Jazzitalia - Lezioni Armonia: I Modi - Lezione 2: I modi della scala maggiore e delle scale minori
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Lezione 2: I modi della scala maggiore e delle scale minori
di Fabio Di Cocco
fabiodicocco@tiscalinet.it

TEORIA
P
remesso che ogni modo è una scala a sé stante, con un suono proprio, il metodo più comunemente usato per inquadrarli è quello di ottenerli dalle scale maggiori o minori rivoltandole, cioè facendo iniziare la stessa scala da ognuno dei suoi gradi. In questa maniera i modi si ricavano molto facilmente, ma c'è il pericolo di considerarli e sentirli solo come rivolti della scala di provenienza. E' importante, proprio per questo motivo, relazionare immediatamente ogni modo alla sua scala più vicina, cioè la scala che gli è più simile costruita sulla stessa tonica. Ad esempio, posso prima ottenere facilmente mi frigio come rivolto di do maggiore, a partire dal suo terzo grado, e poi confrontarlo con la scala di mi minore naturale, rispetto alla quale presenta la seconda abbassata. Questo procedimento consente di individuare i cosiddetti "color tone", cioè le note che, differenziando il modo dalle scale minori o maggiori, gli conferiscono una specifica sonorità. Conoscere la sonorità dei diversi modi è un obiettivo primario, per poterli usare consapevolmente; per scegliere, cioè, un modo per la sua specifica peculiarità di suono. Per questo, nell'elenco che segue, troverete su tutti i modi ricavati da una tonalità (do maggiore), la formula e la relazione con la scala simile. La formula permette di ridurre e memorizzare i singoli intervalli che compongono il modo. I soli numeri indicano gli intervalli maggiori (2, 3, 6 e 7 indicano rispettivamente seconda, terza, sesta e settima maggiore) e quelli giusti (4 e 5 indicano quarta e quinta giusta). Gli intervalli minori sono indicati con b2, b3, b6 e b7; quelli aumentati con #4 e #5, e quelli diminuiti con b4 e b5.

La relazione con la scala più vicina permette invece di ricavare il modo ricordando in cosa si differenzia da una scala maggiore o minore, evidenziando così i color tones; sapere ad esempio che il modo lidio corrisponde a una scala maggiore con la quarta aumentata, oppure il dorico a una scala minore naturale con la sesta innalzata.

Ci sono dunque tre sistemi per memorizzare i modi: la tonalità di provenienza, la formula e le differenze con le scale maggiori e minori. Ognuno di noi preferisce percorsi diversi, per cui consiglio di adottare quello che vi risulta più semplice e naturale. Per fare un esempio, posso ottenere si locrio con i tre sistemi:

1. pensando che, essendo il settimo modo di do maggiore, corrisponde alla scala di do maggiore a partire da si.
2. memorizzando la formula, che per il locrio è 1 b2 b3 4 b5 b6 b7 8, e applicandola alla tonica si.
3. ricordando che, rispetto alla scala di si minore naturale, il modo locrio presenta seconda e quinta abbassate.

Questi sistemi sono utili per memorizzare i modi, ma vanno considerati provvisori. Lo scopo che bisogna raggiungere è la conoscenza della sonorità di ogni modo, e questo si può raggiungere solo con molto esercizio.

ANALISI
A
nalizzeremo ora i modi della scala maggiore e delle scale minori; di queste considereremo solo armonica e melodica, poiché la minore naturale sviluppa gli stessi modi della sua relativa maggiore. Quelli che seguono sono i sette modi della scala maggiore (do maggiore nell'esempio):

DO IONICO



corrisponde esattamente alla scala maggiore.


RE DORICO



corrisponde a una scala minore naturale con la sesta innalzata.

MI FRIGIO



corrisponde a una scala minore naturale con la seconda abbassata.

FA LIDIO



corrisponde a una scala maggiore con la quarta innalzata.


SOL MISOLIDIO

corrisponde a una scala maggiore con la settima abbassata.

LA EOLIO


corrisponde esattamente alla scala minore naturale.

SI LOCRIO


corrisponde a una scala minore naturale con seconda e quinta abbassata.

Ecco i modi derivati dalla scala di do minore melodica:

DO IPOIONICO (o minore melodico, o tonica minore)



corrisponde esattamente a una scala minore melodica.

RE FRIGIO-DORICO (o dorico b2)


corrisponde a una scala minore naturale con seconda abbassata e sesta innalzata.

MIb LIDIO AUMENTATO


corrisponde a una scala maggiore con quarta e quinta innalzate.

FA LIDIO DOMINANTE (o lidio b7)


corrisponde a una scala maggiore con quarta innalzata e settima abbassata.

SOL MISOLIDIO b13 (o misolidio b6, o hindu)


corrisponde a una scala maggiore con sesta e settima abbassate.

LA SEMIDIMINUITO (o locrio #2)


corrisponde a una scala minore naturale con la quinta abbassata.

SI ALTERATO (o superlocrio)



La presenza contemporanea di terza maggiore (mi bemolle, cioè re diesis) e terza minore (re naturale) appare di difficile spiegazione. Anche se l'accordo presente nel modo (su 1, 3, 5 e 7) è semidiminuito, l'interpretazione comune è di considerare la terza maggiore quella effettiva, e di leggere la terza minore come nona aumentata. Per questo il modo alterato si usa sugli accordi di dominante.


Infine, i modi della scala minore armonica:

DO IPOIONICO b6 (o minore armonico)


corrisponde a una scala minore armonica

RE LOCRIO #6


corrisponde a una scala minore naturale con seconda e quinta abbassate e sesta innalzata

MIb IONICO AUMENTATO


corrisponde a una scala maggiore con la quinta aumentata

FA LIDIO MINORE


corrisponde a una scala minore naturale con quarta e sesta innalzate

SOL MISOLIDIO b2 b6


corrisponde a una scala maggiore con seconda, sesta e settima abbassate

LAb LIDIO #2


corrisponde a una scala maggiore con seconda e quarta innalzate

SI SUPERLOCRIO DIMINUITO


corrisponde a una scala minore naturale con seconda, quarta, quinta e settima abbassate (la settima, già minore, diviene diminuita).

Tutti i modi che abbiamo osservato erano derivati dalle scale di do maggiore, do minore melodica e do minore armonica, ed erano di conseguenza costruiti sui gradi delle suddette scale. Per maggiore chiarezza, consideriamo ora tutti i modi costruiti sulla tonica do: saranno ovviamente ognuno appartenente a una tonalità diversa, indicata tra parentesi.


PRATICA
M
ai come in questo caso la pratica assidua è importante: l'uso disinvolto dei modi dipende prima di tutto da questo. Consiglio tre tipi di esercizio:
  1. Suonare tutti i modi derivati da ognuna delle dodici tonalità maggiori e minori (tutti i modi di do, do min arm, do min mel, do#, do# min arm, do# min mel, ecc.)
  2. Suonare tutti i modi costruiti su ognuno dei dodici suoni dell'ottava (do ionico, do dorico, do frigio…; do# ionico, do# dorico, do# frigio, ecc).
  3. Suonare tutti i modi uguali costruiti su ognuno dei suoni dell'ottava (do ionico, do# ionico, re ionico, re# ionico…; do dorico, do# dorico, re dorico, ecc).

E' un lavoro molto lungo, ma è necessario per acquisire la giusta conoscenza dei ventuno modi.

Alla prossima puntata!




in tutti i negozi a 12 euro.




Le altre lezioni:
18/05/2014

LEZIONI (Armonia): Applicazione modale e coefficiente tensivo. (Luca Gianquitto)

14/04/2014

LEZIONI (Armonia): Modi a tonica costante della scala Maggiore Armonica, scala Maggiore, scala Minore Melodica e scala Minore Armonica. (Luca Gianquitto)

22/03/2014

LEZIONI (Armonia): Modi a tonica costante della scala Minore Napoletana e approccio al 'Modo nel Modo' (Luca Gianquitto)

15/02/2014

LEZIONI (Armonia): Short V - I Material. (Luca Gianquitto)

15/02/2014

LEZIONI (Armonia): Accordi di settima tonali nelle cinque scale madre (Luca Gianquitto)

12/01/2014

LEZIONI (Armonia): Short V - I Material. (Luca Gianquitto)

12/01/2014

LEZIONI (Armonia): Long V - I Material. (Luca Gianquitto)

02/12/2013

LEZIONI (Armonia): Esempio di una composizione e fraseggi nella scala Maggiore Armonica. (Luca Gianquitto)

01/09/2013

LEZIONI (Armonia): Accordi di settima, cadenza e simmetrie nella scala Maggiore Armonica. (Luca Gianquitto)

02/06/2013

LEZIONI (Armonia): Accordi di settima, permutazioni e simmetrie nella scala Minore Napoletana. (Luca Gianquitto)

16/04/2013

LEZIONI (Armonia): Le scale napoletane nel jazz. Elementi di base sulle scale napoletane. (Luca Gianquitto)

17/03/2013

LEZIONI (Articoli): Sigle degli accordi musicali: analisi dei vari modi di indicare gli accordi (Autori Vari)

27/02/2010

LEZIONI (Armonia): Le diteggiature degli intervalli (Paolo Guiducci)

03/01/2010

LEZIONI (Armonia): Appunti di Armonia Musicale Jazz (Franco Ivaldi)

22/11/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - Gli schemi e le diteggiature degli accordi. Diteggiature trasportabili: triadi e accordi estesi (Paolo Guiducci)

15/11/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - Gli schemi e le diteggiature degli accordi: Come si legge la diteggiatura di un accordo (Paolo Guiducci)

15/11/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - Gli schemi e le diteggiature degli accordi. Diteggiature aperte: triadi e accordi estesi (Paolo Guiducci)

20/09/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Ungherese Maggiore (Paolo Guiducci)

20/09/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Enigmatica (Paolo Guiducci)

20/09/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Napoletana (Paolo Guiducci)

20/09/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Napoletana Minore (Paolo Guiducci)

20/09/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Cromatica (Paolo Guiducci)

02/06/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Diminuita Arpeggiata (Paolo Guiducci)

02/06/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala a Toni Interi (Paolo Guiducci)

02/06/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Maggiore Armonica (Paolo Guiducci)

02/06/2009

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Orientale (Paolo Guiducci)

03/01/2009

LEZIONI (chitarra): La tastiera della chitarra: la Scala Pentatonica Maggiore (Paolo Guiducci)

03/01/2009

LEZIONI (chitarra): La tastiera della chitarra: la Scala Minore Armonica (Paolo Guiducci)

03/01/2009

LEZIONI (chitarra): La tastiera della chitarra: la Scala Minore Melodica (Paolo Guiducci)

03/01/2009

LEZIONI (chitarra): La tastiera della chitarra: la Scala Diminuita (Paolo Guiducci)

31/08/2008

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: Gli schemi e le diteggiature delle scale (Paolo Guiducci)

31/08/2008

LEZIONI (Armonia): Parte seconda - La tastiera della chitarra: La Scala Maggiore (Paolo Guiducci)

31/08/2008

LEZIONI (Armonia): Lezione 8: Usi irregolari (Fabio Di Cocco)

24/06/2008

LEZIONI (Armonia): Parte prima - Teoria generale: I fondamenti dell'armonia tonale (Paolo Guiducci)

10/02/2008

LEZIONI (Armonia): I modi della scala maggiore ed il loro sviluppo armonico (Giovan Battista Salinetti)

10/02/2008

LEZIONI (Armonia): Unificazione di accordi (Fabio Di Cocco)

09/02/2008

LEZIONI (Armonia): Parte prima - Teoria generale: Gli accordi (Paolo Guiducci)

04/11/2007

LEZIONI (Armonia): Parte prima - Teoria generale: Le Scale (Paolo Guiducci)

16/08/2007

LEZIONI (Armonia): Parte prima - Teoria generale: Il Suono (Paolo Guiducci)

15/02/2007

LEZIONI (Armonia): Uso politonale dei modi (Fabio Di Cocco)

02/11/2006

LEZIONI (Armonia): Uso tonale dei modi (Fabio Di Cocco)

04/06/2006

LEZIONI (Armonia): Pertinenza dei modi (Fabio Di Cocco)

22/07/2005

LEZIONI (Armonia): Appunti di Armonia n° 12: accordi, scale, gradi, tonalità (Giò Rossi)

14/05/2005

LEZIONI (Armonia): Percorso armonico. (Fabio Di Cocco)

07/02/2005

LEZIONI (Armonia): Appunti di armonia n° 11: I modi e l'improvvisazione. (Giò Rossi)

14/11/2004

LEZIONI (Armonia): Al via un corso dedicato ai modi e al loro utilizzo. (Fabio Di Cocco)

19/06/2004

LEZIONI (Armonia): Tornano le lezioni di armonia di Giò Rossi. Applicare il modo giusto al momento giusto...

27/05/2004

An evening with G. Gershwin (Fabio Di Cocco)

02/10/2003

LEZIONI (Armonia): Nuova lezione di armonia. Accordi alterati, sesta napoletana e...(Giò Rossi)

26/01/2003

LEZIONI (Armonia): Due esaurienti lezioni sulla fantomatica sostituzione di tritono e ... sulla bruschetta! (Giò Rossi)

10/08/2002

LEZIONI (Armonia): Cadenze "da minore" verso un maggiore? Pare si possa, grazie alla scala di...Hauptmann (Gio Rossi)

28/04/2002

Made in Italy (Fabio Di Cocco Trio). CD di successi italiani in chiave jazzistica.

05/04/2002

LEZIONI (armonia): Esercizi di armonia: allegato alla lezione 5.

31/12/2001

LEZIONI (armonia): Le modulazioni e le regioni secondo il parere della...zia!

22/09/2001

La scala minore è più bella della maggiore? Il risotto è più buono della pasta? Dipende...(armonia)

09/09/2001

Gli intervalli. Un intervallo è il momento della merenda, lo spazio tra due tempi di una partita di calcio e...la distanza fra due note (Armonia)

02/08/2001

Relazioni tra gli accordi di una tonalità e la scala generatrice. (armonia)

02/06/2001

Gio Rossi ci conduce con semplicità e precisione nei meandri dell'armonia. Si comincia con: il sistema tonale.





Video:
Video Blue Moon - Ahmad Jamal
http://itunes.apple.com/fr/album/blue-moon/id496348341Blue Moon is not just Ahmad Jamal's latest album, it's his latest masterpiece, suffused with a f...
inserito il 05/12/2011  da - visualizzazioni: 4903
Jazz Istruzioni per l'uso roberto gatto
...
inserito il 14/05/2008  da esomare - visualizzazioni: 5384



Inserisci un commento

© 2004, 2005 Jazzitalia.net - Fabio Di Cocco - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 120.404 volte
Data pubblicazione: 07/02/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti