Jazzitalia - Lezioni: Chitarra
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Charlie Christian: Tpsy (Swing to Bop)
(Eddie Durham)
di Pietro Nicosia
pietronicosia@alice.it

File Audio - Topsy (Swing to Bop)

Topsy (Swing to Bop) - Pagina 1  Topsy (Swing to Bop) - Pagina 2  Topsy (Swing to Bop) - Pagina 3  Topsy (Swing to Bop) - Pagina 4

La trascrizione conclusiva di questa raccolta è una dimostrazione e contemporaneamente un riassunto di quali sono le caratteristiche per le quali Charlie Christian può essere considerato un grande nell'evoluzione del linguaggio jazzistico in senso lato. Tramite l'analisi di questa preziosissima registrazione possiamo renderci conto di come le jam-sessions fossero il vero laboratorio sperimentale dei musicisti jazz. Tutto ciò che di esaltante ed innovativo traspare già dalle registrazioni ufficiali delle grandi orchestre o dei complessi più piccoli come quello di Goodman è il materiale che si elabora in questi appuntamenti immancabili tra i musicisti, in questi confronti e scambi che permettono l'evoluzione di una forma d'arte. L'aspetto che più si sviluppa in questi contesti è quello dell'improvvisazione su chorus, sempre diversa e sempre più lunga e con idee e spunti di orecchiabilità infinitamente diversi. La ricerca sulle possibilità ritmiche nell'accompagnamento e nella melodia: l'invenzione melodica geniale (e sempre più istantanea) basata sull'esperienza sempre più grande nel campo della composizione musicale e dell'imitazione melodica. Sullo schema armonico di un classico del jazz di Kansas City, "Topsy" (del chitarrista e arrangiatore Eddie Durham di cui abbiamo già parlato precedentemente in questo testo), Charlie Christian improvvisa per ben cinque choruses. Quella di "Topsy" è una delle registrazioni fatte da Jerry Newman al Minton's Playhouse ed è più conosciuta con il nome altamente simbolico di "Swing to Bop" o anche come "Charlie's Choice". Il 12 maggio del 1941 nel locale di New York suonano insieme Joe Guy alla tromba, Charlie Christian alla chitarra, Kenny Kersey al pianoforte, Nick Fenton al contrabbasso, Kenny Clarke alla batteria. Nel libro di Peter Broadbent sono riportate queste affermazioni di uno dei più grandi chitarristi jazz di oggi, John Scofield:

Quando suonavo nella band di Miles Davis nei primi anni Ottanta, durante una conversazione Miles mi disse che lui pensava fosse Charlie Christian il vero iniziatore del movimento Bebop, la più grande influenza per Bird [Parker] e Diz [Gillespie]. Non so se Miles avesse mai ascoltato Charlie Christian dal vivo. So che Miles si spostò a New York pochi anni dopo la morte di Charlie Christian, quindi ritengo che fu Bird a dirglielo. Quando ti capita, al giorno d'oggi, di sentire le registrazioni di Christian, il suo modo di suonare è ancora fonte d'ispirazione, è fresco, armonicamente e ritmicamente avanzato. Tra le sue registrazioni quella che preferisco è "Swing to Bop" (registrazione dal vivo al Minton's Playhouse). Adoro il fatto che il movimento moderno possa aver avuto inizio proprio da un chitarrista.
[1]

Molto probabilmente questa è una delle prime registrazioni che si possono considerare pienamente bebop. Le due caratteristiche che lo rendono tale sono l'improvvisazione solistica e lo scambio continuo ed imprevedibile tra la sezione ritmica ed il solista, specialmente l'uso che Kenny Clarke fa della batteria. Ad ogni proposta del chitarrista il batterista è sempre pronto a rispondere, ma è anche pronto a sottolineare le sue idee melodiche, marcando e mettendo in evidenza alcune delle parti del fraseggio ritmico del solista. Ma è anche lo stesso timbro della chitarra elettrica di Charlie Christian a rappresentare la grande novità: la differenza sostanziale tra il timbro di una "chitarra elettronica" (come chiama la timbrica rock), di un' acustica amplificata (chitarra microfonata) e di una chitarra elettrica (con pick-up usata alla Christian) è ben spiegata dal grande Barney Kessel nel Guitar Player del marzo del 1982 dedicato a Charlie Christian per il quarantesimo anniversario della sua morte:

Il timbro e la dinamica di Charlie corrispondono allo stesso concetto del timbro e della dinamica in uso oggi nel jazz. E' l'antitesi del timbro rock, pop-rock, punk-rock. [Quello di Christian] E' più il suono di una chitarra elettrica che quello di una chitarra elettronica. Ma molta gente pensa che quello che voglio io oggi e quello che lo stesso Charlie Christian cercava a suo tempo sia semplicemente amplificare il suono naturale della chitarra- ma questo non è vero! E' un suono completamente diverso. La chitarra elettrica suonata da Charlie Christian ha un suono tutto suo. […] E' un dato di fatto che molte persone sentendo quel suono non immaginavano si trattasse di una chitarra. [2]

ARMONIA:
Ascoltando questa stupenda registrazione e seguendo lo spartito ci si accorge che vi sono riassunte molte delle risorse utilizzate da Charlie Christian che abbiamo incontrato nel corso di questo lavoro: sia a livello di scale ed arpeggi che a livello ritmico ed intervallare. Si tratta di una summa dello stile di Charlie Christian, sintetizzabile in tre diversi punti. Emerge in primo luogo un impressionante padronanza dell'idea ritmica: l'arte del riff di cui abbiamo molto parlato, che lo porta sempre più a variare di chorus in chorus l'atmosfera ritmica del brano, facendo della varietà ritmica il sale del suo discorso jazzistico. In secondo luogo una nuova consapevolezza del fraseggio cromatico usato ampiamente per cadere sulle cosiddette "target notes", tra le quali oltre alle note della quadriade vi è spesso la nona. E poi le diverse sostituzioni armoniche di cui abbiamo parlato in molte occasioni.

FRASEGGIO RITMICO E MELODICO:
Ascoltando un solo di questa lunghezza, ma nel contempo pieno di equilibrio e varietà ci si rende conto di quanto questa abilità sia certamente frutto della grande padronanza del ritmo da parte di Christian. Ogni chorus comincia con un atmosfera diversa dal precedente e la frase iniziale del chorus è sempre ben collegata se non anticipata esplicitamente (a livello ritmico) dalla fase finale del chorus precedente. La sezione A essendo più stabile armonicamente ospita la maggior parte delle invenzioni e delle imitazioni ritmiche di Charlie Christian. La prima sezione A è sempre basata su idee non eccessivamente complesse a livello intervallare ma molto efficaci dal punto di vista ritmico e che danno una ben precisa direzione agli strumentisti che lo stanno accompagnando. La sezione B, basata su cambi armonici più veloci e accordi di dominante, è sfruttata da Christian in maniera più virtuosistica: frasi ad ottavi con abbondanza di cromatismi e l'uso delle sue formule melodiche spesso ricorrenti per le frasi di questo tipo.


[1] Peter Broadbent, Charlie Christian. Solo Flight-The Seminal Electric Guitarist, Ashley Mark Publishing Company, Blaydon On Tyne 2003, p.10.
[2] Jas Obrecht, Charlie Christian 1919-1942, nella rivista mensile «Guitar Player» del marzo 1982 intervista il primo tra i grandi chitarristi jazz venuti dopo Charlie Christian: Barney Kessel.






Le altre lezioni:
28/01/2012

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues: la conseguenzialità delle idee musicali (Pietro Nicosia)

20/03/2011

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 3: solo su "Me & My Baby" di Horace Silver (Pietro Nicosia)

26/06/2010

Il Chitarrista di Jazz. Charlie Christian e dintorni (Roberto G. Colombo)- Marco Losavio

22/04/2010

The Rise of Dolce Vita - Roman New Orleans Jazz Band, Benny Goodman Sextet, Sistina Street Swingers, Bricktop (AA.VV. - Jazz in Italy in The 50s)- Franco Bergoglio

04/01/2009

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 2. 2 nuovi chorus per lo studio del fraseggio Jazz (Pietro Nicosia)

04/01/2009

LEZIONI (chitarra): Storia della chitarra jazz attraverso le improvvisazioni dei grandi chitarristi. Si inizia con Charlie Christian, Wes Montgomery, Jimmy Raney e Jim Hall... (Pietro Nicosia)

15/03/2008

Presso lo Studio 57 Fine Arts, sulla 57a West a New York, vicinissimo alla Carnegie Hall, agli show di Broadway, al Lincoln Center, vi sono delle uniche e rare litografie di Al Hirschfeld che ritraggono alcuni tra i più rinomati musicisti jazz... (R. Zlokower)

10/02/2008

LEZIONI (chitarra): Improvvisazione Blues-Jazz, Fraseggi, Lezione 1 (Pietro Nicosia)

10/02/2008

La vita di Bessie Smith, la più grande cantante blues del mondo che...non ha mai smesso di cantare: "Era la sua voce possente ad emozionare il pubblico, ma anche le mises che di frequente aveva durante gli spettacoli, avevano un che di stravagante e originale I suoi vestiti di scena non erano particolarmente elaborati, ma esibiva spesso lunghe collane di perle, uno scialle spagnolo e delle piume di struzzo." (Brunella Marinelli)

01/11/2007

LEZIONI (chitarra): Analisi del solo di Charlie Christian su Air Mail Special. (Pietro Nicosia)

15/08/2007

LEZIONI (chitarra): Analisi del solo di Charlie Christian su Flying Home. (Pietro Nicosia)

24/06/2007

LEZIONI (chitarra): Till Tom Special, brano in cui si evince particolarmente la concezione del riff di Charlie Christian. (Pietro Nicosia)

29/04/2007

LEZIONI (chitarra): Ad Lib Blues, altro momento eccelso del fenomeno Charlie Christian (Pietro Nicosia)

16/03/2007

LEZIONI (chitarra): Il solo su Stardust, analisi di un altro capolavoro da parte di Charlie Christian (Pietro Nicosia)

03/03/2007

Stringology (Roberto G. Colombo)

22/12/2006

LEZIONI (chitarra): Un must, un vero e proprio capolavoro, "Solo Flight" di Charlie Christian: "...quando ascolti qualcosa che suona bene vuoi ascoltarlo ancora, ed è ciò che è accaduto a me con Solo Flight. E quando lo riascolti, è ancora eccellente, ti viene voglia di suonare in egual modo... [Wes Montgomery]" (Pietro Nicosia)

30/10/2006

LEZIONI (chitarra): "Seven Come Eleven, analisi di un altro grande solo di Charlie Christian (Pietro Nicosia)

13/08/2006

LEZIONI (chitarra): Continua l'analisi dello stile del grande Charlie Christian con un solo su Honeysuckle Rose tratto da una registrazione del 1939 (Pietro Nicosia)

27/05/2006

LEZIONI (chitarra): Analisi del solo di "I Found a New Baby" di Charlie Christian (Pietro Nicosia)

01/05/2006

LEZIONI (chitarra): Nuovo spazio dedicato al grande Charlie Christian: biografia e cenni storici (Pietro Nicosia)

06/02/2005

LEZIONI (Clarinetto): Eddie Daniels' solo on "Air Mail Special" (Luca Luciano)





Video:
Scott Hamilton Quartet "A Beautiful Friendship" - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Scott Hamilton Quartet in "A Beautiful Friendship" by Donald Kahn (short excerpt), al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariScott Hamilt...
inserito il 01/04/2011  da - visualizzazioni: 3383
Scott Hamilton Quartet in Concert (Blues Improvisation) - Ueffilo Jazz Club Gioia del Colle - Ba
Scott Hamilton Quartet in Concert "Blues Improvisation" (short excerpt), al Ueffilo Jazz Club - Gioia del Colle - BariScott Hamilton sax,Pao...
inserito il 01/04/2011  da - visualizzazioni: 3382
Benny Goodman Orchestra - Sing, Sing, Sing (Hollywood Hotel) 1937
Benjamin David "Benny" Goodman (May 30, 1909 -- June 13, 1986) was an American jazz and swing musician, clarinetist and bandleader; widely k...
inserito il 14/02/2011  da - visualizzazioni: 3257
That's A Plenty - Benny Goodman 1980
"Aurex Jazz Festival", Sep.3,1980 at Budokan(Tokyo,Japan)cl:Benny Goodmanp:Teddy Wilsontp:Tony Terrantb:Dick Nashg:Eddie Duranb:Al Obidenski...
inserito il 28/07/2008  da SwingCla - visualizzazioni: 2731


Inserisci un commento

© 2006,2009 - Jazzitalia.net - Pietro Nicosia - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 9.312 volte
Data pubblicazione: 02/06/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti