Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Soul Note 121411

Gaetano Partipilo & Urban Society
Basic

1. Modern Subconscious
2. Too Much Wine On The Bridge
3. Pharoah's Monolith
4. I Have A Dream
5. Sonny Blount Protocol
6. Tu Vo' Fa L'Americano
7. Tokio Citizen (for Az'shi Osada)
8. Vernice (for Bunky Green)
9. After Midnight
10. Conversation With My Father
11. Fifth

All compositions and arrangements written by Gaetano Partipilo except track 6 written by Renato Carosone

Gaetano Partipilo: alto sax, electronics, percussion
Mirko Signorile:
piano, fender rhodes, hammond B3, percussion
Pasquale Bardaro:
vibes
Giorgio Vendola:
bass
, percussion
Vincenzo Bardaro:
drums
, percussion

Massimo Greco: trumpet, electronics, percussion
Gianluca Petrella: trombone
Raffaele Partipilo:
alto sax
on track 10


IREC S.r.l.
Home of The Unique Jazz Labels.... BLACK SAINT, SOUL NOTE & DDQ
Via Monte Grappa, 44 - 20020 ARESE (MI) - Italy
tel. ++ 39 02 36541814 fax ++ 39 02 91971506
e-mail: soulnote@blacksaint.com
web: http://www.blacksaint.com
 

Step two per gli Urban Society di Gaetano Partipilo. Dopo il primo album Urban Society, che ha ottenuto un riscontro molto positivo, segue Basic che, come cita lo stesso Partipilo, presenta "vari punti di partenza e nessun punto di arrivo".

E' sicuramente un punto di partenza per quanto riguarda l'aspetto compositivo perchè presenta delle strutture con delle progressioni non racchiuse in stilemi canonici ma che se da un lato impongono il rigore esecutivo attraverso obbligati ritmici e armonici, dall'altro offrono invece un'ampia occasione di espressione per tutti i musicisti liberi di condurre il brano su territori congeniali. Ne approfitta ovviamente l'istrionico Petrella che non perde occasione per fraseggiare sempre alla ricerca di un nuovo spunto melodico. E non perde occasione neanche la tromba di Massimo Greco molto ben inserita nell'organico. Partipilo, d'altro canto, non è ovviamente da meno, domina letteralmente ogni anfratto di questo CD consentendo anche a chi accompagna di esprimersi in modo molto vario seguendo, supportando e stimolando il solista di turno. L'impronta prevalente è fornita dall'unisono dei fiati a cui spesso si associa il vibrafono - non molto presente in veste di solista - e ciò conduce sempre verso un gradevole cambio di dinamica in corrispondenza dei soli. La linea di basso è spesso ritmicamente sincrona con la batteria e raddoppiata dalla mano sinistra del piano.

E' un album con molti tributi. A Pharoah Sanders e alla sua musica "martellante" in Pharoah's Monolith. A Sonny Rollins e alla sua maestrìa nel modo di "urlare" se stesso attraverso il sax con il brano Sonny Blount Protocol, un up time con tromba e sax all'unisono, organo hammond e dialogo continuo in cui Mirko Signorile mostra una rimarcabile attenzione alle evoluzioni dei fiati. A Carosone, nella sorprendente Tu vuo' fa l'americano ricondotta al sound del gruppo con un bell'arrangiamento. Ad Az'shi Osada, bassista con cui Partipilo ha collaborato, attraverso la "dispari" e "asimmetrica" Tokyo Citizen. A Bunky Green con Vernice a sottolineare il bop passato nella visione attuale e, forse, in una possibile prospettiva futura. Al padre di Partipilo, Raffaele, in un duo con il figlio nel dialogo Conversation with my Father, preludio alla traccia di chiusura Fifth, ballad su cui Bardaro si produce in un ottimo solo.

C'è anche un sogno misterioso che Partipilo cerca di trasmettere nell'intensissima I have a dream dove emerge la voce del sax alto, composta, densa, lirica. In evidenza anche Giorgio Vendola autore di un solo ben costruito e conforme alle intenzioni del brano.

E' una musica che rappresenta Partipilo di oggi, in piena evoluzione artistica, a capo di un gruppo plasmato sulla sua musica, sul suo essere. I componenti sanno stare al loro posto, come il fedele e affiatato Mirko Signorile, in attesa del proprio momento ma costantemente al servizio di una musica che parte da questo album ma che arriva là dove ogni ascoltatore desidera farla arrivare. Partipilo si rivela quindi come un giovane sassofonista che oramai comincia a non essere più una "semplice" promessa ma che evidenza una piacevole maturità artistica.
Marco Losavio per Jazzitalia







Articoli correlati:
20/08/2017

Minafric (Pino Minafra)- Gianni Montano

01/11/2016

Bea (Andrea Sabatino another 5et)- Niccolò Lucarelli

04/06/2016

Torino Jazz Festival 2016: "...un'ampia panoramica della condizione attuale del jazz, con una enorme quantità di concerti ed eventi che si sono svolti in un gran numero di spazi del capoluogo piemontese." (Vincenzo Fugaldi)

19/03/2016

Intervista con l'Andrea Sabatino Quartet: "...mi piace andare a studiare le armonie, scoprire come i grandi hanno scritto, dal punto di vista dei temi e delle melodie dei brani." (Sara Bonfili)

23/08/2015

Live In Pisa (The Auanders)- Nicola Barin

10/08/2015

Resalio (Zeitgeber Ensemble)- Nicola Barin

18/03/2015

Intervista con Fabio Morgera: "...quando uno come Frank Lacy ti dice 'You're Black' mentre stai suonando con lui, beh, allora puoi dire di esserci veramente dentro." (Achille Brunazzi)

05/10/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco. Gabriele Rampino, Dodicilune: "La vera difficoltà è la bastardizzazione del senso del jazz, sia nella sua deriva verso la mediocrità, sia nella creazione di cartelloni di festival e rassegne, sempre meno progettuali e troppo ruffiani, con troppi nomi che nulla c'entrano col jazz..." (Alceste Ayroldi)

28/04/2014

Live In Pisa (The Auanders)- Francesco Favano

13/10/2013

Roccella Jazz Festival 2013: Trentatreesima edizione per il festival calabrese che, con una nuova direzione artistica, e' stato dedicato quest'anno alla tema della pace. (Vincenzo Fugaldi)

20/01/2013

The Jazz Convention: "...un confronto tra musicisti che portano con sè la propria storia e soprattutto idee fresche e nuovi stimoli..." (Alceste Ayroldi)

16/08/2012

"...una finestra aperta alle novità europee, senza preclusioni nei confronti di quanto di interessante si muove in Italia in campo jazzistico, ma anche con una doverosa attenzione al panorama statunitense." (Vincenzo Fugaldi)

03/12/2011

Treni A Vapore (Max Monno)- Pierfrancesco Falbo

19/02/2011

Upgrading (Gaetano Partipilo & Urban Society)- Francesco Martinelli

22/01/2011

Logos (Donatello D'Attoma)- Rossella Del Grande

27/11/2010

The Police songbook (Paola Arnesano)- Gianni B. Montano

17/10/2010

Tempus Transit (Pierluigi Villani Group)- Vincenzo Fugaldi

12/06/2010

Young Jazz Festival 10 con al direzione artistica di Gianluca Petrella: "La rassegna fulginate si distingue tra le iniziative italiane per il proposito di coinvolgere esperienze artistiche giovani con un'attenzione a proposte poco o per niente inflazionate, ma senza isolarle dall'esperienza dei maestri. Un punto di forza del jazz è la capacità di innovarsi grazie all'affermarsi di nuovi talenti, che nei casi più felici contribuiscono a perpetuarne la tradizione e ne determinano anche l'evoluzione e l'apertura." (Vincenzo Fugaldi)

22/03/2010

sings Cole Porter& the beat of yearning desire (Giuseppe Delre) - Cinzia Guidetti

09/01/2010

It's Time To Make A Change (Maurizio Quintavalle) - Luca Labrini

26/07/2009

Interactions (Dino Plasmati Open Trio) - Giuseppe Mavilla

15/02/2009

I like too much (Partipilo/Okazaki/Weiss)

15/02/2009

Suite 24 (Giacomo Mongelli)

22/06/2008

Colorando (Marchio Bossa)

09/04/2008

voyage (The 3 moons)

02/04/2008

La Foule - Voyage dans les lieux d'Edith Piaf (Lisa Manosperti)

16/03/2008

Way Out (Europe Connection)

05/02/2007

Terronia (Pino Minafra)

16/11/2006

Jazzsett 2006, Gianni Lenoci Duo, Antonio Faraò Trio, Mirko Signorile & Gaetano Partipilo Telepathy Duo: tre concerti con tre espressioni pianistiche differenti, l'improvvisazione totale di Lenoci, l'intenso "soulfull" di Faraò, la simbiosi "telepatica" di Signorile e Partipilo... (Lorenzo Carbonara)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 5.775 volte
Data pubblicazione: 24/12/2004

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti