Jazzitalia - Articoli: Rhythm Changes (Claudio Angeleri)
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE

Rhythm Changes
di Claudio Angeleri


Una delle strutture più utilizzate nel jazz è quella dei "rhythm changes" che deriva dalla nota canzone di George Gershwin "I got rhythm" (scritta nel 1928 ma pubblicata nel 1930). Si tratta di una forma AABA di 32 misure basata prevalentemente sulla progressione I-VI-II-V nella parte A e di quattro dominanti estese nella parte B (bridge). Nel corso degli anni ha avuto diverse evoluzioni armoniche e melodiche divenendo, alla pari del blues, un "must" per ogni musicista jazz. Esistono decine di composizioni basate sui "rhythm changes", le più note sono quelle del periodo bebop e successive: Sonny Rollins: Oleo; Thelonious Monk: Rhythm a ning; Charlie Parker: Anthropology, Moose the mooche, Celerity, An Oscar for treadwell, Constellation, Dexterity, Kim, Thriving for a riff, Red cross, Chasing the bird, Passport, Steeplechase, Shawnuff

E' una struttura ideale per mettere al lavoro scale e progressioni anche in una prospettiva storica evolutiva (swing, bebop, hard bop ecc.).

La prima struttura è tratta da una composizione di Lester Young "Lester Leaps in". Si consiglia di ascoltare la versione del 1939 con Count Basie, Buck Clayton, Buck Clayton, Freddie Green, Walter Page e Jo Jones. Si notino le differenza tra le tre A in cui i 4 accordi si muovono sulla scala della tonalità di Bb, ma solo la seconda chiude armonicamente risolvendo sulla tonica.


Per improvvisare sui Rhythm changes occorre lavaorare per gradi.

Il primo step è costituito dal prendere confidenza con le scale rapportate alla progressione di accordi. Nella sezione A si sperimentano inizialmente le due scale blues (maggiori e minori) e la scala bebop ionian con la sola avvertenza di risolvere melodicamente la seconda A.

Nella sezione B si prende confidenza con le scale bebop dominant di ogni dominante estesa.

Il secondo step riguarda l'introduzione nella quinta e sesta misura della sezione A di una dominante secondaria (Bb7) che risolve sul IV grado per tornare al I attraverso un accordo diminuito. Le scale da usare in queste battute sono la bebop dominant su Bb7 e la bebop major sul IV, tralasciando per ora l'accordo diminuito.

La dominante secondaria può anche essere preceduta da un II introduttivo (F-7).

Il terzo step consiste nel suonare le scale ad ottavi applicando il procedimento di targeting cioè di puntare a far cadere sui tempi forti i chord tones dell'accordo, soprattutto nei cambi di battuta.

Quarto step: Un analogo procedimento avviene nel bridge nel quale alcune dominanti sono anticipate da un II introduttivo. Le scale utilizzate sono quindi la bebop dorian sul II e la bebop dominant sul V. Il targeting qui avviene anche con una proceduta tipica del bebop: l'enclosure. In altre parole si racchiude la nota target, che è sempre un chord tone, tra due note che sono situate sulla scala di riferimento immediatamente sopra e sotto alla nota di arrivo (target).




Quinto step: Incominciamo ora a modificare le progressioni della sezione A introducendo: dominanti secondarie, II introduttivi, interscambi modali, accordi alterati.

Nella prima e terza battuta l'accordo VI diventa una dominante secondaria G7b9 (alterata perché risolve su un accordo minore). Le scale da utilizzare sono svariate: bebop phrygian dominant, H/W, superlocria ecc.

In particolare nella terza misura l'accordo di dominante è anticipato da un II introduttivo (D-7) che non solo ha funzioni di II ma anche di III nella tonalità di impianto (Bb). Proprio per questa sua doppia funzione viene detto accordo pivot e rimane perciò nella forma di minore settima e non semidiminuito, la scala utilizzata come prima scelta è la frigia (se inteso come III), o dorica (come II).

Sesto step: La sesta misura può presentarsi in varie soluzioni, qui vengono riportate le più comuni. L'accordo Eb6 può essere seguito da un accordo diminuito o minore sesta (scala bebop natural minor, minor bebop melodic minor, bebop dorian).

| Eb6     Eb° |

E' frequente anche l'introduzione di un interscambio modale che consiste nel prendere in prestito uno (Ab7) o due accordi dall'armonizzazione delle scale minori (soprattutto dalla minore naturale di Bb). In tal caso le scale da utilizzare come prima scelta sono la dorica e la misolidia, o ancora, lidia di dominante.


| Eb6     Eb-6 (oppure Eb-7)|
| Eb6      Ab7 |
| Eb-7     Ab7 |
| Eb6       Ab7#11 |

Settimo step: Un discorso particolare merita l'accordo diminuito finora trascurato. Ha prevalentemente delle funzioni di passaggio nella tonalità d'impianto. Nella progressione tra la sesta e settima battuta|Eb6 Eb°| Bb6/F ecc. costituisce infatti una transizione tra il IV e il I grado attraverso un movimento cromatico dei bassi Eb E F. La scala da utilizzare sull'accordo diminuito è, come prima scelta, una nuova scala che ha le alterazioni della scala della tonalità (Bb) con l'aggiunta delle alterazioni presenti nell'accordo diminuito che, nel caso di E°, sono la tonica (E) e la settima diminuita (Ebb=Db)

La scala ottenuta ha otto suoni (come le scale bebop) e per costruirla si usano le note dell'accordo diminuito (E, G, Bb, Db) con l'aggiunta delle note rimanenti della scala diatonica di Bb (F, A, C, Eb).

La scala diminuita ottenuta è la seguente: E F G A Bb C Db Eb E

L'accordo diminuito è spesso messo in relazione ad una dominante con la nona minore la cui tonica si trova una terza maggiore sotto: E°= C7b9. Per questo motivo si possono utilizzare anche le scale simmetriche o la bebop phrygian dominant dell'accordo di dominante (C7).

Entrambe differiscono dalla scala diminuita solo di un suono e sono quindi delle ottime alternative:

scala diminuita: E F G A Bb C Db Eb E
scala bebop phrygian dominant: E F G Ab Bb C Db Eb E
scala simmetrica: E F# G A Bb C Db Eb E

Gli accordi diminuiti con funzione di dominante secondaria b9 si possono trovare anche in altri punti della sezione A:

|Bb6    B°|C-7    C#°|D-7 ….|
equivale a:
|Bb6    G7b9|C-7    A7b9|D-7 ….|

Ottavo step Ora si procede mettendo al lavoro tutte le scale studiate relative alle nuove progressioni introdotte muovendoci sempre per gradi congiunti con la procedura del targeting (scale bebop e enclosure). Si ricorda che questi studi sono solo degli esercizi per prendere confidenza con le scale e gli accordi e non rappresentano delle vere improvvisazioni, tuttavia rappresentano un ottimo training preparatorio:

Nono step Ora improvvisiamo davvero (la mano sinistra suona i Powell voicings che vedremo in un capitolo successivo).

 






Le altre lezioni:
10/05/2017

Why? (Claudio Angeleri)- Enzo Fugaldi

27/12/2015

Claudio Angeleri Quintet - Ellingtones: "Si sono apprezzate una notevole abilità di scrittura del leader, autore di temi estremamente variati e armonicamente ricchi..." (Andrea Gaggero)

26/02/2015

LEZIONI (Trascrizioni): Out of Nowhere - Charlie Parker. Seduta del 4 novembre 1947 insieme a Miles Davis, Max Roach, Duke Jordan e Tommy Potter (Paolo Mannelli)

20/10/2013

Quattro chiacchiere con...Attilio Berni: Una collezione di sax unica al mondo: ogni strumento vintage è "vittima" della propria evoluzione ed è plasmato dall'alito vitale insufflato al suo interno da chi lo ha posseduto. (Alceste Ayroldi)

07/04/2013

: La vita di una delle piu' grandi cantanti della storia della musica jazz, illustrata dalla matita sensibile e attenta di Brunella Marinelli.

17/03/2012

Seven Steps To Hendrix (Claudio Angeleri)- Gianni Montano

26/09/2010

Lester Young: These Foolish Things (Cronostoria di un errore). "Ormai è risaputo. lo sanno tutti ed è scritto su tutti i manuali di storia del jazz: il capolavoro di Lester Young è 'These Foolish Things', così come il "manifesto" di Coleman Hawkins è 'Body And Soul'. Già, ma mentre nel caso di Hawkins sappiamo bene di quale registrazione si parla qui su Lester abbiamo un po' di confusione. Ecco dove comincia questo scritto e l'errore compiuto da chi scrive..." (Marco Bonini)

06/03/2010

Charlie Parker - Vita e musica (Carl Woideck)- Marco Losavio

06/02/2010

Altre x-roads (Franco Minganti)- Franco Bergoglio

31/05/2009

Intervista a Ray Mantilla: "In America abbiamo davvero un grosso problema con l'economia. E per chi suona jazz è anche peggio. Per il tipico musicista di jazz le cose vanno male oggi...Ce ne sono tantissimi che non trovano lavoro e ingaggi in America. E gli americani sono spaventati. Ma ora, grazie a Dio! E' arrivato Obama. Ora che Obama è presidente le cose andranno sicuramente meglio. La gente poi lo ama davvero, almeno tanto quanto ultimamente odiava Bush." (Franco Bergoglio)

09/05/2009

Jazz poesia civile - Jazz '68 - A Charlie Chân piace il jazz? (Guido Michelone)

11/04/2009

LEZIONI (chitarra): Bird's Eye View (by Greg Howe), Jazz minor blues substitutions (Francesco Bonfanti)

14/12/2008

Nick The Nightfly e la Montecarlo Nights Orchestra con special guests Sarah Jane Morris, Michael Rosen, Mario Biondi al Blue note di Milano per presentare il cd "The Devil": "Nick the Nightfly ha presentato ogni brano, dialogando con il pubblico e raccontando anche divertenti aneddoti. Una serata molto piacevole e di effetto." (Eva Simontacchi)

23/11/2008

Il Giganti del Jazz (Studs Terkel)

10/02/2008

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 1 (Pietro Nicosia)

25/01/2008

Masterclass di Dave Liebman: "Di fronte a una sessantina di studenti dei corsi avanzati del CDpM di Bergamo ed altri provenienti da città limitrofe, Dave Liebman ha tenuto un seminario sugli aspetti ritmici dell'improvvisazione." (Claudio Angeleri)

01/11/2007

LEZIONI (piano): Pentatoniche e accordi per quarta (Claudio Angeleri)

18/08/2007

LEZIONI (Storia): Jammin' The Blues, The Sound Of Jazz, Jazz On a Summer's Day, tre prototipi di come documentare la performace, con estratti video. (Paolo Ricciardi)

14/08/2007

LEZIONI (piano): Altre pentatoniche (Claudio Angeleri)

07/08/2007

Invenzioni a più voci (Claudio Angeleri)

17/06/2007

LEZIONI (piano): Tonale/Modale (Claudio Angeleri)

28/04/2007

LEZIONI (Storia): Come si filma un'improvvisazione? Documentare la performance con video di Billie Holiday (Paolo Ricciardi)

27/04/2007

Le Opere in Digital Art di Bruno Pollacci sui grandi del Jazz.

27/04/2007

LEZIONI (Violoncello): Donna Lee, istruzioni per l'uso... (Lucio Franco Amanti)

07/04/2007

LEZIONI (piano): La pentatonica minore melodica (Claudio Angeleri)

07/04/2007

Intervista a Claudio Angeleri e le sue "città invisibili": "...i jazzisti sono artisti molto curiosi che hanno sempre fatto dialogare le arti...se noi parliamo di jazz è chiaro che parliamo di una storia, di una tradizione, di una cultura che ha una grande continuità; però tutto sommato non trovo così sconcertante che il jazz come musica incontri la poesia, il ballo, il movimento..." (Ugo Galelli)

18/03/2007

Nuova gallery di quadri curata da Henk Mommaas

12/03/2007

LEZIONI (piano): Scale pentatoniche e progressioni II – V - I (Claudio Angeleri)

09/01/2007

LEZIONI (piano): "Le scale pentatoniche tra tonale e modale", un nuovo spazio didattico curato da Claudio Angeleri che ripercorre l'uso delle scale pentatoniche nel jazz.

27/12/2006

LEZIONI (Storia): Bird, analisi del grandioso film di Clint Eastwood: "Rispetto alla tradizione del cinema biografia, Bird è un autentico capolavoro, dove il ritmo, continuamente mutato nei frequenti cambiamenti spazio-temporali sembra seguire quel ritmo interno che ha scosso la vita del vero Charlie Parker e che ha scosso inevitabilmente la storia del jazz." (Cinzia Villari)

04/06/2006

LEZIONI (piano): Piano solo, solo piano: un dilemma esplicato attraverso l'esecuzione del tema di My Foolish Heart in piano solo. (Claudio Angeleri)

02/06/2006

L'ultima gioventù (Alvise Bortolini)

16/05/2006

A Tribute to Charlie Parker (Francesco Cafiso & Strings)

17/04/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Un favoloso solo di Charlie Parker sul brano Scrapple from the Apple (Marcello Zappatore)

08/07/2005

LEZIONI (piano): Capitolo 9: Il pianoforte oggi - IIa parte. (Claudio Angeleri)

01/05/2005

LEZIONI (piano): Capitolo 9: Il pianoforte oggi. (Claudio Angeleri)

30/04/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Bird of Paradise, improvvisazione di Charlie Parker sull'armonia di "All The Things You Are". (F. Perina, N. Fazzini)

05/02/2005

LEZIONI (piano): Capitolo 8: Jazz in libertà. (Claudio Angeleri)

14/11/2004

LEZIONI (piano): Bill Evans e i pianisti di Davis. (Claudio Angeleri)

23/10/2004

Musiche dalle Città Invisibili (Claudio Angeleri Orchestra Tascabile)

23/10/2004

Musica dalle Città Invisibili: "Davanti ai nostri occhi i palazzi si fanno marmorizzati, stellati, come palazzi fatti di notte e di stelle, verdi, blu, gialli…. La realtà attorno a noi continua a cambiare, come in una incredibile fiaba!" (Eva Simontacchi)

03/09/2004

LEZIONI (piano): Capitolo 6: Gli anni cinquanta. (Claudio Angeleri)

01/05/2004

LEZIONI (piano): Il cool jazz, Jazz bianco e nero. (Claudio Angeleri)

14/03/2004

LEZIONI (piano): La rivoluzione del bebop: il pianismo di Thelonious Monk e Bud Powel. (Claudio Angeleri)

08/02/2004

Claudio Ageleri Ensemble in 'Musica dalle Città Invisibili': "...Siamo stati testimoni di un evento a mio parere straordinario, che andrebbe ascoltato e riascoltato..." (Eva Simontacchi)

08/02/2004

Eva Simontacchi, in occasione della prima assoluta di "Musica dalle Città Invisibili" ha intervistato Claudio Angeleri autore delle musiche ispirate all'opera di Calvino.

13/12/2003

LEZIONI (piano): Prosegue la storia degli stili pianistici. E' la volta dell'introduzione dello swing e delle riarmonizzazioni con protagonisti, tra gli altri, pianisti come Teddy Wilson, Art Tatum e Duke Ellington. (Claudio Angeleri)

26/10/2003

LEZIONI (piano): Capitolo2: Dagli albori del jazz a Kansas City. (Claudio Angeleri)

05/09/2003

LEZIONI (piano): Nuova sezione dedicata alla storia ed agli stili dell'improvvisazione pianistica. (Claudio Angeleri).

05/09/2003

LEZIONI (piano): Capitolo1: Ragtime e Stride piano. (Claudio Angeleri)

26/09/2002

Monk Keys della Claudio Angeleri Orchestra Tascabile con ospite Gianluigi Trovesi





Video:
Billie Holiday and Lester Young
the Pres seranades Billy Holiday with the smoothest sax solo ever...
inserito il 07/04/2013 21:00:00  da etkatz - visualizzazioni: 2834
Lester Young & Billie Holiday - part 1
Lester Willis Young (August 27, 1909 -- March 15, 1959),[1] nicknamed "Prez", was an American jazz tenor saxophonist and clarinetist. He als...
inserito il 07/04/2013 20:55:00  da Roy Gardnerra - visualizzazioni: 2719
Lester Young & Billie Holiday - part 2
Billie Holiday (born Eleanora Fagan[1] April 7, 1915 -- July 17, 1959) was an American jazz singer and songwriter. Nicknamed "Lady Day" by h...
inserito il 07/04/2013 19:43:00  da Roy Gardnerra - visualizzazioni: 2854
Lester Young & Billie Holiday - part 3
The 12-bar blues (or blues changes) is one of the most popular chord progressions in popular music, including the blues. The blues progression has a d...
inserito il 07/04/2013 19:43:00  da Roy Gardnerra - visualizzazioni: 2320
NPR Live at the Village Vanguard Webcast: Joe Lovano - January 12
On January 12th, celebrate the release of Joe Lovano's new Blue Note Recording, "Bird Songs" with a live webcast from the Village Va...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 3683
Joe Lovano - Bird Songs
Joe Lovano's new Blue Note recording, "Bird Songs," an exploration of the music of Charlie Parker featuring Us Five, drops January 1...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 4207
Enrico Rava Quintet Standards "Scrapple From The Apple" - Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in Scrapple From The Apple (C. Parker) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - SalernoEnrico R...
inserito il 04/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 3530
DARY -GRASSO Quintet "Sunday"
Nicolas DARY:tenor saxLuigi GRASSO:alto saxPasquale GRASSO: guitarMathias ALLAMANE:bassPhilippe SOIRAT:drumsLive Caveau de la Huchette 21/02/2010...
inserito il 16/03/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2814
Hampton Hawes Quartet 1958 - Crazeology
...
inserito il 07/03/2010  da JckDupp - visualizzazioni: 2296
Lester Young 1952 - Just You, Just Me
Recorded: New York City, NY August 4, 1952Personnel:Lester Young - Tenor SaxOscar Peterson - PianoBarney Kessel - Guitar Ray Brown - Bass J.C. Heard...
inserito il 12/02/2010  da JckDupp - visualizzazioni: 2624
Anthropology - Dizzie GIllespie / Charlie Parker - Davide Benecchi & The Jazz Masters
Davide Benecchi has achieved the diploma in "Mastering Jazz Guitar", a course held by Bebo Ferra at Accademia del Suono., "The Jazz Mas...
inserito il 04/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 3619
Lester Young Centennial Celebration
This collection celebrates the mature Lester Young of the 1950s, a reminder of a time when he would blow into town for a week performing with a local ...
inserito il 03/10/2009  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2982
Charlie Parker and Coleman Hawkins, Lester Young, et al 1950) - 1 of 2
This is one of two surviving sound films of Charlie Parker playing (and certainly the longest; the other is only 52 seconds long). Until recently, thi...
inserito il 14/12/2008  da kenjames64 - visualizzazioni: 2392
Bird, Bean, and Prez, et al (1950) - 2 of 2
Personnel:1. Ad Lib: Hank Jones (p), Ray Brown (b), Buddy Rich (d)2. Pennies From Heaven (unrecognizable): Bill Harris (tb), Lester Young (ts), Jones ...
inserito il 14/12/2008  da kenjames64 - visualizzazioni: 3582
Charlie Parker - All the things you are
Charles "Bird" Parker, Jr. (1920.08.29.-1955.03.12.) All The Things You Are...
inserito il 25/06/2008  da antonnio200 - visualizzazioni: 2609
Autumn Leaves - Bill Evans
"Autumn Leaves" is a much-recorded popular song. Originally a 1945 French song "Les feuilles mortes" (literally "Dead Leaves&...
inserito il 07/05/2008  da DrThiMarques - visualizzazioni: 1861
lester young jammin the blues
1944 lester young...
inserito il 03/04/2008  da velo12soa - visualizzazioni: 2334
Charlie Parker - "My old flame"
Charlie Parker (alto sax), Miles Davis (tromp.), Duke Jordan (piano), Tommy Potter (g), Max Roach (drums)...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2891
Charlie Parker - "Groovin' High"
Charlie Parker (alt. sax),, Herbie Williams (tromp.), Rollins Griffith (Piano), Jimmy Woode (bass), Marquis Foster (drums), Dec. 1953...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2708
Charlie Parker - "Moose the Mooche"
Charlie Parker (alt. sax), , Red Garland (piano), Billy Griggs (bass), Roy Haynes (drums), Live at Storyville Club, 10th March, 1953...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2928
Bireli lagrene - donna lee - ( charlie parker)
bireli tocando en en jazz vienne festival, el tema de charlie parker donna lee, con gipsy project....
inserito il 16/01/2008  da alejandrojazzmetal - visualizzazioni: 3094
Charlie Parker - Summertime (Jazz Instrumental)
Muy buena pieza...Summertime y el gran maestro Charlie Parker...que la disfruten...
inserito il 27/10/2007  da seann588 - visualizzazioni: 3113
Jammin' The Blues
1944 Lester Young and others - Jammin' the BluesDancers - Lindy Hop legends Archie Savage and Marie Bryant...
inserito il 22/06/2007  da swinginglance - visualizzazioni: 2882
Charlie Parker Sessions
Charlie Parker Sessions....
inserito il 06/02/2007  da servitecafe - visualizzazioni: 2112
Charlie Parker-Coleman Hawkins: Ballade
Norman Granz: Presents,Improvisation 1950...
inserito il 06/02/2007  da razalatinaPeru - visualizzazioni: 2207
Count Basie & His Orch. 1938 Randall's Island NYC
Lester Young is featured here. If you look closely you might see violinist Stuff Smith in the audience clapping along and guitarist Teddy Bunn on the ...
inserito il 14/11/2006  da jeangophile - visualizzazioni: 2358
The Death of Charlie Parker
Charlie Parker's death in 1955 was one of jazz's great tragedy's....
inserito il 06/11/2006  da flydguzmon - visualizzazioni: 2408


Inserisci un commento

© 2016 Jazzitalia.net - Claudio Angeleri - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 1.931 volte
Data pubblicazione: 03/12/2016

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti