Jazzitalia - Live: Fabrizio D'Alisera Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Fabrizio D'Alisera Quartet
La Sosta, Villa S.Giovanni – 28 aprile 2014
di Francesco Favano

Anche il jazz-club calabrese "La Sosta" ha partecipato alla Giornata Mondiale Unesco del Jazz lo scorso lunedì 28 Aprile. Per l'occasione si è esibito il quartetto di Fabrizio D'Alisera, artista con alle spalle varie collaborazioni con i più importanti esponenti della scena jazz nazionale e che da pochi anni ha esordito come leader. Accompagnato da ottimi musicisti come Enrico Bracco (chitarra), Maurizio Perrone (contrabbasso) e Mario Lineri (batteria), il sassofonista romano ha presentato brani tratti dal nuovo album "Crossthing", disco che vede anche la partecipazione del sax di Max Ionata (non presente alla serata).

Tra i brani proposti ricordiamo "I ain't Got Nothing but a Bycicle", caratterizzata da una ritmica vagamente latina e mutevole oltre che dalle note limpide del sax di D'Alisera. Notevoli anche i fraseggi chitarristici di Bracco carichi di swing. Ma i musicisti hanno anche voglia di divertirsi e sperimentare allora ecco che ci offrono "Crossthing" pezzo in bilico tra swing, funk e rock, appunto un incrocio di generi, con Lineri che dispensa ritmi sostenuti e precisi, mentre l'amore della formazione per i suoni mediterranei viene fuori nella raffinata "Dear Now" in cui a fare la parte del leone troviamo il contrabbasso corposo di Maurizio Perrone.

Stupefacenti anche "The Whaler", composizione in perfetto stile hard-bop, e l'introspettiva "Frame Shop" con un D'Alisera in una veste inedita, più poetica e romantica.
Il jazz-man romano, che abbiamo avuto modo di conoscere con l'ottimo "Mr.Jobhopper", nel corso della serata ha anche mostrato un convincente volto ironico oltre che quello del musicista navigato e raffinato, in grado di catturare l'interesse del pubblico presente.

Grazie anche all'eclettismo degli altri session-men coinvolti la serata ha avuto un buon successo di pubblico, risultando scorrevole e coinvolgente, senza eccessi e mai monocorde, una più che degna celebrazione della Giornata Mondiale del Jazz.






Articoli correlati:
13/12/2015

Crossthing (Fabrizio D'Alisera Quartet)- Gianni Montano

11/10/2015

Optics (Alice Ricciardi)- Alceste Ayroldi

23/03/2014

Igor Palmieri 5et : "Una serata convincente in cui Palmieri e soci sono riusciti ad attingere a piene mani dal repertorio di Chet Baker ma anche dall'intero ambito cool-jazz dei tempi che furono." (Francesco Favano)

03/02/2014

Three For Getz (Paolo Recchia)- Gianni Montano

25/01/2014

Soundscape (Stefano D'anna Quartet)- Alceste Ayroldi

07/12/2013

The Smitherson & Guido di Leone The Smitherson & Guido di Leone : "Grazie al loro suono verace e carico di passione gli artisti hanno dato vita a una serata all'insegna della buona musica..." (Francesco Favano)

07/12/2013

Perico Sambeat Italian Quartet : "Con la sua musica, raffinata e coinvolgente al tempo stesso è riuscito, nel corso della serata, ad emozionare e coinvolgere il pubblico presente..." (Francesco Favano)

14/07/2013

Daniela Schachter e il suo Quartetto : "La rilettura del repertorio di Jimmy Van Heusen non si rivela per nulla scontata anzi la nuova veste piena di vitalità da parte della Schachter e soci fa la differenza e rende la serata coinvolgente e ricca di emozioni." (Francesco Favano)

14/04/2013

Rosario Giuliani e Urban Fabula: "Rosario Giuliani e soci hanno saputo deliziare il pubblico presente con ottima musica verace ed in grado di regalare grandi emozioni."

31/03/2013

Mr. Jobhopper (Fabrizio D'alisera Quintet)- Francesco Favano

24/03/2013

Una serata in compagnia di Ed Cherry e il suo quartetto: "Ed Cherry ha saputo deliziare il pubblico calabrese grazie alle sue virtù di fuoriclasse e a una grinta davvero notevoli." (Francesco Favano)

10/03/2013

Israel Varela 4et: "Il quartetto, grazie alla sua energia e al suo spiccato gusto per la contaminazione, ha così aperto brillantemente la nuova stagione jazzistica al 'La Sosta'." (Francesco Favano)

27/01/2013

Mattia Cigalini in duo con Andrea Pozza e il "Pepper Legacy" di Gaspare Pasini: La "musica verace e libera da schemi" del duo Cigalini-Pozza e i "fraseggi coloriti e sanguigni" nel triputo ad Art Pepper del sassofonista Gaspare Pasini. (Francesco Favano)

20/01/2013

Marco Selvaggio: "...un variegato cocktail di jazz, pop, folk, etnica all'insegna di una musica che non conosce definizioni." (F. Favano)

08/09/2008

Lo schiavo (Armando Sciommeri)

07/07/2007

Tjololo (Enrico Bracco)







Inserisci un commento


© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 518 volte
Data pubblicazione: 08/06/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti