Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


TKMY 007

Tatsu Kisaragi
Anytme Anywhere

1. Uncle Sco
2. Are you talking to me?
3. Wild Flowers
4. Monday Morning
5. Sink or Swim M.F.!
6. From the balcony of Lutetia
7. Black Out
8. Stella by Starlight


Tatsu Kisaragi: guitars
Tsuyoshi Hori E-Bass
Yutaka Uchida Drums
 
6,7
Tatsu Kisaragi Guitar
Tatsuya Sato Sax
Michiyo Umino Piano
Shin Kamimura Upright Bass
Yutaka Uchida Drums

Fusion con precisione al limite del maniacale abbastanza rinnovata nel fraseggio. Tatsu Kisaragi si muove molto bene, fluido, calibratamente "fuori" e molto sul tempo. Si avverte una derivazione figlia di chitarristi USA che hanno di fatto creato la fusion a sei corde, da Mike Stern a Steve Khan, da John Scofield ad Allan Holdsworth. Piacevole il flavour ora blues (Sink or Swim M.F.!, ottimo brano), ora funk (Uncle Sco), ora jazz (Are you talking to me?) ora latin (Wild Flowers). Ottima ritmica con un bassista energico propulsore ritmico in grado anche di eseguire validi soli. Convincente anche nell'uso dela chitarra classica sfruttata in ballads come "Are you talking to me?". Interessante il livello compositivo che si basa su cambi e aperture che forniscono ai brani respiro e modernità.

Nonostante il limite del numero di strumenti è stato effettuato un valido lavoro sui suoni creando alternanza tra diverse timbriche della chitarra elettrica e l'uso di varie chitarre. Con ognuna il tocco si rivela molto pertinente. Su due brani, registrati dal vivo, vi è anche l'intervento del piano di Michiyo Umino e del sax di Tatsuya Sato, due aggiunte molto gradite.

Il CD si chiude con Stella By Starlight, in una versione iniziata in solitudine dalla chitarra con belle progressioni fino all'ingresso della base ritmica che conduce l'esecuzione secondo una tipica ballad. Il brano è indubbiamente bello ed è suonato molto bene ma ci si aspettava un arrngiamento più originale.

Tatsu Kisaragi si rivela un chitarrista da considerare di più anche a livello internazionale e che piacerà sicuramente agli amanti delle sei corde.
Marco Losavio per Jazzitalia







Articoli correlati:
12/09/2004

Power Play, Lazy Bird (Tatsu Kisaragi)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 3.503 volte
Data pubblicazione: 24/12/2004

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti