Jazzitalia - Articoli: Il ruolo del walking bass nel Jazz modale - Paul Chambers in "So what".
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE

Il ruolo del walking bass nel Jazz modale - Paul Chambers in "So what"
di Giovanni "Geppo" Canale


Salve a tutti, l'argomento che oggi cercheremo di trattare potrebbe sembrare scontato ma in realtà non lo è. Ho letto in giro per il web molte lezioni riguardanti la costruzione di una linea di walking bass, ma ho notato che sono trattate sempre strutture armoniche predefinite (progressioni II - V - I o strutture cicliche Blues).

Quello che cercheremo di fare oggi è capire meglio il ruolo del walking bass nella musica modale, in cui il bassista dovrà costruire una linea sempre sullo stesso accordo.

Affrontiamo come esempio la classica "So What" di Miles Davis (album "Kind of Blue" 1959) e cerchiamo di capire cosa combini il mitico bassista Paul Chambers.

"So what" si basa su una struttura AABA dove la sezione A è totalmente in D-7 e la sezione B in Eb-7. Ogni struttura ha 8 misure per un totale di 32 misure per un chorus completo.

La tonalità di A sarà quindi DO maggiore e la tonalità di B sarà Db maggiore.

Una volta capita questa semplice struttura suoniamo lenti e a metronomo la linea costruita da Chambers nel primo chorus, cercando nelle sezioni A di sfruttare la corda libera del Re per muoverci il meno possibile sul manico e quindi ottenere un suono sempre deciso. Suoniamola finchè la parte non risulta famigliare alle nostre orecchie.


Adesso cerchiamo meglio di capire come viene costruita una linea del genere dal punto di vista ritmico e armonico. La prima cosa che si nota anche graficamente nello spartito sono i continui andamenti come li chiamo io "sinusoidali" o propriamente detti ascendenti e discendenti, vediamo come però Chambers abbia suddiviso mentalmente la linea in gruppi di 2 o 4 misure ciascuno.

Per esempio nella prima riga dello spartito vediamo le prime due misure mantenere un andamento discendente e le ultime due ascendente:

O come per esempio nella quarta riga l'andamento raggiunga la nota più acuta (Fa) a metà e poi discende verso le altre due misure, verso la sezione B.

Vista la lunghezza di ogni chorus quindi Chambers semplifica mentalmente in gruppi più piccoli la parte, fornendo un respiro più tranquillo e continuo al brano. Parlando di note invece vediamo come per gran parte del tempo sfrutti le scale relative agli accordi (per D-7 usa una scala di D dorico e su Eb-7 usa una scala di Eb dorico), in modo abbastanza diatonico, senza particolari salti di intervallo. Notiamo come nel primo movimento di ogni misura Chambers metta sempre le toniche o le quinte dell'accordo (nei primi movimenti di tutta la sezione A, alterna continuamente RE e LA, rispettivamente primo e quinto grado).

Guardando meglio la parte noteremo delle note "fuori" armonia:

- prima misura ultima nota, usa un SIb, che è una sesta minore dell'accordo, ma nel modo dorico abbiamo la sesta maggiore, infatti nella misura successiva risolve subito sul quinto grado (la).

- Ultima misura prima sezione A, usa un DO# che sarebbe la settima maggiore dell'accordo, ma è un accordo con settima minore, dopo risolve subito su un RE.

Ascoltando con attenzione tutto il brano sentiremo che queste seste minori e settime maggiori sono molto usate, in special modo alla fine di strutture, o alla fine di un andamento ascendente/discendente; Sono note che creano piccole tensioni all'interno della linea e fanno muovere piacevolmente la parte.

Riassumendo per costruire un'efficace linea di walking bass modale è necessario:

1- Ragionare non per singola misura ma per gruppi, al fine di ottenere un effetto più disteso.
2- Sfruttare i suoni ascendenti e discendenti per creare un flusso continuo che "gira" intorno all'accordo.
3- Sfruttare pienamente la scala relativa all'accordo e dosare con criterio i passaggi cromatici nei "bit di passaggio/deboli".
4- Piazzare sul primo "bit" di ogni misura sempre gradi forti dell'accordo, come per far sentire ai solisti:"ok, siamo proprio qui".
5- Enfatizzare i cambi di Armonia (usando sempre passaggi cromatici)

Poi ovviamente sta a cosa ci richiede il brano, dal mood in cui è suonato e dalle "frasi" pronunciate dagli altri membri della band. Un buon esercizio è senz'altro quello di trasporre queste linea in diverse tonalità, perlomeno in quelle più usate; provare diverse ditteggiature e magari costruire noi strutture per vedere come gestire al meglio le modulazioni. Per esempio potremmo suonare:

Dove in A e B l'armonia non cambia, ma soltanto l'accordo; e in C c'è una modulazione! Forse più che una lezione questa è stata un'analisi; ma in fondo è così che si impara il Jazz.

Fate vostre queste semplici osservazioni e andate alla ricerca del vostro suono.

Spero di esservi stato d'aiuto.

Giovanni "Geppo" Canale.
geppo.canale@gmail.com

Giovane Bassista Padovano che dopo le prime esperienze Pop/Rock/Metal ha trovato nel Jazz un modo per esprimere le proprie idee e mettersi in dialogo con altri musicisti in totale libertà.  Studia dal 2007 presso il "modern music institute" di Padova sotto la guida di Fabio Fecchio.  Tutt'ora continua a studiare il jazz con passione e interesse, imparando le frasi dei suoi musicisti preferiti come Paul Chambers, Charlie Haden, John Coltrane, Thelonious Monk, Jaco Pastorius, Dexter Gordon, Marcus Miller ed Elvin Jones. Attualmente suona con Playbei (opera teatrale rock), GGPL (duo basso-tromba Jazz) e Acoustic Mood (repertorio acustico riarrangiato). Ha registrato in studio per alcune Band giovanili padovane e ama scrivere sempre nuovi pezzi per basso solista o anche per formazioni più allargate. Vista la sua giovane età in ambiente jazzistico è sempre molto umile e accoglie sempre ad orecchie aperte critiche e insegnamenti.
Impartisce lezioni private di Basso elettrico a Padova.





Le altre lezioni:
20/08/2017

Around Jazz: intervista a Papa Dj: "...la musica è la protagonista principale della nostra comunicazione, riesce ad abbattere barriere politiche, sociali e religiose, un pezzo bello diventa collante tra popoli e culture, questa è la potenza della musica." (Alceste Ayroldi)

24/04/2017

Intervista a Pino Jodice: "...le orchestre sono la massima espressione artistica musicale, umana e sociale; con l'orchestra si crea bellezza, civiltà e cultura, si coltiva l'intelligenza." (Marco Losavio)

05/02/2017

Quegli anomali discepoli di Thelonious : "Monk non solo era consapevole che quello stava facendo era giusto ma anche di altissimo livello artistico..." (Claudio Angeleri)

14/06/2015

Intervista a Greta Panettieri : "...tutto parte dalla scoperta di una grandissima passione, perchè da lì ho iniziato a scoprire il jazz con la foga dell'adolescenza, a gran velocità." (Laura Scoteroni)

12/06/2015

LEZIONI (chitarra): Analisi del brano "Doxy" di Sonny Rollins (Donatello Polidoro)

26/02/2015

LEZIONI (Trascrizioni): Out of Nowhere - Charlie Parker. Seduta del 4 novembre 1947 insieme a Miles Davis, Max Roach, Duke Jordan e Tommy Potter (Paolo Mannelli)

19/05/2014

Blue. Chi ha ucciso il jazz? (Eric Nisenson)- Marco Losavio

07/01/2014

Miles on Miles – Incontri con Miles Davis (Paul Maher Jr., Michael K. Dorr)- Marco Losavio

12/05/2013

Miles Davis rewind (Guido Michelone - Gianfranco Nissola)- Gianni Montano

18/08/2011

Miles Davis. Il sound del futuro (Guido Michelone)- Franco Bergoglio

19/12/2010

Bitches Brew 40th Anniversary Deluxe Edition Box (Miles Davis)- Vittorio Pio

15/11/2010

Live in Rome & Copenhagen 1969 (Miles Davis Quintet)- Giovanni Greto

09/07/2010

In diretta da Umbria Jazz 2010. (Marcello Migliosi)

09/05/2010

Jazz! (John F. Szwed)- Alceste Ayroldi

18/04/2010

Una vita con il sax (Armando Brignolo)- Marco Losavio

25/03/2010

Hal McKusick si racconta. Il jazz degli anni '40-'50 visti da un protagonista forse non così noto, ma presente e determinante come pochi. "Pochi altosassofonisti viventi hanno vissuto e suonato tanto jazz quanto Hal Mckusick. Il suo primo impiego retribuito risale al 1939 all'età di 15 anni. Poi, a partire dal 1943, ha suonato in diverse tra le più interessanti orchestre dell'epoca: Les Brown, Woody Herman, Boyd Reaburn, Claude Thornill e Elliot Lawrence. Ha suonato praticamente con tutti i grandi jazzisti tra i quali Art Farmer, Al Cohn, Bill Evans, Eddie Costa, Paul Chambers, Connie Kay, Barry Galbraith e John Coltrane." (Marc Myers)

06/01/2010

Bitches brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis (Merlin Enrico - Rizzardi Veniero)- Franco Bergoglio

13/12/2009

The Complete Columbia Album Collection (Miles Davis)- Vittorio Pio

20/08/2009

Miles live e in studio (Richard Cook)- Franco Bergoglio

03/01/2009

LEZIONI (Trascrizioni): Il solo di Miles Davis su "It could happen to you" da "Relaxin' with the Miles Davis Quintet" (Andrea Sorgini)

19/10/2008

Kind Of Blue (50th Anniversary De Luxe Edition) (Miles Davis)

03/05/2008

Birdland 1951 (Miles Davis)

01/11/2007

LEZIONI (piano): Pentatoniche e accordi per quarta (Claudio Angeleri)

18/03/2007

Nuova gallery di quadri curata da Henk Mommaas

11/02/2007

Intervista a Eddie Gomez: "Tutto ciò che io ho studiato, tutto ciò a cui mi sono interessato, non è stato premeditato. Il mio interesse si è sviluppato col tempo. A 21 anni forse potevo dire di aver appreso qualcosa di questa storia, e di quella e di quell'altra ... Poi, nei miei anni succesivi con Bill Evans, ho appreso ancora di più della tradizione ... e sto ancora imparando..." (Adriana Augenti)

17/04/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Un favoloso solo di Charlie Parker sul brano Scrapple from the Apple (Marcello Zappatore)

04/04/2006

I dipinti dei grandi del jazz di Mauro Angiargiu

03/01/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Il solo di Miles Davis sul brano Half Nelson dell'album "The Prince of Darkness" (Marcello Zappatore)

16/12/2005

Nuova gallery con i quadri di Manlio Noto

03/06/2005

Riedizioni 2005 (Miles Davis)

21/03/2004

Kind of Blue - Io & MIles Davis (Quincy Troupe - Ashley Khan)





Video:
The Miles Davis Story (Sub Ita)
Nessuna descrizione disponibile....
inserito il 18/09/2011  da Greengrassmusic - visualizzazioni: 3886
Lonnie Liston Smith w/Alessio Menconi, Massimo Moriconi, Lee Pearson @ Eddie Lang Jazz Festival 2011
Lonnie Liston Smith w/Alessio Menconi (guitar) Massimo Moriconi (bass) & Lee Pearson (drums) @ Eddie Lang Jazz Festival 2011http://www.eddielang.o...
inserito il 23/08/2011  da HandEyeFamilyMusic - visualizzazioni: 3609
Miles Davis Human Nature (solo Kenny Garrett)
Miles Davis-trumpetKenny Garrett-saxophoneFoley-guitarRicky Wellman-drumsRichard Patterson-bass1991...
inserito il 25/05/2011  da kmpp16 - visualizzazioni: 2876
Miles Davis - The Last Performance - Jazz à Vienne 1991 (Official)
Directed by : Patrick SaveyExclusive -- The last Miles Davis with his band filmed concert, on 1991 July 1st. Filmed at the Vienne Roman theater, feat ...
inserito il 29/11/2010  da Zycopolis - visualizzazioni: 2791
Miles Davis Time After Time Montreux 1988 - Google Chrome.flv
Miles......
inserito il 05/11/2010  da BlackMax58 - visualizzazioni: 2914
2010 Grammy Nominated Roy Hargrove Big Band - Roy Allan (Jazz A Vienne Excerpt)
Purchase "EMERGENCE" at Amazon: http://www.amazon.com/gp/product/B002..., at iTunes: http://itunes.apple.com/us/album/emer..., , Filmed live...
inserito il 20/12/2009  da GroovinHighRecordsUS - visualizzazioni: 2956
Miles Davis - Heavy Metal
Miles Davis - Live in Germany (1988)Miles Davis - trumpet, keyboardsKenny Garrett - saxophone, fluteBobby Irving - keyboardsAdam Holzman - keyboardsBe...
inserito il 03/07/2009  da Neidhardt84 - visualizzazioni: 3141
Miles Davis in Concert ( Kenny Garrett solo )
Warsaw 1988...
inserito il 10/10/2008  da darominu - visualizzazioni: 3391
Miles Davis - In A Silent Way, New Blues LIVE STUTTGART ´88 [HQ]
Inicio del concierto Miles en Stuttgart '88....
inserito il 08/10/2008  da juandirecto - visualizzazioni: 3255
Avishai Cohen - Smash
...
inserito il 19/08/2008  da luccabf - visualizzazioni: 3026
Keith Jarrett about Miles Davis and the Very Slow Beat
Keith Jarrett tells a story about Miles Davis and how this great musician explained a very slow beat to a drummer. Very funny!...
inserito il 08/07/2008  da frafrafrafrabla - visualizzazioni: 2880
Marcus Miller - So What (Live)
Marcus Miller performs live playing a Miles Davis classic, So What....
inserito il 28/06/2008  da tonchi2a - visualizzazioni: 3000
Jazz istruzioni per l'uso paolo fresu
...
inserito il 14/05/2008  da esomare - visualizzazioni: 3701
Charlie Parker - "My old flame"
Charlie Parker (alto sax), Miles Davis (tromp.), Duke Jordan (piano), Tommy Potter (g), Max Roach (drums)...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 2931
Miles davis & Marcus miller - mr pastorius
video do miles davis & marcus miller - mr pastorius mtv jazz...
inserito il 18/07/2007  da caoamarelo - visualizzazioni: 3225
Miles Davis & John Scofield
http://worldmusicstore.com.au Purchase this DVD by clicking above:...
inserito il 13/07/2007  da ozmusicshop - visualizzazioni: 3154
WOODY SHAW: "To Kill A Brick" - Monterey Jazz Fest. (1979)
http://www.WoodyShaw.com...
inserito il 25/03/2007  da WoodyShawdotcom - visualizzazioni: 2998
Miles Davis - Herbie Hancock - Wayne Shorter - Ron Carter -
Miles Davis - Herbie Hancock - Wayne Shorter - Ron Carter - tony williams Stockholm 1963...
inserito il 19/02/2007  da moresco63 - visualizzazioni: 3178
Miles Davis - Wayne Shorter - Herbie Hancock - Ron Carter -
...
inserito il 25/01/2007  da moresco63 - visualizzazioni: 2939
Miles Davis: Walkin'
The Miles Davis Quintet digs into this classic on November 7, 1967 at the Stadthalle, Karlsruhe, Germany....
inserito il 20/12/2006  da pixaninny - visualizzazioni: 3123
miles davis electric 73
calypso frelimo at newport...
inserito il 08/10/2006  da milesdewey - visualizzazioni: 2891
Miles Davis Quintet - 1967 - Footprints
The video is actually from a concert done on October 31, 1967 in Sweden. Miles and the band were in Europe, playing in a concert package dubbed "...
inserito il 18/08/2006  da edmarxxx - visualizzazioni: 2899
John Coltrane w/ Wynton Kelly Trio VERY RARE
John Coltrane, Wynton Kelly, Paul Chambers, Jimmy Cobb-- RARE!...
inserito il 21/07/2006  da jazzclassic - visualizzazioni: 3005
BURN : Miles davis w/santana & Robben ford
Miles Davis Octet with Carlos SantanaAmnesty International's 25th Anniversary Benefit ConcertGiants Stadium, East Rutherford, NJJune 15, 1986...
inserito il 04/07/2006  da ricosantana - visualizzazioni: 2617
Miles davis et John Coltrane - So what
http://deepsound.net - Miles Davis and John Coltrane play one of the best renditions of SO WHAT ever captured on film-Live in 1958. Edit : in fact, wa...
inserito il 14/05/2006  da Deepsound - visualizzazioni: 2978
George Benson blues miles davis tribute
George Benson & mIles Davis...
inserito il 09/03/2006  da Bendrobert2005 - visualizzazioni: 3185


Inserisci un commento

© 2012 Jazzitalia.net - Giovanni Canale - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 7.697 volte
Data pubblicazione: 28/01/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti