Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

L'interpretazione nel jazz:
"tra agogica, timbriche e dinamiche"

Premessa
di Sandra Evangelisti
evasama@tin.it

Io credo che oggi il canto jazz stia perdendo di spontaneità. Si pensa soltanto ad "improvvisare come uno strumento" senza dare più importanza a quella che, invece, è stata una delle caratteristiche distintive delle "Signore del jazz". Ovvero la loro capacità interpretativa. Esistono soltanto i "soli" tutto il resto non conta.

Sembra quasi che il "raccontare" il testo e le emozioni ad esso legate siano considerati degli ornamenti inutili e, talvolta, addirittura, di cattivo gusto. In tutti questi anni ho cercato di capire, attraverso uno studio che è andato ben oltre il semplice apprendimento della "grammatica della musica" (www.jazzitalia.net/artisti/sandraevangelisti.asp), come affinare questo tipo di abilità.

Limitarsi a dire che queste abilità sono soltanto "doti naturali" e che "o si hanno o non si hanno" non rientrava nella mia natura. Mi sono posta domande, mi sono lasciata stimolare dai dubbi e dagli "errori di percorso". Ho raccolto molto materiale è ho fatto tantissima esperienza. Ho cercato e ho trovato molte cose dentro e fuori di me!

Forse è vero che queste abilità sono da considerarsi "doti naturali" ma... è, soprattutto, vero che sono doti che appartengono alla natura di tutti gli uomini e non soltanto a quella di "pochi eletti".

A volte basta poco. Conoscere l'apparato articolatorio, ad esempio, ci permette di ottenere qualcosa di più del semplice "suono pulito".

Saper usare al meglio le dinamiche e saper "giocare" con l'agogica ci permette di "dare più sapore" alle storie che stiamo raccontando.

Questa serie di lezioni, in cui mi propongo di sviluppare ulteriormente questa mia ricerca, sono rivolte a tutte quelle persone che, come me, credono che cantare il jazz non significhi solamente "improvvisare come uno strumento" ma anche qualcosa di più.

Con affetto Sandra Evangelisti.





Le altre lezioni:
07/04/2007

LEZIONI (voce): Rimaniamo nella pratica…Unisono o non unisono?!? (Sandra Evangelisti)

27/05/2006

LEZIONI (voce): La voce nel jazz: tra fisiologia e patologia. Anita O'Day - Seconda Parte. (Sandra Evangelisti)

12/02/2006

LEZIONI (voce): La voce nel jazz: tra fisiologia e patologia. Anita O'Day - Prima Parte. (Sandra Evangelisti)

29/10/2005

LEZIONI (voce): Nuovo corso dal titolo "L'interpretazione nel jazz: tra agogica, timbriche e dinamiche" (Sandra Evangelisti)








Inserisci un commento

© 2004, 2005 Jazzitalia.net - Sandra Evangelisti - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 5.678 volte
Data ultima modifica: 12/10/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti