Jazzitalia - Riccardo Arrighini: Chopin in jazz
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Spazi Sonori - 2009
Riccardo Arrighini
Chopin in jazz


1. Notturno in Do diesis minore Op. 49 n. 20
2. Ballata in Sol minore Op. 23 n. 1
3. Fantasia improvviso Op. 66 n. 1
4. Marcia Funebre
5. La Caduta di Varsavia
6. Notturno in Mi bemolle Op. 9 n. 1
7. Valzer Op. 69 n. 1
8. Valzer Op. 64 n. 2
9. Preludio in Do minore Op. 28 n. 20
10. Grande Polacca brillante Op. 53 n. 10





R
egistrato presso lo studio livornese Spazi Sonori di Alessio Barbieri, è uscito nel mese di novembre del 2009 "Chopin in Jazz", nel quale il pianista viareggino Riccardo Arrighini rilegge, riarrangia ed esegue alcuni famosissimi brani del compositore polacco Fryderick Chopin. Quest'album, in cui oltre ad influenze jazz si avvertono contaminazioni di musica classica, pop e new age, spicca per eleganza e nitidezza del suono. Arrighini, in questo contesto, esprime le sue riconosciute potenzialità di improvvisatore e ricostruisce le strutture armoniche delle melodie chopiniane con cadenze jazzistiche.

La strana combinazione di stili mai banale inoltre, a dispetto di quello che molti potrebbero immaginare, non è per nulla in contrasto e ciò rende il disco particolarmente piacevole da ascoltare. L'idea che sta alla base di progetti come questo infatti è che la musica è il più potente linguaggio per trasmettere emozioni che l'uomo ha creato e che le note in mano a compositori di talento, non sono confinabili in generi, ma colpiscono direttamente l'anima di chi ascolta.

La tracklist, composta da dieci brani, è costituita da pezzi molto conosciuti, tutti interpretati da Arrighini in piano solo. Walzer, mazurke, polacche, studi, ballate e notturni, tutti rivisitati con tocco sapiente in chiave jazz, sono eseguite dal pianista viareggino con uno stile che, seppur risente di influssi di "mostri sacri" del pianoforte come il raffinato Bill Evans e il virtuoso Chucho Valdes, è molto personale e poetico.

Senza dubbio, l'obbiettivo di questo ottimo lavoro è quello di avvicinare gli amanti della musica classica al jazz e gli amanti del jazz alla musica classica, ed anche di far capire che i due generi sono meno distanti di quanto sembra.

 







Articoli correlati:
26/05/2012

IIIa Edizione di "Suoni Ritmi, Parole dal Mondo" e concerto di Riccardo Arrighini con la Filarmonica Sestrese (Gianni Montano e Andrea Gaggero)

24/04/2011

Harmonitaly (Federico Bertelli - Riccardo Arrighini trio)- Gianni B. Montano

21/07/2008

Speciale da Umbria Jazz 2008: «Continuità, stabilizzazione della struttura, mantenimento dei rapporti internazionali», sono questi gli imperativi su cui Regione dell'Umbria, Comune di Perugia e Umbria Jazz si impegneranno, sin dalla prossima edizione, per assicurare al Festival il giusto e sicuro futuro. (a cura di Marcello Migliosi)

22/05/2008

Starry Eyed Again (Chet On Our Minds) (Michela Lombardi – Riccardo Arrighini Trio)

22/03/2008

Francesco Cafiso, be bop, ma non solo!. "Il quartetto di Cafiso è apparso "solido" come non mai. Già dal primo brano (di Sonny Rollins) s'è capito che c'era qualche cosa in più rispetto all'ultima volta che l'avevamo sentito. Ma soprattutto nei brani firmati da lui Francesco ha dato prova di aver intrapreso la strada della "ricerca"." (Marcello Migliosi)

03/07/2005

Intervista a Riccardo Arrighini: "...Sto approfondendo molto lo stile tradizionale, sto tornando al blues e alle improvvisazioni ricche di block chords e di blue notes, di stride piano. Secondo me è importante tornare indietro su cose che pensavi di aver già studiato a sufficienza..." (Michela Lombardi)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.227 volte
Data pubblicazione: 25/01/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti