Jazzitalia - Lezioni: Violoncello Jazz
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità
INDICE LEZIONI

Donna Lee, istruzioni per l'uso
di Lucio Franco Amanti

Nam qui facit, quod non sapit, diffinitur bestia (Regule rhytmicae 1025/26 DC)

Dopo il primo paio di lezioni introduttive all'improvvisazione libera ed alla ricerca di nuove tecniche per il nostro strumento, finalmente siamo pronti per parlare un po' di Jazz in senso stretto. Approdiamo nel bebop, stile che ha caratterizzato una delle svolte più importanti della storia del jazz.

Brevemente sul Bebop:
Nato: tra il 1943/44
Luogo di nascita: New York (USA)
Domiciliato in 52nd street
Paternità (generalmente riconosciute): Charles Christopher "Bird" Parker & John Birks "Dizzy" Gillespie (ovviamente sono moltissimi gli "Zii": Monk, C. Christian,"Sonny" Stitt, M. Roach...)

Per dare un idea di quanto fondamentale nella vita musicale del tempo veniva percepito questo nuovo stile cito l'esempio del giovanissimo Miles Davis. Questi, appartenente ad una famiglia relativamente benestante, era arrivato a NY per studiare tromba (ovviamente classica) alla Julliard School of Music. Qualche tempo dopo però lasciò tutto per unirsi alla band con Charlie Parker e diventare parte della leggenda!

Molte sono le peculiarità stilistiche del bebop in particolare, ai fini del Jazzcello vorrei citarne un paio:

1) L'assenza quasi completa di vibrato.
2) La pratica del contraffatto come line guida per l'improvvisazione.
3) L'uso del cromatismo come mezzo per amalgamare le frasi.
4) VIRTUOSISMO!!!

Per motivi di spazio e per avere la possibilità di parlare il più possibile di musica, faccio un salto in avanti e comincio subito a parlare di uno dei "tunes" più richiesti al nuovo arrivato ad una Jam Session da Sidney allo stretto di Bering! Mi riferisco a Donna Lee.

Prima di cominciare però vorrei spendere due parole su una pratica molto comune nel Jazz che diventò una seconda natura del nascente bebop e che ancora oggi è universalmente utilizzata. Il Contrafact.

Contrafatto.
Q
uesta pratica, vecchia come la musica, consiste nello scrivere una nuova composizione basandosi sulla progressione armonica di un altro pezzo generalmente molto conosciuto. Per i musicisti bebop questo era un modo molto pratico di mantenere la coerenza necessaria ad un genere che si basa quasi esclusivamente sull'improvvisazione anche perchè si riducevano al minimo i tempi di prova e (last but not least!) non si dovevano pagare i diritti d'autore ad altri musicisti!

Praticamente quasi tutti i più celebri pezzi jazz sono basati su non molto più di una ventina di "tunes". Solo per citarne I più utilizzati: "I got rhythm" (G. Gershwin) (Registrata con altri nomi ed altre forme da Parker qualcosa come 150 volte!), "How high is the moon", "Body And Soul", etc. Quello su cui è basato Donna Lee è "Back home again Indiana".

Il potenziale di questa informazione è abbastanza ovvio per chiunque voglia avvicinarsi al Jazz senza troppi mal di testa: quando si lavora su un nuovo pezzo è buona abitudine cercare qual è il contraffatto sul quale questo si basa. Una volta individuato vi troverete già molto più comodi nell'improvvisazione che solo con una serie di sigle di accordi a prima vista assolutamente senza ne capo ne coda!

Ok detto questo passiamo alla musica:

Ecco la parte...

Come potrete notare ho evitato qualsiasi utilizzo delle corde vuote, il motivo è lampante se si considera che non sempre lo stesso pezzo nel Jazz si suona nella tonalità "classica".

Se ciò dovesse accadere al nostro prode Violoncellista Jazz l'unica cosa che dovrà fare sarà di spostare la posizione di partenza un po' più su o un po' pù giù (occhio che qualche aggiustamento sarà comunque necessario!) e poi continuare in scioltezza... come dire Violoncello contro Sassofono 1-0!

Per quanto riguarda l'esecuzione e l'arcata:

Comincerei, in fase di studio ad eseguire questo pezzo (MOOOOLTO LENTAMENTE!) con un' arcata per nota facendo attenzione ad utilizzare il meno possibile di arco con grande pressione del braccio e le dita della mano destra molto morbide, la sensazione da cercare è molto simile a quella del pizzicato stoppato:Ka-ka-ka-ka.

Contemporaneamente la nostra mano sinistra (forte della memoria degli amatissimi Popper,Duport, Servais e Piatti), quasi come su un pianoforte, percuote la cordiera tornando in alto velocemente come se la corda bruciasse sotto i polpastrelli!

Ora, sempre con la stessa articolazione della mano sinistra utilizziamo le arcate swing "classiche":

Noterete però che, a parte non essere molto comode, l'articolazione che ne esce fuori non sembra "esattamente" Bebop.

Propongo di provare anche un altro approccio.

Praticamente con lo stesso feeling che avevamo prima con l'arco (Ka-Ka-Ka...non ridete!!...) leghiamo fino alla fine di ogni respiro a volte o quando ci sono cambi di corda insomma quando ci sembra opportuno!

Fate attenzione che comunque lo "swing" ci sia e che sia leggermente valorizzato dall'arco (una sorta di staccato nell'arco ma molto più morbido). All'inizio potrà dare dei mal di testa e suonare una schifezza ma assicuro che a lungo andare è veramente una liberazione anche ai fini dell'improvvisazione!

Ultimo Particolare SEMPRE SEMPRE SEMPRE lavorare col metronomo con il gruppo ogni quattro (lo so non piace a nessuno) per un semplice motivo: stiamo studiando per poter suonare senza accapigliarci con il batterista che potete star sicuri NON ASPETTA!

Detto questo è ora di ascoltare cosa ne esce fuori: Donna Lee (MP3)

Chiedo scusa per la qualità del suono ma la registrazione è estremamente "improvvisata" sto meditando su un arrangiamento un po' meno essenzialista (l'ottava bassa che si sente è il "Boss super octaver")

Compiti per casa
Rendiamo un po' ste' lezioni interattive, a chiunque sia interessato alla cosa propongo qualche sfida:

1) Scrivere un contraffatto (possibilmente bebop) su un pezzo celebre tipo che ne so, 'O sole mio, O mia bella madunnina (par condicio), Stand By Me...
2) Scrivere le diteggiature (violino, viola, cello) per Straight no Chaser.
3) Nuove proposte di arcate

Se volete mettete un post come commento oppure mandatemelo a lucito@jazzcello.net

Vi lascio. prossima fermata?

Guida ragionata all'improvvisazione su "I got rhyhtm" e consigli per diteggiare i pattern Jazz...

Enjoy!

Bibliografia per la parte storica:
David N. Baker: The Bebop Era
Thomas Owens: Bebop The music and its players

Per chi vuole approfondire:
C
onsiglio caldamente anche l'utilissimo "Charlie Parker Omnibook" (Jamey Aebersold) utilissimo libro dove sono trascritti 60 tunes con solo di Parker (meglio di un milione di parole!)






Le altre lezioni:
20/10/2013

Quattro chiacchiere con...Attilio Berni: Una collezione di sax unica al mondo: ogni strumento vintage è "vittima" della propria evoluzione ed è plasmato dall'alito vitale insufflato al suo interno da chi lo ha posseduto. (Alceste Ayroldi)

06/03/2010

Charlie Parker - Vita e musica (Carl Woideck)- Marco Losavio

06/02/2010

Altre x-roads (Franco Minganti)- Franco Bergoglio

31/05/2009

Intervista a Ray Mantilla: "In America abbiamo davvero un grosso problema con l'economia. E per chi suona jazz è anche peggio. Per il tipico musicista di jazz le cose vanno male oggi...Ce ne sono tantissimi che non trovano lavoro e ingaggi in America. E gli americani sono spaventati. Ma ora, grazie a Dio! E' arrivato Obama. Ora che Obama è presidente le cose andranno sicuramente meglio. La gente poi lo ama davvero, almeno tanto quanto ultimamente odiava Bush." (Franco Bergoglio)

09/05/2009

Jazz poesia civile - Jazz '68 - A Charlie Chân piace il jazz? (Guido Michelone)

11/04/2009

LEZIONI (chitarra): Bird's Eye View (by Greg Howe), Jazz minor blues substitutions (Francesco Bonfanti)

23/11/2008

Il Giganti del Jazz (Studs Terkel)

10/02/2008

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 1 (Pietro Nicosia)

10/02/2008

LEZIONI (Violoncello): Il Blues. (Lucio Franco Amanti)

27/04/2007

Le Opere in Digital Art di Bruno Pollacci sui grandi del Jazz.

18/03/2007

Nuova gallery di quadri curata da Henk Mommaas

15/02/2007

LEZIONI (Violoncello): Al Loopo, Al Loopo...un utilizzo creativo dei loop... (Lucio Franco Amanti)

27/12/2006

LEZIONI (Storia): Bird, analisi del grandioso film di Clint Eastwood: "Rispetto alla tradizione del cinema biografia, Bird è un autentico capolavoro, dove il ritmo, continuamente mutato nei frequenti cambiamenti spazio-temporali sembra seguire quel ritmo interno che ha scosso la vita del vero Charlie Parker e che ha scosso inevitabilmente la storia del jazz." (Cinzia Villari)

15/10/2006

LEZIONI (Violoncello): Alla scoperta del Violoncello Jazz. L'inizio è affidato alle variazioni sul Preludio della Ia Suite per violocello solo del grande J.S. Bach. (Lucio Franco Amanti)

16/05/2006

A Tribute to Charlie Parker (Francesco Cafiso & Strings)

17/04/2006

LEZIONI (Trascrizioni): Un favoloso solo di Charlie Parker sul brano Scrapple from the Apple (Marcello Zappatore)

30/04/2005

LEZIONI (Trascrizioni): Bird of Paradise, improvvisazione di Charlie Parker sull'armonia di "All The Things You Are". (F. Perina, N. Fazzini)





Video:
NPR Live at the Village Vanguard Webcast: Joe Lovano - January 12
On January 12th, celebrate the release of Joe Lovano's new Blue Note Recording, "Bird Songs" with a live webcast from the Village Va...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2252
Joe Lovano - Bird Songs
Joe Lovano's new Blue Note recording, "Bird Songs," an exploration of the music of Charlie Parker featuring Us Five, drops January 1...
inserito il 09/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2643
Enrico Rava Quintet Standards "Scrapple From The Apple" - Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - Salerno
Enrico Rava Quintet Standards in Scrapple From The Apple (C. Parker) excerpt, in Concert al Moro Jazz Pub - Cava de' Tirreni - SalernoEnrico R...
inserito il 04/12/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 2114
DARY -GRASSO Quintet "Sunday"
Nicolas DARY:tenor saxLuigi GRASSO:alto saxPasquale GRASSO: guitarMathias ALLAMANE:bassPhilippe SOIRAT:drumsLive Caveau de la Huchette 21/02/2010...
inserito il 16/03/2010  da JazzVideoGuy - visualizzazioni: 1273
Anthropology - Dizzie GIllespie / Charlie Parker - Davide Benecchi & The Jazz Masters
Davide Benecchi has achieved the diploma in "Mastering Jazz Guitar", a course held by Bebo Ferra at Accademia del Suono., "The Jazz Mas...
inserito il 04/10/2009  da accademiadelsuono - visualizzazioni: 2211
Charlie Parker and Coleman Hawkins, Lester Young, et al 1950) - 1 of 2
This is one of two surviving sound films of Charlie Parker playing (and certainly the longest; the other is only 52 seconds long). Until recently, thi...
inserito il 14/12/2008  da kenjames64 - visualizzazioni: 1333
Bird, Bean, and Prez, et al (1950) - 2 of 2
Personnel:1. Ad Lib: Hank Jones (p), Ray Brown (b), Buddy Rich (d)2. Pennies From Heaven (unrecognizable): Bill Harris (tb), Lester Young (ts), Jones ...
inserito il 14/12/2008  da kenjames64 - visualizzazioni: 2195
Charlie Parker - All the things you are
Charles "Bird" Parker, Jr. (1920.08.29.-1955.03.12.) All The Things You Are...
inserito il 25/06/2008  da antonnio200 - visualizzazioni: 1548
Charlie Parker - "My old flame"
Charlie Parker (alto sax), Miles Davis (tromp.), Duke Jordan (piano), Tommy Potter (g), Max Roach (drums)...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 1603
Charlie Parker - "Groovin' High"
Charlie Parker (alt. sax),, Herbie Williams (tromp.), Rollins Griffith (Piano), Jimmy Woode (bass), Marquis Foster (drums), Dec. 1953...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 1317
Charlie Parker - "Moose the Mooche"
Charlie Parker (alt. sax), , Red Garland (piano), Billy Griggs (bass), Roy Haynes (drums), Live at Storyville Club, 10th March, 1953...
inserito il 29/02/2008  da caoamarelo - visualizzazioni: 1500
Bireli lagrene - donna lee - ( charlie parker)
bireli tocando en en jazz vienne festival, el tema de charlie parker donna lee, con gipsy project....
inserito il 16/01/2008  da alejandrojazzmetal - visualizzazioni: 1723
Charlie Parker - Summertime (Jazz Instrumental)
Muy buena pieza...Summertime y el gran maestro Charlie Parker...que la disfruten...
inserito il 27/10/2007  da seann588 - visualizzazioni: 1642
Charlie Parker Sessions
Charlie Parker Sessions....
inserito il 06/02/2007  da servitecafe - visualizzazioni: 1096
Charlie Parker-Coleman Hawkins: Ballade
Norman Granz: Presents,Improvisation 1950...
inserito il 06/02/2007  da razalatinaPeru - visualizzazioni: 1189
The Death of Charlie Parker
Charlie Parker's death in 1955 was one of jazz's great tragedy's....
inserito il 06/11/2006  da flydguzmon - visualizzazioni: 1228


Inserisci un commento

© 2006, 2007 - Jazzitalia.net - Lucio Franco Amanti - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2014 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.


COMMENTI
Inserito il 6/1/2008 alle 16.34.15 da "euprassia"
Commento:
Buon anno a tutti..
voglio iniziare a studiare il violoncello, leggendo qua e la su questo sito, nella sezione relativa al violoncello, mi è parso di capire che si parte da un livello di conoscenza discreto dello strumento..la domanda è: esistono corsi individuali per principianti?
Vorrei frequentare un corso che non fosse impostato su metodi classici ma che fosse aperto ad infiltrazioni jazzistiche.
Qualche consiglio?
grazie.
 

Questa pagina è stata visitata 9.760 volte
Data pubblicazione: 27/04/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti