Jazzitalia - Acud Quartet: Acud Quartet
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Acud Quartet
Acud Quartet



Lhobo (2011)
Lhobomusic 007

1. Terrapin (Syd Barrett) 7.41
2. Kofi (Tiziano Ruggeri) 5.26
3. Here I Go (Syd Barrett) 5.52
4. Sgruppin'Around (Tiziano Ruggeri) 6.43
5. Manic Depression (Jimi Hendrix) 5.02
6. Moonlight In Vermont (Blackburn – Suessdorf) 5.44
7. Odds And Evens (Tiziano Ruggeri) 4.07
8. Wined And Dined (Syd Barrett) 6.33
9. Pessime Abitudini (Manlio Maresca) 8.40

Tiziano Ruggeri - Tromba
Piersimone Crinelli - Sassofono baritono
Stefano Nunzi - Contrabbasso
Andrea Nunzi - Batteria

Special Guests:

Jacopo Ruggeri - chitarra in Manic Depression
Manlio Maresca - chitarra in Pessime Abitudini


"Che c'entra Syd Barrett col jazz?" si chiede Mario Corvini nelle note di copertina. Nulla. Ma la band romana è comunque riuscita ad arrangiare la musica del Lisergico in chiave swing.
Superiore alla vecchia diatriba tra musica colta e popolare (roba da retori), l'insolita tracklist si presenta infatti con ben tre brani del fondatore dei Pink Floyd, uno di Hendrix, quattro inediti e solo uno standard: un bello schiaffo per quei dinosauri che hanno perso il senso dell'umorismo. Anche l'organico è particolare: niente pianoforte, sulla scia del quartetto di Gerry Mulligan. Come classificare quindi i quattro musicisti dell'Acud Quartet? Contaminatori underground, innovatori o pazzi nati ieri?

In realtà ogni membro ha ricevuto una solida formazione swing tra orchestre e circuiti indipendenti, ma non ha rinunciato alla passione per quei beniamini rock con cui tutti, volenti o nolenti, dobbiamo fare i conti; questo si nota soprattutto negli inediti, specchio della personalità più di qualsiasi altra scelta di brani. Paradossalmente altre radici, alcune "Milestones" -una parola a caso- che ormai fanno parte del bagaglio di ogni jazzista l'Acud non le vuole nemmeno vedere: così il trombettista Ruggeri, per esempio, rinuncia al fraseggio lezioso alla Davis e col suo suonare asciutto ci ridona il piacere della sorpresa. Non c'è la fedeltà morbosa nella riproposizione, che più che da musicisti è da esercizio di stile o tribute band. E, d'altronde, non sarebbe possibile vista la musica in gioco.

Il maggior pregio del disco è di risultare estremamente equilibrato tra tradizione e innovazione, godibilissimo nonostante le sperimentazioni. Un trait d'union per chi il jazz non l'ha ancora scoperto, un'isola per quei jazzisti che non hanno perso le Pessime abitudini.

Matteo Mosca per Jazzitalia







Articoli correlati:
09/02/2020

The Return Of The Fat Chicken (Riccardo Fassi - Tankio Band)- Gianni Montano

24/08/2019

Jazz Sessions (Ida Landsberg)- Alceste Ayroldi

31/03/2013

Mr. Jobhopper (Fabrizio D'alisera Quintet)- Francesco Favano

15/07/2012

Tree-o (Lamar Tribe)- Matteo Mosca

06/02/2011

Profumo di Jazz (Elga Paoli)- Mario Melillo







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.413 volte
Data pubblicazione: 01/05/2012

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti