Jazzitalia - Tesi - Lennie Tristano - Capitolo I - L'evoluzione stilistica di Lennie Tristano - 1.4 Le sperimentazioni tecnologiche
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�
INDICE LEZIONI

Capitolo I
L'evoluzione stilistica di Lennie Tristano
1.4 Le sperimentazioni tecnologiche
di Pierpaolo Principato

Nella sua incessante esigenza di sperimentazione Tristano apre ancora un capitolo importante della sua carriera e questa volta lo fa utilizzando la tecnica del multitracking, registrando nel 1951, con questo ausilio tecnologico, due brani per la sua neonata etichetta discografica, la "Jazz records". I brani in questione sono "Ju ju" e "Pastime" nei quali si avvale della collaborazione di Peter Ind al contrabbasso e Roy Haynes alla batteria. Tristano vi sovraincide due pianoforti spostando la sua attenzione dalla verticalità armonica alla piena orizzontalità, alla polifonia, e quest'ultima non tanto più intesa in senso contrappuntistico ma di pura convivenza di due linee improvvisate indipendenti che in alcuni momenti convivono pacificamente ed in altri danno luogo ad urti e contrasti dall'effetto politonale. Forse Tristano dà uno sguardo indietro ed uno avanti, pensando alla polifonia improvvisata della musica di N. Orleans intesa in una chiave decisamente moderna e d'avanguardia.



Le registrazioni avranno una ristrettissima diffusione e quindi pochi sapranno di questo esperimento del pianista.

Più avanti, nel 1953, Tristano sperimenterà ancora la multiregistrazione in un altro capolavoro registrato nella sua casa/studio e questa volta senza aggiungere altri strumenti alle varie tracce di pianoforte sovrapposte.
Ne viene fuori quello che è considerato un altro capolavoro del grande pianista: "Descent into the Maelstrom". Qui Tristano tenta una descrizione sonora del Maelstrom, quell'insieme di fenomeni vorticosi che si verificano in particolare nello stretto di Maelstrom, nel mare del Nord, a causa dello scontro di fortissime correnti di marea.



Tristano potrebbe averlo visto descritto, nelle sue letture giovanili, nel racconto omonimo di E. A. Poe, dalla raccolta "Racconti del terrore"1 dove lo scrittore descrive il vortice di Moskoetrom sulle coste di Lofoden2.

Un gorgoglio di note nel registro grave danno l'immagine del vortice che attira verso di sé tutto ciò che gli si avvicina e che Tristano descrive attraverso gruppi di note in clusters e in rapidi glissati che sembrano venire inghiottiti dal vortice.

La descrizione sonora è impressionante in quanto capace di evocarne l'immagine. Questo brano verrà pubblicato solo nel 1976 assieme ad altri brani composti prima e dopo e di per sé costituisce un'anticipazione di alcuni elementi del mondo sonoro di Cecil Taylor.

1 Cfr. Fayenz/Brazzale, "Lennie Tristano il profeta incompreso", pag. 35
2 Cfr. Fayenz/Brazzale, "Lennie Tristano il profeta incompreso", pag.93






Le altre lezioni:
22/12/2017

LEZIONI (Storia): L'evoluzione stilistica: La svolta del 1949. (Pierpaolo Principato)

31/10/2011

LEZIONI (Storia): Lennie Tristano: introduzione. (Pierpaolo Principato)

31/10/2011

LEZIONI (Storia): L'evoluzione stilistica di Lennie Tristano: le fasi principali. (Pierpaolo Principato)

31/10/2011

LEZIONI (Storia): L'evoluzione stilistica di Lennie Tristano: il periodo 1945/1947. (Pierpaolo Principato)

12/04/2009

Omaggio a Lennie Tristano (Iacoucci-Cantarano )





Video:
Lennie Tristano - Descent into the Maelstrom
TRISTANO, LENNIE. Di origini italiane, perse la vista a nove anni. Studiò il pianoforte con la madre e numerosi altri strumenti in un istituto pe...
inserito il 14/10/2011  da fabriziowebmaster - visualizzazioni: 3282
Intuition - Lennie Tristano
Lennie Tristano and Wayne Marsh along with the rest of sextet invents free jazz in 1949, preceding Ornette Coleman by 10 years. The first and some of ...
inserito il 01/08/2011  da lennietristanojazz - visualizzazioni: 3158
Lennie Tristano plays I Don't Stand a Ghost of a Chance With You
rec. 1947...
inserito il 25/05/2011  da gullivior - visualizzazioni: 2821
Lennie Tristano Line Up.wmv
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 09/03/2011  da gioco1234 - visualizzazioni: 2451
Requiem
nessuna descrizione disponibile...
inserito il 09/03/2011  da gioco1234 - visualizzazioni: 2617
Lennie Tristano Darn That Dream
Live Copenhagen 1965...
inserito il 22/01/2010  da JATLOZ - visualizzazioni: 2439
Lennie Tristano Darn That Dream
Live Copenhagen 1965...
inserito il 22/01/2010  da JATLOZ - visualizzazioni: 2435
Lennie Tristano Live At The Half Note
Lennie Tristano piano - Lee konitz sax alto - Warne Marsh sax tenor - Sonny Dallas bass - Nick Stabulas drums...
inserito il 09/04/2009  da JATLOZ - visualizzazioni: 2176
Lennie Tristano Live At The Half Note
Lennie Tristano piano - Lee konitz sax alto - Warne Marsh sax tenor - Sonny Dallas bass - Nick Stabulas drums...
inserito il 09/04/2009  da JATLOZ - visualizzazioni: 2785
Expressions
...
inserito il 28/01/2009  da Gandalf71 - visualizzazioni: 2370
Lennie Tristano - WOW
From my 78rpm record collection.Lennie Tristano SextetteLee Konitz(as)Warne Marsh(ts)Lennie Tristano(p)Billy Bauer(g)Arnold Fishkin(b)Harold Granowsky...
inserito il 23/11/2008  da konidolfine - visualizzazioni: 2851



Inserisci un commento

© 2011 - 2018 Jazzitalia.net - Pierpaolo Principato - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2018 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 55 volte
Data pubblicazione: 27/11/2018

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti