Jazzitalia - Lezioni Flauto: Lezione 9 - Gioco Motivico
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Gioco motivico
di Geoff Warren
info@geoffwarren.com

Cominciamo questa lezione con un paio di premesse:

Premessa 1) Il jazz è una musica tonale ma cromatica.

Premessa 2) Il jazz è una musica cromatica ma tonale.

A questo punto qualcuno mi potrebbe contestare citando i tentativi di jazz dodecafonico di Gunther Schueller negli anni '50 o magari qualche brano "free" dove la tonalità è piuttosto vaga, ma tutto sommato il jazz per i suoi fraseggi e per la sua espressività si nutre della tonalità.

Detto questo, il nostro compito come solisti è di poter suonare ogni motivo, fraseggio, o riff in qualsiasi tonalità e da qui parte il gioco che verrà spiegato in questa lezione.

Prendiamo un semplice motivo di 4 note: DO RE MI SOL.

Un motivo di quattro note è molto utile perché spesso suoniamo in 4/4 con i nostri fraseggi che viaggiano in ottavi e quindi questo nostro motivo occupa giusto mezza battuta.

Potete pensare a questo motivo come un arpeggio di DO maggiore (DO MI SOL) con l'aggiunta di una seconda (RE) o potete pensare alle prime quattro note della scala pentatonica di DO maggiore – DO RE MI SOL (LA).

Il primo esercizio sarà, non solo per le mani ma anche per la testa, di suonare il nostro motivo su tutte le 12 note di partenza della scala cromatica. Quindi dovrete costruire il motivo dalla nota di partenza data, vi ho dato solo i primi due motivi interi - il resto è compito vostro. Non scrivete le note, fate tutto in testa! Suonato lentamente, se necessario lentissimo, non andate ad orecchio correggendovi strada facendo, piuttosto di sbagliare fermatevi per pensare – così il motivo verrà memorizzato in testa.

Quando questo primo esercizio vi viene bene provate il secondo – stesso motivo, stesse note partiamo dal secondo DO e torniamo giù con le note di partenza (n.b. non dovete invertire il motivo stesso – perché cambia solo l'ordine d'esecuzione dei dodici motivi.)

Quando siete capaci di suonare questo motivo tranquillamente da qualsiasi nota di partenza possiamo andare avanti a suonare gli esercizi con basi audio.

In quest'esercizio suoniamo il motivo una volta per ogni battuta, allungando l'ultima nota. Suoniamolo anche con swing. Usate il tempo della nota "allungata" per guardare avanti e prepararvi per il motivo che segue. Ho registrato le note che dovrete riprodurre con un suono di vibrafono così se doveste andare fuori, sarà ben udibile

Mi rendo conto che il "brano" che state per suonare non ha grande musicalità ma sono convinto che l'esercizio vi farà molto bene.

Audio MIDI Esercizio 1 con base

In quest'esercizio stringeremo un po' i tempi per pensare. La musica va in 3/4. Il gioco rimane lo stesso.

Audio MIDI Esercizio 2 con base

Per finire questo piccolo ciclo arriviamo a due motivi per battuta, quindi poco tempo per pensare, ma il motivo ormai vi dovrebbe uscire "fuori dalle mani" quasi automaticamente.

Audio MIDI Esercizio 3 con base

Applicazioni
C
ome ho detto prima, gli esercizi sopra non sono di grande musicalità, erano appunto esercizi. Gli accordi sui quali avete suonato erano semplicemente di settima dominante, sempre sulla nota di partenza del motivo.

In queste lezioni avrò già detto più volte che il nostro compito di solisti è di non pensare sempre alla fondamentale dell'accordo, ma di qualche nota più interessante – se partiamo sempre dalla fondamentale andiamo in parallelo col bassista e il risultato è senza carattere. Quindi il nostro motivo, che abbiamo faticato ad imparare lo dobbiamo applicare non sempre sulla fondamentale dell'accordo ma su qualche altra nota. Adesso vi darò due esempi:


Qui sopra noterete che il nostro motivo sta benissimo partendo dalla terza di un accordo di settima minore, per finire sulla settima, o a partire dalla quinta di un accordo maj7 andando a finire sulla nona.

Da qui partono il quarto e il quinto esercizio con la base. In Es. 4 suoniamo il nostro motivo dalla terza di un accordo minore settima. Quindi il vostro compito è di indovinare la terza e poi suonare il motivo. Rimaniamo con un solo motivo alla battuta per non stressarci troppo.

Audio MIDI Esercizio 4 con accordi m7

Per finire con Es.5 applichiamo il nostro motivo alla quinta di un accordo di settima maggiore.



Audio MIDI Esercizio 5 con accordi maj7


Ricapitolando

Il motivo di quattro note DO RE MI SOL si può applicare:

- sulla fondamentale di un accordo di settima dominante (C7)

- sulla terza di un accordo di minore settima (Am7)

- sulla quinta di un accordo di maj7 (Fmaj7)

Ci sono tanti altri accordi dove si può applicare il motivo ma direi che per ora se riuscirete a realizzare questi 3 insiemi in tutte le tonalità (vengono fuori 36 accordi) il risultato ò che avrete guadagnato qualcosa.

A presto.







Le altre lezioni:
12/08/2008

LEZIONI (Flauto): Gigging #1: come micorfonare il flauto dal vivo (Geoff Warren)

06/01/2008

LEZIONI (Flauto): La scala alterata (Geoff Warren)

05/08/2006

LEZIONI (Flauto): Il Blues (Geoff Warren)

27/05/2006

LEZIONI (Flauto): L'accordo di settima maggiore (maj7) (Geoff Warren)

10/02/2006

LEZIONI (Flauto): L'accordo di settima dominante (7) (Geoff Warren)

07/11/2005

LEZIONI (Flauto): L'accordo di minore settima (m7) (Geoff Warren)

06/02/2005

LEZIONI (Flauto): Arpeggi nella scala (Geoff Warren)

15/11/2004

LEZIONI (Flauto): Suoniamo! Analisi e applicazione di quanto visto sul brano Fast Fusion (Geoff Warren)

11/09/2004

LEZIONI (Flauto): Primi fraseggi: le acciaccature (Geoff Warren)

28/02/2004

LEZIONI (Flauto): Nuovo spazio didattico gestito da Geoff Warren. Il primo articolo è dedicato alla scala pentatonica e a come utilizzarla per sviluppar eun linguaggio jazzistico.








Inserisci un commento

© 2003, 2007 Jazzitalia.net - Geoff Warren - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 10.282 volte
Data pubblicazione: 28/04/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti