Jazzitalia - Live: Umbria Jazz 2019 - Wake Up! Music Will Save The Planet!
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Umbria Jazz 2019
Wake Up! Music Will Save The Planet!

Perugia, 12-21 luglio 2019
di Aldo Gianolio
foto di Elena Carminati

Alla fine ha sempre ragione Umbria Jazz. Anche per l'edizione 2019 il successo di pubblico è stato strabordante, vieppiù cresciuto rispetto al passato (oltre quarantamila paganti e mezzo milione di persone che hanno assistito ai concerti gratuiti), ci sono state grande qualità e grande varietà di proposte musicali, con due principali novità logistiche accolte con grande favore: la riapertura della chiesa sconsacrata di San Francesco al Prato, trasformata dopo il restauro in moderno auditorium; e il battesimo della nuova sede in via della Viola per le jam session notturne e, la mattina e il pomeriggio, per Umbria Jazz For Kids animata da centinaia di bambini,il che è un bellissimo vedere. Altre cifre, tanto per rimarcare la dimensione di uno dei festival più importanti del mondo: nei dieci giorni di programmazione (dal 12 al 21 luglio), Perugia ha presentato trecento concerti, per la maggior parte gratuiti, in dodici diversi luoghi (fra cui l'Arena Santa Giuliana per quelli più rilevanti serali, il Teatro Morlacchi e la Sala Podiani della Galleria Nazionale dell'Umbria) con novantacinque band in cartellone, quasi cinquecento musicisti coinvolti e milioni di persone raggiunte tramite internet (ovverosia il sito ufficiale di Umbria Jazz, facebook, instagram, twitter). Questa edizione ha inoltre visto l'inizio di un cammino che impegna il festival nella difesa dell'ambiente con molte iniziative contenute nello slogan "Wake Up! Music Will Save The Planet!".

Fra tanto bailamme i concerti che ci sono maggiormente rimasti nella memoria sono stati: fra gli spettacoli jazzistici, il nuovo quintetto di Charles Lloyd e (anche se si può definire un concerto di third stream, quindi a metà strada fra jazz e musica sinfonica) la suite "Seven Dreams" di Uri Caine; fra quelli extra-jazzistici, il recital di Paolo Conte e la performance dei King Crimson.

Charles Lloyd a ottantuno anni continua a mediare tradizione con contemporaneità, non innovando nel vero senso della parola il proprio linguaggio solistico (il che comunque non sempre è sinonimo di qualità), ma aggiustandolo con una caratterizzazione più scarna e insinuante e soprattutto aggiornando il contesto, cioè composizioni, arrangiamenti e orientamento stilistico, grazie anche alla scelta dei compagni di viaggio, fra i migliori giovani talenti in circolazione (è lo stesso approccio di Enrico Rava, di un anno più giovane e di cui parliamo più avanti): Eric Harland è alla batteria e Reuben Rogers al basso elettrico, suoi compagni da diversi anni; new entries sono invece i due bravissimi chitarristi ai quali è stato concesso molto spazio: Julian Lage e Marvin Sewell. Proprio su di loro si è incentrata la costruzione musicale, con Lloyd insinuandosi nei loro intrecci, spesso fitti e ben risonanti e i loro numerosi assolo, diversi stilisticamente (Sewell è più legato alla tradizione moderna nera di Wes Montgomery e Grant Green, Lage a quella bianca di Jim Hall e John Scofield), hanno preso il sopravvento sull'economia generale, con il mellifluo insinuarsi di Lloyd che si è sviluppato in improvvisazioni swingate con disarticolato fervore, come se fosse un moderno Lester Young. I brani, molti di sua composizione, come Defiant, Dismal Swamp e Tagi (eseguito come bis) o di altri diversi autori, come A Flower Is A Lovesome Thing di Billy Strayhorn, Lift Every Voice And Sing dei due fratelli Johnson, diventato l'inno ufficiale degli afro americani, e Ay Amor di Bola de Nieve, si sono svolti per molti minuti, dai 10 ai 15 ciascheduno, battendo territori increspati.



Di tutt'altra specie il lavoro di Uri Caine che ha presentato una complessa composizione sinfonica, una suite in sette movimenti, "Seven Dreams", commissionata appositamente per l'inaugurazione della chiesa di San Francesco restaurata, luogo che ha ospitato alcuni dei concerti che hanno fatto la storia di Umbria Jazz (Gil Evans, Carmen Mcrae, Liberation Music Orchestra). Il restauro l'ha trasformata in un moderno auditorium (con i pregi e i difetti, anche di acustica, che hanno in genere i moderni auditorium), ma rimanendo pur sempre la vecchia chiesa sconsacrata che molti dei presenti tenevano con emozione nei propri ricordi per i fasti dei concerti passati. Uri Caine ha presentato un capolavoro. Di non facile lettura (e ascolto), molto complesso, tumultuoso e disarmonico nella sua armonicità, che si è tradotto in un concerto per trio jazz (lo stesso Caine al piano e alle tastiere, Mark Helias al contrabbasso e Clarence Penn alla batteria), e orchestra sinfonica, formata dall'unione dell'Umbria Jazz Orchestra e dell'Orchestra da Camera di Perugia, diretta dal maestro (e sassofonista) Manuele Morbidini. Un'operazione tipicamente di third stream, come s'è detto, che ha trovato perfettamente amalgamate le due sezioni (jazzistica e sinfonico-orchestrale) in alternanze strutturali calibrate dove la scrittura s'è magnificata in complessità tumultuose e semoventi, in plumbee sovrapposizioni cumuliformi che hanno dato il presentimento dell'arrivo di una tragedia (che poi non è arrivata) e che hanno nascosto, rendendole irriconoscibili a causa della articolata massiccia elaborazione formale, le tracce sulle quali Caine ha costruito il suo castello di molteplici ed espanse sonorità: i Madrigali tratti dal Quinto Libro di Gesualdo da Venosa.
 
Così il rigoglioso vigore di ritmi, l'insistente motorismo, gli accenti e le divisioni irregolari, le ardite armonizzazioni corrusche e piene d'impennate melodiche che si arrovellano in ondate che ricominciano sempre da capo non facendo intravedere nessuna via d'uscita, i cambi di toni e atmosfere, l'apoteosi delle sonorità, i piano e i forte alternati fra inquietanti glissando, fanno intravedere elementi stravinskiani, sostakoviciani, gershwiniani, bernsteiniani, prokofieviani, honeggeriani, coplandiani, ellingtoniani e russelliani (ma anche di Leigh Harline autore della colonna sonora di Musicland, una Silly Simphony disneyana). Non c'è trasparenza minimalista, solo densità modernista che si converte in una sorta di "modernismo antimoderno" (per citare un ossimoro di Milan Kundera), un tumulto tribale reiterato, corposo e magmatico che si tiene fuori dalla logica del "progresso perpetuo" e si avvicina all'Apocalipsis Cum Figuris di Leverkuhn, che è ravvivato, per usare le parole di Thomas Mann, "dai più svariati generi musicali, nei quali trova sfogo l'insipida arroganza dell'inferno: una giostra variopinta e scintillante, di là dal linguaggio-base dell'orchestra centrale che, severa, oscura, difficile, mantiene con preciso rigore il livello spirituale dell'opera".

Paolo Conte (già stato a Umbria Jazz nel 2001, 2009 e 2015 ) e i King Crimson si sono esibiti all'Arena Santa Giuliana. Conte, accompagnato in modo impeccabile dalla sua band di undici eccelsi musicisti, ha cantato con elegante ruvidezza e ammiccante nonchalance alcune delle canzoni del suo vasto repertorio, fra cui Alle prese con una verde Milonga, Messico e nuvole, Come di, Gli impermeabili, Vieni via con me, Max e Diavolo Rosso, per la quale ultima ci piace perlomeno segnalare, per la curiosa assonanza del nome, la bravura del violinista Piergiorgio Rosso. In questo suo "50 years of Azzurro" Conte però, Azzurro, non l'ha cantata.

I King Crimson erano invece in tour per il 50.mo anniversario dalla fondazione. Nulla è stato lasciato al caso nel loro concerto musicalmente, sonoricamente e tecnologicamente perfetto, musica dall'inebriante coesione di un denso espressionismo visionario. Dei componenti originari c'erano solo Robert Fripp, che ha guidato la band come se fosse stato nel suo studio, tra chitarra, synth e mellotron, e il sassofonista Mel Collins. Toni Levin prezioso ed esperto al basso elettrico e al contrabbasso era invece arrivato in un secondo momento, mentre il canto e la seconda chitarra sono stati affidati a Jakko Jakzyk; ma quello che ha dato una marcia in più rispetto alle riproposizioni quasi filologiche dei brani che hanno fatto la loro storia (In The Wake Of Poseidon, Epitaph e Starless, a cui sono seguiti, nel secondo tempo, i brani degli anni Ottanta e Novanta come Drumzilla, The Construktion Of Light e Indiscipline) è stato l'uso magistrale di tre batterie, diventate punto focale di tutto il concerto: i batteristi Gavin Harrison, Pat Mastellotto e Bill Rieflin (quest'ultimo anche alle tastiere) erano come ballerini che danzavano con sincrone movenze perfettamente uguali o si differenziavano in intrecci di passi complicatissimi, sembrando perdersi nel cammino, ma sempre finendo insieme come cronografi svizzeri (come bis, 21st Century Schizoid Man).

Dei rimanenti concerti all'Arena Santa Giuliana, alcuni non li abbiamo potuti ascoltare (Robben Ford), altri sono troppo lontani dal jazz per parlarne (Alex Britti e Max Gazzè, Richard Bona, Nick Mason, Thom Yorke, Lauryn Hill), ma altri ancora hanno offerto jazz di qualità. L'elegante cantante nat-king-coliano Allan Harris ha fatto da apripista alla cantante e pianista Diana Krall che si è presentata con un gruppo stellare formato da Joe Lovano al sax tenore, Marc Ribot alla chitarra, Robert Hurst al contrabbasso e Karriem Riggins alla batteria. La Krall si è cimentata con alcune celebri canzoni del songbook americano, da All Or Nothing At All a I've Got You Under My Skin, Just Like a Butterfly e Cry Me A River, trattate alla sua maniera, modificando con abbellimenti melodici o spostamenti ritmici delle frasi o cesure e sospensioni che hanno frammentato le melodie, il tutto con una sonorità brumosa e un atteggiamento un po' sbarazzino e di finto disinteresse. Scarno e nervoso è stato anche il suo pianismo, mentre gli accompagnatori, formidabili presi uno per uno, per quello che riguarda Lovano e Ribot non hanno trovato la quadra della coerenza espressiva e formale: Lovano è stato perfettamente a proprio agio con la Krall, meno con Ribot; Ribot, un po' un pesce fuor d'acqua in generale, ha conferito, soprattutto negli interventi solistici, una potenza espressiva inusitata cambiando i connotati della rappresentazione.

Michel Camilo al piano solo ha strabiliato per la tecnica, divertendo il pubblico con brani pirotecnici, molti "latin", ma anche esibendo aspetti pacatamente lirici rivelando la propria formazione di musicista classico.

George Benson ha soprattutto cantato, lasciando alla sua chitarra solista solo i due brani d'apertura (Lady e At The Mambo Inn) con cui ha dato saggio della sua incontaminata maestria, poi proseguendo col canto da croner, pop al cento per cento, ineccepibile "musicalmente" (Being With You, In Your Eyes, Give Me The Night, The Greatest Love Of All).

Chick Corea con la sua Spanish Heart Band è ritornato alla musica che ha nel DNA, quella "latin", nella fattispecie quella spagnola, rivisitando materiale dai suoi album classici "Touchstone" e "My Spanish Heart", con versioni diverse dagli originali presentate con una formazione includente il chitarrista di flamenco Nino Josele, il sassofonista/flautista Jorge Pardo, il bassista Carlitos Del Puerto, il percussionista Luisito Quintero, il batterista Marcus Gilmore, il trombettista Michael Rodriguez, il trombonista Steve Davis e persino il ballerino di flamenco Nino de los Reyes.
Corea, in uno stato d'animo gioioso suo abituale, ha presentato uno spettacolo multiforme, pieno di colori e forme, basato soprattutto sugli intrecci poliritmici (non solo delle percussioni), che ci ha ricordato come egli rimanga uno dei musicisti più eclettici, versatili e trasversali espressi dal jazz; le poche volte che ha sviluppato assolo col piano ha evidenziato ancora una volta un attacco e un'articolazione delle frasi chiari e puliti, un tocco percussivo che convive con una luminosa sonorità ridondante, l'uso di abbellimenti barocchi e tempi complicati (aiutato dal suo essere eccellente batterista), un modo di accompagnare per grappoli di accordi alterati, che formano progressioni armoniche a-funzionali.

Gli Snarky Puppy, guidati dal bassista Michael League (con Mike Maher alla tromba, Chris Bullock al sax, Bob Lanzetti alla chitarra, Bill Laurance che al piano ha interagito alla perfezione con il nuovo arrivato Bobby Sparks all'organo Hammond e alle tastiere, i bravissimi Marcelo Wolosky e Larnell Lewis alle batterie), vanno oltre i Weather Report e il Pat Metheny Group, recuperando sonorità e sviluppi melodico-ritmici adeguati ai nuovi tempi e alle nuove realtà metropolitane, dando vita a un tipo di fusion inedito con l'innesto su una base ancora fondamentalmente rhythm and blues, di stilemi rock e soprattutto hip hop, in un mix di grande impatto sonoro in cui costantemente aleggia l'elettronica (presentati alcuni brani tratti dagli ultimi album "Culcha Vulcha" e "Immigrance", fra cui Even Us, Palermo e Bad Kids To The Back).

Anche il tenor sassofonista Kamasi Washington ha usato due batterie (ma sia le sue che quelle degli Snarky Puppy non hanno raggiunto la spettacolare perfezione del complicato intricamento poliritmico delle tre dei King Crimson): queste di Washington, prettamente "afro", hanno sviluppato trame percussive basate sui tipici ossessivi brevi cicli poliritmici ritualistici che finiscono nel battere; coadiuvate col medesimo andamento da Miles Mosley al contrabbasso, Brandon Coleman alle tastiere, suo padre Rickey Washington al soprano, Ryan Porter al trombone e Patrice Queen al canto, Kamasi ha proceduto con caldo fervore su queste trame spesso funkeggianti, esasperando il suoni e il fraseggio, con frequenti richiami all'Africa e con palese drammaturgia protestataria e religioso-mistica (fra i brani suonati Show Us The Way, Truth, Fists Of Fury). Kamasi ha ostentato i suoi muscoli e la sua forza anche quando ha partecipato alle jam session che ogni notte si effettuavano al Melies Jazz Club di via della Viola, jam session che hanno visto unirsi all'eccellente gruppo di base (Piero Odorici e Daniele Scannapieco ai sax, Andrea Pozza al piano, Aldo Zunino al contrabbasso e Anthony Picciotti alla batteria) molti jazzisti in cartellone, come Fabrizio Bosso, Benny Green, Bobby Watson, Bryan Lynch e Roberto Gatto.

Per finire con i concerti all'Arena, c'è da citare la performance intitolata "A Christian Mcbride Situation" imperniata sulla figura del grande contrabbassista McBride che però, pur facendoci ammirare la suprema maestria allo strumento del leader, è risultata troppo dispersiva e poco omogenea, con ospiti i più disparati, tipo Ron Blake, Patrice Rushen, Allison Williams Dj Logic e Jahi Sundance Lake.

Passiamo ora ai concerti per piccoli gruppi o per strumenti soli tenuti in una atmosfera raccolta e quasi chiesastica (da encomiare) alla Sala Podiani della Galleria Nazionale dell'Umbria, serie intitolata, per fare il verso a celebri dischi di Dave Brubeck, "Jazz Goes To The Museum". Non abbiamo avuto modo di ascoltare il duo Gianluigi Trovesi / Gianni Coscia, il trio Gabriele Mirabassi / Roberto Taufic / Cristina Renzetti, il duo Fabrizio Bosso / Julian Oliver Mazzariello e quello Raffaele Casarano / Eric Legnini (che ci hanno riferito ottimamente riusciti).

Il trio di Fred Hersch non ha tradito le aspettative di chi lo considera fra i più creativi e pregevoli pianisti sulla scena, di fatto non molto conosciuto dal più ampio pubblico come invece lo sono i due che stilisticamente gli sono in qualche modo più vicini, Keith Jarrett e Brad Mehldau, tutti avendo avuto Bill Evans come primo modello. Dei tre, Hersch è il più resistente alle derive romanticheggianti, alle quali contrappone un raffinato intimismo impressionistico, accompagnato da una metodica a-sentimentalità quasi glenn-gouldiana. Passati i sessant'anni e dopo quaranta di attività, Hersch ha raggiunto artisticamente la più alta maturità, testimoniata dallo stato di grazia dell'esibizione perugina. Accompagnato da John Herbert al contrabbasso ed Eric Mcpherson alla batteria, con i quali ha affinato, in anni di collaborazione, un'intesa perfetta, che porta il dialogo reciproco, estremamente aperto ed elastico, a una piena concordanza di intenti e risultati, il pianista ha approcciato ognuno dei brani eseguiti (quasi tutti di sua composizione, come Plainsong, Havana, Sad Poet e Dream Of Monk, oltre a due proprio di Monk, Round About Midnight e Wee See) da angolature diverse, può essere quella di Evans - Lennie Tristano, di Evans - Paul Bley, di Evans - Bud Powell o di Evans - Thelonius Monk; sempre però "ingentiliti", addirittura "raffreddati" dal suo tocco delicato e soffuso, a volte asettico, classicheggiante in qualche passaggio debussiano e persino bachiano. L'intensità drammatica non è mai calata grazie a una costante febbrile tensione attraverso cui si sono fusi in un equilibrio magistrale rigore formale e fantasia visionaria.

Tutti i concerti alla Sala Podiani sono stati di alto livello: il piano solo di Kenny Barron, uno dei maestri del jazz moderno, ha dato la misura di come si diventi "classici" riuscendo ad essere ugualmente contemporanei e dicendo qualcosa di sempre attuale. Oggi Barron si è ritirato elegantemente in un mondo a parte, zeppo di scrigni a loro volta pieni di preziosi gioielli, dove rilegge nel suo modo "classico" gli artisti che riverisce (Gillespie, Monk, Veloso, Gershwin), nei loro brani illuminando passaggi ed evidenziando percorsi con il suo stile di suadente bellezza.

L'approccio di Joachim Kuhn al piano solo è stato invece più direttamente rivolto alla contemporaneità, già come impostazione, avendo scelto come repertorio composizioni di Ornette Coleman, che in passato lo stesso Kuhn ha affrontato diretto dallo stesso Coleman, e altre da lui composte ispirate alla sua musica, che sono risultate più fredde rispetto a quelle di Coleman, come se fossero scientificamente analizzate attraverso un pianismo rigoroso, ma emancipato e aperto, a tratti tormentato.

A distanza di pochi giorni c'è stato il confronto di due performance di piano solo di due giovani italiani di grande abilità e pregio: Enrico Zanisi ha proceduto per vie estremamente meditative, lineari, contemplative e allusive; Giovanni Guidi per vie più snodate attraverso ampi saliscendi, vie più dinoccolate nel mettere a fuoco immagini musicali proprie, prendendo spunto da melodie di canzoni famose, americane e italiane (di Tenco ed Endrigo), a volte solo accennate, altre sviluppate in modo da nasconderne i connotati, con un pianismo che nella sua sicurezza esprime perplessità, nel suo brio esprime snervamento, essendoci comunque sempre irrequietezza, dubbio e introspezione.

Altre apprezzate raffinate ed eleganti prove artistiche si sono eseguite alla Sala Podiani: Il bandeonista Daniele Di Bonaventura, il pianista Giovanni Ceccarelli e il violoncellista Jacques Morelenbaum, con educato ritmo e sofisticato incedere, mescolando spleen mediterraneo a quello tipico brasileiro, hanno esplorato melodie e armonie di alcune celebri canzoni di Tom Jobim; Mauro Ottolini ha lasciato da parte temporaneamente il suo trombone per dedicarsi a suonare una vera e propria batteria di conchiglie, sorprendente e divertente al tempo stesso; il contrabbassista John Patitucci ha suonato sia in solo, dove ha esibito il suo alto magistero tecnico-musicale, sia in trio con Danilo Rea al piano e Roberto Gatto alla batteria, con gli stili rigogliosi dei quali s'è conformato nel modo migliore.
Per ultimo abbiamo lasciato apposta il pianista Benny Green, che pure lui s'è esibito in solo alla Podiani, ma che è stato un po' una linea rossa che ha unito le varie sezioni del festival in tutta la sua durata. Nella performance in perfetta solitaria ha sedotto il pubblico con una tecnica straordinaria sposata a raffinatezza e swing incessante e fantasia melodica, avendo trovato il suo modello principale in Oscar Peterson, ma anche in Thelonious Monk (Rocky Mount, 10 ottobre 1917 – Weehawken, 17 febbraio 1982) e Teddy Wilson; pianisti per certi versi stilisticamente opposti, ma che in lui, con la preponderanza del virtuosismo petersoniano, trovano un mediato equilibrio con sprazzi dell'uno o dell'altro che estemporaneamente saltano fuori. Questo suo stile, seppur più contenuto per la diversa funzione svolta, è risaltato anche col suo trio (David Wong al contrabbasso e Aaron Kimmel alla batteria) in accompagnamento della cantante Veronica Swift tutti i tardi pomeriggi alla Sala Sina dell'Hotel Brufani. La Swift, fra le più dotate giovani cantanti emergenti nell'area di New York, ha affascinato con una intonazione perfetta, con le variazioni, spesso minimali, delle melodie delle celebri canzoni interpretate attraverso contrazioni o dilatazioni di frasi o spostamenti ritmici, e con l'uso spumeggiante, ma al contempo misurato, dello scat che senza mai andare a finire nella ridondanza (il che è facile anche nei più consumati vocalist) esplica con perfetta dizione anche nei passaggi più difficili.
E Green non si è fermato alle sue esibizioni ufficiali, di cartellone. Ha altresì partecipato diverse volte alle jam session notturne di cui si è accennato, e in particolare in quella con Kamasi Washington, preso dall'impeto della esibizione, ha cominciato a picchiare la tastiera come un forsennato, producendo suoni aggriccianti e addirittura arrivando a cluster martellanti. E pensare che alla sala Podiani era stata memorabile la sua interpretazione di My Funny Valentine, versione struggente, lentissima e spaziata al limite del silenzio.

Il Teatro Morlacchi ha offerto, oltre Lloyd, molti altri musicisti di jazz "vero e puro", cioè moderatamente o non "contaminato" di elevato livello, con una folta rappresentanza italiana. Per cominciare, quelli che possono essere considerati i nostri tre maggiori solisti di tromba oggi in attività (maggiori sommando la qualità artistica con il costante grande successo di pubblico): Enrico Rava, Paolo Fresu e Fabrizio Bosso.
Enrico Rava con il suo "80th Anniversary World Tour" (affrontato con formazioni diverse, qui con Enrico Morello alla batteria, Gabriele Evangelista al contrabbasso, Giovanni Guidi al pianoforte, Francesco Diodati alla chitarra e Francesco Bearzatti al sax tenore e clarinetto) ha trovato nuovo vigore, nuovo entusiasmo, nuovo mordente. Passato al flicorno, che gli consente una maggior duttilità di fraseggio e rotondità di suono, ha suonato suoi temi come Lavori Casalinghi, Theme For Jessica, Ballerina, Le solite cose (proposto in trio con chitarra e sax), Interiors, Lulu e The Ferness Five. Giovanni Guidi ha confermato anche in funzione di accompagnatore lo stato di forma e di maturità raggiunto già manifestato alla sala Podiani in solo; Francesco Diodati ha mantenuto i suoi interventi bruschi e visionari inaugurando inedite sonorità mescolandosi con il più avvolgente Guidi; mentre il nuovo arrivato Bearzatti s'è ben inserito con la sua foga scanzonata e sulfurea nelle consuete trame impostate da Rava.

Paolo Fresu s'è esibito in duo con il contrabbassista Lars Danielsson nello spettacolo "Summerwind", dove ancora una volta il trombettista, come in qualsiasi contesto si trovi ad agire, suona sempre splendidamente: anche qui, con l'eccellente bassista Danielsson dalla cavata potente e dal suono rotondo, rimane sempre uguale a sé stesso, con dizione, suono e costruzione delle frasi mirabili.

Se Rava cambia i componenti dei suoi gruppi cercandoli e trovandoli fra chi meglio rappresenta la contemporaneità; e se Fresu invece li cambia per passare da un genere all'altro, jazz, musica etnica, popolare o classica che siano; Bosso dal canto suo ha un approccio più storicistico, non disdegnando di interpretare stili jazzistici del passato più o meno recente. Al Morlacchi, in compagnia del gruppo del trombonista Mauro Ottolini e grazie a lui, è andato indietro sino ai primi decenni del XX secolo, quando il jazz si faceva le ossa a Storyville, quartiere malfamato di New Orleans che fu chiuso nel 1917, rivisitando con arrangiamenti sapienti e divertenti dello stesso Ottolini), brani se non proprio di quel periodo degli anni Venti e Trenta, molti di William Christopher Handy, che hanno visto partecipare con appropriati interventi Vanessa Tagliabue Yorke al canto (bravissima nella riproposizione di uno dei picchi artistici nella storia del canto jazz, Swing, Brother Swing nelle versioni di Billie Holiday), Paolo Birro al piano (uno dei nostri più completi e raffinati pianisti, che si è superato nella sua visione modernizzata di The Crave, un brano stupendo di Jelly Roll Morton (October 20, 1890 – July 10, 1941)), Glauco Benedetti al contrabbasso e Paolo Mappa alla batteria. Ottolini è calato perfettamente nella parte recuperando la gutturalità di Kid Ory, ma mantenendo un fraseggio moderno, e Bosso come sempre ha strabiliato con una tecnica che in lui diventa così naturale che ad essa non si fa nemmeno più caso, pronta anche nel recuperare tutti gli accidenti stilistici hot propri del periodo, attacchi al fulmicotone, suoni aspri e strozzati, smear, uso di sordine plunger e forte vibrato, facendo risaltare la bellezza dell'eloquio e la comunicatività.
Bosso, come s'è accennato, avrebbe partecipato anche alle jam session notturne infuocando l'ambiente; a proposito ci viene in mente quando a Umbria Jazz si tenevano le jam session da Celestino e si era sparsa la voce che ci sarebbe stato Wynton Marsalis; entrando nel piccolo locale strapieno con tutta la gente in piedi, stava producendo un assolo strabiliante un trombettista che non potevamo sul momento individuare e ci eravamo detti: Accidenti, Wynton, come suona! Ma non era Wynton, bensì un giovanissimo Fabrizio Bosso.

Sempre al Morlacchi l'alto sassofonista Rosario Giuliani ha suonato alla testa del quartetto The Hidden Side, completato da Alessandro Lanzoni al piano, Luca Fattorini al contrabbasso e Fabrizio Sferra alla batteria, compatti e sfrangiati al tempo stesso, presentando un convincente elettrizzante hard bop avvoltolato in linee sinuose e rapide. Anche il giovane Lanzoni, oltre all'accompagnamento pertinente, ha sciorinato assolo di austero e rigoroso andamento creando periodi di dinamica solennità.

Il gruppo B.A.M., con Marco Bardoscia al contrabbasso, il quartetto di archi Alborada e Rita Marcotulli al piano, ha prodotto una musica delicata e equilibrata, con derivazioni dal jazz di Carla Bley, da musiche folkloriche mediterranee, da camera e da film, dove s'è apprezzato il fraseggio particolare e quindi personale della Marcotulli, simmetrico e coerente, ma sghembamente intervallato.

La Messengers Legacy sotto la guida del batterista Ralph Peterson ha dedicato il proprio progetto ad Art Blakey per il centenario dalla nascita, Bobby Watson al sax alto, Bill Pierce al tenore, Brian Lynch alla tromba, Anthony Wonsey al piano e Curtis Lundy al contrabbasso ne hanno ripetuti i canoni con pertinenza e foga, quest'ultima soprattutto per opera di Peterson che di Blakey ha voluto riesumare la potenza.

I trombettisti Terenche Blanchard col suo e-collective e la stella emergente Marquis Hill con il suo Blacktet, hanno presentato musiche "al passo coi tempi" dal punto di vista sonoro e ritmico, usando abbondantemente l'elettronica e rifacendosi a stilemi hip hop, musiche entrambe coinvolgenti, ricche di humus e di pathos. Da segnalare la bravura e la personalità del vibrafonista di Hill, Joel Ross, che in seguito s'è anche esibito col suo quintetto dimostrando di essere certo fra i giovani vibrafonisti più interessanti, diretto successore di Bobby Hutcherson.

Ottimi anche i gruppi che si possono definire di mainstream jazz, anche se con aperture d'attualità e ognuno presentandosi con proprie peculiarità: il quintetto del contrabbassista Rosario Bonaccorso con i bravissimi Stefano Di Battista al sax alto, Fulvio Sigurtà alla tromba, Enrico Zanisi al pianoforte e Alessandro Paternesi alla batteria; il quartetto del batterista Roberto Gatto che si è contornato di giovani di grande levatura, Alessandro Presti alla tromba, Alessandro Lanzoni al pianoforte e Matteo Bortone al contrabbasso; e il trio formato da Dado Moroni al piano, Eddie Gomez al contrabbasso e Peter Erkine alla batteria, tre "pezzi grossi" per rivisitare diversi mondi poetici (di Bill Evans, Oscar Peterson, Teddy Wilson), ma che poi si sono fusi insieme creandone uno proprio.

Migliaia di persone la sera hanno affollato Corso Vannucci per i concerti gratuiti, quelli principali svoltisi in Piazza IV Novembre e ai Giardini Carducci. Anche qui molti sarebbero i musicisti degni di menzione. Fra questi ricordiamo, uno per tutti, il tenor sassofonista Cludio De Rose jr, napoletano che gran parte dell'anno risiede in Olanda, e che si è presentato col un quartetto di vaglia formato dal pianista spagnolo Xavi Torres, dal contrabbassista siciliano Mauro Cottone e dal batterista lituano Augustas Baronas. La sua idea musicale ha base e ispirazione nell'hard bop dei modelli Sonny Rollins, John Coltrane e Joe Henderson, si sviluppa in esuberanti assolo in cui diventano importanti gli accenti di inflessione e le divisioni ritmiche sghembe, improvvisazioni ingabbiate in articolate strutture dove si procede con continui cambiamenti di situazioni.
 

Allan Harris - Umbria Jazz 2019Allan Harris - Umbria Jazz 2019Andrea Belfi - Umbria Jazz 2019Benny Green - Umbria Jazz 2019Benny Green - Umbria Jazz 2019Benny Green - Umbria Jazz 2019
Benny Green - Joe Lovano - Umbria Jazz 2019Benny Green - Veronica Swift - Umbria Jazz 2019Bill Pierce - Umbria Jazz 2019Bobby Watson - Umbria Jazz 2019Bobby Watson - Umbria Jazz 2019Bobby Watson - Brian Lynch - Bill Pierce - Umbria Jazz 2019
Brian Lynch - Umbria Jazz 2019Carlo Pagnotta - Umbria Jazz 2019Chick Corea - Umbria Jazz 2019Chick Corea - Nino De Los Reyes - Umbria Jazz 2019Chick Corea - Nino Josele - Umbria Jazz 2019Chick Corea The Spanish Hear Band - Umbria Jazz 2019
Chick Corea The Spanish Hear Band - Umbria Jazz 2019Christian Mc Bride - Umbria Jazz 2019Christian Mc Bride - Umbria Jazz 2019Christian Mc Bride - Umbria Jazz 2019Curtis Lundy - Umbria Jazz 2019Dado Moroni - Umbria Jazz 2019Dado Moroni - Eddie Gomez - Peter Erskine - Umbria Jazz 2019
Danilo Rea - Umbria Jazz 2019Danilo Rea - Rita Marcotulli - Umbria Jazz 2019Diana Krall - Umbria Jazz 2019Diana Krall - Umbria Jazz 2019Diana Krall - Joe Lovano - Marc Ribot - Umbria Jazz 2019Eddie Gomez - Umbria Jazz 2019Enrico Pieranunzi - Umbria Jazz 2019Fabrizio Bosso - Umbria Jazz 2019
Fabrizio Bosso - Umbria Jazz 2019Fred Hersch - Umbria Jazz 2019Fred Hersch - Umbria Jazz 2019Fred Hersch - Umbria Jazz 2019g %gianluigi %trovesi %gianni %coscia % %carminatiGeorge Benson - Umbria Jazz 2019Gerald Clayton - Umbria Jazz 2019
Gianluigi Trovesi - Umbria Jazz 2019Gianluigi Trovesi - Umbria Jazz 2019Gianluigi Trovesi - Umbria Jazz 2019Gianni Coscia - Umbria Jazz 2019Gino Paoli - Umbria Jazz 2019Joachim Kùhn - Umbria Jazz 2019Joachim Kùhn - Umbria Jazz 2019
Joel Ross - Umbria Jazz 2019Joel Ross - Umbria Jazz 2019Joel Ross - Patrick Bartley - Umbria Jazz 2019John Patitucci - Umbria Jazz 2019John Patitucci - Umbria Jazz 2019John Patitucci - Umbria Jazz 2019John Patitucci - Umbria Jazz 2019
John Patitucci - Danilo Rea - Umbria Jazz 2019John Patitucci - Danilo Rea - Roberto Gatto - Umbria Jazz 2019John Patitucci - Danilo Rea - Roberto Gatto - Umbria Jazz 2019Kamasi Wahington - Daniele Scannapieco - Umbria Jazz 2019Kamasi Washington - Umbria Jazz 2019Kamasi Washington - Umbria Jazz 2019
Kenny Barron - Umbria Jazz 2019Lauryn Hill - Umbria Jazz 2019Marc Ribot - Umbria Jazz 2019Marquis Hill - Umbria Jazz 2019Michel Camilo - Umbria Jazz 2019Michel Camilo - Umbria Jazz 2019
Michel Camilo - Umbria Jazz 2019Michel Camilo - Umbria Jazz 2019Nik West - Umbria Jazz 2019Nik West - Umbria Jazz 2019Paolo Fresu - Umbria Jazz 2019Peter Erskine - Umbria Jazz 2019
Ralph Peterson - Umbria Jazz 2019Robben Ford - Umbria Jazz 2019Robert Hurst - Joe Lovano - Umbria Jazz 2019Terence Blanchard - Umbria Jazz 2019Terence Blanchard - Umbria Jazz 2019thom %yorke %carminati - edited
Uri Caine - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Umbria Jazz 2019
Uri Caine - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Manuele Morbidini - Umbria Jazz 2019Uri Caine - Manuele Morbidini - Umbria Jazz 2019Veronica Swift - Umbria Jazz 2019Veronica Swift - Umbria Jazz 2019Veronica Swift - Umbria Jazz 2019Veronica Swift - Umbria Jazz 2019
click sulle foto per ingrandire








Articoli correlati:
31/08/2019

John Patitucci - Rosetta Jazz Club: "Sessanta minuti che sono volati e che hanno consentito di conoscere questo nuovo luogo in cui la musica jazz potrà incontrare i suoi appassionati." (Marco Losavio)

31/08/2019

North Sea Jazz Festival 2019: "Quarantatreesima edizione per il più acclamato dei festival al coperto, con oltre 150 concerti ed un migliaio di musicisti sparsi nelle capaci sale del duttile Ahoy Center di Rotterdam e con un giro di oltre 100.000 spettatori." (Vittorio Pio)

27/07/2019

Correggio Jazz 2019: "Inserito nel circuito Crossroads, Correggio Jazz, come sempre, chiude la lunga itinerante manifestazione musicale emiliano-romagnola." (Aldo Gianolio)

23/07/2019

Il Peperoncino Jazz Festival diventa maggiorenne. Apre il sipario in esclusiva per il Sud Italia, la all-star band del pluripremiato batterista americano Steve Gadd.

20/07/2019

John Patitucci a Matera: ​Rosetta Jazz Club, il primo jazz club a Matera, ospita la Masterclass e il concerto di John Patitucci per un evento unico.

06/06/2019

Gianicolo in Musica 2019: Al via la terza edizione del Festival "Gianicolo in Musica 2019", anche quest'anno la collaborazione con il Saint Louis College of Music e direzione artistica affidata a Roberto Gatto

01/06/2019

Vicenza Jazz New Conversations: "Il festival vicentino, diretto da Riccardo Brazzale, porta il jazz, oltre che nei luoghi consueti, in una quantità di locali cittadini, colmando la città di suoni e colori." (Vincenzo Fugaldi)

25/05/2019

Torino Jazz Festival: "Il nuovo corso del Festival Jazz di Torino ha incrementato nell'edizione 2019 il grande successo dell'anno precedente, con il dodici per cento in più di presenze che sono arrivate a 25 mila in nove giorni, e diversi concerti sold out..." (Aldo Gianolio)

21/04/2019

Intervista con Michela Lombardi: In occasione del nuovo album dedicato alla musica di Sting, abbiamo incontrato la cantante toscana: "...sono convinta che la maggior parte del lavoro da compiere riguardi l'ascolto..." (Marco Losavio)

14/04/2019

Ravenna Jazz 2019: l festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino.

16/02/2019

Concorso il Jazz ed i Colori della Musica: Concorso di composizione e arrangiamento riservato a giovani musicisti residenti nella Regione Campania, scadenza 31 marzo 2019

13/01/2019

Umbria Jazz Winter #26: "Solita azzeccata formula anche per l'edizione numero 26 di Umbria Jazz Winter, a Orvieto: centosettanta musicisti, molti dei quali artist in residence, un centinaio di concerti quasi sempre tutti esauriti..." (Aldo Gianolio)

27/12/2018

Danse Mémoire, Danse (A Filetta – Paolo Fresu – Daniele Di Bonaventura)- Alceste Ayroldi

26/12/2018

Canzoni di Buongusto vol. 1 (Diego Moreno)- Alceste Ayroldi

19/08/2018

Südtirol Jazz Festival Altoadige - "Exploring The North": "...un panorama artistico spesso interessante, non rivoluzionario ma non privo di alcuni fermenti, che in alcuni casi meriterebbe maggiore attenzione e presenza anche sulla nostra scena musicale." (Vincenzo Fugaldi)

07/07/2018

Gianicolo in Jazz 2018: Una location straordinaria, la terrazza più esclusiva e famosa di Roma per una rassegna estiva con la direzione artistica di Roberto Gatto

24/06/2018

Correggio Jazz 2018: "Un programma basato sulle produzioni più innovative della musica improvvisata italiana dando spazio anche a ospiti internazionali di alto livello, scelti impostando un indirizzo o un minimo comun denominatore" (Aldo Gianolio)

24/06/2018

Around Zappa (Quintorigo - Roberto Gatto)- Enzo Fugaldi

25/04/2018

Notti di Stelle a Bari: Cammariere, Paoli e Rea, Chano Dominguez e il progetto Hudson di Jack Dejohnette &, John Scofield per la 29ma edizione di Notti di Stelle, il festival jazz della Camerata Musicale Barese

21/04/2018

Bergamo Jazz 2018: "Sotto la direzione artistica di Dave Douglas si svolge la quarantesima edizione del festival Bergamo Jazz mantenendo il consueto spazio alla lodevole iniziativa "Scintille di Jazz" dedicata a giovani musicisti emergenti scelti da Tino Tracanna." (Aldo Gianolio)

21/04/2018

Chansons! (F. Zeppetella - E. Bex - G. Laurent - R. Gatto)- Enzo Fugaldi

30/03/2018

Special Guest 2018: Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Serena Brancale, Javier Girotto e Martin Bruhn per la II edizione del Festival Special Guest nato dalla collaborazione tra il Teatro Eliseo e il Saint Louis College of Music

18/03/2018

Harvesting Minds (Filippo Vignato 4tet)- Alceste Ayroldi

14/01/2018

I primi due giorni di Umbria Jazz Winter 2017/2018: "Per i suoi venticinque anni Umbria Jazz Winter si è voluta trattare bene: a Orvieto: un sacco di musicisti, molti dei quali "resident artist" che grazie a questo si sono esibiti in più concerti." (Aldo Gianolio)

03/12/2017

Roma Jazz Festival 2017 - "Jazz is my Religion" : La Lydian Sound Orchestra con special guest Jeremy Pelt in "To Be Or Not To Bop" per un omaggio Dizzy Gillespie e il pianisti Kenny Barron, Dado Moroni, Cyrus Chestnut e Danny Grissett in "Four By Monk By Four" dedicato a Thelonious Monk. 8Roberto Biasco)

02/12/2017

Nomination Grammy Award 2018 per l'ambito Jazz: Fred Hersch, Billy Child, John Mclaughlin, Cécile McLorin Salvant, Christian McBride, Miguel Zenón, Pablo Ziegler, sono alcuni dei musicisti che si contenderanno il Grammy Award 2018

19/11/2017

E' morto Ben Riley: Il batterista americano era noto, tra l'altro, per aver fatto suonato quattro anni nelle formazioni di Thelonious Monk

17/11/2017

Roma Jazz Festival: I prossimi concerti della XLI Edizione del Roma Jazz Festival che, con il sottotitolo "Jazz is my religion" omaggia i grandi della storia del Jazz.

01/11/2017

Reggio Emilia Jazz 1925-1991. dalla provincia al mondo (Giordano Gasparini)- Aldo Gianolio

22/10/2017

Una Striscia di Terra Feconda: "XX Edizione per il Festival Franco-Italiano di Jazz e Musiche Improvvisate ideato da Paolo Damiani, che ne cura la direzione artistica insieme ad Armand Meignan" (Vincenzo Fugaldi)

21/09/2017

Rumori Mediterranei XXXVII Edizione: "Lo storico festival del meridione italiano è arrivato alla XXXVII edizione, dopo alcuni anni di incertezze e di svolte, inaugurando un nuovo corso organizzativo." (Vincenzo Fugaldi)

19/09/2017

Intervista con Yesim Pekiner e Francesca De Palo: "BAU Jazz Academy è il dipartimento che a Istanbul si occupa di jazz e che, dal 2017-2018 lancia un programma internazionale nelle sedi BAU di Roma, Berlino e Washington DC." (Alceste Ayroldi)

03/09/2017

Monteverdi in the Spirit of Jazz (AA.VV.)- Alceste Ayroldi

20/08/2017

Two Minuetos (Paolo Fresu & Uri Caine)- Alceste Ayroldi

23/07/2017

Umbria Jazz 2017: "...una inversione di tendenza rispetto alle ultime edizioni: meno rock e pop e più jazz e, con Shorter, abbiamo assistito ad uno dei concerti più belli della storia del festival e probabilmente una delle punte più alte della musica afro-americana (jazz e accademica) contemporanea." (Aldo Gianolio)

20/07/2017

Pomigliano Jazz in Campania: Si terrà dal 27 luglio al 6 agosto la XXII edizione del Pomigliano Jazz in Campania, nella ormai consueta formula itinerante che, oltre a Pomigliano d'Arco toccherà vari comuni del vesuviano e dell'alto nolano, coniugando musica, arte e valorizzazione del territorio.

15/07/2017

Beat Onto Jazz Festival 2017 - XVII Edizione: Marque Lowenthal e le uniche tappe pugliesi del nuovo combo del leggendario batterista Peter Erskine, il quartetto della pianista e vocalist statunitense Diane Schuur e il gruppo capitanato dal bassista abruzzese Maurizio Rolli con Otmaro Ruiz nel ricco programma del festival pugliese.

09/07/2017

Brooklyn 1967, May 24th (Randy Kaye feat. Enrico Rava)- Gianni Montano

29/06/2017

Gezziamoci 2017: Torna, organizzato dall'Onyx Jazz Club, il Jazz Festival di Basilicata alla sua XXX edizione, un grande traguardo che rinsalda il legame con la città di Matera

28/06/2017

E' morta Geri Allen: La nota pianista, compositrice, didatta Geri Allen, è scomparsa. Era stata in tour a maggio in Italia in duo con Enrico Rava

26/06/2017

Ida Lupino (Giovanni Guidi, Gianluca Petrella, Louis Sclavis, Gerald Cleaver)- Vincenzo Fugaldi

11/05/2017

Narrazioni Jazz 2017: A Torino, diretto da Stefano Zenni, la prima edizione di un nuovo festival culturale orientato alla mescolanza di linguaggi, alle produzioni originali con anteprime ed esclusive.

05/02/2017

Quegli anomali discepoli di Thelonious : "Monk non solo era consapevole che quello stava facendo era giusto ma anche di altissimo livello artistico..." (Claudio Angeleri)

20/12/2016

Fred Hersch Piano Solo: "Il Maestro di Cincinnati, ispirato come non mai, ha accompagnato il pubblico nel suo ammaliante mondo melodico, tra intime suggestive esplorazioni e la magia del proprio sorprendente universo poetico." (Gianmichele Taormina)

11/09/2016

Trio Grande (Massimo Colombo, Peter Erskine, Darek Oleszkiewicz)- Gianni Montano

15/08/2016

This Is The Day (Giovanni Guidi Trio)- Enzo Fugaldi

19/06/2016

Lo sviluppo dell'organizzazione concertistica e dei festival jazz dagli anni ottanta ad oggi (prima parte): "Affaire spinoso quello della memoria concertistica e festivaliera del jazz in Italia, perchè la confusione e le gesta leggendarie la fanno da padrone..." (Alceste Ayroldi)

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

04/06/2016

Wild Dance (Enrico Rava Quartet)- Alceste Ayroldi

15/05/2016

Give Me Five By Foot! (Tuk Music Antologico)- Alceste Ayroldi

04/05/2016

Trio M/E/D (Marcotulli, Danielsson, Erskine)- Alceste Ayroldi

23/04/2016

Gato Barbieri (1932-2016): Gato Barbieri (1932-2016): "...ci lascia una delle voci strumentali tra le più originali e passionali, infuocate vien da dire, degli anni d'oro del free post coltraniano." (Andrea Gaggero)

21/02/2016

Roccella Jazz Festival - II Edizione Jazzy Christmas: L'evento più importante del festival calabrese è stato il concerto del trio di Ches Smith con Mat Maneri e Craig Taborn...composizioni di intensa bellezza, complesse e articolate, che nelle mani di questo trio danno risultati eccelsi..." (Vincenzo Fugaldi)

27/12/2015

Kamasi Washington: "In sostanza un'occasione mancata, nonostante il gradimento di buona parte del pubblico, ma attendiamo l'artista in un successivo tour, magari con una formazione più calibrata." (Vincenzo Fugaldi)

26/10/2015

Sixth Sense (Roberto Gatto Quartet: A. Cohen, F. Bearzatti, D. Weiss))- Gianni Montano

25/10/2015

Doctor 3 (Doctor 3)- Antonella Chionna

25/10/2015

Trace Elements (Paolo Di Sabatino, Janek Gwizdala, Peter Erskine)- Niccolò Lucarelli

19/07/2015

Intervista a Saverio Pepe: "Mi rivolgo a tutti gli appassionati delle cose belle della vita, del buon gusto, dell'ironia, della profondità delle cose." (Nina Molica Franco)

12/07/2015

Torino Jazz Festival 2015: "La quarta edizione del festival torinese diretto da Stefano Zenni è iniziata con l'atteso progetto "Sonic Genome" di Anthony Braxton: un percorso di otto ore all'interno delle sale del restaurato Museo Egizio." (Vincenzo Fugaldi)

05/07/2015

Young Jazz Festival 15: "L'undicesima edizione del festival fulginate patrocinato da Umbria Jazz e diretto da Giovanni Guidi ha confermato l'ormai consueto taglio innovativo e la festosa partecipazione di numerosissimi giovani nel nuovo spazio dell'ex cinema Vittoria, oggi denominato Zut!" (Vincenzo Fugaldi)

02/06/2015

Black Orpheus (Nilson Matta's)- Alessandra Monaco

31/05/2015

Vicenza Jazz New Conversations - XX Edizione: "Venti anni di passione e consapevolezza per un festival al servizio della città e dei tanti artisti che gravitano nel suo comprensorio, con una partecipazione mai registrata in precedenza." (Vittorio Pio)

24/05/2015

Jazz Ahead! 2015Jazz Ahead! 2015: "Vero tour de force per gli addetti ai lavori che la seguono, la fiera propone, nell'arco di tre giorni, una grandissima quantità di concerti divisi in sezioni..." (Vincenzo Fugaldi)

11/04/2015

Intervista a Max Ionata: "Improvvisare non vuol dire arrangiarsi. Improvvisare è una cosa molto seria, molto ben organizzata per poter uscire e scavalcare anche i problemi musicali in maniera agile." (Laura Scoteroni)

29/03/2015

Only Man (Ralph Alessi - Fred Hersch)- Valeria Loprieno

09/02/2015

Brass Bang! (Fresu - Petrella - Rojas - Bernstein)- Alceste Ayroldi

11/01/2015

Intervista a Paolo Fazioli: "Pezzi unici, accurata scelta dei materiali, tanta ricerca e esperimenti: Paolo Fazioli, a Roma per l'inaugurazione della Ciampi Luxury Piano Gallery, ci racconta la sua esperienza." (Nina Molica Franco)

21/12/2014

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab: "Se il nome è un pezzo sacro della storia del jazz italiano, le aspettative schizzano su alle stelle in un baleno. Il problema delle aspettative è che quando vengono tradite, l'amaro in bocca fatica ad andare via." (Nina Molica Franco)

29/11/2014

Dave Holland e Kenny Barron: "Straordinaria la perfetta coesione tra i due, assolutamente equilibrati nel procedere insieme, ma anche nel lasciarsi i giusti spazi per esprimersi al meglio..." (Nina Molica Franco)

26/10/2014

Quattro chiacchiere con...Joanna Miro: "...predisporsi per un ascolto degustativo e sensoriale: vedo molta similitudine tra il jazz e il vino, entrambi seguono da decenni innumerevoli innesti per diventare un capolavoro di cui, infine, possiamo apprezzare l'opera." (Alceste Ayroldi)

21/09/2014

Umbria Jazz 2014: "In quest'edizione non c'è stato spazio solo per il jazz, ma ogni serata è stata dedicata ad un genere diverso: Funk & Soul Night, Jazz & Brasil Night, Hip hop & Soul Night, New Orleans Night, Piano Night, Ladies night e persino una serata solo per la dance music." (Giusy Casanova)

17/08/2014

Metti una sera con i Doctor 3: Al Multiculturita Summer Jazz Festival il noto trio suona una musica che "...prende per mano il pubblico, lo corteggia e lo trascina in percorsi musicali estemporanei dai risvolti imprevedibili..." (Alessandra V. Monaco)

21/07/2014

Vinodentro (Paolo Fresu)- Alceste Ayroldi

13/07/2014

Vittoria Jazz Festival 2014: "Settima edizione per il festival diretto da Francesco Cafiso che, con valide proposte artisiche unite a innumerevoli iniziative collaterali, riempie la splendida piazza Enriques in ogni serata..." (Vincenzo Fugaldi)

16/06/2014

Doctor 3 proudly presents "Doctor 3": "...di come i padri abbracciarono i figlioli prodig(h)i. La formula è quella solita: classici del rock/pop rivisitati in chiave jazz, più qualche standard." (Monica Mazzitelli)

08/06/2014

Young Jazz Festival 14: "Dieci anni di Young Jazz a Foligno, celebrati con un'edizione densa di appuntamenti, che ha puntato a valorizzare il centro storico della cittadina umbra con una serie di momenti musicali di notevole spessore." (Vincenzo Fugaldi)

08/06/2014

Duo Art Creating Magic (AA. VV.)- Alceste Ayroldi

01/06/2014

Torino Jazz Festival 2014: "...terza edizione, la seconda con la direzione artistica di Stefano Zenni ed è premiato ancora una volta da un lusinghiero successo di pubblico." (Gianni Montano)

25/05/2014

Trilogy (Quintorigo + Italian Jazz Orchestra + Roberto Gatto): "Un Primo Maggio diverso, al teatro Diego Fabbri di Forlì: incontro speciale tra Mingus, Hendrix e Zappa grazie ai Quintorigo" (Eugenio Sibona)

18/05/2014

Unesco in Jazz Festival ad Alberobello (Ia Edizione): "Chiara Civello, Sarah Jane Morris e Paolo Fresu, per un festival capace di racchiudere in un'intensa tre giorni le diverse sfumature ed espressioni che declinano il nobile genere." (Alessandra V. Monaco)

18/05/2014

Paolo Fresu e la minestra "blues" con il brodo di carne: "Mi piace caldissima anche in pieno agosto, mi appaga, mi ritempra il corpo e l'anima e mi ricorda l'infanzia e le lunghe sere invernali". (Davide Ielmini)

16/03/2014

BasiliJazz: Masterclass d'autore con Enrico Rava e Alceste Ayroldi: Per BasiliJazz a gennaio interessante seminario "Marketing e Legislazione dello Spettacolo", intensa e proficua master class di Enrico Rava e concerto serale nella suggestiva Casa Cava di Matera. (Marco Losavio)

16/03/2014

Roberto Gatto Special Quartet: "Gatto, Cohen, Bearzatti, Weiss: una performance che è stata costellata da preziose perle musicali, da fraseggi intensi e improvvisazioni originali." (Valeria Loprieno)

03/02/2014

Seven (Dino e Franco Piana Septet)- Andrea Gaggero

26/01/2014

The Complete Remastered Recordings on Dischi della Quercia (Giorgio Gaslini)- Marco Losavio

15/12/2013

Open World Jazz Festival 2013: "...giunto alla trentaquattresima edizione propone tre serate coerenti con la linea portata avanti dal Music Studio e dal direttore artistico Massimo Barbiero." (Gianni Montano)

01/12/2013

Quattro chiacchiere con...Luca Bragalini: "...gli standard appartengono tanto al passato quanto al presente e molto probabilmente rimarranno al loro posto anche nel futuro." (Alceste Ayroldi)

01/12/2013

Intervista con Peter Bernstein: "...se sei con le persone giuste, non m'importa se si sta suonando un blues, è importante solo che stai suonando, sei dentro la musica che si sta costruendo: è così che avverto che mi sto evolvendo." (Marco Losavio)

03/11/2013

Il Bidone (Gianluca Petrella)- Alceste Ayroldi

27/10/2013

Umbria Jazz Clinics 2013: 16 anni, partecipare con emozione alle Clinics di Umbria Jazz e portarsi dentro qualcosa che costituirà un ricordo tangibile nel tempo. Racconto di un'esperienza attraverso gli occhi dell'allieva Alessandra Caradonio.

14/10/2013

Nice Scribbles (Marcello Sirignano 4et)- Alceste Ayroldi

30/09/2013

Without a net (Wayne Shorter)- Vincenzo Fugaldi

15/09/2013

Desertico (Paolo Fresu Devil 4et)- Alceste Ayroldi

15/09/2013

Quattro chiacchiere con...Natalio Mangalavite: "Sono latino e molto. Questo esce sempre qualunque musica io suono. Non posso fare diversamente." (Alceste Ayroldi)

08/09/2013

Intervista a Stéphane Pessina Dassonville (Jazz à Junas): "Il festival è uno spazio libero per tutte le culture musicali...curo in profondità la musica jazz contemporanea e le sue varie influenze da tutto il mondo." (Achille Brunazzi)

31/08/2013

Wayne Shorter Quartet feat. Brian Blade, John Patitucci, Danilo Pérez: "Shorter, inossidabile, suona ancora come un ragazzino di vent'anni, e dopo più di mezzo secolo di musica e storia riesce ancora a rinnovarsi..." (Valeria Loprieno)

25/08/2013

Jazz Groove Parte 2: Joyce in 'Femina', Maurizio Brunod & Miroslav Vitous in 'Duets', Claudio Fasoli Four in 'Patchwork', Ambrosetti, Caine, Di Castri in 'From Bach to Miles and Trane' e l'omaggio a Lester Bowie di Enrico Rava & PMJL. (Giovanni Greto)

18/08/2013

Drops (Bonnot, Tracanna, Cecchetto)- Gianni Montano

14/08/2013

Umbria Jazz 2013 - 40th Anniversary: Umbria Jazz 2013 40th Anniversary: "Tra l'algida Krall, i capricci di Jarrett e gli affollati concerti border-line, spiccano i duo Garbarek-Gurtu, Fresu-Sosa e Mirabassi-Castaneda". (Daniela Floris)

21/07/2013

Diana Krall, Luglio Suona Bene 2013: La Krall si conferma una donna dal grande carisma e dalla forte personalità, oltre che dalla voce splendidamente scura ed emozionante. Un concentrato di magnetismo e doti tecniche, una grande donna del jazz. (Valeria Loprieno)

16/06/2013

Young Jazz Festival 13: Artisti italiani della nuova frontiera jazz con una felice incursione norvegese e gran finale con la Liberorchestra, progetto di grande rilevanza sociale. (Vincenzo Fugaldi)

02/06/2013

Open Jazz Festival d'Ivrea e Canavese 2013 : "...un festival che ha una lunga storia e vuol proseguire e crescere con opzioni ogni volta coraggiose e intriganti." (Gianni Montano)

12/05/2013

Jazz Groove Ia Parte : Lo "stile contrassegnato dal ritmo" di Omar Sosa, il "dissacrante" Marc Ribot Ceramic Dog, il "pianismo percussivo, a tratti free" del New Quintet di Giovanni Guidi. (Giovanni Greto)

21/04/2013

Paolo Fresu Devil Quartet: "...una formazione che si conferma ai massimi livelli del jazz italiano e internazionale, riuscendo a coniugare una ricerca musicale raffinata ed innovativa con la capacità di catturare emotivamente un vasto pubblico." (Roberto Biasco)

14/04/2013

Piani Diversi (Susanna Stivali)- Marco Losavio

10/03/2013

Rava On The Dancefloor (Enrico Rava and The Parco della Musica Jazz Lab)- Alceste Ayroldi

17/02/2013

The Cole Porter Songbook (Daniele Scannapieco & Walter Ricci)- Valeria Loprieno

17/02/2013

Enrico Rava e Andrea Pozza: "Al fraseggio lirico, composto delle uniche note necessarie, senza esagerare, di Rava si contrappongono le armonizzazioni più lussuose e piene di intarsi di Andrea Pozza." (Gianni Montano)

09/02/2013

XV Padova Jazz Festival: "Ad un deludente David Murray and The Black Saint Quartet si contrappone l'interessante e godibile Rava on the Dance Floor" (Giovanni Greto)

20/01/2013

Musica ai Frari 2012 - Duets: La voglia di suonare di Gianluigi Trovesi & Gianni Coscia e l'unicità auditiva di Paolo Fresu & Daniele di Bonaventura ai Frari per la serie "Duets"

02/11/2012

Crystals (Alessandro Bertozzi)- Vincenzo Fugaldi

21/10/2012

Roccella Jazz Festival, "Cose Turke": Edizione numero 32 del festival calabrese, che riprende la formula itinerante e offre come sempre uno spaccato del meglio del jazz contemporaneo. (Vincenzo Fugaldi)

29/09/2012

European Jazz Expo #1: Stanley Jordan, Giovanni Guidi, Cristina Zavalloni, Livio Minafra, Javier Girotto, Enzo Pietropaoli, Claudio Filippini, Enrico Rava e il PM Lab (V. Fugaldi, F. Truono)

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #1: Chick Corea, Stefano Bollani, Herbie Hancock, John Scofield, Joe Lovano, Esperanza Spalding, Al Jarreau, Paolo Fresu...(Pierfrancesco Falbo)

26/08/2012

Umbria Jazz 2012 #2: Pat Metheny, Sonny Rollins, Wayne Shorter, Ambrose Akinmusire, Lydian Sound Orchestra, Ryan Truesdell Eastman Jazz Orchestra, Kenny Barron, Mulgrew Miller, Eric Reed & Benny Green, Sting...(Daniela Floris)

22/07/2012

Franco d'Andrea Sextet in "Monk e la Macchina del Tempo" e il trio di piano composto da Kenny Barron, Mulgrew Miller e Dado Moroni in "3 Monkish Pianos. (Gabriele Prevato)

01/07/2012

L'"International Jazz Day" proclamato dall'Unesco: "Per la prima volta il jazz ha avuto un riconoscimento planetario: l'Italia aderisce allo spirito di quel lodevole consesso internazionale?" (Filippo Bianchi)

13/05/2012

"Massimo Barbiero e soci confermano che le buone idee possono trovare gambe per marciare quando a sostenerle sono la passione e la capacità di organizzare e coordinare i vari eventi, anche in tempi di "vacche magre" come questi." (Gianni Montano)

30/04/2012

Due concerti per pianoforte e tromba completamente diversi nella rassegna dei comuni del miranese "Ubi Jazz". (Giovanni Greto)

22/04/2012

Quattro chiacchiere con Filippo Bianchi: "Il jazz è contemporaneamente un luogo di "tradizione", con tutto il suo peso, e un luogo di "creazione", con tutti i rischi impliciti nelle anticipazioni." (Alceste Ayroldi)

08/04/2012

Monk's Mind (Biagio Coppa, Gabriele Orsi, Francesco Di Lenge Feat. John Patitucci)- Rossella del Grande

07/04/2012

Intervista a Roberto Gatto: "...i miei interessi nella musica hanno molte facce, l'importante è che ci sia autenticità e soprattutto qualità..." (Roberto Biasco)

10/03/2012

Il quintetto del più famoso trombettista del panorama jazz italiano presenta al Ueffilo jazz Club il nuovo album inciso per la casa discografica tedesca ECM. (Vincenzo Rizzo)

10/03/2012

Tribe (Enrico Rava 5tet) - Alceste Ayroldi

26/02/2012

Sempre per la attenta direzione artistica di Paolo Damiani, il festival ha portato nel profondo sud dell'Italia continentale una nutrita serie di validissimi musicisti. (Vincenzo Fugaldi)

28/01/2012

LEZIONI (Articoli): Pennata alternata favorevole vs pennata sfavorevole (la pennata a-la-George Benson) (Martino Vercesi)

08/01/2012

Con due grandi protagonisti del jazz contemporaneo quali Paolo Fresu e Uri Caine, il palcoscenico del teatro delle Api di Porto Sant'Elpidio, sembra trasformarsi in un luogo incredibilmente magico. (Viviana Falcioni, Andrea Feliziani)

04/12/2011

Wayne Shorter Quartet: Wayne Shorter, Danilo Pèrez, John Patitucci, Brian Blade. "La breve tournèe italiana del Wayne Shorter Quartet (tre date) fa tappa all'Auditorium di Roma per impreziosire l'edizione di quest'anno del Roma Jazz Festival. Nei suoi dieci anni di attività, il quartetto di Shorter ha già diverse volte calcato il palco romano ma ogni volta, a giusto titolo, si parla di evento." (Dario Gentili)

20/11/2011

Incontri con musicisti straordinari (Enrico Rava)- Franco Bergoglio

13/11/2011

Open World Jazz Festival, 10a Edizione: "Grande successo per l'Open world festival di Ivrea. Il merito principale è di un'organizzazione rigorosa e puntuale, capace di allestire una rassegna di indubbio interesse, correlata da eventi collaterali, stages, presentazione di libri, performance artistiche in grado di calamitare l'attenzione non solo degli addetti ai lavori, ma anche di un pubblico intellettualmente curioso. un festival che certifica come si possa realizzare una rassegna impegnativa, senza concessioni al "gusto dominante", a musiche foriere di potenziali e possibili consensi generalizzati e ottenere risposte addirittura sorprendenti da parte del pubblico." (Gianni B. Montano)

09/10/2011

XXIV Edizione Festival Internazionale Time in Jazz: "Dopo Acqua e Aria, quest'anno è la Terra protagonista, a partire dal senso stretto come terreno su cui si cammina, si vive, si suona fino a giungere al senso lato come pianeta." (Viviana Maxia)

25/09/2011

Roccella Jazz Festival 2011 - "Unitàlia In-Attesa": Come tante altre rassegne, jazzistiche e non, l'edizione 2011 di Rumori Mediterranei, con la direzione artistica di Paolo Damiani, ha reso omaggio ai 150 anni dell'unità d'Italia con alcuni progetti mirati e la consueta kermesse di artisti internazionali di primissimo piano provenienti da culture di ogni dove e capaci di rendere unica anche questa trentunesima edizione che, purtroppo, rischia di sparire. (Vincenzo Fugaldi)

25/09/2011

John Patitucci Roots Quartet: "..uno dei concerti più belli dei ben 41 che quest'anno hanno contribuito a formare il nutritissimo cartellone del "Peperoncino Jazz Festival", una manifestazione divenuta in pochi anni una tra le più importanti del settore." (Vincenzo Rizzo)

18/09/2011

Intervista con Filomena Campus: "L'amore per il jazz c'e' sempre stato, ma la spinta fu l'incontro con Paolo Fresu e Maria Pia De Vito ai seminari jazz di Nuoro. Capii immediatamente che il jazz era la mia strada, e la mia vita cambiò radicalmente." (Alceste Ayroldi)

27/08/2011

Umbria Jazz 2011: "I jazzisti italiani hanno reso omaggio alla celebrazione dei 150 anni dall'Unità di Italia eseguendo e reinterpretando l'Inno di Mameli che a seconda dei musicisti è stato reso malinconico e intenso, inconsueto, giocoso, dissacrante, swingante con armonizzazione libera, in "crescendo" drammatico, in forma iniziale d'intensa "ballad", in fascinosa progressione dinamica da "sospesa" a frenetica e swingante, jazzistico allo stato puro, destrutturato...Speriamo che questi "Inni nazionali in Jazz" siano pubblicati e non rimangano celati perchè vale davvero la pena ascoltarli e riascoltarli." (di Daniela Floris, foto di Daniela Crevena)

21/08/2011

Bari in Jazz VII Edizione - Miles Lives: "...sono già passati sette anni da quando Bari ha cercato, mercè il pioniere Roberto Ottaviano, di istituzionalizzare una consistente parentesi jazzistica all'interno delle proprie attività culturali. Tra mille difficoltà e qualche punta di amarezza, le cinque giornate di Bari in Jazz hanno tratto la loro essenza nel tema "Miles Lives" tributando il "Dark Magus" a vent'anni dalla scomparsa. Tomasz Stanko, James Taylor Quartet, Michael Blake con Ben Allison e Hamid Drake i concerti di punta della rassegna." (Alceste Ayroldi)

05/08/2011

Opera (Danilo Rea & Flavio Boltro) - Alceste Ayroldi

01/08/2011

Un incontro di jazz (Paoli, Boltro, Rea, Bonaccorso, Gatto)- Alessandro Carabelli

01/08/2011

We Don't Live Here Anymore (Giovanni Guidi Quintet feat. Gianluca Petrella) - Dario Gentili

24/07/2011

Mario Laginha e Convidados a Jazz no parque: "...promosso dalla Fondazione Serralves nella sua splendida area verde a poca distanza dalle scoscese stradine del centro storico di Oporto, Jazz no Parque è uno dei più longevi festival jazz portoghesi, celebrando quest'anno la sua ventesima edizione. Ha presentato quattro concerti di livello assoluto: il quartetto di Charles Lloyd, Bigmouth di Chris Lightcap, un inedito incontro tra le tre trombe di Dave Douglas, Avishai Cohen ed Enrico Rava, e il trio con Mario Laginha, Julian Arguelles e Helge Norbakken." (Francesco Martinelli)

11/07/2011

Intervista a Raffaele Casarano: "Suonare in Puglia oggi è difficile più che mai, c'è tantissima voglia di fare, ma poca possibilità per concretizzare, causa i quattrini sempre meno e istituzioni sempre meno attente. Il rapporto tra la voglia di fare e le possibilità a disposizione è sempre in forte squilibrio. Ma come dico sempre, noi quaggiù al Sud, siamo i più fortunati, perchè la disperazione crea l'intenzione, e quindi abbiamo stimoli altissimi...sarà l'odore e la luce di questa terra?" (Alceste Ayroldi)

04/07/2011

Young Jazz 2011: "Young Jazz si conferma una delle realtà più interessanti del panorama dei festival jazz italiani, grazie non solo alle felici scelte della direzione artistica affidata anche quest'anno a Gianluca Petrella, ma anche al profondo radicamento nel territorio, che coinvolge oltre alla città di Foligno altre vicine incantevoli località offrendo visite guidate a musei e monumenti di eccezionale bellezza, e da quest'anno una sezione speciale denominata Jazz Community, dedicata ai bambini, agli anziani e ai disabili." (di Vincenzo Fugaldi)

03/07/2011

Cosmopolitan (Boris Savoldelli)- Enzo Fugaldi

29/05/2011

Pursuit of radical rhapsody (Al Di Meola) - Alessandro Carabelli

28/05/2011

Paolo Fresu & Dado Moroni al Teatro della Gioventù di Genova: "L'incontro, viste le premesse, presenta rischi consistenti...far coesistere chi opera in maniera centrifuga, con il jazz al centro di qualunque discorso e chi procede in senso opposto, in senso centripeto, muovendo dalla musica afroamericana per raggiungere altri confini, oltre l'orizzonte." (Gianni Montano)

28/05/2011

Enrico Rava & Parco della Musica Jazz Lab "Gershwin & more": "Nonostante il repertorio di uno dei maggiori classici che il jazz possa annoverare, appare stimolante l'ascolto della grande abilità strumentale e l'eclettico universo musical-sperimentale dei giovani componenti della band, in una stupefacente "modernità". E Rava si conferma, ancora una volta, grande e storico scopritore di talenti..." (Viviana Falcioni)

15/05/2011

Enrico Rava Parco della Musica Jazz Lab a Linguaggi Jazz con il progetto "Gershwin & More" il quale ripropone alcuni noti standard del sommo compositore riarrangiati in maniera contemporanea. (Franco Bergoglio)

08/05/2011

Bergamo Jazz - March'In Jazz - XXXIII Edizione: Bollani, Pieranunzi, Corea, Burton, Landgren, Klee, Gil, Albora Trio: "Il meglio del jazz parte sempre da Bergamo che manda agli archivi l'ultima edizione firmata artisticamente da Paolo Fresu con un ottimo riscontro in termine di gradimento e partecipazione. La prossima edizione vedrà la direzione artistica di Enrico Rava" (di Vittorio Pio)

08/05/2011

A Mirano, nell'ambito di Ubi Jazz 2011, Giovanni Guidi in una performance di solo piano: "...il pianista e compositore di Foligno, nonostante la giovane età ha mostrato la propria tendenza narrativa in un unico set di 75 minuti." (Giovanni Greto)

23/04/2011

Clataja. Piazzola, Bolling, Gatto (Luca Pincini – Gilda Buttà – Luca Bulgarelli – Roberto Gatto)- Enzo Fugaldi

02/04/2011

Jazz al dente (AA.VV.)- Alceste Ayroldi

20/03/2011

Intervista a Claudio Quartarone: "La musica per me è un bisogno primario, dopo il respirare...non è solo bellezza, è il sublime." (di Liliana Rosano)

20/03/2011

Nice One (Nick The Nightfly)- Alessandro Carabelli

20/02/2011

Tuscia in Jazz Live (Eddie Gomez Trio/Dave Liebman 4et-5et)- Alceste Ayroldi

29/01/2011

Giovanni Guidi & The Unknown Rebel Band feat. Gianluca Petrella: "Un'interessante progetto proposto da una band che si impone a giusto merito come una delle realtà più gradite ed originali del panorama jazzistico italiano. Eccellente il lavoro del giovane leader nella guida dell'ensemble e nella costruzione delle strutture armoniche, dimostrando di avere tutte le carte in regola per poter diventare, in un futuro potenzialmente prossimo, un jazzista di livello internazionale." (Andrea Valiante e Francesco Tromba)

24/12/2010

Do It (Gianni Di Crescenzo) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

24/12/2010

Ethos (Quartetto Alborada) - Alceste Ayroldi

05/12/2010

Paolo Fresu e Bojan Z: "La loro tavolozza di colori è essenziale...sono ben addentro all'arte del duo, una pratica che in campo jazzistico ha dato frutti innumerevoli e preziosi." (Vincenzo Fugaldi)

27/11/2010

Kenny Barron, uno dei tanti fenomeni della grande rassegna di Todd Barkan, ha fatto il pieno al Dizzy's Club di New York: musica intensa, trascinante ed eccitante. Per l'After Hours, si esibisce il pianista italiano Eugenio Macchia con il suo trio: una nuova possibilità per il Songbook Americano: i brani sono stati eseguiti con una intensità mozzafiato, in perfetto tono e senza orpelli. (Roberta E. Zlokower)

27/11/2010

Codice 5 (Giovanni Tommaso Apogeo) - Alceste Ayroldi

21/11/2010

The Blue Note Years (Paolo Fresu)- Vincenzo Fugaldi

07/11/2010

The Hour of Separation (Joseph Tawadros) - Alceste Ayroldi

01/11/2010

Le tre trombe Enrico Rava, Paolo Fresu, Dave Douglas e il "Megalitico" di Gavino Murgia al festival Jazz di Nuoro. (Cinzia Guidetti)

17/10/2010

I grandi pianisti Jazz: Un mini festival per celebrare il jazz pianistico. Di sicuro si è sentita bella musica, molto varia, essendosi avvicendati sul palco due nuovi giovanissimi talenti (Vincenzo Danise ed Enrico Zanisi) e due solidi jazzisti (Dave Kikoski e Antonio Farao'). Prima della musica un'ardita introduzione del critico d'arte Vittorio Sgarbi con un parallelismo tra il jazz e una certa arte figurativa contemporanea passando dal cubismo per arrivare alla "action painting". (Daniela Floris)

04/10/2010

Enrico Rava New Quintet special guest Daniel Binelli. In occasione del Festival Buenos Aires Tango, in svolgimento all'Auditorium Parco della Musica di Roma, Enrico Rava incontra insieme al suo New Quintet il maestro argentino Daniel Binelli, bandoneonista di fama internazionale: "Un concerto dai toni cangianti, dove jazz contemporaneo e musica popolare argentina si mescolano in un affresco tipico dei nostri giorni, in cui la contaminazione stilistica e culturale diviene un presupposto determinante per crescere e progredire nella ricerca musicale." (Marco De Masi)

26/09/2010

Afternonon Song (Sivia Manco) - Marco Buttafuoco

26/09/2010

Aria sublime al XXIII° Time in Jazz, Ornette Coleman Quartet inaugura le notti stellari in Piazza del Popolo: "Tappa nell'isola nella road map italiana dell'Ornette Coleman Quartet. L'ottuagenario padre del free jazz mondiale ha illuminato con la sua band, la ventitreesima edizione del Time in Jazz di Berchidda, quest'anno dedicato al tema dell'Aria." (Luigi Coppola)

05/09/2010

Roccella Jazz Festival 30a Edizione: "Trent'anni e non sentirli. Rumori Mediterranei oggi è patrimonio di una intera comunit? che aspetta i giorni del festival con tale entusiasmo e partecipazione, da far pensare a pochi altri riscontri". La soave e leggera Nicole Mitchell con il suo Indigo Trio, l'anteprima del film di Maresco su Tony Scott, la brillantezza del duo Pieranunzi & Baron, il flamenco di Diego Amador, il travolgente Roy Hargrove, il circo di Mirko Guerini, la classe di Steve Khun con Ravi Coltrane, il grande incontro di Salvatore Bonafede con Eddie Gomez e Billy Hart, l'avvincente Quartetto Trionfale di Fresu e Trovesi...il tutto sotto l'attenta, non convenzionale ma vincente direzione artistica di Paolo Damiani (Gianluca Diana, Vittorio Pio)

28/08/2010

Venezia Jazz Festival 2010: In alcuni degli scenari più suggestivi al mondo, come Piazza san Marco, si sono alternati l'acclamatissimo Pat Metheny Group, la dolce e accattivante melodiosità di Norah Jones, le impeccabili dinamiche del Duck Baker trio, la tecnica strepitosa di Yamandù Costa, la sorprendente padronanza di Esperanza Spalding, l'intenso e spettacolare Paco De Lucia, la musica e la poetica di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura nell'omaggio a Hugo Pratt sulle immagini di Pino Ninfa. (Giovanni Greto)

22/08/2010

Gezmataz 2010: Al "concerto sovente imbarazzante e per omaggiare un pezzo vivente di storia del jazz" dell'Ornette Coleman Quartet in cui "problemi di emissione e di articolazione del fraseggio rendono diversi assoli degli abbozzi incompiuti", si contrappongono "abilità tecnica, personalità spiccata, doti compositive non comuni, musicalità assoluta, rispetto e stima reciproca, voglia di divertirsi e divertire..." della Brass Bang! di Paolo Fresu, Gianluca Petrella, Steven Bernstein e Marcus Rojas. (Andrea Gaggero)

22/08/2010

Omar Sosa, Paolo Fresu e Trilok Gurtu al Locus Festival 2010: "...un esperimento di word music ed ethnojazz molto ben riuscito...è sembrato che il paese si fosse fermato per qualche ora ad ascoltare il ritmo e i suoni del mondo. A Locorotondo è stata di scena la Musica senza confini." (Cristiano Ragone)

15/08/2010

Canzoni Preludi Notturni (Intra – Tommaso - Gatto) - Alceste Ayroldi

15/08/2010

Südtirol Jazz Festival Altoadige: "Il festival altoatesino prosegue nella sua tendenza all'ampliamento territoriale e quest'anno, oltre al capoluogo Bolzano, ha portato le note del jazz in rifugi e cantine, nelle banche, a Bressanone, Brunico, Merano e in Val Venosta. Uno dei maggiori pregi di questa mastodontica iniziativa, che coinvolge in dieci intense giornate centinaia di artisti, è quello, importantissimo, di far conoscere in Italia nuovi talenti europei. La posizione di frontiera e il bilinguismo rendono l'Altoadige il luogo ideale per svolgere questo fondamentale servizio..." (Vincenzo Fugaldi)

11/08/2010

Songlines / Night & Blue (Paolo Fresu Quintet) - Alceste Ayroldi

08/08/2010

Intervista a Franco Cerri: "Credo che nonostante tutto io sia stato molto fortunato. Sono arrivato a ottanta anni e ho avuto moltissime soddisfazioni. Sono riuscito a fare un mestiere molto bello. Ho suonato con un sacco di gente e ho collaborato con molti dei musicisti che stimavo e dai quali ho preso spunto...." (Marco Vitali)

25/07/2010

Due week end ad Umbria Jazz: viaggio per parole ed immagini. Daniela Crevena e Daniela Floris, "l'una fotografando l'altra prendendo spasmodicamente appunti durante ore e ore di musica dal vivo", raccontano due week end ad Umbria Jazz: "Sono stati due week end in cui abbiamo viaggiato tra grandi nomi all'Arena Santa Giuliana, incredibili batteristi, pianisti, sassofonisti, trombettisti, straordinarie voci femminili e personaggi leggendari come Sonny Rollins e Ron Carter, che sono il jazz e che hanno talmente emozionato con la loro musica da farci uscire anche qualche lacrima..." (Daniela Floris e Daniela Crevena)

12/06/2010

Young Jazz Festival 10 con al direzione artistica di Gianluca Petrella: "La rassegna fulginate si distingue tra le iniziative italiane per il proposito di coinvolgere esperienze artistiche giovani con un'attenzione a proposte poco o per niente inflazionate, ma senza isolarle dall'esperienza dei maestri. Un punto di forza del jazz è la capacità di innovarsi grazie all'affermarsi di nuovi talenti, che nei casi più felici contribuiscono a perpetuarne la tradizione e ne determinano anche l'evoluzione e l'apertura." (Vincenzo Fugaldi)

06/06/2010

Terza edizione del Reggio Calabria Top Jazz Festival: "...il concerto memorabile è stato quello del quartetto "Tinissima", una delle opere più importanti del jazz europeo degli ultimi anni, e nella dimensione live raggiunge una compiutezza che la già notevole registrazione in studio faceva solo intuire. A supporto della musica, una serie di struggenti fotografie di Tina Modotti proiettate a cura di Antonio Vanni." (Vincenzo Fugaldi)

06/06/2010

Sardinia jazz (Claudio Loi)- Franco Bergoglio

30/05/2010

Paolo Fresu racconta il jazz attraverso la storia dei grandi trombettisti americani (Paolo Fresu)- Alceste Ayroldi

30/05/2010

Haruka (Gaia Quatro) - Marco Buttafuoco

24/04/2010

Open (Tommaso Cappellato)- Gianni B. Montano

17/04/2010

Bergamo Jazz 2010: "Tocca sempre a Bergamo il compito di inaugurare la nuova stagione del jazz in Italia, dall'alto di una tradizione di scintillante fattura, impreziosita dalla seconda conduzione artistica di Paolo Fresu, il cui obiettivo quest'anno è stato quello di concentrarsi su alcune delle correnti che attribuiscono al genere nuova linfa." (Vittorio Pio)

12/04/2010

Paolo Fresu e Ralph Towner per Veneto Jazz Winter 2010: "Ottime, tecnicamente inappuntabili e fantasiose, le improvvisazioni di entrambi...90 minuti di musica che ritempra lo spirito e mette tutti di buon umore." (Giovanni Greto)

13/03/2010

14ma edizione di Parma Jazz Frontiere 2009, "A viva voce": "E' una rassegna piena di coraggio. L' artista oggi si trova davanti tante porte. Magari dietro molte di queste porte non ci sono percorsi da seguire. Ma bisogna aprirle ugualmente e rischiare, perchè senza ricerca e senza rischio c' è la cristallizzazione, che è nemica dell'arte. Un festival non deve far solo ascoltare il noto ed il già sentito. Non deve invitare solo i musicisti più che conosciuti, o invitarli solo perchè americani e-o afro-americani." (Marco Buttafuoco)

20/02/2010

Il supergruppo Bonafede/Leveratto/Bosso e Gatto inaugura al Teatro Garibaldi di Modica la rassegna "Il Teatro per la Musica": "Quattro personalità eterogenee - quattro modi diversi di interpretare il jazz - riunite per la prima volta insieme esclusivamente per una serata pensata per offrire un evento che testimoniasse una particolare attenzione, della stessa fondazione, verso questa disciplina musicale." (Giuseppe Mavilla)

16/01/2010

Umbria Jazz Winter 2009: "Dedicata essenzialmente alla chitarra, la diciassettesima edizione di Umbria Jazz Winter ha consegnato agli archivi numeri da record e una sentita dedica a Gianni Basso...atmosfera come sempre unica nella deliziosa cittadina etrusca...una eccellente qualità artistica, che ha avuto nei concerti del quartetto guidato da Jim Hall e Bill Frisell, nel duo fra John Scofield e Larry Goldings e, quindi, nel quintetto accreditato a Kurt Elling, alcuni momenti di pura estasi." (Vittorio Pio)

10/01/2010

Le interviste all'European Jazz Expo' di Cagliari. Sonia Peana, Petra Magoni, Ferruccio Spinetti, Fabrizio Bosso: che cosa amano del jazz, e non solo del jazz, i musicisti italiani dell'EJE 2009 e, "The Lion doesn't sleep tonight", chiacchierata semi confidenziale con Enrico Rava vincitore del premio EJE alla carriera. (Viviana Maxia)

06/01/2010

L'Opera va/Carmen (Enrico Rava)- Marco Buttafuoco

01/01/2010

The Modern Sound of Nicola Conte (Nicola Conte)- Alessandro Carabelli

31/12/2009

Diana Krall al Roma Jazz festival: "Diana Krall ha dato prova - se ce ne fosse stato bisogno - di essere una cantante e una pianista che può svariare tra generi e stili diversi, imprimendo loro la sua personalità - non soltanto musicale, stando al carisma dimostrato sul palco - e la sua voce inconfondibile, calda e sporca al punto giusto." (Dario Gentili)

26/12/2009

Musica Dentro (Paolo Fresu)- Marco Buttafuoco

20/12/2009

Musica Dentro: a Sassari si racconta Paolo Fresu. Il trombettista di Berchidda ha presentato al Conservatorio il suo libro insieme a Salvatore Mannuzzu e Flavio Soriga. Il racconto diventa musica per il pubblico, numeroso ed emozionato come in concerto. (Luigi Coppola)

20/12/2009

European Jazz Expo. International Talent Showcase. "L'imperdibile appuntamento cagliaritano, in un novembre piacevolmente scaldato dal sole, presentava come ormai ogni anno dal 2004 i suoi numeri da sogno, con 9 sale, oltre 200 artisti coinvolti per più di 50 concerti, con il consueto grande e meritato successo di pubblico." (Enzo Fugaldi)

12/12/2009

Coming Tomorrow (Gianluca Petrella Cosmic Band) - Alceste Ayroldi

06/12/2009

Eventi in Jazz 2009: la perla d'autunno. "Una manifestazione che è cresciuta nel tempo soprattutto dal punto di vista qualitativo e che è riuscita ad uscire dai confini del territorio, diventando una tradizione da non perdere e una rassegna che per costanza, qualità e importanza dei musicisti invitati, si piazza tra i più interessanti festival europei." (Alessandro Carabelli)

28/11/2009

Venezia Jazz Festival 2009: Ben Allison Quartet, Fabrizio Sotti trio, Giovanni Guidi Quartet, Wynton Marsalis e Jazz at Lincoln Center Orchestra, Richard Galliano All Star Band, Charles Lloyd Quartet, GNU Quartet, Trio Madeira Brasil, Paolo Conte e l'Orchestra Sinfonica di Venezia, diretta da Bruno Fontaine, Musica senza solfiti del Sigurt�-Casagrande Duo...(Giovanni Greto)

22/11/2009

Chiaroscuro (Ralph Towner & Paolo Fresu)- Gianmichele Taormina

22/11/2009

Melodies (Stefano Sabatini)- Stefano Corbetta

07/11/2009

Replay (Raffaele Casarano & Locomotive) - Alceste Ayroldi

05/11/2009

Chick Corea, Roy Haynes e George Benson al Pescara Jazz Festival 2009: "Il festival pescarese compie quaranta anni tra mille affanni con un cartellone di tutto rispetto che lo rende festival "principe" dell'area centro sud, in buona compagnia con la lunga kermesse umbra, dalla quale attinge con soddisfazione. Un sodalizio empatico che vede anche dividere la presenza della band pop Simply Red, qui chiamata ad offrire una sorta di anteprima del festival abruzzese, il cui cartellone "audiotattile" si è snodato serratamente a distanza di pochi giorni."

03/11/2009

"Capri Jazz Bar" Trio and Friends (Carmine Cataldo)- Alessandra De Vita

01/11/2009

The Unknown Rebel Band (Giovanni Guidi) - Vincenzo Fugaldi

01/11/2009

Danilo Rea, "La lirica magia del piano solo" a Divino Jazz 2009: "...un concerto dalla forte caratterizzazione lirico-espressiva, densa di tenere immagini e vividi ricordi che, sia negli spunti stride piano, ombreggiature blues, bruschi cambi direzionali mainstream, ha lasciato il segno, incantando il pubblico e gli addetti ai lavori, inondando la "piazzetta" con la musica di uno dei più amati protagonisti della "canzone d'autore" italiana." (Francesco Peluso)

25/10/2009

Giunto alla 29a edizione il Roccella Jazz Festival sotto il titolo "Rumori Mediterranei" propone quest'anno trenta concerti in undici giorni con i più grandi artisti della scena internazionale. Una rassegna itinerante partita da Reggio Calabria e che, toccando diverse località, si è conclusa nella sua città natìa Roccella Jonica con i consueti quattro giorni di musica e appuntamenti collaterali. (Vincenzo Fugaldi)

04/10/2009

John Patitucci, Joe Lovano e Brian Blade ospiti alla festa di compleanno del Direttore Artistico Todd Barkan al Dizzy's Club "Coca-Cola" di New York. (Roberta E. Zlokower)

26/09/2009

Rolli's Tones (Maurizio Rolli Big Band) - Giuseppe Mavilla

19/09/2009

XXII Edizione del Festival Internazionale Time in Jazz dedicata all'Acqua: "Forse, mai come stavolta, si è percepito tra i cultori del jazz e delle sue variabili una simbiosi tra musica e luoghi intesi come mondo in cui vivere. Nei giorni del festival, ogni artista, ogni singola nota, ogni messaggio ha ribadito che anche attraverso la musica si può - anzi, si deve - offrire il proprio contributo per tenere in vita nel miglior modo possibile per noi e per coloro che arriveranno, un mondo che oggi appare offeso e trascurato nelle sue risorse essenziali: tra queste l'acqua, nelle sue forme e mutazioni in parallelo con le infinite combinazioni musicali." (Viviana Maxia)

09/08/2009

Mario Biondi and Duke Ensemble, nella Cavea dell'Auditorium di Roma, per Save the Children, ha mostrato come nelle sue corde ci sia qualcosa di...inaspettatamente Jazz... (Fabrizio Ciccarelli)

08/08/2009

Doppio concerto inaugurale per "Luglio suona bene 2009" con l'Ornette Coleman Quartet seguito dall'Enrico Rava Quintet. (Roberto Biasco)

04/08/2009

Da Umbria Jazz 2009: Guinga "Dialetto Carioca" con Gabriele Mirabassi & Lula Galvao; Gianluca Petrella Cosmic Band con Paolo Fresu: cronaca di una rivoluzione Jazz; Chick Corea & Stefano Bollani Duet; Richard Galliano Quartet Feat. Gonzalo Rubalcaba, Richard Bona, Clarence Penn (Enrico Bianchi)

20/07/2009

Dall'8 al 30 maggio si è tenuta a Cagliari la 12a edizione della Rassegna "Forma e Poesia nel Jazz". Jazz: come dalla forma può scaturire la poesia. Chiacchierata con Nicola Spiga sulla rassegna jazz di primavera. (di Viviana Maxia)

03/07/2009

Paolo Fresu Devil Quartet, Tom Harrell, Jerry Bergonzi al Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine, diretto da Francesco Cafiso: "...una manifestazione che vuole crescere, quest'anno la rassegna si internazionalizza, grazie alla presenza di musicisti molto apprezzati in Europa e nel mondo." (Antonio Terzo)

21/06/2009

Bologna, Ravenna, Imola, Correggio, Piacenza, Russi: questi ed altri ancora sono i luoghi che negli ultimi tre mesi hanno ospitato Croassroads, festival itinerante di musica jazz, che ha attraversato in lungo e in largo l'Emilia Romagna. Giunto alla decima edizione, Crossroads ha ospitato nomi della scena musicale italiana ed internazionale, giovani musicisti e leggende viventi, jazzisti ortodossi e impenitenti sperimentatori... (Giuseppe Rubinetti)

09/06/2009

Nell'ambito di Musicadonna, a Catania, Danilo Rea e Rita Marcotulli musicano live il film "Metropolis" di Fritz Lang: "Musica e immagini nella potenza evocativa del jazz. Quando il cinema muto incontra il jazz nasce una forza evocativa unica: le immagini che si traducono in musica, la musica che racconta le immagini." (Liliana Rosano)

06/06/2009

LEZIONI (Trascrizioni): "At the Mambo Inn", solo da gran maestro eseguito da George Benson anche con scat vocale (Francesco Lesi)

06/06/2009

Think (Paolo Fresu & Uri Caine)

03/05/2009

Wayne Shorter Quartet all'Auditorium di Roma: "...una musica che definire semplicemente "jazz" può essere riduttivo o, forse esagero, addirittura offensivo. Si tratta di grande musica improvvisata e basta. Una magia che non può ripetersi facilmente, richiede un livello di rapporto umano, oltre che artistico, che raramente si riesce a raggiungere." (Roberto Biasco)

19/04/2009

"Let's Get Lost: Chet Baker ed il Messaggio nella Bottiglia" nell'ambito del Piacenza Jazz Fest ideato da Luca Bragalini con conferenza e concerto con il Paolo Fresu. (Stefano Corbetta)

13/04/2009

Ethos (Quartetto Alborada)

15/03/2009

Live at JazzBo 90 (Rava, Urbani, D'Andrea, Tommaso, Romano)

14/03/2009

New York Days (Enrico Rava)

08/03/2009

Intervista a Piero Bassini: "Ci sono tutti i presupposti perché il jazz sia ancora una musica di protesta; e questo perché il mondo non è migliorato...Da un lato il jazz ha avuto il riconoscimento culturale che gli spettava, ma dall'altro continua ad essere una musica fondamentalmente libera, una musica che ha in sé, fin dalla sua nascita, la rivendicazione di un diritto di resistenza, anche oggi. Al di là della vicenda storica degli afro-americani, a cui il jazz è comunque legato, questa attitudine alla protesta sopravvive, nonostante tutti i riconoscimenti culturali e accademici che ha ricevuto." (Giuseppe Rubinetti)

05/01/2009

i 376 scatti di Francesco Truono a Umbria Jazz Winter 2008 - 2009.

04/01/2009

LEZIONI (contrabbasso): Le "ghost notes" attraverso frasi di contrabbassisti celebri (Marcello Sebastiani)

01/01/2009

L'High Five Quintet al Blue Note di Tokyo: "Otto set in quattro giorni. Mai un minuto per il tempo libero. Però un successo crescente, che sfocerà in un DVD e in un CD che conterrà parte dei brani eseguiti nel prestigioso locale giapponese." (Giovanni Greto)

13/12/2008

"Cinema songs", la serata della magica e romantica melanconia. Danilo Rea suona sulle immagini di Schindler's List e il suo sestetto, accompagna Gino Paoli in un percorso di musica del mondo del cinema.

23/11/2008

The House Behind This One (Giovanni Guidi Quartet)

22/11/2008

Eventi in Jazz di Busto Arsizio: "Dopo il successo degli anni scorsi, anche questo autunno a Busto le calde note del jazz hanno acceso la vita culturale cittadina. Dal 18 ottobre gli "Eventi in Jazz", giunti alla VI edizione, hanno portato, come da consuetudine, artisti di grandissimo livello nei principali teatri cittadini quali il Sociale, il Manzoni, il Lux, Fratello Sole, con un cartellone davvero invidiabile." (Alessandro Carabelli)

02/11/2008

"Arkitekturae", la ventunesima edizione della rassegna "Time in jazz", creatura musicale sarda di Paolo Fresu, ha avuto come protagoniste le architetture nel senso più ampio del termine. (Viviana Maxia)

12/10/2008

Roccella Jazz Festival 2008, "Terremoti": "In un sud che stenta sempre più a organizzare eventi jazzistici di rilievo, conforta vedere come i "Rumori mediterranei", alla ventottesima edizione, si rinforzino, raggiungendo numeri davvero ragguardevoli: 11 giorni di durata e 34 concerti, dislocati fra 9 comuni della provincia di Reggio Calabria, oltre alla consueta copiosa attività seminariale." (Enzo Fugaldi)

20/09/2008

Lifetime (Daniele Scannapieco)

14/09/2008

Jazz al Metropolitan a Palermo: "Particolarmente vicina alle più disparate tendenze della musica contemporanea è stata quest'anno la rassegna "Musiche al Metropolitan", indetta dall'omonimo cine-teatro palermitano che non a caso ha voluto cambiare il nome rispetto alle edizioni precedenti, intitolate Jazz al Metropolitan." (Antonio Terzo)

25/08/2008

Renato Sellani e Danilo Rea ad Elba Jazz: "...una serata di musica incantevole. Da gustare per il puro piacere di ascoltare belle melodie, trasformate con sapienza ed adagiate su uno swing morbido. Intrattenimento di altissimo livello, fruibile da un pubblico vasto..." (Marco Buttafuoco)

25/08/2008

Liquid Places (Mauro Negri Quartet)

20/08/2008

Südtirol Jazzfestival Alto Adige 2008: "Nove giorni di festival itinerante in Alto Adige, curati dall'infaticabile Klaus Widmann e da un gruppo di ottimi collaboratori. Musica, spesso ottima; paesaggi e località incantevoli; buona accoglienza, grandi vini e cibi locali. Un insieme delizioso, disturbato solo da alcune fastidiose bizze atmosferiche, che hanno costretto gli organizzatori a spostare alcuni concerti in spazi all'interno." (Enzo Fugaldi)

19/08/2008

Reggio Top Jazz Festival 2008: "Il sondaggio fra i critici specializzati che il mensile Musica Jazz dedica da ben cinque lustri al meglio del jazz in circolazione, in questo venticinquesimo anno è stato per la prima volta incentrato esclusivamente sul jazz italiano. Da qui la nascita del Reggio Top Jazz Festival, che nella prima edizione ha schierato buona parte dei vincitori del referendum, durante quattro serate primaverili nella città di Reggio Calabria." (E. Fugaldi - G. Taormina)

15/08/2008

Musicanima (Dario Skepisi)

12/08/2008

Suoni Naviganti nel sagrato del quattrocentesco Convento dell'Annunciata: "Il festival ci ha presentato artisti prestigiosi ed un repertorio molto vario, tale da soddisfare il pubblico più vasto..." (Rossella Del Grande)

30/07/2008

Tribute to A. C. Jobim feat. Toninho Horta al Barletta Jazz festival: "Un grande Toninho Horta che però ha potuto esprimersi solo a tratti in un progetto che sembra prendere solo spunto da Jobim, come un pretesto. Il numero cospicuo di leader rende necessarie varie combinazioni di formazioni per far esprimere tutti a dovere col rischio, però, di proporre un'esecuzione non basata su una matrice di gruppo ben identificata quanto piuttosto su alcune individualità." (Marco Losavio)

29/06/2008

si è concluso il Vittoria Jazz Festival - Music & Cerasuolo Wine: "...una prima edizione ben riuscita, tanto sotto l'aspetto musicale che per il buon seguito di pubblico, giunto anche dalle province limitrofe, il cui successo ha indotto già le realtà organizzatrici, Comune di Vittoria in testa, a dare appuntamento all'anno prossimo per l'edizione numero due..." (Antonio Terzo)

15/06/2008

Paolo Fresu - Richard Galliano - Jan Lundgren Trio: "Era l'appuntamento più atteso dell'intero festival "Forma e Poesia nel Jazz", come dimostrato dal numeroso pubblico accorso, per un quasi scontato sold out." (Enzo Saba)

15/06/2008

A New Conversations - Vicenza Jazz 2008 si distingue, tra gli altri, Ariel, un pianista di soli dieci anni: "Se si ascolta e si guarda allo stesso tempo, puo' prevalere a volte la tenerezza e lo stupore per le capacita' tecniche di un bambino. Ma se si chiudono gli occhi si capisce che non c'e' alcuna differenza con un pianista maturo. Padronanza ritmica, gradevolezza melodica, capacita' improvvisativa e soprattutto di scrittura..." (Giovanni Greto)

16/03/2008

Languages (Aldo Farias)

24/02/2008

Tenco's Jazz, l'anima Jazz della musica di Luigi Tenco: "Il Jazz in fondo ci faceva sentire un po' più nobili. Era uno dei pochi universi in cui ci si potesse riconoscere. Ci serviva per oltrepassare una musica leggera deteriore, impraticabile. Dovevamo per forza individuare un filone nuovo, che in pratica emerse da un miscuglio di jazz e altro..." (Roberto Arcuri)

16/02/2008

LEZIONI (Trascrizioni): "All of me", solo di Kenny Barron (Roberto Flora)

11/02/2008

European Jazz Expo. International Talent Showcase, 25° Jazz in Sardegna: "Sono impressionanti i numeri dell'expo cagliaritana: 7 sale affollate in 4 giorni da oltre 400 artisti e oltre 20.000 spettatori, in una Città della musica allestita appositamente all'interno della Fiera internazionale della Sardegna. Quest'anno si festeggiavano i 25 anni dell'esistenza di questo celebre evento e...Orientarsi all'interno della pantagruelica offerta musicale cagliaritana è arduo." (Enzo Fugaldi)

29/01/2008

Enrico Rava - Stefano Bollani allo Sheraton Hotel di Bari: "...due artisti che insieme ne creano un terzo, forse proprio quel "terzo uomo" da cui l'album prende nome e connotazione: quel velo musicale che prende sembianze umane e che insieme a Rava e Bollani incanta e stupisce con la forza di una creazione musicale nuova e sincera." (Angelo Ruggiero)

25/01/2008

Divino Jazz 2007, Musica, danza, vino ed altro per palati raffinati: "...il Jazz ha ricoperto il ruolo primario con una trasversalità di contenuti ed atmosfere, che hanno sempre mantenuto alta l'attenzione ed il gradimento dell'uditorio. Il programma, infatti, ha presentato un alternarsi di accezioni espressive che sono apparsi più nelle loro significative peculiarità, che negli evidenti contrasti stilistici." (Francesco Peluso)

08/01/2008

Giovanni Tommaso Apogeo Quintet al Jazz Club di Perugia: "Non ce ne vorrà Giovanni Tommaso se il "Giovanni Tommaso Apogeo Quintet", dal concerto della stagione del "Jazz d'inverno" di Perugia, lo chiameremo: "Apogeo"...semplicemente! Una magica alchimia musicale che ha saputo offrire una performance di rara forza ritmica e di ricercata raffinatezza espressiva." (Marcello Migliosi)

05/01/2008

Il trio di Danilo Rea e Roberto Gatto, con Joseph Lepore al contrabbasso, al Dizzy's Club Coca-Cola di New York: "...l trio ha presentato alcune arie tratte dalle opere italiane eseguite con arrangiamenti jazz, oltre a classici della musica americana di Bacharach e Lennon, e originali interpretazioni in chiave jazzistica di note canzoni italiane." (Roberta Zlokower)

05/01/2008

I Festival Piemontesi, II Tappa: "I viaggi sono costruiti attraverso ritorni, passaggi e paesaggi e possono diventare con il tempo frequentazioni; le novità sanno stupire presentandosi come eccezioni o consolidate esperienze e il jazz acquista nuovamente lo stimolo per attraversare e ri-attraversare il Piemonte dell'estate 2007." (Alessandro Armando)

05/01/2008

Gino Paoli con il suo Milestones al NotomusicaFestival: "E' stato un incontro di jazz come ce ne sono stati altri tra il grande patrimonio della canzone italiana d'autore e non. Una via percorsa da tempo da parte di alcuni musicisti nostrani che hanno capito che si poteva creare un filone tutto italiano di jazz pescando nella nostra tradizione." (Giuseppe Mavilla)

03/01/2008

Umbria Jazz Winter #15, l'anno del Jazz Made in Italy: "Oltre 60 concerti a pagamento e circa 50 ad ingresso libero, 12 mila le presenze paganti, 165 mila euro gli incassi ai botteghini, 65 mila le presenze complessive, 180 artisti, 80 persone di staff, 25 tecnici, 50 unità di servizio e 210 le persone direttamente impegnate nella organizzazione del festival..." (Marcello Migliosi)

10/11/2007

Jazz Club Perugia: Oltre 1200 spettatori nel primo fine settimana al "Jazz d'inverno"...(Marcello Migliosi)

03/11/2007

"E' stato il poeta della tromba, Enrico Rava, ad aprire la stagione invernale del Jazz Club Perugia, in programma fino al prossimo 11 aprile presso l'auditorium dell'Hotel Giò Jazz Area di Perugia." (Marcello Migliosi)

28/10/2007

Sotto la consueta direzione artistica di Paolo Damiani, si è tenuta la XXVII edizione di Roccella Jazz Festival 2007, intitolata "Al tempo che farà": "...un'edizione di "Rumori mediterranei" che certo resterà fra le migliori dell'intera storia del festival" (Enzo Fugaldi)

01/10/2007

Intervista a Paolo Fresu: "Credo che Miles sia stato un grandissimo esempio, ad di là del fatto che piaccia o non piaccia a tutti, per cui per me questo pensiero, questa sorta di insegnamento è stato illuminante, quindi molte delle cose che metto in pratica tutti i giorni magari non me ne rendo conto ma se ci penso bene so che vengono da quel tipo di scuola. Ancora oggi se ascolto "Kind Of Blue" continuo a ritrovare in esso una attualità sconvolgente in quanto a pesi, misure, silenzi, capacità improvvisativi, sviluppo dei solisti, interplay, è un disco di allora che però oggi continua ad essere una delle cose più belle che si siano mai sentite, un'opera fondamentale." (Giuseppe Mavilla)

30/09/2007

Festival "Note di Notte 2007" con Paolo Fresu e Uri Caine in un duo che ha saputo craere "pagine di musica indimenticabili" e Raffello Pareti, Mauro Negri e Bebo Ferra "per un evento musicale che ha ancora una volta confermato la bontà e l'universalità del jazz italiano" (Giuseppe Mavilla)

16/09/2007

Decima edizione di "Jazz in parco" a Nocera Inferiore che ha "dato al pubblico un'offerta di differenti modalità e impronte della musica jazz contemporanea, con artisti provenienti trasversalmente da nazioni ed esperienze completamente differenti." (Luigi Spera)

26/08/2007

Multiculturita Summer Jazz 2007, i concerti di Balducci Ensamble, Funk Off, Rava Quintet, Gino Paoli e il quartetto di Pat Metheny e Brad Mehldau, l'intervista a Pat Metheny: "Capurso capitale pugliese del jazz nell'estate 2007. Non si tratta di un messaggio promozionale volto a promuovere un evento, ma un giusto riconoscimento per chi ha consentito a questo paese, sito nell'hinterland barese, di divenire in così pochi anni uno dei punti di riferimento regionali dal punto di vista musicale..." (Alberto Francavilla - Marco Losavio)

13/08/2007

Anthony Braxton Sextet e Paolo Fresu & Uri Caine al Piacenza Jazz Fest 2007 "...frutto dei risultati ottenuti con lo stupore e la solidità di chi è riuscito a trasformare, in soli quattro anni, una sparuta serie di appuntamenti musicali in un festival." (A. Armando - L. Schiavone)

08/08/2007

The words and the days (Enrico Rava)

16/07/2007

Carla Bley "The Lost Chords" incontra Paolo Fresu: "...speriamo che l'insistenza con cui il pubblico ha richiesto inutilmente un ennesimo bis sia servita almeno a convincere la Bley e Fresu a non fare di questa collaborazione soltanto un episodio, seppur straordinario." (Dario Gentili)

08/07/2007

Indian Summer (Giovanni Guidi)

08/07/2007

Rosso, Verde, Giallo e Blu (Paolo Fresu Quintet)

08/07/2007

L'urklang della Salerno Jazz Orchestra: "La neo-nata formazione che ha debuttato al teatro Verdi mercoledì sera 9 maggio 2007, in assenza del sindaco Vincenzo De Luca, ha ricevuto la benedizione del contrabbassista Giovanni Tommaso." (Olga Chieffi)

30/06/2007

Guinga - Mirabassi Duo e Carla Bley & The Lost Chords find Paolo Fresu aprono la XII^ edizione di delle "New Conversations" di Vicenza Jazz 2007. (Giovanni Greto)

28/06/2007

Nuova gallery con le foto di Marco D'Amico.

23/06/2007

Mario Biondi 'Handful of Soul', insieme agli High Five Quintet, all'Auditorium di Roma: "Il pubblico romano, come sempre prodigo di applausi, si è lasciato trasportare da un'esibizione trascinante ed estremamente curata sotto il profilo dell'esecuzione." (Luigi Milani)

17/06/2007

Paolo Fresu & Uri Caine Duo al Teatro Lirico di Cagliari: "I due rispolverano con stile sobrio grandi pezzi del passato senza mai forzare ed è come assistere ad una chiacchierata tra amici sinceri che si ricordano vecchie storie vissute insieme raccontandole in modo asciutto, limpido, ogni tanto infervorandosi come se stuzzicati da un buon bicchiere di vino rosso." (Enzo Saba)

14/05/2007

Enrico Rava Quintet all'Auditorium di Roma: "La musica che oggi il trombettista propone, lontana dai più banali stereotipi jazzistici, è frutto di un lungo percorso che dall'inizio degli anni settanta si è spinto fino ad oggi sviluppando - secondo una propria coerenza - un linguaggio personale ed indipendente, una visione della musica fortemente caratterizzata." (Marco De Masi)

11/05/2007

Nuova gallery per le foto di Elena Venier

10/05/2007

Stagione invernale del Brass di Palermo: "Molto ricco, e davvero molto aperto è stato quest'anno il cartellone del Brass Group palermitano...altrettanto ricca è stata la rassegna intramuraria del Blue Brass presso il ridotto dello Spasimo..." (Antonio Terzo)

09/05/2007

Palermo (Eddie Gomez Trio)

23/04/2007

Handuful Of Soul (Mario Biondi)

23/04/2007

Wishlist (Marco Trifilio)

09/04/2007

Padova Porsche Jazz festival: un Dave Holland Quintet che non decolla, una eccellente ma poco seguita serata con Claudio Fasoli e la Civica Big Band di Milano e un intraprendente Mino Cinelu polistrumentista in un bel concerto in solo che però non cattura l'attezione del pubblico. (Giovanni Greto)

19/03/2007

Mauro Negri Quartet al Paprika di Dalmine: "Si ha la netta sensazione che il gruppo abbia una forte identità e voglia creare un proprio sound che si discosta dai deja-vu del quartetto classico..." (William Cigarini)

19/03/2007

Gianmaria Testa e Paolo Fresu duo al Folk Club: "Il suono del flicorno precede il musicista di Berchidda e gli apre la strada grazie alla quale raggiungerà Gianmaria Testa e soprattutto le sue parole, la sua melodia. Fresu raccoglie il cantare dell'artista piemontese e lo segue, in una improvvisazione costante, sia con la tromba sia con effetti elettronici, dialoga con lui con la conseguenzialità di chi è sempre e comunque in ascolto." (Alessandro Armando)

14/03/2007

I Bass Desires a Etnafest: "Grande musica grazie alla statura musicale dei componenti del gruppo ... ma rimane qualche piccola perplessità in chi credeva nella possibilità di ascoltare qualcosa di più della somma di quattro grandi protagonisti del jazz che si incontrano per il gusto di suonare insieme." (Enzo Fugaldi)

25/02/2007

Paolo Fresu al Pub Il Moro (Francesco Truono)

25/02/2007

Un lupo in Darsena (Danila Satragno)

18/02/2007

Eddie Gomez Trio a Jazle: "Non dovrebbe più meravigliare eppure continua a fare sempre un certo effetto vedere - ed ascoltare - musicisti ormai da tempo appartenenti al novero delle autorità del jazz affiancati da giovani, a volte giovanissimi, musicisti meno rinomati..." (Adriana Augenti)

11/02/2007

Intervista a Eddie Gomez: "Tutto ciò che io ho studiato, tutto ciò a cui mi sono interessato, non è stato premeditato. Il mio interesse si è sviluppato col tempo. A 21 anni forse potevo dire di aver appreso qualcosa di questa storia, e di quella e di quell'altra ... Poi, nei miei anni succesivi con Bill Evans, ho appreso ancora di più della tradizione ... e sto ancora imparando..." (Adriana Augenti)

09/02/2007

Umbria Jazz Winter: "La quattordicesima edizione di Umbria Jazz Winter è stata contrassegnata dall'incontro tra il jazz e la canzone d'autore: un binomio che molti anni fa negli Stati Uniti ha prodotti quei famosissimi standards su cui i jazzisti di tutto il mondo continuano ancora oggi ad improvvisare. Questo "fenomeno" ha raggiunto ormai da anni anche nel nostro paese, ed ha contribuito a rafforzare un'identità troppo spesso condizionata dagli stereotipi d'oltre oceano." (Marco De Masi)

08/02/2007

Insectet (Insectet)

01/02/2007

Journey to Donnafugata (Salvatore Bonafede)

15/01/2007

Fantasy (Marchio Bossa)

14/01/2007

Possibilities (Herbie Hancock)

07/01/2007

Kenny Barron Trio al Ueffilo Jazz Club in un doppio set di grande qualità: "...le dita di Barron sembrano danzare, anzi quasi volare con leggiadria sulla tastiera, nonostante il musicista mantenga una compostezza ed una postura "regali" e non si scomponga affatto..." (Alberto Francavilla)

05/01/2007

JAZZin': a photografic story by Luca Buti

04/01/2007

Un esclusivo reportage attraverso i festival piemontesi: "E' possibile percorrere centinaia di chilometri e ascoltare note di jazz senza uscire da una sola regione del nostro paese: Il Piemonte. Attraverso piccole città, paesi che sono ricordati solo per essere parte di una periferia, paesi che fanno parte di province troppo vaste per essere nominati singolarmente, si può vivere un viaggio a tappe, piacevolmente forzate, per rispondere ad un urgenza: il jazz." (Alessandro Armando)

27/12/2006

Gino Paoli Quintet (R.Bonaccorso, D.Rea, R.Gatto, F.Boltro) al Teatro Augusteo di Salerno (Francesco Truono)

27/12/2006

Eventi Jazz 2006 a Busto Arsizio con Ignacio Berroa, Dado Moroni, Kenny Barron, Mike Stern. Sei serate di jazz nei vari teatri cittadini sempre gremiti di pubblico appassionato e intento ad ascoltare le varie proposte stilistiche previste dalla programmazione.

27/12/2006

Le nuove interviste di Mayday: Dick Oatts, Rosario Giuliani con Roberto Gatto e Pippo Matino, Al Di Meola e il giovanissimo Walter Ricci.

17/12/2006

Dum 'n' voice 2 (Billy Cobham)

17/12/2006

Wayne Shorter Quartet all'Auditorium di Roma: "Repentini sbalzi delle dinamiche, dolci linee melodiche rotte da articolazioni cromatiche singhiozzanti, atmosfere cameristiche seguite da dirompenti eruzioni, accelerazioni e pause improvvise sono le caratteristiche primarie delle esibizioni dal vivo di questo straordinario gruppo..." (Marco De Masi)

16/12/2006

Enrico Rava, Aldo Romano, Joey Baron, Henri Texier, Dado Moroni...dalla rassegna Jazz&Wine of Peace 2006 (Luca D'Agostino - Phocus Agency)

09/12/2006

Isis (Enrico Pieranunzi feat. Art Farmer)

08/12/2006

Intervista a Steve Kuhn, Eddie Gomez e Billy Drummond: "Io non vedo niente di nuovo oggi ... non c'è nulla di realmente che possa neanche lontanamente essere paragonato a Miles, John Coltrane, Ornette, Charlie Parker ... Secondo me tutto ciò che stiamo facendo oggi è semplicemente provare a personalizzare la musica con cui siamo cresciuti e cercare di suonarne la nostra personale visione. Però non c'è nulla di realmente nuovo, non scopriamo nulla..." (Adriana Augenti)

07/12/2006

Daniele Scannapieco, Julian Oliver Mazzariello, Dario Deidda, Amedeo Ariano a Terni Jazz Winter 2006 (Francesco Truono)

03/12/2006

High Five, Gianluigi Trovesi, Fulvio Maras, Umberto Petrin, Rossano Sportiello (Giorgio Bianchi)

10/11/2006

Nuova gallery direttamente dal Blue Note di Milano (Enrico Barberis)

29/10/2006

Omar Sosa, Favata - Di Bonaventura - Gandhi, Enrico Rava con la New Generation dal DiVino Jazz Festival (Francesco Truono)

08/10/2006

Stefano Bollani a Berchidda in un concerto per Quintetto e Caterina: "Bollani pone la qualità narrativa dei suoi brani al servizio del racconto, ma non sfugge mai alla tentazione di improvvisare qualcosa di astruso ... " (Roberto Botta)

24/09/2006

XVII Rassegna Jazz d'Autore ad Orsara tra concerti, seminari e jam session: "...suonare insieme diventa allora un'esperienza creativa ed esplosiva, in grado di muovere energie e mettere in comunicazione le singole sensibilità in un'avventura creativa non ordinaria..." (Michele Ferrara)

12/08/2006

The Green Field (Steve Khan Trio)

11/08/2006

Il Blue Note Records Festival a Gand in Belgio, crocevia di artisti, suoni, ritmi per amanti della musica jazz e non solo. Un pubblico accorso da ogni parte del Belgio, dalla limitrofa Francia e dall'Olanda, un menù musicale di ampia scelta e qualità. (N. Guida & T. Van der Aa)

05/08/2006

Il Nick La Rocca Jazz Festival 2005 in uno scenario con un'atmosfera semplicemente incantevole, una perfetta organizzazione, una manifestazione che ha offerto sicuramente più luci che ombre. (Francesco Peluso)

01/08/2006

ELB Trio, ovvero Peter Erskine, Nguyên Lê e Michel Benita: "Quando suoniamo, oltre ad ascoltarci molto, cerchiamo sempre il contatto visivo tra di noi..." (Massimiliano Cerreto)

31/07/2006

Legend (Raffaele Casarano & Locomotive)

23/07/2006

Umbria Jazz 2006: le foto e i concerti del più grande festival internazionale (Marcello Migliosi)

14/07/2006

La gallery di Umbria Jazz 2006 di Alessia Scali.

14/07/2006

Intervista a Kenny Barron e Dado Moroni: "Mi piacerebbe fare un disco con un'orchestra d'archi. E comunque fare qualcosa che mi piace, senza dovermi preoccupare se venderà o no." (Rossella Del Grande)

11/07/2006

La gallery di Umbria Jazz 2006 di Giorgio Alto.

06/07/2006

Tuck & Patti e il John Patitucci Trio per Jazz al Metropolitan di Palermo: "...la strumentalità della voce di Patti...la complementarietà dell'accompagnamento di Tuck, mai invasivo...Sempre intrigante il tocco energico e pimpante del contrappuntista d'origini calabre..." (Antonio Terzo)

03/07/2006

Fred Hersch in piano solo, all'Auditorium di Roma: "Le mani accarezzano i tasti del pianoforte. Sono quelle di un artigiano che da forma ad un vaso di terracotta dove ogni movimento del singolo dito può condizionare il risultato e la forma che si intende creare." (Daniele Mastrangelo)

29/06/2006

Pietro Condorelli Quintet e il trio formato da Roberto Gatto, Daniele Scannapieco e Julian Oliver Mazzariello allo Ueffilo Jazz Club: "Due grandi eventi in meno di una settimana: in totale, 8 tra i migliori musicisti attualmente presenti nel circuito nazionale..." (Alberto Francavilla)

04/06/2006

Fado Meridiano (Lillo Quaratino)

03/06/2006

Solo. Live at the Auditorium Parco della Musica (Danilo Rea)

13/05/2006

Sound & Score (Barga Jazz)

01/05/2006

Italian Trumpet Summit a Chiasso: "L'evento ha indubbiamente rappresentato una evidente dimostrazione dell'ottimo livello raggiunto dai jazzisti italiani che meritatamente si sono imposti in ambiti internazionali, riscuotendo i meritati riconoscimenti e consensi." (Bruno Gianquintieri)

24/04/2006

Enrico Rava e Franco D'andrea La Palma: "Se Rava ama la melodia nel fraseggio ... D'Andrea procede dal piccolo al grande con la curiosità di scoprire anche in un frammento di tema l'occasione per una proliferazione di variazioni o suggestioni..." (Daniele Mastrangelo)

09/04/2006

Un Jazz d'alto livello al Metropolitan di Palermo: Enrico Pieranunzi & Ada Montellanico Quintet nel tributo a Luigi Tenco "Danza di una Ninfa" e Roberto Gatto Special Quintet nel tributo al Miles Davis degli anni '64/'68. (Antonio Terzo)

09/04/2006

L'allieva (Mina)

09/04/2006

Enrico Rava e Dado Moroni: "Gran parte del pubblico ha dimostrato di gradire la scelta di un repertorio di standards, che non ha tuttavia emozionato gli appassionati di jazz..." (Giovanni Greto)

25/03/2006

Steve Khun Trio al Manzoni: "Sicuramente si è trattato di un concerto elegante, garbato, molto misurato e di buona fattura. Proprio quello che si vuole ascoltare per ripercorrere trenta o più anni di repertorio caro a tutti i jazzofili..." (Rossella Del Grande)

22/03/2006

Le foto di Franco D'Andrea ed Enrico Rava a La Palma

19/03/2006

So Right (Maria Pia De Vito)

16/03/2006

I Doctor 3 a Villa Celimontana 2005 (Stefano Ramaccia)

11/03/2006

Il Paolo Fresu Quintet alla Maison Musique

11/03/2006

Jack De Johnette Quartet all'Auditorium di Roma: "...DeJohnette ha offerto una performance che ha entusiasmato soprattutto gli amanti del jazz, coloro che riconoscono in DeJohnette un batterista che ha segnato gli ultimi quarant'anni di storia del jazz..." (Dario Gentili)

26/02/2006

Gallarate Jazz Festival 2005: "...terza edizione di un Festival Jazz che anche quest'anno si è distinto per l'impronta personale che il suo Direttore Artistico, il Maestro ed Amico Max De Aloe, ha saputo conferirgli..." (Patrizio Gianquintieri)

07/02/2006

Una "Italian Jazz Musicians Gallery" a cura di Jos L. Knaepen

06/02/2006

Franco Cerri: ottant'anni suonati!! Teatro Arcimboldi, Milano - 28 gennaio 2006 (Giorgio Alto)

04/02/2006

Note a margine, intervista parallela a quattro contrabbassisti: Pietro Leveratto, Paolino Dalla Porta, Ferruccio Spinetti, John Patitucci (Antonio Terzo)

21/01/2006

Intervista a John Patitucci: "...Secondo me, Jaco Pastorius ha dato un grosso contribuito come compositore. Era "normalmente grande" come musicista, ma ritengo che il suo modo di comporre fosse bello, la sua musica mi toccava, profondamente..." (Antonio Terzo)

14/12/2005

Easy (Pietro Condorelli)

13/12/2005

Roberto Gatto Quartet per l'estate Verunese: "...Bravi musicisti che sentono il bisogno di improvvisare, di sorprendere il pubblico presente, prescindendo da ogni elemento che potrebbe, solo apparentemente, favorire o compromettere l'ispirazione..." (Bruno Gianquintieri)

10/12/2005

Salerno Liberty City Band (Salerno Liberty City Band)

20/11/2005

Danilo Rea e Gianluca Petrella: gli Italiani di Berchidda: "...l'interpretazione jazz dei capolavori di De Andrè mette in rilievo la sensibilità musicale di Rea..." - "Senza nulla togliere al collega jazzista e ad altri artisti pure di riguardo, quale gladiatore di quest'estate jazz-festivaliera possiamo additare Gianluca Petrella..." (Antonio Terzo)

06/11/2005

Le foto dell'Enrico Rava Quintet a Jazz in Parco 2005. (Francesco Truono)

29/10/2005

A riconferma della peculiarità del Time in jazz di Berchidda, esclusiva è stata l'iniziativa realizzata sotto il nome di TEE - TrancEuropExpress con la collaborazione delle Ferrovie della Sardegna e Paolo Fresu nelle vesti di capotreno...(Antonio Terzo)

28/10/2005

Enrico Rava e Pat Metheny Live ad Alghero nella gallery a cura di Fabio Doro.

23/10/2005

Time in Jazz a Berchidda: "All'insegna dell'ampio ombrellone tematico di quest'anno, il binomio "digit@ltrance", la rassegna ha espresso tutta la trasversalità delle esperienze musicali che lo stesso Fresu ha maturato nel corso dei suoi ultimi incontri..." (Antonio Terzo)

15/10/2005

Tati (Enrico Rava)

03/09/2005

Makin Whoopee - Stormy Weather (Andrea Pozza)

27/08/2005

Tutta dedicata alle voci la giornata dell'11 luglio a Umbria Jazz '05, con un fitto carnet di orari e teatri. Da Lizz Wright a Madeleine Peyroux, da Al Jarreau a George Benson per finire con Peter Cincotti. (Antonio Terzo)

09/07/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Duo, un fenomenale dialogo tra il corroborante sax di Bob Mintzer e la fluida batteria di Peter Herskine. (Orazio Maugeri)

02/07/2005

Charlap, D'Andrea, Mehldau, Rea, Corea...Il piano jazz in un nuovo spazio di fotografia a cura di Giorgio Alto

20/06/2005

Never More (Daniele Scannapieco)

05/06/2005

Kosmopolites (Paolo Fresu Quintet)

22/05/2005

Intervista tripla a Danilo Rea, Massimo Manzi ed Enzo Pietropaoli. Abbiamo posto lo stesso schema di domande a tutti e tre gli artisti rilevando molte affinità nell'approccio e nella visione attuale della musica, nei fattori predominanti che hanno influenzato le proprie scelte artistiche... (Marco Losavio)

07/05/2005

Francesco Bearzatti e il suo Bizart Trio insieme a Enrico Rava: "...La musica del quartetto è una musica larga, che respira, fatta anche di pause, di spazi aperti…ma soprattutto è una musica dove trovano posto senza sopraffarsi a vicenda, anzi, arricchendosi reciprocamente in un'autentica contaminazione..." (Vito Mancino)

15/04/2005

Umbria Jazz Winter: "...è il pianoforte a dominare la manifestazione, come può testimoniare anche l'evento jazzistico più significativo del Festival: i Duets di solo piano del 2 gennaio al teatro Mancinelli, con protagonisti Brad Mehldau e Danilo Rea prima e Martial Solal e Stefano Bollani poi..." (Dario Gentili)

21/12/2004

Other Directions (Nicola Conte)

08/12/2004

L'Enrico Rava Quintet apre la rassegna Antiphonae 2004: "...L'ambiente, già caldo per l'intera performance, diventa incandescente: è in piedi, canta ed applaude i cinque musicisti presenti sul palco..." (A. Ayroldi, M. Losavio)

08/12/2004

Intervista a Enrico Rava: "...Le note necessarie sono quelle che rimangono quando si sono eliminate quelle non necessarie. Bisogna lavorare per individuarle..." (M. Losavio, A. Ayroldi)

09/11/2004

Enrico Rava Under 21, "...il suo carisma rimane alto, la sua tromba e il suo flicorno raggiungono momenti di poesia unici che pochi musicisti oggi si possono permettere..." (Paolo Carradori)

18/10/2004

Caro Nanni (Sax Four Fun)

18/10/2004

The Nearness of You (Bennie Wallace)

03/10/2004

Intervista a Paolo Fresu: "...ritengo che Miles sia stato un grande artista contemporaneo alla stregua di Fellini, Picasso. Cioè di qualcuno che ha lasciato un segno nel '900..." (Alceste Ayroldi)

14/08/2004

Scores (Paolo Fresu)

17/07/2004

Renato Sellani e Danilo Rea a Cattolica per in duo inedito: "Da quella straordinaria coppia apparentemente seduta a un unico, lunghissimo pianoforte con due tastiere, trasudava qualcosa di grande e il pubblico partecipava sempre più." (Enrico Mariani)

04/07/2004

Uri Caine e Paolo Fresu per Musicus Concentus: "...per questi due musicisti la tradizione è un'identità in cui riconoscersi ma allo stesso luogo da cui partire e dirigersi altrove..." (Dimitri Berti)

30/06/2004

Easy Living (Enrico Rava)

18/04/2004

Intervista a Enrico Rava: "Conosco molti musicisti che sono rimasti intrappolati nella gabbia del free jazz, che secondo me aveva un senso nel '68 o nel '70, e fanno le stesse cose che facevano trent'anni fa per un motivo ideologico...alcuni si sentono in lotta contro il resto del mondo, soli contro tutti." (Francesco Ughi)

04/04/2004

Enrico Rava Quintet a Busto Arsizio: "...uno dei musicisti italiani più rappresentativi ed apprezzati a livello internazionale...accompagnato da un affiatato e fantasioso quartetto composto da musicisti dotati di originalità e classe..." (Franco Donaggio)

13/12/2003

Uri Caine e Paolo Fresu: "Il loro incontro è prima di tutto la fusione di due straordinarie sensibilità artistiche, il segreto dell'equilibrio sottile tra la coscienza viva del passato e la necessità dell'innovazione, della ricerca..." (Francesco Lombardo)

24/11/2003

Intervista a Paolo Fresu: "Per me è stato molto facile entrare nel cuore del mondo del jazz...vengo da un paese isolato, da una tradizione familiare assolutamente non di musicisti...a un certo punto mi sono ritrovato a vivere di musica senza neppure averlo deciso.". (Antonio Terzo)

15/11/2003

John Patitucci Quartet per Jazz al Metropolitan: "Virtuoso del contrappuntismo contemporaneo, capace di alternarsi con disinvoltura al basso acustico e all'omologo elettrico, preciso all'archetto come nel walking-bass, John Patitucci è oggi uno dei bassisti più rinomati e richiesti anche in ambiti diversi dal panorama jazz." (Antonio Terzo)

17/10/2003

Lirico (Danilo Rea)

17/10/2003

Intervista ad Danilo Rea. In questa intervista dai toni prima rilassati, poi addirittura confidenziali, il pianista romano parlando del nuovo lavoro ci rivela ancora un po' della sua arte, del suo intenso mood espressivo, del suo approccio "visivo" nei confronti della musica. (G. Taormina)

13/02/2003

Intervista a Roberto Gatto: "Il jazz è una musica che non ti regala niente ... il Jazz è una fede, è un pensiero, è una musica che richiede grande concentrazione, grande preparazione ma soprattutto grande spiritualità ..." (Filippo Maria Cazzolla)

19/01/2002

Jim Hall & Paolo Fresu con la Milan (R)evolution Orchestra, Freddy Cole & Woody Herman Orchestra. Due concerti del ricco cartellone degli Aperitivo in Concerto 2001 al Teatro Manzoni.





Video:
Erskine, Oles and Colombo Ft. Bob Mintzer - We All Love Burt Bacharach
"We All Love Burt Bacharach", performed by the band Erskine, Oles & Colombo, which contains No.13 hits of the american composer among th...
inserito il 17/10/2016  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 1762
Jo Jones, a magician on drums, in Caravan
Jo Jones is one of the greatest drummer in the history of Jazz. Most inventive, he frequently improvises the most unpredictable and bold breaks with a...
inserito il 30/12/2011  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 4447
Enrico Rava Quintet Standards "I'll Close My Eyes" - al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in "I'll Close My Eyes" (Buddy Kaye / Billy Reid) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de&#...
inserito il 16/12/2010  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 4223
Enrico Rava Quintet Standards "Autumn Leaves" - al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in "Autumn Leaves" (Joseph Kosma) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - SalernoEnr...
inserito il 15/12/2010  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 4064
Enrico Rava Quintet Standards "Doxy" - al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in Doxy (Sonny Rollins) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - SalernoEnrico Rava trumpet,Din...
inserito il 05/12/2010  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 4251
Enrico Rava Quintet Standards "Scrapple From The Apple" - Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in Scrapple From The Apple (C. Parker) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - SalernoEnrico R...
inserito il 04/12/2010  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 4267
Corea, Berg, Gomez, Gadd - Sicily
1992 Lugano...
inserito il 04/12/2010  da darominu - visualizzazioni: 3036
Enrico Rava Quintet Standards "Poinciana" - al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in "Poinciana" (Nat Simon - Buddy Bernier) excerpt, brano popolare, conosciuto in molte versioni, tra le indim...
inserito il 03/12/2010  da darominu - visualizzazioni: 4083
Russell Malone, Christian McBride & Benny Green - Jingles
@ Umbria Jazz Fest 1999, Russell Malone, Christian McBride & Benny Greenperforming their version of Wes Montgomery's Jingles. Originally edited an...
inserito il 13/11/2010  da darominu - visualizzazioni: 3755
Chet Baker live in Isernia 1981 - "Just Friends" (Exclusive - Very Rare Live Version)
La sera del 24 ottobre 1981, presso il Cinema-Teatro "Fasano" di Isernia, Chet Baker si esibì in un memorabile concerto, accompagnato d...
inserito il 04/06/2010  da HandEyeFamilyMusic - visualizzazioni: 6029
Russell Malone
My tribute to a great guitarist Russell Malone - Il mio tributo al grande chitarrista Russell Malone...
inserito il 12/04/2010  da SoulSaver76 - visualizzazioni: 2876
Viva Palermo e Santa Rosalia - Enrico Rava & Salvatore Bonafede
Spettacolo "Viva Palermo e Santa Rosalia", regia di Ciprì&Maresco, Bologna 30 06 2005, Salvatore Bonafede - piano, Enrico Rava - tr...
inserito il 07/03/2010  da salvatorebonafede - visualizzazioni: 3491
Enrico Rava - Live Genova Jazz per Haiti 1/2/2010
il Jazz Genovese per Haiti - Teatro della Corte Lunedì 1 febbraio 2010 - Enrico Rava, Aldo Zunino,Andrea Pozza e Alfred Kramer...
inserito il 11/02/2010  da Mazzipunk - visualizzazioni: 3933
c.t.'s dance - enrico rava ('75)
from "pupa o crisalide" b: giovanni tommaso...
inserito il 05/02/2010  da zenzokasai - visualizzazioni: 3497
Enrico Rava "Rapsodia in Blu" PM Jazz Lab Tentet con Petrella & Trovesi - Umbria Jazz Winter 17(2/2)
Enrico Rava "Parco della Musica" Jazz Lab Tentet ed il suo ultimo progetto, che lo porta a rileggere le partiture di George Gershwin. Lo fa ...
inserito il 09/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 4487
Enrico Rava "Rapsodia in Blu" PM Jazz Lab Tentet con Petrella & Trovesi - Umbria Jazz Winter 17(1/2)
Enrico Rava "Parco della Musica" Jazz Lab Tentet ed il suo ultimo progetto, che lo porta a rileggere le partiture di George Gershwin. Lo fa ...
inserito il 08/01/2010  da nickingos - visualizzazioni: 3971
Diana Krall Russell Malone Paul Keller ''Dream a little dream of me'' Live in Montreal
Live in Montreal june 5th 1996.Russell Malone-Paul Keller Amazing live performance of this great trio!...
inserito il 01/01/2010  da weskoki - visualizzazioni: 2325
Bill Evans Trio Helsinki 1970
...
inserito il 29/12/2009  da RareJazzVideos - visualizzazioni: 3344
Enrico Rava in HK (3)
Enrico Rava New Quintet in HK Cultural Centre (Soundcheck) ~ Hong Kong Int'l Jazz Festival 2009 (14/10/2009)...
inserito il 28/11/2009  da ahsokenny - visualizzazioni: 3327
Enrico Rava in HK (5)
Enrico Rava New Quintet in HK Cultural Centre (Soundcheck) ~ Hong Kong Int'l Jazz Festival 2009 (14/10/2009...
inserito il 28/11/2009  da ahsokenny - visualizzazioni: 3311
Patitucci - Bach
Cello suite n.1 in G on the six-string bass...
inserito il 28/11/2009  da ekkeccakkio - visualizzazioni: 2609
Patitucci - Bach
Cello suite n.1 in G on the six-string bass...
inserito il 28/11/2009  da ekkeccakkio - visualizzazioni: 2754
Freddie Hubbard 5tet - God Bless The Child #1 [1991]
22nd Internationale Jazzwoche Burghausen/Germany, 17th March 1991, , Freddie Hubbard, Trumpet & Fluegelhorn , Donald Braden, Tenos & Soprano S...
inserito il 16/09/2009  da nunoalpi - visualizzazioni: 2550
Diana Krall(HQ) Paul Keller Russell Malone Boulevard of broken dreams
Boulevard of broken dreams......
inserito il 13/09/2009  da weskoki - visualizzazioni: 2357
Jazz for Peace, al via il Settembre sangiulianese
Per la serata inaugurale del Settembre sangiulianese, "jazz for peace", progetto di Daniele Malvisi che ospita sul palco Danilo Rea....
inserito il 05/09/2009  da Pisanotizie - visualizzazioni: 3400
Diana Krall Paul Keller Russell Malone Deed i do
Masterfull solo by Keller!, Live in Montreal june 5th 1996.Russell Malone-Paul Keller Amazing live performance of this great trio! Hope they'll get ba...
inserito il 03/09/2009  da weskoki - visualizzazioni: 2180
These Are Soulful Days
The Arts West Senior combo's final performance, Keelan Dimick- Piano(senior), Andrew Burns- Guitar (senior), These are soulful days benny green & ...
inserito il 29/08/2009  da nano3 - visualizzazioni: 2247
Hocus Pocus
The Arts West Senior combo's final performance, This is Hocus Pocus(Benny Green and Russell Malone or Lee Morgan), Keelan Dimick- Piano(senior), Andre...
inserito il 29/08/2009  da nano3 - visualizzazioni: 2233
Duo Enrico Rava - Enrico Pieranunzi
Prove ed interviste al duo E.Rava/E.Pieranunzi ad Aosta il 13/10/94. Durata originale del video 26'...
inserito il 24/08/2009  da buffamichelangelo - visualizzazioni: 3584
Victor Bailey Solo w/ Weather Uptade
...
inserito il 22/08/2009  da luccabf - visualizzazioni: 2384
Jazz Time Enrico Rava e Dado Moroni duo clip
Jazz Time - E.Rava, D.Moroni duo [Inv n. MRT PM 010 ] , , Anno di edizione del prodotto multimediale : 2003 , Genere : Documentario , Autore : Marc...
inserito il 20/08/2009  da SovraintendenzaRoma - visualizzazioni: 3916
Enrico Rava - Certi angoli segreti
"Certi angoli segreti", from the album "New York Days" (ECM-2009), Enrico Rava, Mark Turner, Stefano Bollani, Larry Grenadier, Pau...
inserito il 17/08/2009  da Jazzfan92 - visualizzazioni: 4711
Jazz Middelheim 2009 : Philip Catherine, Enrico Rava, Ricardo del Fra & Aldo Romano
Jazz Middelheim 2009 : Philip Catherine, Enrico Rava, Ricardo del Fra & Aldo Romano...
inserito il 16/08/2009  da VDFM1 - visualizzazioni: 3524
Angelique Kidjo (1) - Time in jazz 2009
Chiesa di San Michele (Berchidda), 15 agosto 2009: esibizione di Angelique Kidjo, cantante del Benin....
inserito il 15/08/2009  da Irenemail - visualizzazioni: 3673
Angelique Kidjo (3) - Time in jazz 2009
Chiesa di San Michele (Berchidda), 15 agosto 2009: esibizione di Angelique Kidjo, cantante del Benin....
inserito il 15/08/2009  da Irenemail - visualizzazioni: 3374
The George Benson Sessions: The Making of Songs And Stories: Nuthin But A Party
Songs And Stories In Stores Aug. 25...
inserito il 23/07/2009  da officialgeorgebenson - visualizzazioni: 2407
Don Grolnick Quintet wt/ Joe Henderson - The Cost Of Living #1 [1991]
Messepalast, Jazzfest Wien/Austria 7th July 1991 , , Don Grolnick - Piano, Randy Brecker - Trumpet & Fluguelhorn, Joe Henderson - Tenor, Eddie Gom...
inserito il 20/06/2009  da nunoalpi - visualizzazioni: 3196
Massimo Nunzi ed Elena Somarè parlano della grande storia del jazz
...
inserito il 29/05/2009  da esomare - visualizzazioni: 3932
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 1 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 2316
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 2 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 2130
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 5 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 2896
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 7 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 2140
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 8 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 2767
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 9 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 4334
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 10 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 2777
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 11 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Krall's first s...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 5309
Diana Krall - Stratford Nov.23/98 12 of 12
DIANA KRALL, , Live at the Stratford Festival Theatre, November 23, 1998, , Featuring RUSSELL MALONE & BEN WOLFE, , This was Diana Kralls first sh...
inserito il 19/04/2009  da OvationStratford - visualizzazioni: 3167
Enrico Rava CT
25 novembre 2008 Catania, Enrico Rava, tromba; Gianluca Petrella trombone; Giovanni Guidi, piano; Pietro Leveratto, contrabbasso; Fabrizio Sferra, bat...
inserito il 21/02/2009  da spagna04 - visualizzazioni: 3308
Enrico Rava Catania
25 novembre 2008 Catania, Enrico Rava, tromba; Gianluca Petrella trombone; Giovanni Guidi, piano; Pietro Leveratto, contrabbasso; Fabrizio Sferra, bat...
inserito il 21/02/2009  da spagna04 - visualizzazioni: 3646
Larry Grenadier Stefano Bollani ed Enrico Rava New York Days Poggibonsi IGT 2009
Larry Grenadier e il suo contrabbasso capace di farmi pensare a Steve Harris parecchie volte e di riempire ogni singolo vuoto del fluire della musica...
inserito il 06/02/2009  da burde73 - visualizzazioni: 4845
Stefano Bollani ed Enrico Rava inizio concerto Poggibonsi 5 Febbraio 2009
Iil trombettista torinese presentare le musiche del suo ultimo progetto musicale Enrico Rava New York Days, il Cd inciso per la prestigiosa etichetta ...
inserito il 05/02/2009  da burde73 - visualizzazioni: 4658
Enrico Rava Live in Poggibonsi 5 Febbraio 2009
Enrico Rava è il musicista italiano che più di ogni altro ha vissuto da protagonista alcuni dei momenti fondamentali della storia del jazz; ...
inserito il 05/02/2009  da burde73 - visualizzazioni: 4313
Russell Malone - Route 66
Guitarist Russell Malone is featured on the tune Route 66, live at the Montreal Jazz Festival with the Diana Krall Trio, also with Paul Keller on bass...
inserito il 29/01/2009  da leoshephard - visualizzazioni: 2584
Stan Getz - Seven steps To Heaven
Stan Getz-Tenor Kenny Barron-Piano Alex Blake-Bass Terri Lyne Carrington-Drums...
inserito il 28/12/2008  da Cerpa05 - visualizzazioni: 3894
Paolo Fresu Devil Quartet
Concerto del 19.12.2008 al Ueffilo Gioia del Colle...
inserito il 20/12/2008  da movida1975 - visualizzazioni: 3749
Enrico Rava conferenza stampa
Enrico Rava...
inserito il 27/11/2008  da hornitos75 - visualizzazioni: 3911
Enrico Rava
Enrico Rava eâ?? senzâ??altro il più famoso musicista italiano nel mondo. Enrico, a quasi settanta anni, è ancora cons...
inserito il 26/11/2008  da hornitos75 - visualizzazioni: 4453
Diana Krall - Comes Love
Diana Krall with Paul Keller - Bass and Russell Malone - Guitar. Enjoy!...
inserito il 18/10/2008  da coltrane1966 - visualizzazioni: 2341
Andreas Oberg - Billie's Bounce
Muriel Anderson's All Star Guitar Night NAMM 2008...
inserito il 14/10/2008  da gbfan08 - visualizzazioni: 3158
Stan Getz - Soul eyes
...
inserito il 24/07/2008  da darominu - visualizzazioni: 3138
Wayne Shorter Fiesole 1 of 2
...
inserito il 19/07/2008  da pieroborri - visualizzazioni: 3162
Wayne Shorter Fiesole 2 of 2
...
inserito il 19/07/2008  da pieroborri - visualizzazioni: 3268
WAYNE SHORTER QUARTET
...
inserito il 18/07/2008  da mastjazz - visualizzazioni: 3273
FREDDIE HUBBARD - FIRST LIGHT
FROM THE 1972 ALBUM FIRST LIGHT. CTI RECORDS. FT. RON CARTER AND GEORGE BENSON....
inserito il 07/07/2008  da beatsandjazz - visualizzazioni: 3151
Barron/Mehldau - Billie's Bounce
Kenny Barron - left side Brad Mehldau - right side Piano Summit - Umbria 1999...
inserito il 27/06/2008  da dilberg1 - visualizzazioni: 4058
Diana Krall - Look Of Love (From "Live In Paris" DVD)
For more info -, http://www.eagle-rock.com/artist/67AB..., , Recorded live at the Paris Olympia 1st December 2001, Krall's classic style blends equal ...
inserito il 20/06/2008  da eaglerocktv - visualizzazioni: 2320
Benny Green sitting in @ the Groove Pocket
Benny Green sitting in @ the Groove Pocket, every Monday @ the MINT, LA. 6/16/08...
inserito il 18/06/2008  da highme32 - visualizzazioni: 1947
People Time - Stan Getz And Kenny Barron
from People Time...
inserito il 22/05/2008  da jazzmatpewka - visualizzazioni: 3561
Jazz Istruzioni per l'uso roberto gatto
...
inserito il 14/05/2008  da esomare - visualizzazioni: 6526
Jazz istruzioni per l'uso paolo fresu
...
inserito il 14/05/2008  da esomare - visualizzazioni: 4352
Kenny Barron Trio - Jazz Baltica 2007
Kenny Barron Trio New York http://jazzdvd.blogspot.com...
inserito il 11/03/2008  da musicfriendsjazz - visualizzazioni: 2875
enrico rava quintet_gianluca petrella
assolo di gianluca petrella. concerto al teatro augusteo di napoli - 14.01.08...
inserito il 16/01/2008  da persy79 - visualizzazioni: 3811
enrico rava quintet
concerto al teatro augusteo di napoli - 14.01.08 - enrico rava_trumpet, gianluca petrella_trombone, andrea pozza_piano, rosario bonaccorso_double-bas,...
inserito il 15/01/2008  da persy79 - visualizzazioni: 3542
George Benson - The Greatest Love of All
live...
inserito il 18/12/2007  da MECIAR1 - visualizzazioni: 2632
Paolo Fresu Quintet backstage 2007
Il backstage del Paolo Fresu Quintet al Vasto festival 2007...
inserito il 06/12/2007  da jazzconvention - visualizzazioni: 3958
Sergio Rubini + Enrico Rava: Requiem per Chris
Sergio Rubini ed Enrico Rava raccontano il loro nuovo spettacolo; Requiem per Chris. Nuovo Montevergini, 3 novembre 2007. Anno terzo: tra cinema e tea...
inserito il 20/11/2007  da ivantagliavia - visualizzazioni: 3284
Wayne Shorter Quartet - Masqualero
...
inserito il 10/11/2007  da jazzster123 - visualizzazioni: 3483
ENRICO RAVA quartet al DALTROCANTO
Concerto dell' Enrico Rava Quartet con Stefano Bollani al pianofort, Ares Tavolazzi al basso e Mirco Mariani alla batteria. Sala Consiiglio Comunale S...
inserito il 15/09/2007  da pensatojo - visualizzazioni: 3823
Enrico Rava Lavori Casalinghi
Brano di Rava dedicato a Massimo Urbani, Rava's tune dedicated to Massimo Urbani, Enrico Rava trumpet, Massimo Urbani alto saxophone, Bobo Stenson pia...
inserito il 29/08/2007  da 27max - visualizzazioni: 3979
Carlos Santana & George Benson - Breezin'
Santana & George Benson vintage video of Breezin' Imagine listening to your favorite iPod tunes in your car! Check out my website www.performan...
inserito il 02/08/2007  da turbo6shooter - visualizzazioni: 2427
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 - #1-1
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 (Enrico Rava - trumpet, Gianluca Petrella - trombone, Andrea Pozza - piano, Rosario Bonaccorso - bass, ...
inserito il 01/06/2007  da GabrielM2007 - visualizzazioni: 3439
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 - #2-3
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 (Enrico Rava - trumpet, Gianluca Petrella - trombone, Andrea Pozza - piano, Rosario Bonaccorso - bass, ...
inserito il 01/06/2007  da GabrielM2007 - visualizzazioni: 3367
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 - #2-2
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 (Enrico Rava - trumpet, Gianluca Petrella - trombone, Andrea Pozza - piano, Rosario Bonaccorso - bass, ...
inserito il 01/06/2007  da GabrielM2007 - visualizzazioni: 3510
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 - #2-1
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 (Enrico Rava - trumpet, Gianluca Petrella - trombone, Andrea Pozza - piano, Rosario Bonaccorso - bass, ...
inserito il 01/06/2007  da GabrielM2007 - visualizzazioni: 3356
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 - #1-2
Enrico Rava Quintet - Sibiu Jazz Festival 2007 (Enrico Rava - trumpet, Gianluca Petrella - trombone, Andrea Pozza - piano, Rosario Bonaccorso - bass, ...
inserito il 01/06/2007  da GabrielM2007 - visualizzazioni: 3561
Wayne Shorter Quartet - Over Shadow Hill Way
...
inserito il 22/05/2007  da benenunes - visualizzazioni: 3479
George Benson - Breezin'
The very best of George Benson...
inserito il 12/05/2007  da onemorecupofcoffee1 - visualizzazioni: 2271
Wayne Shorter live Milan 23/4/2007 a
...
inserito il 28/04/2007  da alemok - visualizzazioni: 3068
Enrico Rava And Richard Galliano play Spleen
Enrico Rava And Richard Galliano play Spleen...
inserito il 06/03/2007  da therealshowstopper - visualizzazioni: 4325
Tony williams feat. Freddie Hubbard w/ Super star quintet
Jazz with the superstar quintet 1982, Ballad by hubbard, some great horn skills here man., , for more of tony you must check out!!!, , http://video.go...
inserito il 17/01/2007  da druman44 - visualizzazioni: 3187
Stan Getz - On Green Dolphin Street (1989)
...
inserito il 06/11/2006  da weirdcollector - visualizzazioni: 3497
Enrico Rava & Paolo Fresu
Very, very beautiful,,Round About Midnight...
inserito il 16/07/2006  da sky50 - visualizzazioni: 4085
Enrico Rava Quintet
Trumpetist Enrivo Rava...
inserito il 12/06/2006  da sky50 - visualizzazioni: 3262
George Benson blues miles davis tribute
George Benson & mIles Davis...
inserito il 09/03/2006  da Bendrobert2005 - visualizzazioni: 3801


Inserisci un commento


© 2000 - 2019 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


Questa pagina è stata visitata 82 volte
Data pubblicazione: 24/08/2019

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti