Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

La respirazione
di Fabio Tullio
ftullio@everyday.com

La respirazione deve essere diaframmatica, ovvero i movimenti dei polmoni (inspirazione ed espirazione) debbono essere posti sotto il controllo di quel muscolo posto alla base del torace, sopra lo stomaco, che prende il nome appunto di muscolo diaframmatico.

Tale risultato si ottiene inspirando, per così dire, dilatando lo stomaco e la cavità toracica inferiore ed espirando comprimendo gradualmente gli addominali ottenendo così la pressione d'aria voluta.
In tal modo si ottiene l'emissione di una colonna d'aria costante e soprattutto quantificabile dall'esecutore al fine di ottenere le più sottili variazioni di volume sonoro nonché una buona e corretta intonazione.

Respirare con la bocca, aprendone i lati e senza togliere i denti superiori ed il labbro inferiore dalla loro posizione.
Non respirare mai riempiendo totalmente i polmoni ne tanto meno bisogna arrivare al loro completo svuotamento pena il rischio di entrare, per così dire, in apnea con conseguente affanno.

La respirazione è molto importante ed è un aspetto da non sottovalutare se si vuole ottenere un buon suono sullo strumento.
Molto spesso un cattivo suono non ha origine dal tipo di imboccatura o da un’ancia scadente, ma bensì è causato da una incorretta respirazione.

Un flusso d’aria ben controllato ci permette di sfruttare al meglio le qualità timbriche del nostro strumento, ottimizzando la vibrazione dell’ancia, ma ci aiuta anche nell’esecuzione di molti passaggi, primo tra tutti lo staccato, facilitando il sincronismo tra dita, lingua ed emissione.


Zast
Nebuloso






Articoli correlati:
10/03/2005

Nebuloso (Zast)

01/02/2003

LEZIONI (sax): Growl, multiphonics ed effetto sirena. (Fabio Tullio)

08/08/2002

LEZIONI (sax): Vibrato, Articolazione e Slap. Tre tecniche per arricchire il proprio sound. (Fabio Tullio)

16/02/2002

LEZIONI (sax): I sovracuti, un aspetto del saxofonismo moderno certamente affascinante ma complesso, e per questo ambiguo e controverso.

24/09/2001

La scintilla del soprano nacque dopo aver visto, e sentito, Steve Lacy in concerto: rimasi praticamente stregato dal personaggio, dallo strumento e da quello che ne usciva fuori. (sax)

09/06/2001

Lo studio delle scale e dei patterns con esempi audio (sax)

08/01/2001

Oleo. Trascrizione del solo di John Coltrane

08/10/2000

La scala maggiore (tra tonale e modale) (sax)

24/08/2000

Lezioni sax: l'imboccatura: classica o jazzistica?

08/08/2000

Lezioni Sax: tavola delle posizioni

03/07/2000

Lezioni sax: l'apertura

03/07/2000

Lezioni sax: l'approccio fisico e mentale allo strumento

03/07/2000

Lezioni Sax: un po' di storia







Inserisci un commento

© 2000 Jazzitalia.net - Fabio Tullio - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 40.275 volte
Data ultima modifica: 20/03/2006

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti