Jazzitalia - Lezioni: Piano
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

7 pezzi per la mano sinistra op. 269 - 6. mano verde
di Massimo Colombo
massimocolombo_008@fastwebnet.it


File PDF

File Audio (MP3)

La mano sinistra svolge nella stragrande maggioranza della musica jazz un ruolo secondario, di accompagnatrice della mano destra, incontrastata regina degli assoli.

Nel rag time e nello stride piano la mano sinistra è decisamente più impegnata svolgendo un ruolo di accompagnamento più complesso, che alterna i bassi agli accordi con intercalare di movimenti ritmici più articolati. Sarebbe sicuramente interessante analizzare un percorso storico della musica jazz osservando l'evoluzione della mano sinistra dagli inizi del ‘900 ad oggi. In ogni caso è importante per il musicista che opera in campo jazzistico considerare la mano sinistra al pari della destra ma, come al solito, non c'è molto materiale musicale che può aiutare in questo senso. Mentre la letteratura classica è ricca d'opere dedicate alla mano sinistra, nel repertorio odierno scarseggiano brani che esaudiscano tale necessità. Con i 7 pezzi per la mano sinistra credo di aver dato un piccolo contributo in questo senso, lavorando su sonorità moderne ed in particolare con ritmi ed armonie di stampo jazzistico.

Ogni brano della raccolta prende spunto da un colore ed evidenzia particolari movimenti della mano sinistra, lo studio "mano verde" è dedicato alle scale cromatiche, alle ottave ed alle sovrapposizioni ritmiche. Va suonato con molta energia e decisione, sono indispensabili grande elasticità e sicurezza tecnica. Leggete attentamente le diteggiature!

Per aiutarvi nello studio ho pensato di aggiungere alcuni esercizi preparatori, indispensabili per ottenere una buona articolazione nell'esecuzione. Non usate mai il pedale di risonanza per gli esercizi.

Esercizio 1
N
ell' esercizio 1 tutte le dita delle due mani sono impegnate in una scala cromatica che procede con cellule di cinque note a spostamento cromatico. Non abbiate paura di inserire le dita all'interno dei tasti, è indispensabile per ottenere una buona esecuzione. Studiate lentamente ed articolando bene le dita, facendo molta attenzione nell'alzare un dito dopo l'altro ma senza puntarlo in avanti. Lo spostamento della mano da una misura all'altra avviene sempre all'interno della tastiera, per evitare inutili movimenti avanti ed indietro. Studiate sempre lentamente e facendo attenzione al perfetto unisono tra le due mani, se è necessario studiate anche a mani separate. Non devono esserci note suonate più forte di altre. La velocità di studio va da 60 a 120 la metà (o se preferite da 120 a 240 il quarto).

Esercizio 2
I
l gruppo di cinque note che impegna una misura si sviluppa ora in terzine, valgono tutti i suggerimenti dell'esercizio precedente. Trattandosi di gruppi irregolari la velocità è forse elevata, ma con una costante applicazione si possono suonare con scioltezza. Fate attenzione in particolare alla nota ribattuta dal 5 dito della mano destra e dal 1 della sinistra ed al passaggio da una misura all'altra. Ricordate che più siete all'interno dei tasti, minore sarà il movimento delle due mani. Esercitatevi sempre molto lentamente e curate l'articolazione, il suono deve essere uguale per tutte le note.

Esercizio 3
L
'esercizio è sempre dedicato alla scala cromatica nell'ambito di una quinta, questa volta partendo dalla nota superiore, la più alta. Non sarà facile il passaggio da una misura all'altra, prendete le "misure" e considerate sempre l'intervallo di terza maggiore che racchiude ogni gruppo di cinque note. Velocità sempre da 60 a 120 la metà, ricordate di non usare il pedale di risonanza.

Esercizio 4
P
assiamo ora ad un paio di esercizi dedicati alle ottave, molto importanti nella tecnica pianistica. In questo esercizio ripetete l'intervallo di seconda minore salendo cromaticamente, è fondamentale l'elasticità dell'avambraccio. Il polso è sempre parallelo all'avambraccio e non dondola, dovete rimbalzare da un'ottava all'altra in modo elastico senza irrigidire il braccio. Un cattivo movimento comporta l'irrigidimento del braccio ed una pessima esecuzione delle ottave, soprattutto dal punto di vista del suono. Attenzione anche alle diteggiature, mentre i due pollici accompagnano tutte le ottave, il mignolo si alterna all'anulare nei passaggi sui tasti neri, questa tecnica permette un maggior legato tra le ottave. La velocità di studio tra 60 e 100 alla metà.

Esercizio 5
E
' uno sviluppo del primo esercizio con l'aggiunta delle ottave, mantenete sempre una linea retta tra avambraccio e polso e siate elastici nel rimbalzare da un'ottava all'altra.

E' possibile eseguire lo stesso esercizio con la diteggiatura 1-5 mano destra e 5-1 mano sinistra che rimane sempre uguale, forse più adatta per chi ha le mani piccole ma decisamente meno indicata per legare le note tra loro. La velocità di studio tra 60 e 100 alla metà.






Le altre lezioni:
01/11/2017

Tempered Blues (Massimo Colombo)- Alceste Ayroldi

11/09/2016

Trio Grande (Massimo Colombo, Peter Erskine, Darek Oleszkiewicz)- Gianni Montano

02/09/2012

Bach Off Beat (M.Clombo, F. Faraò, O. Zoboli, Y. Zamir, S. Del Mastro)- Roberto Biasco

12/02/2012

'S Wonderful (Lara Iacovini Quartet)- Rossella Del Grande

29/05/2011

Nuvole di carta (Felice Clemente Quartet)- Alessandro Carabelli

25/12/2010

Doppia Traccia (Massimo Colombo, Felice Clemente)- Francesco Martinelli

28/11/2010

LEZIONI (piano): Notturno 1dai "9 Notturni" op. 581 per pianoforte e sax soprano (Massimo Colombo)

15/05/2010

Il Tino Tracanna Quartet presenta al Blue Note di Milano l'album "Un'ora": "Da una parte mi piace la ricerca, amo cercare di lavorare su organizzazioni del materiale musicale non convenzionale, non tonale, non tipo "standards", a volte lavoro su tempi dispari, con strutture anomale, ma mi piace molto anche la melodia. Quando mi capita di scrivere una bella melodia, mi piace suonarla anche in maniera abbastanza classica, perchè penso che in un concerto sia bello avere anche una melodia cantabile, perchè fa anche parte della nostra cultura." (Rossella Del Grande)

18/04/2009

Blue of mine (Felice Clemente )

16/09/2008

Il gioco delle forme (Massimo Colombo)

15/06/2008

LEZIONI (piano): "In breve 9", un brano dedicato al grande Bill Evans (Massimo Colombo)

10/03/2007

LEZIONI (piano): "21 Studi op. 66 – Studio N° 18" (Massimo Colombo)

12/08/2006

LEZIONI (piano): Esatonale, uno studio basato su una successione di scale esatonali da suonare in varie posizioni e con tutte e due le mani. (Massimo Colombo)

04/08/2006

Caravaggio (Massimo Colombo)

10/12/2005

LEZIONI (piano): Palla, breve studio tratto da una raccolta di 30 brani per pianoforte dedicati alla tecnica ed all'improvvisazione. (Massimo Colombo)

12/03/2005

ARTICOLI (intervista): Massimo Colombo: "...Una formazione classica è fondamentale per una buona preparazione sullo strumento e per la cultura musicale. E' fondamentale incontrare il "maestro" giusto, se incappi nell'insegnante mediocre sei "fregato"..." (Alceste Ayroldi)

02/02/2005

LEZIONI (piano): Corale Pop dall'album Conscious. (Massimo Colombo)

02/01/2005

Conscious (Massimo Colombo Trio)

08/10/2004

Virtualmente (Massimo Colombo)

03/05/2004

LEZIONI (piano): Preludi Apolidi n° 8 (Brincadeira). Un brano basato sul choro brasiliano. (Massimo Colombo)

31/01/2004

LEZIONI (piano): Da 21 studi op. 66: studio n. 16. Dedicato all'armonia per quarte. (Massimo Colombo)

06/09/2003

LEZIONI (piano): Mano Rossa: studio per l'esercizio della mano sinistra. (Massimo Colombo)

15/06/2003

LEZIONI (piano): Un'altra composizione originale di Massimo Colombo. Si tratta dello Studio N° 13 da 21 studi op. 66. (Massimo Colombo)

11/05/2003

LEZIONI (piano): Al via una nuova sezione contenente composizioni di Massimo Colombo attraverso cui analizzare risoluzioni armoniche, tecniche pianistiche, schemi di arrangiamento...La prima composizione è Studio N° 2 da 21 studi op. 66. (Massimo Colombo)

07/02/2001

Massimo Colombo (pianoforte)





Video:
Erskine, Oles and Colombo Ft. Bob Mintzer - We All Love Burt Bacharach
"We All Love Burt Bacharach", performed by the band Erskine, Oles & Colombo, which contains No.13 hits of the american composer among th...
inserito il 17/10/2016  da PLAY Record Company - visualizzazioni: 1000


Inserisci un commento

© 2003, 2007 - Jazzitalia.net - Massimo Colombo - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 11.971 volte
Data pubblicazione: 15/08/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti