Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Got My Mental
Steve Khan original as played on his recording
GOT MY MENTAL (Evidence)

 
di Steve Khan

Click here to read the english version

Inizialmente scritto come un blues "con un bridge", "Got My Mental" è stato uno degli ultimi pezzi che abbiamo registrato. E' pensato per apparire come se avesse la forma standard di 32-bar A-A-B-A, anche se ogni [A] è lunga 12-bars, e la [B] ha solo 8-bars funzionando da bridge come in un brano 'rhythm changes' (anatole). Ho scelto la tonalità di Ab solo perchè non suoniamo spesso un blues in quella chiave. Se avete ascoltato la registrazione, allora sapete già che John Patitucci e io suoniamo tutte le melodie della [A] all'unisono. Ma, se osservate la partitura potete vedere che io avevo una specifica parte di basso in mente che doveva essere suonata a metà tempo. Poichè la musicalità di John è ad un livello elevato, il suo istinto musicale lo ha portato a suonare immediatamente la prima parte con me ... e, l'a anche letta in chiave di violino. Ancora una volta, un tributo alla sua tremenda abilità musicale. Quando si è dinanzi al compito di dover registrare e mixare un intero CD in due giorni, bisogna provare ed essere il più flessibili possibile sui 'piccoli dettagli'! Noterete che avevo indicato che avremmo dovuto suonare la [B] tra ognuno dei soli, ma, poichè abbiamo avuto a disposizione solo tre ore per provare il giorno prima della session, ho pensato che fosse meglio eliminare quella parte dell'arrangiamento. Se questo brano fosse suonato dal vivo, utilizzerei certamente il 'bridge' tra i soli. Durante le prove, abbiamo suonato il pezzo ad un tempo molto sostenuto ed è sembrato grande, ma, in qualche modo, una volta che siamo stati nello studio, era un giorno differente e un altro feeling è prevalso. Così, Jack DeJohnette lo ha avviato al tempo che potte ascoltare, che ci è sembrato buono, ed è questo e basta! Come molti pezzi del CD è stato fatto in una traccia sola (in diretta). In questo caso la mia filosofia è che SE la performance cattura fondamentalmente l' 'intento' del pezzo allora farlo una volta in più, o 6 volte in più, non cambierà nulla in nessun aspetto significante. Se è una valida rappresentazione di dove ognuno era in quel particolare giorno allora dovrebbe essere valido. Il modo di suonare di Jack è brillante, ed il suo delicato accompagnamento durante la melodia rende il tutto come se lo avessimo suonato effettivamente per un'intera settimana in club prima di registrarlo. Prima del solo di batteria di Jack, e dopo il solo di basso, Jack e io abbiamo scambiato qualche 'four.'

Nel corso degli anni, ho imparato che NESSUN pezzo di musica è 'completamente' originale, e che qualsiasi cosa può suonare comu un piccolo pezzo di qualcosaltro. Ciò che abbiamo ascoltato, anche se diversi anni fa, può apparire furtivamente in un nuovo brano. Col senno di poi, "Got My Mental" (una frase o due) mi ricorda le spigolose linee di un vecchio blues, "Uptown Ed",  composto da Mike Brecker che abbiamo registrato insieme per l'album "BLUE MONTREUX" ('78) con la Arista All-Stars (che includeva Randy Brecker, Mike Mainieri, Warren Bernhardt, Eddie Gomez e Steve Jordan). Nei nostri recenti anni a New York, ricordo di aver passato molto tempo nell'attico di Mike, nel quartiere Chelsea, dove lui mi mostrava un libro che conserva contenente solo parti blues. Mi disse che aveva attraversato un periodo in cui provava a scrivere 'un blues al giorno'! Mi sembrò una grande idea, e in tempi diversi, ho fatto la stessa cosa. Come insegnante, ho avvertito anche i miei studenti a provare questa cosa. Più in generale, ho sempre dei dubbi sui miei pezzi, e questo non fa eccezione, ma a Jack & John piaceva realmente, così lo abbiamo registrato.

Spero che queste note e intuizioni si aggiungano al vostro piacere del pezzo, e che vi prenda la "mente"!
Steve Khan

File Audio MP3 (491KB)







Le altre lezioni:
19/11/2006

LEZIONI (chitarra): El Tacaño tratto dall'album Paraíso dei Caribbean Jazz Project (Steve Khan)

12/08/2006

The Green Field (Steve Khan Trio)

12/08/2006

LEZIONI (chitarra): Tratto dall'ultimo eccellente album, "The Green Field", l'analisi di "El Viñón" dedicato al grande Elvin Jones (Steve Khan)

17/03/2006

LEZIONI (chitarra): Sierra Madre solo tratto dall'album Sunshower di Dave Valentine (Steve Khan)

06/10/2005

LEZIONI (chitarra): Daily Bulls, tratto dall'album "The Blue Man" (Steve Khan)

01/10/2005

Intervista a Steve Khan: "...Fare in modo che la musica funzioni è la cosa che più importante per me! Non mi preoccupo quanto uno suoni veloce...La prima cosa per me è che la musica abbia groove, se c'è relazione tra la melodia, la batteria e il basso...Questo è quello che cerco..." (Alex Milella)

26/06/2005

LEZIONI (chitarra): Blue Zone 41 tratto dall'album "Public Acess" (Steve Khan)

23/04/2005

LEZIONI (chitarra): Un tributo a George Harrison con il medley di "Within You Without You/Blue Jay Way" (Steve Khan)

30/01/2005

LEZIONI (chitarra): What I'm Said - uno "strano" blues dall'album Crossings. (Steve Khan)

09/11/2004

LEZIONI (chitarra): Charanga Sì Sì - un brano del Caribbean Jazz Project. (Steve Khan)

01/09/2004

LEZIONI (chitarra): Daily Village, un brano di ispirazione latina. (Steve Khan)

07/04/2004

LEZIONI (chitarra): Uncle Roy un brano emblematico della migliore fusion! (Steve Khan)

03/09/2003

LEZIONI (chitarra): Dr. Slump, un involontario "tributo a Jimi Hendrix" raccontato in tutti i suoi aspetti. (Steve Khan)

27/04/2003

LEZIONI (chitarra): Tightrope quarto brano di Steve Khan in esclusiva per Jazzitalia. Un brano fusion in 11/4 con un interessante "trucco" di arrangiamento...

08/03/2003

LEZIONI (chitarra): Descarga Canelón terzo brano di Steve Khan in esclusiva per Jazzitalia. Una brano Latin suonato da un grande gruppo.

25/01/2003

LEZIONI (chitarra): Anhelante secondo brano di Steve Khan in esclusiva per Jazzitalia. Una ballad suonata con la chitarra acustica. (Steve Khan)







Inserisci un commento

© 2002 Jazzitalia.net - Steve Khan - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 18.689 volte
Data pubblicazione: 22/12/2002

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti