Jazzitalia - Stefano Pastor: Chants
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Slam Production
Stefano Pastor
Chants


1. Naima
2. I'll Remember April
3. Chi mi ha insegnato
4. Caravan
5. Easy living
6. The song is you
7. La chambre (ispirato a "La camera " di Jean PaulSartre)
8. Fortytude (a forty bars tune)
9. There is no greater love
10. Danca da solidao

Stefano Pastor - violino





L
o dice il titolo di questo disco, inciso quasi tutto nel 2006 (Naima è però del 2008). Lo dice la bella introduzione a Violin Jazz, manuale per improvvisatori, uscito quasi in contemporanea al cd. A chi si avvicina all'improvvisazione il musicista genovese consiglia, non a caso, di esercitarsi sugli assoli, ripetendoli con la voce. Perchè è con questo sforzo, mentale e fisico che si capisce il valore musicale e poetico degli intervalli. Pastor è inoltre affascinato dal soffio degli strumenti a fiato. Pur essendo violinista, e pur avendo solidissimi studi classici nel suo curriculum, ha tanto ascoltato i grandi sassofonisti e trombettisti del Jazz (Trane, Chet, Hawkins, Ornette) da convincersi che anche il violino ha un suo soffio, un suo respiro, che il musicista può far sentire con tecniche particolari. Le pagine di Violin jazz dedicate all'argomento sono veramente interessanti anche per un semplice appassionato.

Naturalmente in questo disco in solitario Pastor mette in primissimo piano questa sua ricerca sonora e fa sentire questo spirito d' aria fin dal primo brano, una struggente e straniata Naima.

Il risultato finale dice di un disco di non facile ascolto ma pieno di poesia: aspro e sentimentale. Un disco particolare, ricercatissimo ed incrostato di polvere di strada, brumoso e riarso al tempo stesso. Brumoso quando si ispira a sonorità "eurocolte" (La chambre e la rilettura di Chi mi ha insegnato di Tenco) utilizzando suggestive tecniche di overdubbing. Riarso quando affronta standard consolidati come Caravan o Easy living con un suono ruvido, arcaico, impreciso, africano che fa pensare a quel "suono viola" teorizzato da Ellington. Usa anche la voce, Pastor, e la usa rendendo un chiaro ed appassionato omaggio a Chet, che è uno dei suoi ispiratori anche per quanto riguarda la ricerca sul violino.

Chants si chiude con una sorprendente canzone brasiliana, accompagnata dal mandolino e "ferita" dalle incursioni del violino. Come a dire (forse) che l'inquietudine continua che agita gli artisti di frontiera come Pastor si può risolvere solo, in tempi come questi, in un sommessa saudade. Come recita un verso di Senghhor usato come epigrafe delle note di copertina "Non ti meravigliare, amica mia, se la mia melodia si fa triste".

Marco Buttafuoco per Jazzitalia

Slam Production
www.slamprduction.net


Violin jazz (155 pag + cd) è edito da Casa Musicale Eco –Via RBracco 5 –Monza







Articoli correlati:
17/02/2013

Narcète (Dagnino - Haslam - Pastor - Waterman)- Gianni Montano

01/05/2012

Per Kelli Fini Que Ki Contene (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Andrea Gaggero

03/07/2011

North South Dial (Stefano Pastor - Ari Poutiainen)- Gianni Montano

26/02/2011

A Cuàntas Paradas De Aqui’? (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna)- Gianni Montano

24/12/2010

Freedom - Bows (Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

01/02/2010

Live at Tortona (Borah Bergman-Stefano Pastor)- Gianni B. Montano

07/04/2009

Baudrillard Est Mort (Andrea Rossi Andrea Ground Plane Antenna )

16/03/2008

Uncrying Sky (Stefano Pastor)

02/06/2006

Transmutations (Stefano Pastor Quartet)

19/07/2005

Una Notte in Italia (Stefano Pastor)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 1.969 volte
Data pubblicazione: 05/09/2009

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti