Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Click here to read the english version

Ferdinando Argenti
Argenti

1. EASY TO LOVE (Porter)
2. RACCONTAMI DI TE (Martino - Calcagno)
3. SPACE IN TIME (Argenti)
4. PISA NOVA (Argenti)
5. SONG FOR SUZANNE (Argenti)
6. YOU DON'T KNOW WHAT LOVE IS (De Paul - Raye)
7. FERDI'S MOOD (Argenti)
8. IN CERCA DI TE (Sciorilli - Testoni)
9. KRISTIANSAND (Argenti)
10. LA PIU' BELLA DEL MONDO (Marini)
11. SEA SADNESS (Argenti)
12. L'ACQUE 'HETE (Argenti)
13. BAMBINA INNAMORATA (D'Anzi - Bracchi)
14. OUR LOVE IS HERE TO STAY (G.Gerswin - I. Gershwin)

Fai click qui per acquistare il CD
 

NOTE
Tutti gli arrangiamenti sono di Ferdinando Argenti.
Ferdinando usa un grand piano Steinway, un expander Kurzweil suonato attraverso un Roland Super JX - 10, e un sintetizzatore monofonico Arp Pro - Soloist.
Registrato e mixato da Bob Patton al Thin Ice Productions, North Andover, MA, tranne "You don't know what love is", registrata e mixata da Joe Cuneo al Downtown Recorders, Boston, MA. 
Masterizzato da Mark Sarsfield al Frankford Wayne Mastering Labs inc ., New York, NY.
Prodotto da Ferdinando Argenti. 
Assistenza alla produzione: Bob Patton
Copertina anteriore ideata da Ferdinando Argenti - realizzata al   Boston Photo Imaging, Boston, MA.

FERDINANDO ARGENTI, piano, keyboards, vocals
TODD BAKER, acoustic bass
RAETUS FLISCH, acoustic bass
LIONEL GIRARDEAU, electric bass
FERNANDO HUERGO, electric bass
BOB SAVINE
, drums
STEVE LANGONE, drums
JORGE ROSSY, drums
STEVE HASS, drums
RENATO THOMS, percussion
ROBERTO CASSAN, accordion
PHIL PERSON, trumpet
MIKE PEIPMAN, trumpet & flugelhorn
TIM MC CALL , tenor & alto sax
BOB PATTON , flute and alto sax
AL CRON , trombone
JEFF GALINDO , trombone

DEDICHE E RINGRAZIAMENTI
Questo lavoro è dedicato alla memoria di mia zia Luigia Argenti, i miei nonni Ferdinando e Raffaella Argenti, Alessio e Artimina "Tegle" Capocchi, e la mia amica Wanda Guillaume. Vivono ancora nello spirito della mia musica. 

"Song for Suzanne" è per mia moglie, che mi ha incoraggiato a realizzare questo progetto. Grazie!
"In cerca di te", uno standard italiano dell'Era Swing, è per mio padre Giampaolo, che mi sedette dinanzi ad un piano quando ero un bambino. Grazie, babbo.
"La piu' bella del mondo" è per mia madre Anita: senza di lei, non sarei qui! Grazie infinite...
"Pisa Nova" è per il mio vecchio buon amico Paolo Barabotti, che ha per primo suonato la batteria dietro al mio piano. Ricordo ancora come un semplice battito del tempo appariva grande alle mie vergini orecchie!
"Ferdi's mood" è per me stesso e per mio fratello Franco, che suona anche la batteria e conosce come può essere "moody" Argenti!

Sono grato a tutti gli ottimi musicisti professionisti che hanno contribuito con gusto alla realizzazione di questo CD e a tutti i grandi che mi hanno dato l'ispirazione dal jazz e da altre forme dell'arte della musica.

In ultimo, ma indubbiamente non ultimo, ringrazio l'Universo per rendere quella speciale scintilla divina disponibile a quei grandi e consentire che qualcuna di esse si rifletta su di noi. 
Ferdinando Argenti

La Torre Pendente non è la sola risorsa di cui Pisa può essere orgogliosa. Se quella torre potesse parlare, sicuramente nominerebbe il nome ARGENTI. Se quella torre potesse ascoltare il suo figlio naturale suonare, gli riserverebbe, senza dubbi, una standing ovation.
Ferdinando Alessio Argenti comincia a studiare piano all'età di 7 anni. Fino all'età di 21 anni, questo poliedrico artista è stato un musicista professionista a tempo pieno.
S uonando in molti paesi europei come pianista, tastierista, cantante, compositore e arrangiatore, la preparazione di Argenti venne immediatamente riconosciuta. Suona per molti anni con molti dei più noti musicisti italiani e americani, tra cui Chet Baker, Lee Konitz, Kenny Wheeler e la Artie Shaw band.

Lo stile improvvisativo e il sound jazz del piano di Ferdinando Argenti sono un misto del be-bop di Charlie Parker, del bop e dello swing di Oscar Peterson, l'approccio lirico di Bill Evans e Chet Baker, e alcune innovazioni armoniche e ritmiche di Herbie Hancock e Chick Corea.
I
l sensibile fraseggio vocale e la dizione di Argenti possono essere principalmente attribuiti alla sua ammirazione per Frank Sinatra e Chet Baker. Ma per quelli di noi fortunati a sufficienza ad aver ascoltato Argenti in azione, egli ha trovato i suo proprio stile definitivo, che è considerevolmente innovativo, carico di sentimento e "in-the-pocket" (ndr. gergo tecnico dei musicisti per dire che il fraseggio s'incastra perfettamente sul tempo). 


R esidente attualmente a Boston, dove si è diplomato al Berklee College of Music, Ferdinando continua ad inseguire e perfezionare la sua professione insegnando ad altri a fare altrettanto.

E
gli ha avuto una vasta gamma di esperienze come artista da solo, fine accompagnatore, elemento attivo di piccoli gruppi e di Big Bands. 
Attraverso queste svariate forme di spettacolo in clubs e concerts, l'ultimo obiettivo di Argenti è stato a lungo quello di dirigere un proprio gruppo che suoni le sue composizioni e arrangiamenti.
A tale scopo, egli ha speso vario tempo per selezionare i più abili musicisti e il materiale per questo suo CD di debutto. La sua attenzione al dettaglio è evidente nei suoi raffinati arrangiamenti di "Song for Suzanne" o "Raccontami di te", solo due delle quattoridici gemme presenti in questo CD.

Se il "Ferdi's mood" è romantico, swing o latin, puoi contare su Ferdinando per ascoltare una performance di alto livello. Potrebbe essere solo una coincidenza che Argenti ricorda il prezioso metallo? Io penso di no!
Sandi Smiles Apters
Lyricist, jazz promoter

Argenti è un musicista dotato sia di una fluida immaginazione che di grandi mani. 
Spinto dalla musica, quando suona si muove molto - ondeggia sullo sgabello, batte entrambi i piedi, a volte si alza un po', sembra trasportato. E' un'esperienza viscerale essere all'ascolto dell'improvvisazione immaginativa di Argenti e allo stesso tempo osservare questo artista di talento tirare fuori suonando ciò che ha nel cuore, servendo cibo per l'anima (soul).
Bob Hoddeson
Reporter & writer for Seacoast Jazz
In modo particolare mi piace la musica originale del Signor Argenti. E' un compositore raffinato e un muscista che merita di essere ascoltato in tutto il mondo. La sua musica mi ricorda il "verismo" italiano. Bravo!
Ron Della Chiesa
WGBH, Boston / WTLM, Plymouth, MA



Fai click qui per leggere l'intervista a Ferdinando Argenti

Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 8.966 volte
Data pubblicazione: 08/07/2001





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti