Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Preludi Apolidi 8 (Brincadeira)
 Da "Il suono elegante" 1997
di Massimo Colombo
massimocolombo_008@fastwebnet.it

Partitura completa di Preludi Apolidi 8 (Brincadeira) (PDF)

Pagina 1 (GIF) - Pagina 2 (GIF) - Pagina 3 (GIF) - Pagina 4 (GIF)

File Audio (MP3)

Il brano è basato su un particolare ritmo, di origine brasiliana, definito choro. Con questo ritmo sono stati composti molti brani, anche da jazzisti contemporanei, quindi, per chi non lo conoscesse, ho preferito introdurre la mia composizione con alcune informazioni essenziali sul termine.

Choro
Con il termine Choro si usa definire un piccolo complesso strumentale di origine brasiliana, formato da strumenti a fiato e a plettro. Gli strumenti a plettro possono essere mandolini, chitarre, cavaquinhos e hanno solitamente funzione di accompagnamento mentre gli strumenti a fiato rappresentano la parte solista e sono nella maggior parte dei casi flauto, tromba o clarinetto. Da qui il termine si applica anche alle composizioni di danze popolari caratterizzate da una forte melodicità e da passaggi tra il modo maggiore e minore. Tipico del choro è anche l'andamento ritmico, un continuo sincopato che accompagna la composizione in modo costante. La forma del choro fu inserita nel repertorio concertistico da Ernesto Nazareth (compositore e pianista brasiliano 1863-1934) e successivamente da Villa Lobos (1887-1959), che compose in questa forma per diverse formazioni.

Preludi apolidi op. 277
Questa composizione appartiene ad una raccolta di 19 brani per pianoforte dedicati a generi differenti, originalmente concepiti per pianoforte solo ma successivamente registrati in duo. Ogni brano, a parte il primo che è per solo piano, è registrato con uno strumento differente ed il numero 8 si accoppia alla bella voce di Barbara Casini, una favolosa interprete della musica brasiliana, della quale è sicuramente una importante portavoce qui, in Italia. Alla voce di Barbara è affidato un ritmo simile a delle percussioni (da lei improvvisato) ed il tema, all'unisono con la voce superiore del pianoforte.

Nella parte pianistica è racchiusa sia la melodia che l'accompagnamento, è una scrittura a quattro voci in cui alla voce superiore (soprano) c'è la melodia (doppiata da Barbara), in quella più bassa (basso) il basso e nella zona centrale (tenore-contralto) l' accompagnamento armonico, sviluppato nel ritmo di choro.

Uniformando le quattro voci con gli stessi valori è più semplice analizzare le armonie ed individuare le sigle, come potete osservare di seguito per le prime 12 misure.

Lo stesso procedimento di armonizzazione è applicabile a qualsiasi armonia a quattro voci, distribuendo due voci per ogni rigo. Nella chiave di basso (mano sinistra) assegno 1 (tonica) e 7 mentre nella chiave di violino (mano destra) completo l'accordo con le note mancanti, 3 e 5 o 5 e 3, come preferisco. Applichiamo questa disposizione ad una scala armonizzata di Ab in posizione 1, 7, 3, 5.

L'applicazione più interessante sta nel muovere la nota più alta ed ascoltare la differenza armonica che ne deriva; potremo assegnare ad ogni cambiamento una sigla diversa, come nell'esempio che segue.

Cmi7 nella disposizione 1, 7, 3, 5.

Cmi7(b5)
la voce di soprano scende di un semitono

Cmi7add11
la voce superiore scende ancora di un semitono

C7#9
scendendo ancora di un semitono cambio enarmonicamente il mi bemolle in re diesis ed il mi naturale diventa terza maggiore di Do. L'accordo diventa una dominante alterata.

Lo stesso procedimento è applicabile anche ascendendo di semitono in semitono ottenendo i seguenti accordi.

Posso ripetere lo stesso procedimento anche spostando il basso e mantenendo ferme le voci superiori, ottenendo altre possibilità, deducibili in sigle più o meno complesse.

Bma7#5 si ottiene cambiando enarmonicamente sia la 7minore che la 3minore dell' accordo precedente che diventano così settima e terza maggiori. La 5 diventa #5 nel nuovo accordo. Il basso scende di un semitono.

Eb/Bb il basso è sceso di un altro semitono, ritrasformo le note enarmonicamente ed ottengo un rivolto di Eb.

Eb/A è la sigla più semplice da usare per essere sicuri di avere queste note, altrimenti la sigla diventa più complessa da decifrare.

Posso sviluppare questo procedimento con qualsiasi nota dell'accordo di partenza, le possibilità sono infinite e danno modo di elaborare gli accordi in modo più contrappuntistico. E' un tipo di scrittura che si rifà al corale ma con sonorità più moderne e senza tenere conto delle regole di armonia tradizionale. Naturalmente consiglio comunque di studiare armonia tradizionale per avere un maggiore controllo dei movimenti.

Per quanto riguarda l'esecuzione del brano è importante mantenere saldo il ritmo senza essere rigidi, non avere cedimenti e far cantare la voce superiore rispetto alle altre. Per eseguire il glissato finale dovete sapere esattamente dove andrete a finire, quindi si tratta di avere ben assimilato le "misure" per poter prendere il passaggio a occhi chiusi.

 





Le altre lezioni:
01/11/2017

Tempered Blues (Massimo Colombo)- Alceste Ayroldi

11/09/2016

Trio Grande (Massimo Colombo, Peter Erskine, Darek Oleszkiewicz)- Gianni Montano

02/09/2012

Bach Off Beat (M.Clombo, F. Faraò, O. Zoboli, Y. Zamir, S. Del Mastro)- Roberto Biasco

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

29/05/2011

Nuvole di carta (Felice Clemente Quartet)- Alessandro Carabelli

25/12/2010

Doppia Traccia (Massimo Colombo, Felice Clemente)- Francesco Martinelli

28/11/2010

LEZIONI (piano): Notturno 1dai "9 Notturni" op. 581 per pianoforte e sax soprano (Massimo Colombo)

15/05/2010

Il Tino Tracanna Quartet presenta al Blue Note di Milano l'album "Un'ora": "Da una parte mi piace la ricerca, amo cercare di lavorare su organizzazioni del materiale musicale non convenzionale, non tonale, non tipo "standards", a volte lavoro su tempi dispari, con strutture anomale, ma mi piace molto anche la melodia. Quando mi capita di scrivere una bella melodia, mi piace suonarla anche in maniera abbastanza classica, perchè penso che in un concerto sia bello avere anche una melodia cantabile, perchè fa anche parte della nostra cultura." (Rossella Del Grande)

18/04/2009

Blue of mine (Felice Clemente )

16/09/2008

Il gioco delle forme (Massimo Colombo)

15/06/2008

LEZIONI (piano): "In breve 9", un brano dedicato al grande Bill Evans (Massimo Colombo)

15/08/2007

LEZIONI (piano): 7 pezzi per la mano sinistra op. 269 - 6. Mano Verde (Massimo Colombo)

10/03/2007

LEZIONI (piano): "21 Studi op. 66 – Studio N° 18" (Massimo Colombo)

12/08/2006

LEZIONI (piano): Esatonale, uno studio basato su una successione di scale esatonali da suonare in varie posizioni e con tutte e due le mani. (Massimo Colombo)

04/08/2006

Caravaggio (Massimo Colombo)

10/12/2005

LEZIONI (piano): Palla, breve studio tratto da una raccolta di 30 brani per pianoforte dedicati alla tecnica ed all'improvvisazione. (Massimo Colombo)

12/03/2005

ARTICOLI (intervista): Massimo Colombo: "...Una formazione classica è fondamentale per una buona preparazione sullo strumento e per la cultura musicale. E' fondamentale incontrare il "maestro" giusto, se incappi nell'insegnante mediocre sei "fregato"..." (Alceste Ayroldi)

02/02/2005

LEZIONI (piano): Corale Pop dall'album Conscious. (Massimo Colombo)

02/01/2005

Conscious (Massimo Colombo Trio)

08/10/2004

Virtualmente (Massimo Colombo)

03/05/2004

LEZIONI (piano): Preludi Apolidi n° 8 (Brincadeira). Un brano basato sul choro brasiliano. (Massimo Colombo)

31/01/2004

LEZIONI (piano): Da 21 studi op. 66: studio n. 16. Dedicato all'armonia per quarte. (Massimo Colombo)

06/09/2003

LEZIONI (piano): Mano Rossa: studio per l'esercizio della mano sinistra. (Massimo Colombo)

15/06/2003

LEZIONI (piano): Un'altra composizione originale di Massimo Colombo. Si tratta dello Studio N° 13 da 21 studi op. 66. (Massimo Colombo)

11/05/2003

LEZIONI (piano): Al via una nuova sezione contenente composizioni di Massimo Colombo attraverso cui analizzare risoluzioni armoniche, tecniche pianistiche, schemi di arrangiamento...La prima composizione è Studio N° 2 da 21 studi op. 66. (Massimo Colombo)

07/02/2001

Massimo Colombo (pianoforte)





Video:
Erskine, Oles and Colombo Ft. Bob Mintzer - We All Love Burt Bacharach
"We All Love Burt Bacharach", performed by the band Erskine, Oles & Colombo, which contains No.13 hits of the american composer among th...
inserito il 17/10/2016  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 999


Inserisci un commento

© 2003, 2004 - Jazzitalia.net - Massimo Colombo - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 12.827 volte
Data pubblicazione: 03/05/2004

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti