Jazzitalia - Recensioni - Alessandro Candini: The Other Side
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Rinvio al 2021 per la XX Edizione del Beat Onto Jazz Festival.

Multiculturita Summer Fest 2020!! Annunciata anche nel 2020 un'edizione del famoso e longevo festival capursese: aLa musica del crooner Nick The NightFly Quintet e il Brasile di Rosalia de Souza..

12.500 euro destinati per una Borsa di Studio "Giorgia Mileto". promossa dalla famiglia e dal Saint Louis College of Music per i Corsi accademici di Jazz & Popular Music..

Corso in Rebranding e Self-Promotion nel Music Business. A cura di Fiorenza Gherardi De Candei e Alceste Ayroldi.

E' morto Jimmy Cobb.

Solo un arrivederci per Umbria Jazz. Costretti ad annullare l'edizione del 2020, sono già riprogrammati alcuni concerti esclusivi per l'edizione 2021!.

Aldo Bassi, trombettista, direttore d'orchestra, insegnante e leader di varie band, è venuto a mancare a Latina..

Saint Louis Club House, il nuovo salotto musicale ideato dal Saint Louis per ascoltare, vedere e degustare la musica comodamente dal divano di casa, in tempi di emergenza Covid-19. .

McCoy Tyner, icona del pianismo e del jazz, se ne è andato. Aveva 81 anni. .

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Alessandro Candini
The Other Side



Instant Present (2012)

1. Behind the mirror
2. The other side
3. A new world
4. Open the door
5. 101
6. Repeat
7. Rewind
8. Bug
9. The edge of the world
10. Breath of soul
11. The frontier
12. Breaking the surface

Alessandro Candini - piano


Alessandro Candini è l'ennesimo musicista italiano emigrato nella vicina Francia, nel paese in cui l'arte è vista ancora come una risorsa e dove l'artista ha ancora una dignità. Un altro cervello in fuga, in questo caso delle altre mani sottratte al Belpaese, hanno sfornato un'opera prima racchiusa sotto il nome di "The Other Side". Dalla chiarissima impostazione classica, Candini, diplomato al Conservatorio di Parma in pianoforte dopo un'attività concertistica al Teatro Regio, si è avvicinato al Jazz e alla musica improvvisata proprio in Francia avviando una serie di collaborazioni trasversali con il Teatro, la Danza e la Poesia.

Tutte queste informazioni della sua biografia confluiscono in modo molto chiaro e preponderante nella sua musica. La sua prima fatica discografica è infatti un album in piano solo completamente improvvisato. Una registrazione fiume di una sola giornata che ha dato vita a queste dodici tracce. Raccolte in quattro quadri, per quattro atmosfere diverse, come quattro atti di un opera teatrale o semplicemente come una suite musicale, le dodici tracce si snodano con intensità nell'arco dell'ora di ascolto.

I primi quattro pezzi ininterrotti, "Behind the Mirror" "The Other Side" "A New World" "Open the door", colpiscono per la passione dal sapore Jarrettiano, per la malinconia che evocano, per gli echi cinematografici. La sensibilità artistica del giovane pianista è cristallina. Il secondo atto formato dai seguenti brani "101" "Repeat" "Rewind" "Bug", ci porta in ambiente più jazzistico, con tempi più spezzati e melodie più ostinate, e giochi che ricordano anche Satie. Molto più rarefatta e solenne la terza parte dell'album composta da "The Edge of the world" "Breath of Soul"e "The Frontier". La chiusa dell'opera è affidata a "Breaking the Surface" un brano breve ed incisivo, che lascia nell'ascoltatore quel dubbio, quella sensazione di instabilità che l'arte contemporanea dovrebbe lasciare.

Un'ottima prova di classe e di lirismo. Un album elegante ed evocativo.

Valeria Loprieno per Jazzitalia













Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 492 volte
Data pubblicazione: 30/09/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti