%<@ Language=VBScript %> Jazzitalia - Lezioni Organo: Milt Buckner (1915 - 1977)
Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Milt Buckner
(St. Louis, 10 luglio 1915 - Chicago, 27 luglio 1977)
di Alberto Marsico
albertomarsico@libero.it

Milt Buckner ha sempre cercato di stare lontano dalla enorme influenza che lo stile di Jimmy Smith ebbe sul mondo dell'organo jazz. Il suo stile era più orchestrale, sia a livello di phrasing (se prestate attenzione ai suoi soli riconoscerete tutta una serie di riffs e head arrangements mutuati dalle big bands dell'epoca, Count Basie e Lionel Hampton in testa) sia a livello di presets (il suo uso del "full organ" e del vibrato V3 lo fa assomigliare ad una poderosa sezione fiati).

Era sicuramente il più spettacolare dal punto di vista puramente visuale tra gli Hammondisti della tradizione jazzistica: molto basso di statura, aveva gambe cortissime che non riuscivano neanche ad arrivare alla pedaliera (e per questo molti dei suoi dischi furono registrati con bassisti).

Era anche un personaggio di una simpatia contagiosa… La foto a lato lo ritrae al Newport Jazz Festival in piedi davanti all'organo, con le braccia alzate ed un accordo "suonato" con la pancia…

Ma la sua importanza storica sta nel fatto che fu l'inventore della tecnica "a block chords", ripresa poi da tutti i pianisti jazz dagli anni '50 in poi (George Shearing, Oscar Peterson, Phineas Newborn Jr., Victor Feldman, ecc.).

Milt Buckner spiega come nacque questo suo modo di suonare: fu per necessità, come molto spesso accade per le tecniche che poi si rivelano innovative (Wes Montgomery iniziò a suonare con il pollice per non disturbare i vicini…). A Detroit negli anni
'40 suonava con il suo quintetto nelle sale da ballo, dove erano richiesti arrangiamenti orchestrali. Pensò allora di supplire allo scarso organico del suo complesso suonando al pianoforte (l'Hammond lo conobbe in seguito)  accordi paralleli con le due mani, in modo da imitare i riffs tipici delle big bands e creando quello stile denominato anche "a locked hands" che lo rese famoso poi come pianista ed arrangiatore per la Lionel Hampton Big Band negli ultimi anni '40 ("Hamp's Boogie Woogie" il suo contributo più famoso alla band del celebre vibrafonista, nel 1948).

Nel
1950, influenzato da Wild Bill Davis, altro fenomenale organista di cui parlerò in un'altra lezione, Buckner inizia ad esibirsi anche all'organo Hammond, strumento a cui la sua tecnica "a block chords" sembra adattarsi alla perfezione. Con il suo gruppo suona negli anni a seguire  con Hot Lips Page, Roy Elridge, The Drifters, Billie Holiday, Dizzy Gillespie e Illinois Jacquet, con il quale instaura una partnership durata fino al 1977, anno della sua morte a Chicago.

I due MP3 che trovate in questa lezione provengono da due sedute di registrazione effettuate a Chicago alla fine degli anni
'50.

In "Teach Me Tonight" ( MP3 2MB) (dicembre 1959), tratto da "Mighty High" (Dec 2, 1959 - Argo LP-660), la formazione è: Milt Buckner (Hammond), Jimmy Campbell (alto sax) , Kenny Burrell (chitarra) , Joe Benjamin (basso) e Maurice Sinclaire (batteria).

In "'Round Midnight" ( MP3 4MB) (maggio 1960), tratto da "Please Mr. Organ Player" (May 26, 1960 - May 27, 1960 - Argo LP-670) oltre a Buckner, Campbell e Sinclaire suonano invece Reggie Boyd (chitarra) e Richard Evans (basso).

NOTAZIONI TECNICHE:
I
registri usati da Buckner sono chiaramente riconducibili ai modelli Hammond pre-B3. Infatti prima del
1954, anno di introduzione del modello più famoso della storia della casa statunitense, gli organi Hammond erano equipaggiati solamente con i tipi di vibrato denominati "V" (comunemente chiamati V1, V2 e V3). Il famoso "vibrato chorus" ancora non esisteva (come anche la percussione) e quindi Buckner, come altri organisti della vecchia scuola (Wild Bill Davis, Ethel Smith, Jackie Davis) anche in piena "era B3" rimaneva ancorato al fascino del suono dei modelli precedenti, il BC e il B2.

In
Teach Me Tonight ( MP3 2MB) usa due presets diversi sulle due tastiere: uno è un full organ (88888888) e l'altro un 00880000. Il vibrato è su V3. Il leslie è su "fast". In questo brano si nota chiaramente l'abilità dell'organista di St. Louis di far suonare lo strumento come una "big band": bastano infatti lui ed il sassofonista ad assicurare un "pieno" orchestrale di grande consistenza. (N.d.A… il taglio che si avverte chiaramente dopo l'esposizione del tema si trova sull'incisione originale, io non c'entro…).

'Round Midnight ( MP3 4MB) è in versione integrale, non perché mi interessasse mettere in evidenza l'esposizione del tema di Jimmy Campbell, ma perché il lavoro armonico che Milt Buckner compie dietro le note della melodia di Monk è di prim'ordine e merita di essere ascoltato, così come merita di essere ascoltato il suo assolo: durante le prime due sezioni "A" usa un registro molto sottile, che poi ingrossa sulla sezione "B", usando una combinazione di drawbars 88800008 senza vibrato e percussione.

Ricchezza timbrica, gusto raffinato e un pizzico di ironia e istrionismo fanno di questa esecuzione un piccolo gioiello.

Durante tutto il brano il Leslie è posizionato su fast, tranne nell'assolo, dove viene portato sulla posizione di stop (non di slow).

Durante l'assolo si possono anche ascoltare alcune sottolineature di pedaliera effettuate nonostante il fatto che il Nostro ci arrivasse a malapena…

Che bello…!

Inserisci un commento

© 2001 Jazzitalia.net - Alberto Marsico - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 16.205 volte
Data pubblicazione: 18/06/2001





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti