Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Anhelante
Steve Khan original as played on his recording
YOU ARE HERE (Siam)

 
di Steve Khan

Click here to read the english version
Su entrambi i nostri CDs, Rob Mounsey e io abbiamo concordato che ognuno avrebbe portato una sua ballad da inserire nel progetto. Su "LOCAL COLOR" (Denon), Rob ha contribuito con "Mahana" e "The Blue Rose" era il mio pezzo. Su nostro ultimo CD, "YOU ARE HERE", la mia ballad rappresenta, credo, uno dei mie pezzi favoriti che abbia mai scritto. "Anhelante" (che ho tradotto dal dizionario spagnolo e significa "desiderio") è la più piena realizzazoine dei miei studi dello stile di voicing di Clare Fischer. La sua influenza permea questa composizione. Rob è sembrato molto affascinato dal fatto che il brano si sposta dentro e fuori del tempo. In generale, sul CD, c'è una significativa presenza Latina e Afro-Cubana, è nell'attitudine della musica ed è fisicamente supportata dalle brillanti performance del percussionista Marc Quiñones. Quando "Anhelante" è nel tempo, è nello stile ritmico di un 'bolero', con Marc che fornisce i pattern necessari su congas, bongos, e timbales.

Sebbene ho apprezzato molte registrazoni di Clare Fischer negli anni, sono stato principalmente ispirato nello studiare le partiture relative al suo CD, "
LEMBRANÇAS" (Concord Picante). Su questo CD, Clare, suona un versione anni '90 di ciò che sarebbe stato un Fender Rhodes in un altro tempo. Il suono è particolarmente bello e si presta a un particolare stile di voicing dove piccoli clusters di note sembrano 'nascosti' all'interno dell'accordo. Sembra che questo stile non possa sempre essere trasportato su un piano acustico. Forse i migliori esempi di questo tipo di voicing si possono trovare nelle sezioni 'bolero': [A-2] e [C]. Anche se [A-2] può essere descritto come un vamp (ndt. un'introduzione o accompagnamento improvvisato ripetuto fino all'inizio del solo) su Fm9(#7) e suggerisce che si potrebbe improvvisare usando la scala minore-melodica di F, se si osserva la bar 3 si può vedere che è accennato un voicing di C7(alt.) a cui è dato il valore di una V7(alt.) che risolve in im7. L'inclusione di questo accordo fornisce al vamp una qualità ipnotica molto speciale, e se si segue solo la parte superiore di ogni accordo, si avverte come una melodia dai toni lunghi.

La composizione caratterizza anche l'uso di un particolare voicing che impiega due triadi maggiori, una sull'altra. La triade superiore è normalmente in primo rivolto le la più bassa in secondo rivolto. Queste sono presenti in tutte le sezioni rubato: [A], [B], [D], e [Tag] o coda.

State comunque osservando ciò che è essenzialmente un mini-spartito che io e Rob abbiamo utilizzato per eseguire il pezzo. Per coloro che non hanno mai visto questo stile di scrittura di uno spartito per una 'free ballad', dovrei spiegare un paio di notazioni. Nelle sezioni rubato utilizzo essenzialmente ...... per indicare che nello spazio dopo l'accordo, il musicista può improvvisare. In diversi punti potrete osservare l'uso di una linea ondulata (da sinistra a destra). La utilizzo per indicare che, in questi punti posso improvvisare qualcosa. E' anche per dire a a Rob di fare attenzione e lasciare lo spazio aperto. Una volta che la registrazione fu completata feci alcuni aggiustamenti alla musica scritta per adattarla a quanto effettivamente era stato poi sviluppato a partire dalla bozza iniziale. Per quanto dettagliato sia il mio mini-spartito, non posso esplicitare a sufficienza la bellezza dell'esecuzione di Rob, e con un suono personale di piano elettrico molto bello. Spero realmente che vi piaccia ascoltare questo pezzo ed esplorare armonie come queste in modo personale.

File Audio MP3








Le altre lezioni:
19/11/2006

LEZIONI (chitarra): El Tacaño tratto dall'album Paraíso dei Caribbean Jazz Project (Steve Khan)

12/08/2006

The Green Field (Steve Khan Trio)

12/08/2006

LEZIONI (chitarra): Tratto dall'ultimo eccellente album, "The Green Field", l'analisi di "El Viñón" dedicato al grande Elvin Jones (Steve Khan)

17/03/2006

LEZIONI (chitarra): Sierra Madre solo tratto dall'album Sunshower di Dave Valentine (Steve Khan)

06/10/2005

LEZIONI (chitarra): Daily Bulls, tratto dall'album "The Blue Man" (Steve Khan)

01/10/2005

Intervista a Steve Khan: "...Fare in modo che la musica funzioni è la cosa che più importante per me! Non mi preoccupo quanto uno suoni veloce...La prima cosa per me è che la musica abbia groove, se c'è relazione tra la melodia, la batteria e il basso...Questo è quello che cerco..." (Alex Milella)

26/06/2005

LEZIONI (chitarra): Blue Zone 41 tratto dall'album "Public Acess" (Steve Khan)

23/04/2005

LEZIONI (chitarra): Un tributo a George Harrison con il medley di "Within You Without You/Blue Jay Way" (Steve Khan)

30/01/2005

LEZIONI (chitarra): What I'm Said - uno "strano" blues dall'album Crossings. (Steve Khan)

09/11/2004

LEZIONI (chitarra): Charanga Sì Sì - un brano del Caribbean Jazz Project. (Steve Khan)

01/09/2004

LEZIONI (chitarra): Daily Village, un brano di ispirazione latina. (Steve Khan)

07/04/2004

LEZIONI (chitarra): Uncle Roy un brano emblematico della migliore fusion! (Steve Khan)

03/09/2003

LEZIONI (chitarra): Dr. Slump, un involontario "tributo a Jimi Hendrix" raccontato in tutti i suoi aspetti. (Steve Khan)

27/04/2003

LEZIONI (chitarra): Tightrope quarto brano di Steve Khan in esclusiva per Jazzitalia. Un brano fusion in 11/4 con un interessante "trucco" di arrangiamento...

08/03/2003

LEZIONI (chitarra): Descarga Canelón terzo brano di Steve Khan in esclusiva per Jazzitalia. Una brano Latin suonato da un grande gruppo.

22/12/2002

LEZIONI (chitarra): Avviata una collaborazione col grande chitarrista Steve Khan. Nelle sue pagine conosceremo ed analizzeremo insieme a lui la sua musica suonata sempre con grandissimi musicisti. Il primo brano è Got My Mental un blues originale inciso con Patitucci e DeJohnette.







Inserisci un commento

© 2002, 2003 Jazzitalia.net - Steve Khan - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2019 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 6.319 volte
Data pubblicazione: 25/01/2003

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti