Jazzitalia - Blue Dolls : Blue Dolls
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Dabliu Sound
Blue Dolls
Blue Dolls


1. Tuli-Tuli-Pan
2. Shoo Shoo Baby
3. Ma l'Amore No
4. Handful of Keys
5. Non dimenticar le mie parole
6. The original Charleston
7. Camminando sotto la pioggia
8. Whispering
9. Ciribiribin
10. Sing,sing,sing
11. Tornerai
12. Some of These days
13. In Cerca di Te
14. You Took Advantage of me
15. Maramao perchè sei morto
16. Someone to watch over me
17. C'è un'orchestra sincopata
18. Down in the river to pray

Erika Celesti - Soprano
Federica Pallante - Soprano
Viviana Dragani - Alto
Paolo Volante - Piano
Marco Parodi - Guitar
Riccardo Vigor - Double Bass
Luca Rigazio - Drums

Guests:
Roberto Andriollo - trombone in 3,8,12
Giuseppe Torrente - voce in 18





Erika Celesti
, Federica Pallante e Viviana Dragani si incontrano a Torino nel 2005. Amiche, cantanti, dal loro sodalizio artistico e umano nascono le Blue Dolls, ed è subito successo. Apparizioni televisive, concerti e showcases in tutti i migliori locali del circuito musicale italiano le rendono di diritto le nuove ambasciatrici dello stile vocale che rese famose le Chordettes e le Andrews Sisters.
 
C'è nostalgia e ironia, nella musica delle Blue Dolls, spensieratezza scapigliata e riso amaro. Il trio vocale torinese esplora con moderna sagacia il fascino demodè e la patina mai doma dello swing d'intrattenimento, il confine labile tra jazz, avanspettacolo e teatralità su cui le orme del Trio Lescano si sono inconfondibilmente impresse. Un viaggio polveroso e sorridente, in compagnia di una ritmica melliflua e mai indiscreta, che sa interpretare e contrappuntare il frizzante cinguettare delle cantanti piemontesi con sartoriale precisione descrittiva. Le Blue Dolls cantano sul velluto impreziosito dagli eleganti ammiccamenti del trombone di Roberto Andriollo, reinterpretando alcuni dei classici italiani e d'oltreoceano più celebri attraverso uno stile d'arrangiamento vocale scoppiettante e radioso, intriso di passione per i ruggenti fifties.

Si apre con la evergreen "Tuli-Tuli-Pan", affiancata poco dopo dalla splendida ballad all'italiana "Ma l'Amore No", agrodolce di salate lacrime e zucchero filato, soffice e struggente. Familiare il bianco e nero di "Ciribiribin" e "Non dimenticar le mie parole", composto e dondolante lo schioccare di dita per "Sing sing sing", piccola perla fast dell'album. Si torna a respirare stelle e strisce con "You took advantage of me", seguita a stretto giro da "Someone to watch over me", capolavoro immortale di Gershwin, che emoziona nella sua veste trasognata e sospirante. Il fiume scorre placido nel sorprendente finale a cappella di "Down in the river to pray", silenziosa e notturna, ultimo respiro prima che la veglia finisca.
Augusto Pallocca per Jazzitalia







Articoli correlati:
20/07/2009

Dall'8 al 30 maggio si è tenuta a Cagliari la 12a edizione della Rassegna "Forma e Poesia nel Jazz". Jazz: come dalla forma può scaturire la poesia. Chiacchierata con Nicola Spiga sulla rassegna jazz di primavera. (di Viviana Maxia)

12/08/2007

Intervista e recensione del concerto che le Blue Dolls hanno tenuto al Blue note di Milano: "Molto brave le tre vocalist che oltre ad avere un'ottima preparazione vocale si muovono in sincrono sulla scena evocando nello spettatore gli anni a cui fanno riferimento le canzoni. I musicisti accompagnano le voci con dinamiche perfette, attenti a non coprire l'impasto, e il risultato finale è estremamente morbido e gradevole..." (E. Simontacchi - M. Losavio)

07/04/2007

Gli SwingMatics al Blue Note: "...un organico insolito che nell'eccezionalità della sua struttura ha creato un fenomeno consueto nella musica jazz: l'originalità e l'importanza della timbrica come ricerca di qualcosa di diverso..." (Mario Livraghi)

08/09/2006

The art of swing (Alberto Traversi Quartet)

07/03/2005

Waling along Mainstream (Jumpin' jazz & blues band)

23/02/2005

Reverie de Django (Marco Parodi & Les Swing Manouche)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.591 volte
Data pubblicazione: 02/11/2008

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti