Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Upstroke & Downstroke
di Alex Barberis
alexbarberis@tiscali.it

Ciao a tutti,
in questo incontro, vi illustrerò un esercizio, a mio parere, molto importante e fondamentale per avere una giusta postura delle braccia ed un corretto movimento di esecuzione.

L'Upstroke e Downstroke, visto nel mio modo, ci aiuterà a capire come risparmiare il più possibile energia e come dosare al massimo le dinamiche.

Nella Musica, tutto è importante, Potenza, Velocità, ma ciò che rende un brano armonioso e coinvolgente, è proprio grazie all'interpretazione e quindi ad un buon uso delle dinamiche.

La Dinamica in Musica e per il musicista, è il controllo della forza in esecuzione voluta appositamente per ottenere un Crescendo o un Diminuendo del Volume sonoro.

Per poter utilizzare al massimo le Dinamiche nella Batteria, o quasi, è quello di avere un buon controllo dello Strumento Bacchetta per le mani, ed un buon controllo dello Strumento Pedale…ovviamente per i piedi.

Questo esercizio in Terzine d'Ottavi, ha tre movimenti alternati ognuno differente dall'altro, proprio per ottenere, anche, tre colpi dinamici differenti.

All'inizio, non occorrerà montare tutta la Batteria, eseguiremo questo esercizio soltanto con un Tamburo, possibilmente il Rullante, ancora più efficace d'avanti ad uno Specchio…per cercare di correggere più in fretta le imperfezioni.


foto 1

La prima cosa che dobbiamo fare, è di disporre lo Sgabello, in modo da ottenere la posizione delle gambe a 90 gradi, e di posizionare il Rullante in modo che le braccia siano perpendicolari al Rullante, facendo attenzione che i polsi siano rivolti un po' verso il basso e di ottenere una V al contrario, mi raccomando di avere accortezza che le mani non vadano a sbattere contro le gambe in fase di esecuzione, come vi dimostro nella foto n° 1.


foto 2


foto 3

Prendiamo come esempio la mano sinistra, il primo movimento che verrà fatto, sarà quello di portare la mano in alto con l'aiuto del gomito che si muoverà esternamente dal corpo, puntando possibilmente la Punta della bacchetta verso il centro del Rullante, come riportano le foto 2 e 3.


foto 4


foto 5


foto 6

In seguito con la spalla porteremo il braccio più in alto possibile, ipotizzando una linea retta in verticale che parta dal centro del Rullante fin sopra la nostra testa, come viene illustrato nelle foto n° 4, 5 e 6.

E' molto importante cercare di non fare movimenti scoordinati e di ritornare possibilmente alle posizioni originali.

A questo punto, siamo pronti per dare il primo colpo.


foto 7


foto 8


foto 9


foto 10

Mentre daremo il primo colpo con la mano sinistra (quello Forte), il gomito dovrà riavvicinarsi al busto, per dare la possibilità all'avambraccio di riposizionarsi in modo da poter colpire il centro del Rullante, come viene illustrato nelle foto n° 7, 8, 9 e 10.


foto 11


foto 12


foto 13

Immediatamente dopo daremo il secondo colpo con la mano destra (quello Piano) semplicemente piegando il polso verso il basso, come riportato nelle foto 11 e 12, poi con il gomito, foto 13, ed in sequenza con la spalla, foto 14, prepareremo il braccio destro ad alzarsi in modo da poter dare nuovamente il colpo Forte, appunto con la mano destra, foto 15, 16, 17 e 18.


foto 14


foto 15


foto 16


foto 17


foto 18


foto 19

Nel frattempo avremo dato il terzo colpo con la mano sinistra (quello Medio) foto 14, facendo cadere la bacchetta sulla pelle del Rullante ed aiutandoci con un piccolo movimento del polso verso il basso. La foto n° 19 vi illustra il ritorno ad alzare il braccio sinistro per il colpo Forte da dare, appunto, con la mano sinistra.

L'esercizio completo, avrà il suo risultato grazie all'alternarsi (mano Sinistra e mano Destra) dei tre movimenti in Terzine d'ottavi.

E' ovvio, che il movimento dell'Upstroke e Downstroke, se viene eseguito lentamente o abbastanza lentamente, avrà dei movimenti molto appariscenti, eseguendolo sempre più veloce, il movimento sarà meno evidente.

Nell'esercizio, troverete scritto da eseguire anche la Cassa ed il Charleston, mi raccomando però… soltanto in un secondo momento!


File MIDI





Le altre lezioni:
02/09/2005

LEZIONI (batteria): Quattro video didattici: Introduzione alla Cassa & Charleston. Tacco-Punta (Alex Barberis)

24/06/2005

LEZIONI (batteria): Tre tecniche dei pedali per la Cassa, valide anche per il Charleston. (Alex Barberis)

21/11/2004

LEZIONI (batteria): L'indipendenza dei quattro arti in sedicesimi. (Alex Barberis)

26/09/2004

LEZIONI (batteria): Ride per l'indipendenza dei quattro arti (Alex Barberis)

25/04/2004

LEZIONI (batteria): Rudimenti per controllare le bacchette 2: movimenti in terzine di ottavi. (Alex Barberis)

28/02/2004

LEZIONI (batteria): Rudimenti per controllare le bacchette. (Alex Barberis)

27/01/2004

LEZIONI (batteria): L'accordatura dei tamburi. Un problema spesso sottovalutato ma di estrema importanza. (Alex Barberis)

24/12/2003

LEZIONI (batteria): Alex Barberis avvia un nuovo spazio didattico di batteria. La prima lezione illustra l'impostazione delle mani e i primi esercizi.








Inserisci un commento

© 2003, 2004 Jazzitalia.net - Alex Barberis - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 29.532 volte
Data pubblicazione: 27/09/2004

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti