Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Stefano Bollani
Les Fleurs Bleues

1. L'histoire qui avance
2. Rever et Reveler
3. Cidrolin
4. Il Duca
5. Se non avessi più te
6. L'arca
7. Bar biturico
8. Chippie
9. Si tu T'Imagines
10. Dans mon Ile
11. It could happen to Queneau
12. Un giorno dopo l'altro
13. Raymond

Stefano Bollani:
piano, voce
Scott Cooley
contrabbasso
Clarence Penn
batteria


Ufficio Promozione Stampa per il Jazz
Roberto Valentino
Tel. 0382302404 3355201930
email: jazzval@tin.it

"Uno di quei miracoli che, quasi inspiegabilmente, ogni tanto avvengono in Italia" - così lo suole presentare in pubblico Enrico Rava -, il pianista Stefano Bollani firma il suo primo disco da leader per una importante etichetta discografica straniera, la francese Label Bleu, con la quale aveva precedentemente collaborato in occasione di Vento, album a nome della cantante Barbara Casini e dello stesso Rava.

Registrato in parte in solitudine, in parte in trio con un'eccellente ritmica americana formata dal contrabbassista Scott Colley (già assiduo partner del chitarrista Jim Hall) e dal batterista Clarence Penn,
Les Fleurs Bleues è un disco sotteso da un preciso filo tematico ed è sicuramente il lavoro più impegnativo e maturo realizzato fino ad oggi dal prodigioso musicista toscano, il cui curriculum è ricco di collaborazioni con numerosi jazzisti italiani e americani (Rava in primis, e poi Lee Konitz, Pat Metheny, Phil Woods, Gato Barbieri, Dave Liebman e tanti altri), ma anche con esponenti della musica leggera nazionale (Irene Grandi, Gino Paoli, Jovanotti, Laura Pausini, Rossana Casale, Gianmaria Festa, Elio e le Storie Tese).

Les Fleurs Bleues riprende il titolo dell'omonimo romanzo dello scrittore francese Raymond Queneau (tradotto in Italia da Italo Calvino) e ad esso è ispirato, includendo brani che si riferiscono esplicitamente al libro o che rimandano al periodo storico in cui è ambientato, ovvero gli anni Cinquanta-Sessanta.
Così, accanto a temi originali di Bollani, si ascoltano riletture di note canzoni italiane e straniere, "
Se non avessi più te" e "Un giorno dopo l'altro", portate rispettivamente al successo da Gianni Morandi e da Luigi Tenco, "Dans Mon Ile" di Henri Salvador e "Si Tu T'Imagines", scritta a quattro mani da Queneau e da Joseph Kosma (l'autore di "Les Feuilles Mortes", meglio nota in ambito jazzistico come "Autumn Leaves") e di cui si rammentano le splendide interpretazioni date in passato da Juliette Greco, e di una composizione di Ornette Coleman, "Chippie", tratta dallo storico album Contemporary del 1958 Something Else.

Con
Les Fleurs Bleues Stefano Bollani si conferma musicista di statura internazionale, producendosi anche come cantante proprio in "Si Tu T'Imagines": una ulteriore dimostrazione del suo eclettico talento artistico.

Il CD include una traccia multimediale dove, oltre alle biografie dei tre musicisti coinvolti nel disco sono racchiuse belle illustrazioni di Lorenzo Montagni, anch'esse ispirate al mondo di Queneau.
 

Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 10.666 volte
Data pubblicazione: 05/05/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti