Jazzitalia - Recensioni - Alessandro Candini: The Other Side
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ottava edizione del Torino Jazz Festival, un omaggio al jazz in tutte le sue declinazioni espressive. In cartellone, insieme ai grandi nomi internazionali, artisti di ricerca ed eccellenze del territorio. .

Grace DB lancia "Donna 3.0": Il suo primo album d'esordio parla del ruolo della donna nella società contemporanea, di scelte personali ed equilibri che si trasformano.

New Echoes. Rassegna di Nuova Musica Svizzera a Venezia (4a edizione) con realtà musicali che si muovono attorno ai linguaggi contemporanei del jazz, della ricerca multidisciplinare, dell'indie-rock e dell'elettronica..

Prospettive Sonore a Foggia: 5 eventi di Jazz Crossover, progetti inediti e di ricerca con, tra gli altri, Roberto Ottaviano, Tom Kirkpatrick e Brian Charette..

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

Musica, poesia, racconti e tanto altro per la V Edizione di Case Ospitanti a Matera, una suggestiva iniziativa che riempie la città di cultura e di conviviale stare insieme..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Bergamo Jazz: Maria Pia De Vito firma l'edizione del 2020 con un cartellone che rende la manifestazione tra le migliori per respiro e profondità a livello europeo.

Pianisti di altri mondi, 7 + 1 concerti dal jazz alle sonorità contemporanee. Tornano a Milano i concerti delle domeniche mattina in una rassegna ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
Alessandro Candini
The Other Side



Instant Present (2012)

1. Behind the mirror
2. The other side
3. A new world
4. Open the door
5. 101
6. Repeat
7. Rewind
8. Bug
9. The edge of the world
10. Breath of soul
11. The frontier
12. Breaking the surface

Alessandro Candini - piano


Alessandro Candini è l'ennesimo musicista italiano emigrato nella vicina Francia, nel paese in cui l'arte è vista ancora come una risorsa e dove l'artista ha ancora una dignità. Un altro cervello in fuga, in questo caso delle altre mani sottratte al Belpaese, hanno sfornato un'opera prima racchiusa sotto il nome di "The Other Side". Dalla chiarissima impostazione classica, Candini, diplomato al Conservatorio di Parma in pianoforte dopo un'attività concertistica al Teatro Regio, si è avvicinato al Jazz e alla musica improvvisata proprio in Francia avviando una serie di collaborazioni trasversali con il Teatro, la Danza e la Poesia.

Tutte queste informazioni della sua biografia confluiscono in modo molto chiaro e preponderante nella sua musica. La sua prima fatica discografica è infatti un album in piano solo completamente improvvisato. Una registrazione fiume di una sola giornata che ha dato vita a queste dodici tracce. Raccolte in quattro quadri, per quattro atmosfere diverse, come quattro atti di un opera teatrale o semplicemente come una suite musicale, le dodici tracce si snodano con intensità nell'arco dell'ora di ascolto.

I primi quattro pezzi ininterrotti, "Behind the Mirror" "The Other Side" "A New World" "Open the door", colpiscono per la passione dal sapore Jarrettiano, per la malinconia che evocano, per gli echi cinematografici. La sensibilità artistica del giovane pianista è cristallina. Il secondo atto formato dai seguenti brani "101" "Repeat" "Rewind" "Bug", ci porta in ambiente più jazzistico, con tempi più spezzati e melodie più ostinate, e giochi che ricordano anche Satie. Molto più rarefatta e solenne la terza parte dell'album composta da "The Edge of the world" "Breath of Soul"e "The Frontier". La chiusa dell'opera è affidata a "Breaking the Surface" un brano breve ed incisivo, che lascia nell'ascoltatore quel dubbio, quella sensazione di instabilità che l'arte contemporanea dovrebbe lasciare.

Un'ottima prova di classe e di lirismo. Un album elegante ed evocativo.

Valeria Loprieno per Jazzitalia













Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 476 volte
Data pubblicazione: 30/09/2013

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti