Jazzitalia - Lezioni: Chitarra
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Charlie Christian: Air Mail Special
(Mundy-Goodman-Christian)
di Pietro Nicosia
pietronicosia@alice.it





File Audio

Questo stesso brano era stato registrato l'estate precedente con il nome di "Good Enough To Keep". Ma questa del marzo del 1941 rimane la versione più bella e famosa di "Air Mail Special". Siamo nella fase finale della carriera di Charlie Christian. La formazione è quella del settetto di Benny Goodman: Cootie Williams alla tromba, Georgie Auld al sassofono tenore, Goodman al clarinetto, Johnny Guarnieri al pianoforte, Artie Bernstein al contrabbasso, Dave Tough alla batteria, Christian alla chitarra.

E' un pezzo di swing-jazz abbastanza sperimentale per l'epoca perché ha un bridge tutto basato sulla discesa cromatica di quadriadi diminuite. La sezione A lascia una grande libertà improvvisativa ai solisti. Si tratta di una delle numerose varianti del movimento del basso nei famosi rhythm changes sullo stile di "I Got Rhythm" di Gershwin. Nel caso di "I Got Rhythm" i changes della sezione A sono C Am / Dm7 G7 / C A7 / Dm7 G7 / C C/E / F F#º7 / C/G G7. Nel caso della sezione A di "Air Mail Special" la sequenza armonica in rapporto al basso è la seguente C C/E / F F#º7 / C Am / Dm7 G7 / C C/E / F F#º7 / C/G G7. Il tema si basa su un riff di cinque note che occupa tre quarti di battuta e viene ripetuto tre volte. Tipico gioco poliritmico che ha le sue radici molto lontano: nella musica africana. Ciò che della musica dell'Africa Occidentale rimane quasi incontaminato nella storia del jazz è proprio la sua caratteristica più originale e diversa da tutte le altre tradizioni musicali: la ricerca del contrappunto tra ritmi diversi, che nell'Africa è una tradizione corporale (è presente nella danza) oltre che strettamente legata agli strumenti musicali. Il tema è eseguito all'unisono da tutti gli strumenti della sezione melodica. Dopo l'esposizione del tema si susseguono gli interventi solistici, in questo ordine: Christian, Goodman, Williams, Auld. Quello di Charlie Christian e quello di Cootie Williams si distinguono per l'equilibrio e l'originalità presente in entrambi.

Armonia:
Durante la sezione A l'improvvisazione melodica di Christian in questo caso è costruita combinando due risorse: la pentatonica maggiore e la scala misolidia di do (scala maggiore con la settima minore). Sulla quadriade diminuita di Do Christian congiunge gli intervalli di terza minore che compongono quest'accordo in modo totalmente cromatico. Un pedale armonico di ben quattro battute costituite da un accordo di settima diminuita, seguito dalla discesa cromatica di altri accordi dello stesso tipo, è certamente insolito in un contesto che si può considerare ancora swing piuttosto che bebop. Christian mette l'accento sulle quattro note dell'accordo di settima diminuita che si susseguono in una sequenza cromatica discendente e poi si sofferma sul mib e sul do dando una chiusura dalla sonorità blues alle quattro battute di Cº7. Invece per Goodman il do sull'armonia di Cº7 è una nona bemolle dell'accordo di B7, nella sua funzione di dominante del modo minore, si sofferma infatti sul cromatismo do-si. Cootie Williams, più similmente a come fa Christian nel suo solo costruisce il suo fraseggio nella prima parte della sezione B su piccole imitazioni che si basano sulla congiunzione cromatica tra le quattro terze minori dell'accordo di settima diminuita. Nella seconda parte della sezione B Charlie Christian si muove scendendo cromaticamente e sull'armonia di Ab9 suona un arpeggio di Aº7 (che ha le stesse note di Cº7) per tornare sull'armonia di dominante.

Fraseggio melodico e ritmico:
La frase di Charlie Christian giocata sui cromatismi sull'armonia di settima diminuita, che mette l'accento sulle note della quadriade diminuita usando un forte effetto di sincope, è stata citata esplicitamente nel tema di "Clockwise", un veloce e virtuosistico blues di George Benson. Il primo brano del primo album "It's Uptown With The George Benson Quartet" registrato dal grande chitarrista jazz e interprete vocale nel 1966 (a mio avviso uno dei grandi capolavori della musica afroamericana). Anche George Benson, uno dei discepoli ideali di Charlie Christian e più tardi di Wes Montgomery, fu scoperto da John Hammond.

Nella seconda parte della sezione B il fraseggio di Christian utilizza ampiamente la figura ritmica del mordente e sia ritmicamente che melodicamente fa venire in mente lo stile europeo-gitano di Django Reinhardt.






Le altre lezioni:
28/01/2012

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues: la conseguenzialità delle idee musicali (Pietro Nicosia)

20/03/2011

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 3: solo su "Me & My Baby" di Horace Silver (Pietro Nicosia)

26/06/2010

Il Chitarrista di Jazz. Charlie Christian e dintorni (Roberto G. Colombo)- Marco Losavio

22/04/2010

The Rise of Dolce Vita - Roman New Orleans Jazz Band, Benny Goodman Sextet, Sistina Street Swingers, Bricktop (AA.VV. - Jazz in Italy in The 50s)- Franco Bergoglio

02/06/2009

LEZIONI (chitarra): 5 folgoranti chorus di Charlie Christian nel brano "Topsy (Swing to Bop)" (Pietro Nicosia)

04/01/2009

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 2. 2 nuovi chorus per lo studio del fraseggio Jazz (Pietro Nicosia)

04/01/2009

LEZIONI (chitarra): Storia della chitarra jazz attraverso le improvvisazioni dei grandi chitarristi. Si inizia con Charlie Christian, Wes Montgomery, Jimmy Raney e Jim Hall... (Pietro Nicosia)

15/03/2008

Presso lo Studio 57 Fine Arts, sulla 57a West a New York, vicinissimo alla Carnegie Hall, agli show di Broadway, al Lincoln Center, vi sono delle uniche e rare litografie di Al Hirschfeld che ritraggono alcuni tra i più rinomati musicisti jazz... (R. Zlokower)

10/02/2008

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 1 (Pietro Nicosia)

10/02/2008

La vita di Bessie Smith, la più grande cantante blues del mondo che...non ha mai smesso di cantare: "Era la sua voce possente ad emozionare il pubblico, ma anche le mises che di frequente aveva durante gli spettacoli, avevano un che di stravagante e originale I suoi vestiti di scena non erano particolarmente elaborati, ma esibiva spesso lunghe collane di perle, uno scialle spagnolo e delle piume di struzzo." (Brunella Marinelli)

15/08/2007

LEZIONI (chitarra): Analisi del solo di Charlie Christian su Flying Home. (Pietro Nicosia)

24/06/2007

LEZIONI (chitarra): Till Tom Special, brano in cui si evince particolarmente la concezione del riff di Charlie Christian. (Pietro Nicosia)

29/04/2007

LEZIONI (chitarra): Ad Lib Blues, altro momento eccelso del fenomeno Charlie Christian (Pietro Nicosia)

16/03/2007

LEZIONI (chitarra): Il solo su Stardust, analisi di un altro capolavoro da parte di Charlie Christian (Pietro Nicosia)

03/03/2007

Stringology (Roberto G. Colombo)

22/12/2006

LEZIONI (chitarra): Un must, un vero e proprio capolavoro, "Solo Flight" di Charlie Christian: "...quando ascolti qualcosa che suona bene vuoi ascoltarlo ancora, ed è ciò che è accaduto a me con Solo Flight. E quando lo riascolti, è ancora eccellente, ti viene voglia di suonare in egual modo... [Wes Montgomery]" (Pietro Nicosia)

30/10/2006

LEZIONI (chitarra): "Seven Come Eleven, analisi di un altro grande solo di Charlie Christian (Pietro Nicosia)

13/08/2006

LEZIONI (chitarra): Continua l'analisi dello stile del grande Charlie Christian con un solo su Honeysuckle Rose tratto da una registrazione del 1939 (Pietro Nicosia)

27/05/2006

LEZIONI (chitarra): Analisi del solo di "I Found a New Baby" di Charlie Christian (Pietro Nicosia)

01/05/2006

LEZIONI (chitarra): Nuovo spazio dedicato al grande Charlie Christian: biografia e cenni storici (Pietro Nicosia)

06/02/2005

LEZIONI (Clarinetto): Eddie Daniels' solo on "Air Mail Special" (Luca Luciano)





Video:
Scott Hamilton Quartet "A Beautiful Friendship" - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Scott Hamilton Quartet in "A Beautiful Friendship" by Donald Kahn (short excerpt), al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariScott Hamilt...
inserito il 01/04/2011  da - visualizzazioni: 3386
Scott Hamilton Quartet in Concert (Blues Improvisation) - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Scott Hamilton Quartet in Concert "Blues Improvisation" (short excerpt), al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariScott Hamilton sax,Pao...
inserito il 01/04/2011  da - visualizzazioni: 3390
Benny Goodman Orchestra - Sing, Sing, Sing (Hollywood Hotel) 1937
Benjamin David "Benny" Goodman (May 30, 1909 -- June 13, 1986) was an American jazz and swing musician, clarinetist and bandleader; widely k...
inserito il 14/02/2011  da - visualizzazioni: 3262
That's A Plenty - Benny Goodman 1980
"Aurex Jazz Festival", Sep.3,1980 at Budokan(Tokyo,Japan)cl:Benny Goodmanp:Teddy Wilsontp:Tony Terrantb:Dick Nashg:Eddie Duranb:Al Obidenski...
inserito il 28/07/2008  da SwingCla - visualizzazioni: 2734


Inserisci un commento

© 2006,2007 - Jazzitalia.net - Pietro Nicosia - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 9.554 volte
Data pubblicazione: 01/11/2007

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti