Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Lezione 1: Alla scoperta del linguaggio: 5 blues licks
di Mimmo Langella
info@mimmolangella.it

Come s'impara a parlare una lingua? Beh, imitando: ascoltiamo e proviamo a riprodurre le parole più semplici, poi piano piano la nostra capacità di mettere insieme le parole aumenta e cominciamo a costruire delle frasi; quindi ci abituiamo al suono della lingua, il nostro vocabolario si amplia e riusciamo a intraprendere una vera e propria conversazione. Uno studente di musica fa la stessa identica cosa quando vuole apprendere un nuovo linguaggio musicale; in entrambi i casi, lo studio delle regole che sono alla base del linguaggio può fornire una base più consistente per utilizzare meglio il vocabolario acquisito.

Così come noi usiamo un linguaggio già esistente per esprimere i nostri pensieri, l'improvvisatore usa e connette frasi da un idioma già noto. Il modo in cui una persona mette assieme le parole, gli dà uno stile di conversazione e più ricco sarà il suo vocabolario, meglio sarà attrezzato per esprimere se stesso. Allo stesso modo, la maniera in cui un musicista connette le sue frasi, gli dà uno stile improvvisativo e più ricco sarà il suo vocabolario, meglio potrà esprimersi.

Una volta che siamo a nostro agio con un linguaggio, difficilmente si pensa al linguaggio stesso quando lo si usa. Semplicemente viene fuori. In musica si pensa quando si studia, quando si suona invece l'istinto dovrebbe prendere il posto della ragione. Questo dipende dal grado di conoscenza del linguaggio, perciò all'inizio magari si è ancora un po' legati a certi ragionamenti che cedono il posto all'istinto man mano che si diventa padroni dell'idioma. E' necessario dunque costruirsi un vocabolario il più vasto possibile e in continuo aggiornamento sia in termini d'idee (frasi) che di brani (standard). In questo spazio ci occuperemo di fraseggi presentando delle idee solistiche ispirate al jazz e al blues.

Queste prime cinque frasi sono degli esempi di composizione melodica sulla scala blues di MI (mi, sol, la, sib, si, re) attorno alle cinque diteggiature chitarristiche e illustrano la tipica risoluzione della terza minore (sol) sulla terza maggiore (sol#).

Video 3.5 MB (per Windows Media Player)
Per il download del file, fare click col pulsante destro del mouse e selezionare "Salva oggetto con nome"

Per visualizzare correttamente questo video è necessario disporre di Windows Media Player







Mimmo Langella
Funk That Jazz




Mimmo Langella
The Other Side






Le altre lezioni:
10/08/2015

Spirit Guajira (Guido Russo)- Nicola Barin

16/06/2013

Soul Town (Mimmo Langella)- Francesco Favano

16/03/2008

Funk That Jazz (Mimmo Langella)

16/03/2008

Intervista a Mimmo Langella: "Secondo me le cose più interessanti sono quelle che vanno oltre il jazz. I personaggi più interessanti sono quelli che tendono ad usare l'elettronica nel jazz, i computer e gli altri aggeggi elettronici. Ovviamente fanno cose interessanti i creativi, quelli che hanno delle idee ed usano le macchine non per maschere delle lacune o una mancanza d'idee, ma per trovare nuove strade. " (Emanuele Capasso)

24/02/2008

Le Scuole di Musica: Dipartimento di Jazz presso la scuola "Musicisti Associati" di Napoli. "Alle persone che si accostano ai nostri corsi proviamo ad insegnare un metodo basato sulle nostre esperienze dirette e sull'ascolto di grandi autori del passato, oltre alle imprescindibili regole di armonia e tecnica che vengono affrontate durante le lezione nell'arco dei tre anni di corso" (Gianluca Capurro)

15/02/2007

LEZIONI (chitarra): Alla scoperta del linguaggio 4: il modo misolidio (Mimmo Langella)

03/06/2006

LEZIONI (chitarra): Terza lezione della serie "Alla scoperta del linguaggio": il modo dorico (Mimmo Langella)

11/03/2004

LEZIONI (chitarra): Alla scoperta del linguaggio #2: pentatonica minore con sesta maggiore. (Mimmo Langella)








Inserisci un commento

© 2003 Jazzitalia.net - Mimmo Langella - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 47.218 volte
Data pubblicazione: 25/12/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti