Jazzitalia - Recensioni - Fabio Delvo' Roots: Ancestral Meditations
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Adriano Urso. La tristissima dipartita del pianista che pone una riflessioni profonda e urgente. Salviamo lArte, proteggiamo gli Artisti..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Nominations dei 63° Grammy Awards. Gerald Clayton, Joshua Redman, Regina Carter, Maria Schneider, Goznalo Rubalcaba, Kurt Elling, il "solito" Chick Corea, e poi Carmen Lundy, Ambrose Akinmusire, Kenny Washington.....

La Musica Italiana a sostegno del Rosetta Jazz Club di Matera.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Riparte il San Severo Winter Jazz Festival. Annunciata la XI^ Edizione 2020/21 a cura del direttore artistico Antonio Tarantino.

Il Saint Louis College Of Music presenta Master di I Livello in Music Business & Management (60 CFA).

Arduino Jazz 2020. Al Parco Archeologico dell'Appia Antica il grande jazz tra nomi internazionali e sperimentazione con la rassegna ‘Dal Tramonto all'Appia: Around Jazz'.

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            GADDI Piero (pianoforte)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Fabio Delvo' Roots
Ancestral Meditations



FD Music Jazzport (2019)

1. Tra le nuvole
2. Icaro
3. Sugli alberi
4. Afarensis
5. Le origini
6. Precambriano
7. Neozoico
8. Erectus
9. Oblio
10. Habilis
11. Marcia funebre
12. Hadar
13. Taung
14. Nelle aree aperte
15. East side story

Fabio Delvò - sassofono contralto, composizioni e arrangiamento
Radim Hanousek - sassofono baritono
Din Kadysheva - violoncello
Edgar Mojdl - theremin


Fabio Delvò è a capo di un nuovo quartetto internazionale. Sono con lui il polistrumentista ceco Radim Hanousek, qui al sax baritono e la violoncellista russa, di stanza a Brno, Din Kadysheva. Completa il gruppo un altro docente e poliedrico musicista ceco, Edgar Mojdl, in questa incisione al theremin.

Delvò, nel disco, si è ispirato alla prima parte della storia dell'umanità, influenzato da un libro sull'argomento avuto in dono dalla madre tanti anni fa. I titoli ripercorrono proprio il cammino dell'evoluzione della vita sulla terra e di miti collegati all'argomento. Si tratta di un concept album, quindi, strutturato in quindici brani tutti piuttosto brevi, sotto i tre minuti di durata.

La musica del disco è di impianto cameristico, austera, scura, con squarci di luce e di lirismo ad illuminare particolari frangenti. Il compositore varesino ha scritto e arrangiato tutti i pezzi prevedendo, ovviamente, anche spazi per l'improvvisazione, incastrati, però, in un ordito a maglie strette, ben delimitato. La personalità dei jazzisti viene fuori comunque, anche in un contesto prossimo al genere classico-contemporaneo. L'altosassofonista, infatti, guida i partner sciorinando assoli di spessore e profondità, andando ad estrapolare dalle sue partiture spunti da ampliare e arricchire di Blue Notes, quando è necessario. Radin Hanousek raddoppia i temi all'unisono, sottolinea gli aspetti ritmici dei pezzi, va di contrappunto con l'altra ancia, dimostrando una considerevole intesa con il leader. La cellista Kadysheva proviene dalla scuola accademica russa. "L'ho scelta perché i russi per tradizione hanno una marcia in più nell'approccio agli archi…", dice Delvò. Nell'album si ammirano così sequenze in cui i suoni allungati del violoncello vibrano carichi di tensione e di calore, un pathos trattenuto, però, quasi con pudore. A modificare gli equilibri del trio, o meglio ad aggiungere una voce apparentemente estranea e incoerente, è il theremin di Mojdl, che, invece, conferisce effetti timbrici utili a spostare il registro altrove, per disomologare, in un certo senso, il suono complessivo della formazione.

Fra le 15 miniature si fa preferire "Neozoico" per la carica ritmica, la semplicità di una frase iterata e l'introduzione di note "sporche", da parte del sax, quasi a voler evitare la bella pagina pulita, da incorniciare.

Il musicista residente a Ostuni, ormai pugliese di adozione, crede molto, e a ragione, in questo progetto, aperto ad essere eseguito anche in duo, in trio o con l'accompagnamento di altri strumenti, dal pianoforte ad una sezione di archi. E' già pronto, appunto, un secondo capitolo di questa avventura. Per ora non rimane che sentire con attenzione "Ancestral meditation", un lavoro situato oltre i generi musicali, ma che può essere apprezzato da chi sa ascoltare una musica che racchiuda in sé trasporto ed elementi evocativi non di secondo piano.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
09/08/2014

Differential Equations (Jeff Platz – Kit Demos – Fabio Delvò – John McLellan)- Alceste Ayroldi

30/09/2012

Dna (Fabio Delvò)- Gianni Montano

27/11/2010

Mingus Uni&Versus (Flight Band – Biagio Coppa Feat. Achille Succi) - Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

17/10/2009

Driving Out – Birth of the cool (Flight Band w. Biagio Coppa Claudio Fasoli)- Stefano Corbetta







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 174 volte
Data pubblicazione: 10/01/2021

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti