Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

...Nana Vasconcelos e Peppe Consolmagno
di Carlotta Fischer

Ho il piacere di raccontarVi il grande successo che ha ottenuto il concerto di NANA VASCONCELOS e di PEPPE CONSOLMAGNO che si è tenuto il 24 ottobre 2001 nella bella e prestigiosa Sala Vanni di Firenze, concerto inserito nel programma del Festival Percussionistica 2001.

Nana Vasconcelos e Peppe Consolmagno sono riusciti a creare momenti di particolare suggestione ed emozione inoltre questa occasione ha permesso di consolidare maggiormente la grande amicizia tra i due artisti.

La serata del 24 ottobre, nella prestigiosa Sala Vanni di Firenze, è iniziata con la solo performance di Peppe Consolmagno che introduceva quella, sempre in solo, di Nana Vasconcelos, per poi finire suonando insieme un bell'omaggio a Collin Walcott e Don Cherry. Peppe Consolmagno è entrato al buio e sulle note del suo brano -
Lua - le luci si sono accese, ha eseguito quattro brani uno attaccato all'altro per poi uscire cantando e sfumando...gioco di luci e Nana è entrato...Ottima è stata la risposta del numeroso pubblico.

Nana e Peppe Consolmagno si trovano perfettamente d'accordo sull'idea di usare i propri strumenti a percussione nel senso di orchestra e non del ritmo finalizzato a se stesso. Entrambi condividono un percorso particolare: sia Nana che Peppe hanno diversi punti in comune nella loro ricerca. Senza dubbio la musica di Nana Vasconcelos ha costituito un punto di riferimento per molti musicisti nel mondo, compreso lo stesso Peppe Consolmagno.

I rapporti tra Peppe Consolmagno e Nana Vasconcelos sono ottimi, lo stesso Consolmagno ha curato l'arrivo di Nana in Italia per il concerto di Firenze del 24 ottobre. E' stato a casa sua per tre giorni, hanno potuto parlare parecchio e consolidare maggiormente la loro amicizia.
Come molti sanno Nana Vasconcelos utilizza alcuni strumenti che gli ha costruito Peppe Consolmagno. In questa occasione, ad esempio, Peppe gli ha consegnato un ultimo strumento.

Peppe mi ha raccontato l'esperienza curiosa di trovarsi a suonare con alcuni strumenti praticamente identici. Ma nella sua esibizione non ha utilizzato gli strumenti che Nana ha usato nella sua performance, e questo l'ha fatto sia per rispetto, sia per ampliare le possibilità di come si possono utilizzare certi strumenti a percussione.

Nana mancava dall'Italia da diverso tempo e questo è legato al fatto che spesso gli organizzatori italiani non dispongono di situazioni e collocazioni adeguate. Tutti lo vogliono, tutti propongono qualcosa passando attraverso Peppe Consolmagno, poi alla fine qualcosa si inceppa. Quali sono gli elementi che fanno accadere questo? Mancanza di correttezza, di chiarezza, di capacità... mi sembra che possa bastare. Se questa volta Nana è stato in Italia, è grazie all'impegno di Peppe Consolmagno che fa fede alle aspettative di Nana, anche se disturbato da una cattiva organizzazione, sfatando tutte le leggende sulla sua inaffidabilità e tante altre cose...Mi auguro che questa esperienza si possa ripetere al più presto.

Usciranno presto delle interviste (quella su Rai Tre Radio è già passata), sicuramente su alcuni siti brasiliani e italiani, sulla rivista italiana Percussioni, su una inglese e probabilmente sull'Espresso...anche se al momento, ovviamente non so dirVi quando.
Carlotta Fischer
 






Articoli correlati:
28/10/2013

Flowing Spirits (Consolmagno, Salvatori, Spinaci)- Valeria Loprieno

30/05/2010

Come sto bene qui (Marangolo Quartetto Orizzontale)- Enzo Fugaldi

08/02/2009

Intervista a Peppe Consomagno: "Costruire i miei strumenti per me non è solo una cosa fondamentale, ma profondamente vitale. Sono oggetti sonori e per me è importante conoscerli, passare per le loro fibre, ascoltarli, dialogare con loro ed emozionarsi. Tutto suona è vero, ma un buon strumento è necessario farlo entrare in musica perché egli stesso è musica. La ricerca del suono mi ha sempre caratterizzato. Ritengo che uno strumento deve produrre un gran bel suono acusticamente, ma è necessario riuscire a farlo suonare bene anche davanti ad un microfono, sia in studio che live." (Fabrizio Ciccarelli)

11/03/2006

Kalungumachine - Timbri dal Mondo (Peppe Consolmagno)

04/02/2006

Fandango Jazz Festival (N. Vasconcelos - A. Salis - P. Consolmagno)

12/08/2005

Live at Womad 2001 (Ishk Bashad )

12/09/2003

Intervista a Peppe Consolmagno: "Il mio punto di partenza è sempre stato lasciar 'parlare' prima gli strumenti e successivamente 'dialogare con loro'". (Claudia Belchior)

20/10/2002

LEZIONI (percussioni): Brasile: non è solo musica, ma un modo di vivere. (Peppe Consolmagno)

27/05/2001

Peppe Consolmagno intervista Arto Tunçboyaciyan







Invia un commento

© 2000 - 2002 Jazzitalia.net - Carlotta Fischer - Tutti i diritti riservati

© 2000 - 2017 Tutto il materiale pubblicato su Jazzitalia è di esclusiva proprietà dell'autore ed è coperto da Copyright internazionale, pertanto non è consentito alcun utilizzo che non sia preventivamente concordato con chi ne detiene i diritti.

Questa pagina è stata visitata 9.181 volte
Data pubblicazione: 27/01/2002

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti