Jazzitalia - Stefano De Bonis & Clan Atlantico: 74D
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Stefano De Bonis & Clan Atlantico
74D



Wide Sound, distr Ird (2012)

1. Assentamento
2. Acontece
3. Transalpando
4. Canzone per lei
5. Marés
6. Beatriz
7. Ultimo
8. Il dubbio

Joana Queiroz - clarinetto, clarinetto basso
Stefano De Bonis - piano
Sergio Krakowski - pandeiro
Cristina Renzetti - voce



via L. Fioravanti 26
64020 Nepezzano (TE)
Tel./Fax 0861.558611
email:
info@widesound.it


Stefano De Bonis ha una passione dichiarata per la musica brasiliana. Il suo intento si configura, come dal nome del suo gruppo, nel tentativo di creare un ponte fra i ritmi e i suoni latini e la sensibilità, le caratteristiche della musica italiana. In realtà il cd è decisamente orientato verso le atmosfere cariocas. Non si avverte in maniera palese, infatti, l'idea di contaminare determinati climi con particolari sfumature nostrane. Alla maniera di un Nino Ferrer che invocava "Vorrei la pelle nera" per avvicinarsi agli idoli del rhythm and blues, il pianista bolognese sembra sognare di poter vantare sangue brasileiro per comporre una musica di quella stoffa, di quei risvolti e qualità.

Il disco contiene la ripresa di due canzoni di Chico Buarque e per il resto si ascoltano brani originali ispirati alla bossanova e al tipico sound di Rio e zone limitrofe, a firma di De Bonis e della cantante. Cristina Renzetti interpreta i pezzi non forzando mai la voce, rimanendo prevalentemente su un registro medio. Accarezza i versi, sale di tono e intensità dolcemente con un rispetto delle dinamiche notevole all'interno di una gamma limitata, per rimarcare ancor di più il valore semantico delle parole. Il pianista è accompagnatore discreto e presente: distilla le note, le calibra una a una, è misurato e incisivo in ogni sequenza. Joana Queiroz unisce il suono discorsivo e melodico di un clarinetto di chiara origine controllata al percorso dei compagni. Ha nella sua formazione il choro e altri ritmi del suo paese e si sente. Con il suo strumento volteggia sulle armonie piane dei vari brani, aggiungendo un tocco autenticamente esotico al tutto. Sergio Krakowski, al pandeiro, lavora sott'acqua, senza esporsi, in un'opera di sottolineatura lieve di alcuni passaggi significativi.

Il vertice del disco è costituito da una accorata "Acontece", dotata di un bel tema malinconico su tempo medio. Di buon livello è pure "Canzone per lei" in italiano, eseguita in duo voce-pianoforte con un'aria alternativa a tutte le altre tracce, perché più mediterranea che oltreatlantica.

Tutto il disco è comunque leggero, delicato, ma non privo di consistenza.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
24/06/2018

Correnteza (Mirabassi, Taufic, Renzetti)- Lavinia Testi

04/05/2016

Amori Sospesi (Balducci - Di Modugno - Mirabassi)- Alceste Ayroldi

06/04/2014

Flowers In The Garbage (Francesco Cusa 'Vocal Naked Musicians')- Gianni Montano

08/04/2012

La Fuga Di Majorana (Jacarè) - Andrea Gaggero

05/01/2010

Solidago (Cristina Zavalloni)- Enzo Fugaldi







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.938 volte
Data pubblicazione: 17/02/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti