/2003

La "sumpatheia" di Rita Marcotulli e Javier Girotto. Nonostante i problemi organizzativi, il Festival di Ravello è stato impreziosito dal Progetto Truffaut della pianista romana. (Olga Chieffi)

09/06/2002

Analisi e trascrizioni del CD Waiting For... di Nico Stufano

24/05/2002

Waiting for..., il nuovo CD di Nico Stufano





Video:
Quisisana Jazz Events 2010 Part2.mov
Quisisana JAZZ Events 2010 - Direzione Artistica Peppe De RosaPeppe De Rosa GroupGerardo Di Lella Bigband guest star Bob Mintzer (leader degli yellow ...
inserito il 13/10/2010  da totoderosafilmmaker - visualizzazioni: 4442


Inserisci un commento


© 2000 - 2021 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 260 volte
Data pubblicazione: 12/09/2021

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti