Jazzitalia - Recensioni - Accordi Disaccordi: Bouncing vibes
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Giordano in Jazz Autunno/Inverno 2019, edizione del segno delle donne e del piano solo internazionale. Apertura affidata a Linda May Han Oh e poi si continua con Rickie Lee Jones e Brad Mehldau..

Ventisettesima edizione per l'EFG London Jazz Festival, uno dei più importanti festival europei in programma dal 15 al 24 Novembre prossimi con una line up stellare, disseminata fra le principali (e prestigiose) venues della capitale britannica. .

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Il leggendario chitarrista Kenny Burrel in gravi difficoltà di salute e finanziare. Lettera della moglie per poterlo aiutare!.

Ecco la segnalazione di tutti i pezzi mancati dalla prestigiosa Collezione Attilio Berni a seguito del furto subito lo scorso 20 aprile 2019. Diamo un contributo al ritrovamento..

Il compositore e arrangiatore Luigi Giannatempo, invitato al Birdland di New York per collaborare ad un Tributo a Clark Terry.

Bargajazz Festival 2019 - Pubblicati i bandi per partecipare alla XXXI edizione del concorso internazionale per orchestra jazz dedicato alla musica del trombettista Dave Douglas..

Premiato a livello internazionale il film Claudio Fasoli's Innersounds, un viaggio nei processi creativi del jazzista Claudio Fasoli.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RAVERA Leo (piano)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Accordi Disaccordi
Bouncing vibes



Accordi Disaccordi (2013)

1. Bistro fada
2. Gipsy sun
3. Limehouse blues
4. Made in France
5. Tu vuo' fa' l'americano
6. Sweet Georgia Brown
7. Goodnight moon
8. Minor swing
9. Antonio's swing
10. Starman
11. La dolce vita

Alessandro Di Virgilio - Chitarra
Dario Berlucchi - Chitarra
Fabio Cascio - Contrabbasso


Atmosfere swing e gipsy jazz compongono il primo album autoprodotto del trio Accordi Disaccordi, giovane realtà italiana nata nel 2012 a Torino da un'idea di Alessandro Di Virgilio e Dario Berlucchi, che ritornano in Italia dopo i buoni risultati ottenuti in Russia e a Londra.

In "Bouncing vibes" il gruppo propone brani inediti e canzoni di successo riproposti in stile manouche e arrangiati con notevole maestria. Molto forte il sodalizio musicale tra i due chitarristi con una ritmica accattivante e mai stancante. La peculiarità che distingue i giovani musicisti è la capacità di riuscire a reinterpretare anche brani contemporanei in una nuova chiave musicale, riportando l'ascoltatore a sonorità tipiche degli anni ‘20. Molto significativi i due inediti presenti nell'album in cui emerge con forza lo stile dei tre musicisti che si mescolano armoniosamente tra loro, in particolare "Gipsy sun" primo brano composto dal terzetto torinese.

..::Intervista ad Alessandro di Virgilio (Umbria Jazz 2014)

Passeggiando per le strade di Perugia impregnate dalla musica dell'Umbria Jazz 2014 e di musicisti di fama internazionale, mi sono imbattuta in un gruppo di tre musicisti torinesi che hanno ottenuto notevole successo durante il periodo del Festival: Alessandro Di Virgilio, Dario Berlucchi e Isabella Rizzo, ovvero gli "Accordi Disaccordi" che ripropongo canzoni di successo vecchie e nuove, nonché pezzi inediti, in chiave swing e gipsy jazz, raccolte nel loro primo album autoprodotto "Bouncing vibes", ottenendo buoni risultati in Italia e all'estero. Colgo, pertanto l'occasione per scambiare due chiacchiere con Alessandro di Virgilio.

Come nasce "Accordi Disaccordi"?
Siamo nati in duo, io e Dario, circa due anni fa. Io sono andato al cinema a vedere "Midnight in Paris" di Woody Allen e mi sono innamorato di uno dei primi pezzi del film "Bistro Fada". Con Dario abbiamo messo su alcuni pezzi da far ascoltare per le strade di Torino. Il risultato è subito piaciuto alla gente e abbiamo continuato. Siamo andati a suonare a Brouxelles e a Londra e qui abbiamo conosciuto Fabio Cascio, contrabbassista, che si è unito al gruppo. Poi, a causa della distanza, abbiamo capito che la cosa non era fattibile e un anno fa qui a Perugia abbiamo conosciuto Isabella Rizzo che si è aggiunta al duo.

Quali difficoltà avete incontrato durante la realizzazione del vostro primo album?
I problemi ci sono stati dalla nascita perché io e Dario eravamo a Torino e il contrabbassista era a Londra. Alla fine in due giorni abbiamo registrato e arrangiato il disco tutto da soli.

Perché avete scelto di proporre un genere così inusuale tra i giovani?
In realtà è il genere che ha scelto noi. È una questione di energia che arriva alla gente e che, in manifestazioni come l'Umbria Jazz, non dipende dal tipo di musica che fai. Io ho sempre suonato jazz e il gipsy jazz deriva proprio da questo, anche se il nostro genere è un po' diverso dal manouche tradizionale.

Meglio per strada o nei teatri?
Tutti e due. L'emozione dei teatri è una cosa, quella della strada è un'altra. Quando abbiamo suonato a Mosca e San Pietroburgo la gente ti dava un'energia incredibile, la stessa energia che incontriamo qui a Perugia.

Con chi vi piacerebbe collaborare?
I miei punti di riferimento sono Bireli Legrene, Adrien Moignard, Bergara. Sono chitarristi manouche non tradizionalisti. Io sono appassionato del manouche francese.

Una collaborazione per il cinema…
Woody Allen. Il nostro nome deriva proprio da un suo film "Accordi e Disaccordi".

Giusy Casanova per Jazzitalia





Articoli correlati:
01/11/2016

Accordi Disaccordi (Swing Avenue)- Giusy Casanova







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 986 volte
Data pubblicazione: 14/09/2014

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti