Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Tremolo sugli accordi
di Danilo Comerio
xigaze@libero.it

Per una buona riuscita del tremolo è fondamentale il movimento della mano destra che alterna velocemente pennate giù e sù. Cercate di tenere il plettro tra le dita con poca pressione in modo da farlo scivolare sulle corde. Altra cosa importante è quella di fare un movimento di polso e non d'avambraccio per ridurre al minimo l'ampiezza del movimento della mano destra in modo da essere più veloci; pennate tra la buca e il ponticello.

Il movimento della mano destra non è casuale ma si muove su suddivisioni ben precise che possono essere interpretate come terzine d'ottavi, sestine di sedicesimi, quartine di sedicesimi e trentaduesimi a seconda dell'unità di tempo che si prende come riferimento. Per intenderci, se un brano viene scritto in quattro quarti e l'unità di tempo è 200 (battiti al minuto), la mano destra si muoverà sulle terzine d'ottavi (per quanto riguarda la velocità è come se eseguissi dei sedicesimi a 150) ma potrebbe anche muoversi, sempre che lo si riesca a fare, sulle quartine di sedicesimi; se il brano fosse invece di 100 battiti al minuto, la suddivisione ritmica potrà essere rappresentata da sestine di sedicesimi oppure da trentaduesimi. In definitiva a seconda della velocità di un brano le suddivisioni ritmiche per ottenere il tremolo possono essere molteplici.


Potete cominciare eseguendo la ritmica solo con il suono stoppato ottenuto appoggiando la mano sinistra sulla tastiera; in questo modo potete ben concentrarvi sul movimento della mano destra che dovrà pennare in modo regolare sul tempo. Nei due esempi sopra sono state usate terzine di ottavi per un tempo a 150 di metronomo e quartine di sedicesimi per un tempo a 100 di metronomo; la velocità della mano destra rimane invariata, ma quello che cambia sono gli accenti, dove, di base (dico di base perché gli accenti possono essere spostati a piacimento in qualsiasi punto della suddivisione) per la suddivisione a terzine avremo un accento ogni tre oppure ogni sei, mentre per i sedicesimi avremo un accento ogni quattro.

Andremo ora ad eseguire l'esercizio sulla sequenza armonica "Minor swing" che è basata sugli accordi di Am (I°grado), Dm (IV°grado) e E7 (V°grado). Utilizzerò una sola forma di accordo che verrà traslata lungo la tastiera:

La Forma di accordo utilizzata è quella che comunemente si utilizza per l'accordo semidiminuito o per l'accordo di 9° di dominante senza la fondamentale, che verrà traslata lungo la tastiera (per chi non avesse una adeguata conoscenza riguardo le similitudini dell'accordo semidiminuito e volesse capirne qualcosa di più, rimando alla mia prima lezione che riguarda appunto tale argomento). Ho utilizzato una sola forma di accordo per far sì che ci si possa concentrare soprattutto sul movimento della mano destra che rulla;una volta assimilato il movimento vi potrete sbizzarrire nel trovare nuovi rivolti per gli accordi utilizzati (le possibilità sono veramente tante).

Sequenza armonica e relativo esempio audio:



File Audio

L'esercizio potrebbe anche essere scritto nel seguente modo e ai fini dell'esecuzione nulla cambierebbe:

ma visto che l'esercizio si riferisce alla sequenza armonica di "Minor swing" brano di sedici misure, la notazione musicale più consona è la prima perché mantiene le sedici misure; nonostante il primo esempio sia scritto in 4/4 verrà senz'altro più comodo pensarlo in 2/2 con accenti sul primo movimento di ogni tempo che il metronomo scandirà a 90 battiti al minuto.

Suggerimenti per quanto riguarda l'uso del metronomo
U
na volta suonato il brano in 2/2 a 90 di metronomo possiamo impostarlo in 4/4 a 135 suonando quartine di sedicesimi per ogni battito; la velocità della mano destra rimarrà invariata ma cambieranno gli accenti perché sono passato da una suddivisione a terzine di ottavi ad una di sedicesimi. Si potrebbe anche impostare il metronomo in 2/2 a circa 67/68 battiti al minuto (la velocità giusta sarebbe 67,5) e suonare dei trentaduesimi (otto note per ogni battito). Potete notare che a parità di velocità della mano destra potete esercitarvi con diverse suddivisioni ritmiche impostando diverse velocità di metronomo.

Calcoliamo le velocità di metronomo partendo da un tempo a 200 in 4/4 (parto da una velocità a 200 per far sì che con i vari calcoli ottengo tutti numeri senza decimali):

tempo velocità di metronomo suddivisione
4/4 200 terzine di ottavi

200:4=50 50x3=150

tempo velocità di metronomo suddivisione
4/4 150 quartine di sedicesimi

200:2=100

tempo velocità di metronomo suddivisione
4/4 100 sestine di sedicesimi

150:2=75

tempo velocità di metronomo suddivisione
4/4 75 trentaduesimi

Inoltre posso anche impostare il metronomo in 2/2:

tempo velocità di metronomo suddivisione
2/2 100 terzine di ottavi
2/2 75 quartine di sedicesimi

Ogni volta che cambiate suddivisione e tempo di metronomo sarà come fare un nuovo esercizio. Buon lavoro.






Le altre lezioni:
04/02/2007

LEZIONI (chitarra): Utilizzo degli arpeggi per improvvisare (IIa parte) (Danilo Comerio)

14/10/2006

LEZIONI (chitarra): Utilizzo degli arpeggi per improvvisare (1°parte) (Danilo Comerio)

06/02/2005

LEZIONI (chitarra): Ritmo bolero in stile manouche (Danilo Comerio)

04/09/2004

LEZIONI (chitarra): Ritmica manouche (2a parte): nuovi accorgimenti e il brano 'Minor Swing' di Django. (Danilo Comerio)

07/02/2004

LEZIONI (chitarra): Ritmica manouche: accorgimenti riguardanti il modo di accompagnare con la tecnica manouche. (Danilo Comerio)

01/07/2003

LEZIONI (chitarra): Accordi manouche. Alcune posizioni che il grande Django Reinhardt adottava nella sua incredibile tecnica. (Danilo Comerio)

08/12/2002

LEZIONI (chitarra): Le Triadi: maggiore, minore, diminuita ed eccedente (Danilo Comerio)

10/07/2002

LEZIONI (chitarra): Sotituzione di tritono (o di quinta diminuita) - 2a parte (Danilo Comerio)

08/06/2002

LEZIONI (chitarra): Sostituzione di tritono (o di quinta diminuita). Posizioni, segreti e...14 esempi! (Danilo Comerio)

30/03/2002

LEZIONI (chitarra): L'accordo semidiminuito nel blues con voicing di esempio (Danilo Comerio)

13/02/2002

LEZIONI (chitarra): Nuova sezione di chitarra curata da Danilo Comerio. La prima lezione è sull'accordo semidiminuito.







Inserisci un commento

© 2002, 2005 - Jazzitalia.net - Danilo Comerio - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 33.093 volte
Data pubblicazione: 11/08/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti