Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit´┐Ż


RS 051-0081
 

IL CD SARA' IN VENDITA PRESSO I MIGLIORI NEGOZI DI DISCHI A PARTIRE DAL MESE DI SETTEMBRE 2002.

Nuevo Tango Ensamble
Astor's Mood

1. Fracanapa 3' 41
2. Verano Porteno 6' 15
3. Oblivion 6' 07
4. Decarisimo 2' 55
5. Flores Negras 2' 21
6. Fugata 3' 50
7. Close Your Eyes And Listen 7' 29
8. Escualo 3' 20
9. Inverno Porteno 7' 10
10. Adios Nonino 8' 55
11. Libertango 3' 55

Gianni Iorio -
accordion
Pasquale Stafano -
piano
Andrea Gammino -
violin
Savino Tucci -
violoncello
Torindo Colangione -
contrabass
special guest
Gustavo Toker -
bandoneon (2, 5, 9, 10, 11)

"Il tango Ŕ uno stile di vita". Cosý diceva Piazzolla in un'intervista rilasciata nel 1989 a Gonzalo Saavedra nella sua visita in Cile. Questa frase potrebbe riassumere gli oltre cento anni di vita di questa danza nata nei tuguri di Buenos Aires nel tempo in cui nella cittÓ e in tutta l'Argentina affluiva una moltitudine di immigrati in cerca di fortuna provenienti da tutto il mondo.

Una musica di "bassa estrazione" che, attraverso Piazzolla, si Ŕ elevata a genere musicale colto in cui il moderno si fonde con il tradizionale, il popolare con il raffinato; un genere in cui la tristezza struggente del tango non scade mai nella languida autocommiserazione che troppo spesso aveva caratterizzato il primo tango, ma si esprime con violenza, passione ed eleganza.

Per molti versi, pertanto, il Tango Nuevo di Astor Piazzolla si Ŕ opposto ai pi¨ accaniti conservatori, intendendo rappresentare un tipo di musica non finalizzata alla danza ma al solo ascolto. La scelta di perseguire questo fine, dettata pi¨ dall'istinto che dalla volontÓ, Ŕ quasi imposta dalla formazione artistica di Piazzolla che, affatto propenso a seguire la passione tanghesca del padre Vicente, si orient˛ inizialmente verso il genere "colto" per eccellenza: la musica classica. E fu proprio grazie allo studio della musica classica e, successivamente, del contrappunto a quattro parti (con Nadia Boulanger, a Parigi), che gli permise di innovare tanto profondamente il tango tradizionale.

Il Nuevo Tango Ensamble si Ŕ accostato alle composizioni di Astor Piazzolla con ammirazione profonda, attratto dal misterioso fascino di questa musica dolce e violenta al tempo stesso, intrisa di uno struggente e malinconico desiderio di manifestarsi per esplodere in tutta la sua rara bellezza.
Il desiderio di far riemergere da quelle note l'ardore dello spirito argentino, il senso originale della musica del maestro Piazzolla, ha fatto sý che il gruppo intraprendesse uno studio meticoloso mirato soprattutto all'interpretazione di questo genere musicale. Cosý, attraverso l'ascolto e lo studio dei dischi di Piazzolla, Ŕ nato il progetto ambizioso di far rivivere la perfezione musicale e ritmica del quintetto (formazione tanto amata dal maestro), in cui pari valore assumono il singolo e l'insieme.

Gustavo TokerL'impresa, affatto semplice per la complessitÓ dell'esecuzione e del fraseggio che caratterizza questa musica, ha suscitato nel gruppo un crescente interesse che Ŕ diventato ben presto passione profonda alimentata anche da un forte quanto lusinghiero riscontro di pubblico, ma soprattutto di critica da parte di grandi interpreti e conoscitori di tango, tra cui il bandoneonista argentino Gustavo Toker ed il chitarrista dello stesso quintetto di Astor Piazzolla, Oscar Lˇpez Ruiz.

Il Nuevo Tango Ensamble ha incontrato Gustavo Toker in una delle tappe della sua tournÚe italiana, in occasione dell'VIII Premio Internazionale Astor Piazzolla tenutosi a Castelfidardo (AN) - Italia. Dalla sintonia che si Ŕ subito instaurata tra l'eccellente artista e il gruppo, Ŕ nata una collaborazione che ha portato alla realizzazione del presente CD, in cui il bandoneonista si esibisce sia da solista, sia con il gruppo, impreziosendo l'esecuzione complessiva.

Laura Escalada PiazzollaGustavo Toker ha fatto parte, a Buenos Aires, dei pi¨ importanti gruppi di tango; tra il
1980 e il 1992 Ŕ stato il bandoneonista dei gruppi Contramano, Luis Borda Quintetto e il quintetto della Fundaciˇn Piazzolla, in cui la presidenza onoraria Ŕ affidata alla moglie di Astor, Laura Escalada Piazzolla.
La Naciˇn, quotidiano di Buenos Aires, il 17 dicembre
1987 scrive di lui: ź...esiste un nuovo bandoneonista, G. Toker; rappresentante di una nuova generazione. Toker pu˛ proseguire senza problemi dal punto in cui Ŕ giunto il suo "maestro" Astor Piazzolla...╗.

I brani registrati in questo CD sono la sintesi di un percorso musicale liberamente interpretato, in cui ogni strumento ha un ruolo ben definito nell'esposizione dei temi e nel sorreggere le note malinconiche del bandoneˇn e della fisarmonica.

I
l brano d'apertura Ŕ
Fracanapa, scritto nel 1963. Ci sono due storie sull'origine di questo titolo. Quella ufficiale asserisce che Fracanapa Ŕ il nome di un tipo di maschera Veneziana L'altra, suggerisce che questo nome possa essere letto come "FRAncisco CANAro PA". Francisco Canaro era il direttore di un'orchestra di tango classico che odiava Piazzolla (e Piazzolla odiava lui logicamente) il significato della frase sarebbe qualcosa del tipo "Francisco Canaro Ŕ musicalmente finito".

Nuevo Tango EnsambleVerano Porte˝o, Ŕ un brano composto nel 1965 per lo spettacolo teatrale Intitolato "Selenita de oro" diretto da Alberto Rodriguez Mu˝ˇz. Eseguito con il bandone˛n, il brano Ŕ di una prorompente vitalitÓ. ╚ l'Estate, la prima delle Quattro Stagioni Portene composte da Piazzolla, in cui i due meravigliosi "cantabili" del bandoneˇn e del violino si alternano a ritmi ossessivi e martellanti presenti sia nell'introduzione sia nella parte centrale del brano. La parte finale Ŕ un continuo incrocio di elementi armonici e ritmici per prepararsi, attraverso un "obbligato" del pianoforte, alla coda tanghesca conclusiva: un uragano!

Oblivion composto da Piazzolla nel 1984 per il film Enrico IV di Marco Beilocchio. Il tema, affidato alla fisarmonica nella prima parte e al violino nella seconda, Ŕ un'alternanza di tristezza e gioia, i ricordi di una vita vissuta. Dopo la moodulazione, il tema, affidato al violino, Ŕ un continuo divenire di trasfiguranti riflessi ricchi di tensione e, come in un atto di meravigliosa liberazione, svaniscono per far posto alla luce di una lacrima di gioia che sgorga da un'intensa e quanto mai "vera" trovata melodica.

Decarisimo Ŕ un brano composto nel 1961 in onore di Francisco Decaro considerato da Piazzolla uno dei pi¨ grandi musicisti di tango.

Flores Negras, brano di Francisco Decaro, arrangiato da Piazzoila per bandoneˇn solo. ╚ evidente la bravura di Piazzolla nell'armonizzare la melodia di Decaro; per certi versi la condotta delle voci e il movimento delle parti sembra seguire l'insegnamento di uno dei padri dell'arrnonizzazione della melodia: il pianista jazz Bill Evans. Un esempio di estro compositivo Ŕ senz'altro Fugata, brano composto nel 1969. ╚ una fuga a quattro parti in stile Bachiano che sfocia in un tango meraviglioso: "If I do a fugue in the manner of Bach, it will always be tanguificated", diceva in un'intervista rilasciata nel 1989. Ampio spazio Ŕ offerto in questo brano all'estro improvvisativo del pianista.

T. Colangione, G. Iorio, P. Stafano, S. Tucci, A. GamminoClose your eyes and listen Ŕ un brano composto in occasione dell'incontro tra Piazzolla e il sassofonista Gerry Mulligan. Un brano intenso, a tratti struggente, nel quale la profonditÓ delle note del tema lambisce con dolcezza la sensibilitÓ dell'ascoltatore che rimane assolutamente inebriato, quasi commosso.

Il brano
Escualo Ŕ stato composto come "sfida" al violinista del suo quintetto, Fernando Suarez Paz. Il violino Ŕ infatti lo strumento principe di questo brano in cui la tecnica, la precisione e la forza di questo strumento rispecchiano quelle di uno squalo.

Inverno Porte˝o scritto nel 1970 chiude la suite delle Quattro Stagioni Porte˝e ed Ŕ uno dei brani pi¨ belli di questo disco. Quando si parla delle Quattro Stagioni, Ŕ quasi ovvio ricordare quelle di Vivaldi e trovare, proprio nella coda conclusiva di questo brano, l'unico elemento davvero "classico" che rimanda senz'altro la mente indietro di 250 anni circa.

Adios Nonino, composto nel 1959 a New York in memoria dell'amatissimo padre Vicente affettuosamente chiamato "Nonino". Il brano inizia con una lunga cadenza pianistica che sfocia nella geniale melodia principale in seguito sottoposta a variazioni ritmiche ed armoniche fino all'intensissimo "solo" del bandoneˇn che si conclude con un finale davvero commovente.

L'ultimo brano del CD Ŕ il celeberrimo
Libertango scritto nel 1973, nel cosiddetto "periodo italiano" di Piazzolla. L'Ensamble non avrebbe potuto scegliere un brano migliore per concludere questo disco. I sei musicisti suonano tutti insieme in questa seducente esplosione di note in cui c'Ŕ spazio per una variazione mozzafiato della fisarmonica che sa unire alla tecnica, virtuosismo ed una geniale linea melodica ed anche per un'improvvisazione pianistica quanto mai avvncente che prepara un finale in crescendo.

L'interpretazione dei brani di Astor Piazzolla Ŕ stata un'impresa davvro difficile: abbiamo cercato di farlo al meglio, amando e vivendo profondamente questa musica, non solo eseguendola, in modo che la nostra esecuzione potesse esprimere al meglio quello che in due parole possiamo definire... "Astor's mood"...
La realizzazione di questo primo lavoro discografico, frutto di un proposito ostinato quanto arduo, Ŕ per noi motivo di profondo orgoglio e soddisfazione.

Vorrei ringraziare Peter Ghirardini che ha creduto in questo nostro progetto, Gustavo Toker per la collaborazione ed i preziosi consigli, Oscar Lˇpez Ruiz per l'amicizia e per i suoi giudizi lusinghieri ed incoraggianti, Sergio Lopez per le numerose informazioni sui brani. Infine un grazie particoiare anche a Mario Bemardi, Gigi Patruno, Saverio De Bellis, Roby Russo e Lidia de Bari.
Pasquale Stafano



Abbiamo scelto di collaborare con il NUEVO TANGO ENSAMBLE e di pubblicare questo disco come primo del suo genere all'interno del nostro catalogo fin d'ora rigorosamente "classico" perchŔ, ascoltando l'interpretazione di questa musica da parte loro, con il validissimo e prezioso aiuto di Gustavo TOKER ci Ŕ sembrato talmente coerente e corretto nei confronti di Astor PIAZZOLLA e della sua musica, che non potevamo rifiutare di realizzare un progetto discografico di questa levatura.
Peter GHIRARDINI - Managing Director REALSOUND srl

"E' stata un'esperienza gratificante l'incontro col Nuevo Tango Ensamble per registrare la musica di Astor Piazzolla. un punto fondamentale Ŕ l'amore ed il rispetto che il gruppo ha per la musica del maestro. Questo fa sý che non sembrino stranieri in relazione a questa musica, e che l'interpretazione abbia naturalezza, relax ed un eccellente timing, e soprattutto un'ottima espressivitÓ.
C'Ŕ bisogno di un lunghissimo processo per apprendere il linguaggio della musica di Piazzolla ed il Nuevo Tango Ensamble mostra in questo disco che Ŕ sulla strada giusta. Lo celebro con gioia."
Gustavo Toker

"We, the musicians, like to say that listening only a few bars played by anyone lets us know, immediately, if he is talented or not. Well, I've listened only a couple of minutes of this record; a few excerpts taken from Libertango, Fracanapa and Verano Porte˝o, and I'm happy to say that these guys are talented enough to surprise me and please me.
The universality of Astor Piazzolla's music, allowed it to get into the hearts and minds of the people and musicians all over the world. But his music also expresses very deep porte˝os moods and feelings that, I imagine, should be very difficult to apprehend for someone who was not born and raised in Buenos Aires or Montevideo (Uruguay).
That's why this group amazes me. They got it so well that they sound like some of the best rioplatenses naturals.
Congratulations!
Oscar Lˇpez Ruiz - Piazzolla's guitarist

Rassegna Stampa "Astor's Mood":
"...il Nuevo Tango Ensamble mostra un ottimo affiatamento e soprattutto quella fondamentale capacitÓ di comunicare a chi ascolta l'intenso calore che le composizione di Astor Piazzolla emanano."
Luigi FERTONANI - Bresciaoggi del 21-10-2002

"..profondo orgoglio e soddisfazione sono anche di chi ha avuto occasione di apprezzare le doti artistiche che i ragazzi del Nuevo Tango Ensamble sanno comunicare attraverso le dolci e sensuali note dei loro brani.."
Alessandra de BARI - Il Popolo Cattolico del 26-10-2002

".Tra i mille Piazzolla oggi in circolazione, l'originalitÓ e il valore di quello proposta dal Nuevo Tango Ensamble consiste nell'essersi tenuti lontani sia dall'eccessiva classicizzazione che dal suo opposto, forse ancora pi¨ deformante, dell'eccessiva banalizzazione e commercializzazione delle melodie di Piazzolla.." - Massimo PASTORELLI - Musica n. 142 DICEMBRE 2002/GENNAIO 2003
Dalla rivista MUSICA il disco Ŕ stato valutato con quattro stelle su cinque.

".Abbiamo scelto di collaborare con il Nuevo Tango Ensamble e di pubblicare questo disco come primo del suo genere all'interno del nostro catalogo fin d'ora rigorosamente "classico" perchŔ, ascoltando l'interpretazione di questa musica da parte loro, con il validissimo e prezioso aiuto di Gustavo TOKER ci Ŕ sembrato talmente coerente e corretto nei confronti di Astor Piazzolla e della sua musica, che non potevamo rifiutare di realizzare un progetto discografico di questa levatura."
Peter GHIRARDINI - Managing Director REALSOUND srl

".and I'm happy to say that these guys are talented enough to surprise me and please me.... I imagine, should be very difficult to apprehend for someone who was not born and raised in Buenos Aires or Montevideo. That's why this group amazes me. They got it so well that they sound like some of the best rioplatenses naturals. Congratulations!
Oscar Lˇpez Ruiz - Chitarrista di Astor Piazzolla

[...] Forti della loro formazione accademica i membri del Nuevo Tango Ensamble rendono magnificamente l'anelito europeista del musicista argentino, che era attirato dalla scrittura bachiana a pi¨ voci assai pi¨ che dall'improvvisazione jazzistica. [...] Mantendendo i suoi travasi di ritmo e di umore, nonchŔ la ciclotimia delle linee melodiche che ora si stendono in un abbandono lacerato, ora si contraggono in uno scatto nervoso, il tango rivisitato dal Nuevo Tango Ensamble chiarifica le ramificazioni stilistiche di Piazzolla, con quel starsene beffardamente sospeso tra cultura e istinto musicale. Commento tecnico: Registrazione brillante, particolarmente fluida nella restituzione degli strumenti a mantice. Daniele CECCHINI (CD CLASSICS di febbraio 2003, giudizio artistico 7, tecnico 7)

Sono pugliesi, come i nonni baresi di Piazzolla i membri del quintetto Nuevo Tango Ensamble, uniti dal 1999 per reinterpretare il sound del mitico bandoneonista argentino. In questo disco lo fanno con gradevole agilitÓ ritmica, unita a coerente maturitÓ stilistica ripercorrendo un ventennio della composizione di Piazzolla compresa tra gli anni '50 e '70. [...] Undici brani che bene illustrano l'assunto dell'autore "Il tango Ŕ uno stile di vita". Antonio BRENA (Mensile AMADEUS n. 1 (170) gennaio 2004, giudizio OTTIMO: artistico *****/5, giudizio tecnico *****/5)


 

Invia un commento


Questa pagina Ŕ stata visitata 21.665 volte
Data pubblicazione: 15/08/2002





Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti