Jazzitalia - Recensioni - Francesco Cusa & The Assassins meets Duccio Bertini: Black Power
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019, edizione del segno delle donne e del piano solo internazionale. Apertura affidata a Linda May Han Oh e poi si continua con Rickie Lee Jones e Brad Mehldau..

Ventisettesima edizione per l'EFG London Jazz Festival, uno dei più importanti festival europei in programma dal 15 al 24 Novembre prossimi con una line up stellare, disseminata fra le principali (e prestigiose) venues della capitale britannica. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ALESSI Piero (batteria)
            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Francesco Cusa & The Assassins meets Duccio Bertini
Black Power



Clean Feed (2018)

1. Spades/Picche
2. The Act Of Killing Music (The King)
3. Clubs/Fiori
Dr. Akagi (The Queen)
5. Interludio
6. Diamonds/Quadri
7. Kirtimukha (Haesrts/Cuori)
8. Elegii

Francesco Cusa - batteria.


The Assassins:
Giulio Stermieri - pianoforte, organo Hammond
Flavio Zanuttini - tromba, elettronica
Giovanni Benvenuti - sax tenore

Florence Art Quartet:
Daniele Iannaccone - violino
Lorenzo Borneo - violino
Agostino Mattioni - viola
Cristiano Sacchi - violoncello

Duccio Bertini - tastiere in "Elegia"


Francesco Cusa, a quattro anni di distanza da "Love", pubblica un nuovo album con The Assassins. Questa volta, però, al sax tenore compare Giovanni Benvenuti al posto di Cristiano Arcelli e in più si aggiunge il "Florence art quartet" sotto la direzione di Duccio Bertini a completare l'ensemble. Non è mai agevole integrare un quartetto d'archi con un gruppo jazz con lo stesso numero di componenti, ma Cusa supera brillantemente la prova, riuscendo a valorizzare l'apporto dei musicisti classici accanto al contributo dei competenti "assassini" al suo servizio. L'interazione fra i due blocchi si materializza in diverse modalità, con pari efficacia. Ci sono parti riservate ai soli archi, in particolare nei due brani a firma di Duccio Bertini, in cui semplicemente gli altri strumenti tacciono. In determinati frangenti si verifica, invece, un dialogo contrappuntistico fra tromba o sassofono e violini, viola e violoncello. In certi casi il tema e le elaborazioni delle arie vengono portate avanti da Benvenuti e Zanuttini e gli archi si limitano a colorare gli sfondi con pennellate confacenti. In differenti situazioni, ancora, si alternano le sezioni con sequenze separate, fino a incontrarsi e a procedere tutti insieme appassionatamente. Pure il quartetto jazz si scompone, all'occorrenza, in duetti o in trii per brevi tratti del tragitto. Insomma le combinazioni possibili sono parecchie e il leader non è certo il tipo di appiattirsi su una unica soluzione. Non staremmo parlando della band di Francesco Cusa, altrimenti….

La musica che si ascolta è contraddistinta da motivi piuttosto semplici che si fanno strada e si impongono, su cui, poi, si accavallano nuovi spunti e stimoli che trascinano l'ottetto altrove, con parentesi free tumultuose, momenti, per contrasto, quasi lirici e assoli di sassofono e tromba marcati da una sintassi piuttosto libera permeata da note raddoppiate, sovracuti, incrocio o scontro di suoni non proprio ortodossi. Dopo una circumnavigazione piuttosto ampia si ritorna, alla fine, al punto di partenza per mezzo di calibrate giravolte musicali.

Va dato atto, innanzitutto, all'istrionico artista catanese di saper scegliere con acume i suoi compagni di avventura. Benvenuti, al tenore, è un perfetto contraltare di Zanuttini e non fa rimpiangere, cioè, il pur valente Arcelli. Il resto della formazione espande adeguatamente le indicazioni, i suggerimenti approntati dal batterista siciliano e fila in modo risoluto verso le rotte zigzaganti immaginate a monte.

Non ci resta, in conclusione, che citare l'eclettico scrittore Riccardo Pazzaglia in versione "Quelli della notte". Se il quartetto protagonista dell'incisione è di questo livello:"Siamo tutti assassini.-Nous sommes tous des assassins...Come diceva Jean Gabin!-

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
05/10/2019

Oltremente - Ibla Jazz 019: "...un festival che si distingue per l'elevata qualità delle scelte artistiche e l'incomparabile bellezza anche gli spazi utilizzati..." (Vincenzo Fugaldi)

29/07/2017

Giulio Stermieri Stopping Sextet: "...un pianismo preciso e rigoroso, quello di Stermieri, che rifugge da meccanicità e ostentazione di abilità: è un musicista che si sta già confermando, nonostante la giovane età, un navigato capitano di vascello." (Aldo Gianolio)

27/08/2016

Roccella Jazz Festival - Rumori Mediterranei XXXVI: ""Sisong. Una canzone per Siso" il titolo dell'edizione 2016 dello storico festival calabrese, il primo senza la presenza del senatore Sisinio Zito, fondatore del festival deceduto dopo lunga malattia il 6 luglio scorso." (Vincenzo Fugaldi)

13/12/2015

Sphere (Try Trio)- Niccolò Lucarelli

11/10/2015

Love (Francesco Cusa & The Assassins)- Antonella Chionna

16/11/2014

Il giro d'Italia a bordo di un disco: Francesco Cusa, Improvvisatore Involontario: "Il jazz è musica di sincretismi, senza una dialettica costante finisce per cristallizzarsi in schematismi e idiomi surreali..." (Alceste Ayroldi)

19/10/2014

Meets Mahler (Sonata Islands (Giovanni Falzone))- Valeria Loprieno

24/08/2014

The Fourth Door (Tan T'ien)- Gianni Montano

06/04/2014

Flowers In The Garbage (Francesco Cusa 'Vocal Naked Musicians')- Gianni Montano

07/04/2013

The American Dream (Marco Cappelli’s Italian Surf Academy)- Gianni Montano

23/12/2012

Altai (Skinshout & Xabier Iriondo)- Gianni Montano

22/02/2012

D'onde (Aurora Curcio)- Gianni Montano

05/02/2012

Mansarda (Mansarda)- Gianni Montano

17/10/2010

The Great Prova (Arbe Garbe + Eugene Chadbourne) - Daniele Camerlengo

03/01/2010

Francesco Cusa, Gianni Gebbia, Alessandro Salerno a Roma presso Il Baffo della Gioconda: "Questi tre giovani musicisti dimostrano di saper rimanere sempre "dentro" alla performance, sfruttando in modo innovativo le potenzialità dei loro strumenti, dandosi ciascuno il turno nel "trascinare" gli altri, senza perdere mai concentrazione e l'interplay è davvero grandioso." (Laura Mancini)

18/10/2009

L'arte della Guerra (Francesco Cusa "Skrunch") - Giuseppe Mavilla

13/09/2009

Una proposta interessante e innovativa dall'inedito duo Cusa-Matteuzzi: "Un canto che si fa strazio, grido, sofferenza, gioia, tenerezza assumendo un'infinità di sembianze e di plastiche evanescenze..." (Giuseppe Mavilla)

12/09/2009

Due serate dedicate alla musica jazz al Cortile Pandolfi Art Pub di Pozzallo anche se in ambiti antitetici dal punto di vista del linguaggio espressivo. La prima serata ha visto esibirsi l'inedito quartetto del chitarrista Paolo Sorge, la seconda un altro quartetto con l'armonicista Angelo Adamo.

17/03/2007

Improvised music for imaginary films (Nursery Four)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 220 volte
Data pubblicazione: 27/10/2019

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti