Jazzitalia - Recensioni - Bija: Bija
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Chiusura del Multiculturita Summer Fest con uno dei più raffinati autori e compositori italiani: Bungaro e il suo Maredentro.

Stresa Festival: Dan Tepfer e il suo progetto, commissionato dal festival, ispirato a Stravinskij: Pulcinella Revisited. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019con grandi protagonisti del Jazz.

Apre a Matera, nella splendida cornice dei sassi, il Rosetta Jazz Club con la grande energia del sassofonista americano Jerry Weldon.

Otto concerti internazionali gratuiti nello splendido scenario della piazza Cattedrale sotto il tema "La fisarmonica nel jazz" per la diciannovesima edizione del Beat Onto Jazz Festival..

Riflettori accesi sul Montreux Jazz Festival: un programma da capogiro che coinvolge anche le altre due sedi, un programma vario, variopinto che tiene a mente solo una cosa, la buona musica..

Tutto pronto a Londra per l'edizione 2019 del magnifico British Summer Time nello straordinario scenario di Hyde Park con Celine Dion, Lionel Richie & Stevie Wonder, Barbra Stresand, Brian Ferry.

Bari in Jazz: Caetano Veloso, Francesco De Gregori, Paolo Fresu, Andrea Motis, Michel Godard, Redi Hasa, Aziza Brahim, Daniele di Bonaventura, Daniele Sepe, Amaro Freitas, Lucia Carvalho e molti altri per uno degli eventi più attesi dell'estate pugliese .

XI edizione del CEMM Summer Camp aperto a tutti i musicisti professionisti e amatori, iscritti a scuole di musica, istituti musicali e Conservatori all'interno delle prestigiose Fattorie di Celli.

Serata finale del Concorso il Jazz ed i Colori della Musica ad Avellino con Paolo Fresu, Ada Montellanico, Franco Caroni, Alceste Ayroldi, Danilo Rea, Maria Pia De Vito, Pietro Condorelli.

Al via la terza edizione del Festival "Gianicolo in Musica 2019", anche quest'anno la collaborazione con il Saint Louis College of Music e direzione artistica affidata a Roberto Gatto.

Saranno gli Yellowjackets, la più longeva e creativa fusion band della storia ad aprire la 1^ Edizione del JAZZ in Masseria Celentano.

Samba De Roda, Corso on Line di batteria ideato da Alessandro D'Aloia, per studenti di livello intermediario - avanzato..

GaiaJazz VII Edizione. Con la direzione artistica di Antonio Farao', 4 appuntamenti di altissimo valore artistico .

BariJazz: il 22 luglio annunciato a Fasano Caetano Veloso, ultima data del tour italiano.

Cinquant'anni di ECM, al Teatro la Fenice un evento speciale con i tre concerti di Anouar Brahem, Egberto Gismonti, Enrico Rava. .

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Marsicovetere Jazz Contest 2019 - ad agosto il contest riservato a giovani musicisti italiani, gruppi e solisti, di età inferiore a 35 anni.

Furto di Sax alla collezione privata del Maestro Berni. Trafugato anche un Selmer appartenuto a Sonny Rollins.

Ravenna Jazz 2019. Il festival ravennate raggiunge la 46ma edizione, caratterizzata da una programmazione ad ampio raggio: ben dieci giorni di musica con concerti diffusi su tutto il territorio cittadino..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry..

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Lorenzo Vitolo, pianista jazz, vince il prestigioso concorso per solisti Leiden Jazz Award 2019.

"La batteria jazz, strumento per...tamburi e griot", libro a cura di Enzo Lanzo con 21 assoli di batteristi jazz che hanno rivoluzionato il jazz drumming.

Quest'anno la ECM compie 50 anni, mentre la Ducale, distributrice in Italia, ben 60! Ancora oggi il catalogo si arricchisce con una costanza unica.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PILATO Frank (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Bija
Bija



Slam (2014)

1. Cipolla
2. AR
3. Ampolla
4. Donna oriente
5. Gonna
6. Calendula
7. Apnea
8. Dubby
9. Inferenze

Bija
Gabriele Di Franco - guitar and loops
Francesco Pellizzari - drums and percussion
Marco Puzzello - trumpet and flugelhorn

Emanuele Coluccia - sax (on Apnea and Gonna)
Stefano Luigi Mangia - voice (on AR)

Arrangements by Bija
Produced by Bija and George Haslam

Design by Federico Fiordigiglio and Gian Marco Vitti


Se tutto inizia con un soffio primordiale opportuno sarebbe, nel caso di questo riuscito esordio discografico, socchiudere gli occhi e lasciarsi trasportare dal suono propulsivo dei Bija.

Non poteva che dissolversi in una vibrazione il viaggio inaugurale del trio salentino che vede Gabriele Di Franco (guitar and loops), Francesco Pellizzari (drums and percussions) e Marco Puzzello (trumpet and flugelhorn) emergere nel panorama musicale contemporaneo, con un progetto che mette a fuoco tutte le caratteristiche di chi vive per fare musica con una padronanza della materia sonora, allo stesso tempo, estraniante e totalizzante.

Non a caso Bija focalizza l'attenzione dell'ascoltatore su un livello d'ascolto quasi secondario rispetto al canone di ricezione convenzionale: è musica libera che arriva senza predestinazione, restando fedele alla vita; per questo il messaggio che comporta è legato a un moto costante, un'oscillazione originaria che tratteggia, in quarantacinque minuti d'ascolto, un ambiente sonoro caratterizzato da un sound atipico, nella concezione tradizionale del trio, e capace di condensare le diverse facce del jazz, della world music e dell'ambient music in un'esperienza del mondo verticale, autentica.

E' con "Cipolla" che il paesaggio sonoro prende forma attraverso una stratificazione emotiva che disegna il ruolo rilevante di Di Franco nel portare avanti la mappa di un percorso musicale dissodato, per scelta, dalle facilità consce legate alla figura dell'accompagnamento musicale in senso "canonico" e che affianca, con classe, il malinconico lirismo di Puzzello alla bellezza di una cantabilità melodica ben più forte delle calibrate tensioni dinamiche di Pellizzari. Stesso buongusto che rimescola gli equilibri, in corso d'opera, laddove l'intervento mirabile di Mangia nel brano "AR" valorizza la costante co-creazione di chitarra e tromba in un pezzo dal sapore meditativo, estraneo dunque, a livello concettuale, a quella linea generale di emersione netta del sentimento data dalla mancanza, nei restanti brani, della connotazione evocativa propria della "fibra" vocale. Non lasciano indifferente "Gonna", dal carattere intrigante in cui l'intervento, a tratti ghiacciato, del sax di Coluccia crea la risoluzione ideale di una miniatura responsoriale che muore troppo in fretta e "Inferenze" dall'umore circense che chiude il disco portando in superficie la necessaria sfumatura ironica di un progetto ambizioso da ascoltare, toccare, guardare.

Di senso, se ogni cosa inizia con una vibrazione. Con un suono, forse questo sono i Bija.

Antonella Chionna per Jazzitalia







Articoli correlati:
23/09/2018

Dedalo (Bud Powell Jazz Orchestra)- Alceste Ayroldi

02/05/2010

Painting On Wood (Pittura su Legno) (Stefano Luigi Mangia – feat. Gianni Lenoci) - Alceste Ayroldi

23/04/2010

Il Mio Giardino (Toni Melillo)- Rosanna Perrone







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 699 volte
Data pubblicazione: 17/11/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti