Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Click here to read the english version


2004 Ollio Records, NYC
Jazz212nyc@hotmail.com
Antonio Barbagallo
Colemania


1. Femina Loca (A. Barbagallo
2. Angeli Pigri (A. Barbagallo, G. Messina
3. Colemania (A. Barbagallo)
4. One Note Samba (A. C. Jobim)
5. Donna Lee (C. Parker)
6. Very Early (B. Evans)
7. Blues Connotation (O. Coleman)
8. Rakham (A. Barbagallo, G. Messina)
9. St. Matthew (A. Barbagallo, G. Messina)

Antonio Barbagallo - Vocals and Guitar
Beebee - Piano
Yoshi Waki - Bass
Bill Campbell - Drums


Questo album, un tributo agli arrangiamenti di Ornette Coleman, include composizioni originali di Antonio Barbagallo, testi scritti da Gaetano Messina, e standards di Charlie Parker, Ornette Coleman, Bill Evans, e AC Jobim. Barbagallo canta in italiano così come in un tipo di scat che porta i temi in uno stile interessante e molto ascoltabile. Barbagallo inoltre conduce la band con la sua chitarra dal suono sensuale e contemporaneo.

I brani di rilievo sono Colemania, scritta da Antonio Barbagallo e dedicato, come dice il titolo, a Ornette Coleman. Il solido basso di Yoshi Waki conduce il brano seguito subito da Barbagallo alla voce e alla chitarra in un ripetitivo e piacevole tema. La chitarra di Barbagallo cresce e suona una scintillante e originale melodia.

In One Note Samba di AC Jobim, la profonda voce di Barbagallo introduce questo rinnovato samba in una combinazione di inglese e portoghese. BeeBee, al piano, esegue un lungo e lento solo. Bill Campbell, alla batteria, è occupato in ogni istante nel creare il ritmo della samba sotto i passaggi della voce e delle tastiere.

Donna Lee di Charlie Parker, swing cantato in scat con batteria, basso e piano che si mescolano creando ritmi con molta energia. Grazie alla capacità percussiva di Campbell si ottiene un pezzo che si può considerare quasi danzabile.

Rakham di Antonio Barbagallo e Gaetano Messina, è cantato in italiano. Questa melanconica e romantica canzone sembra influenzata sia dal samba che dal tango dato che presenta un ritmo samba e tonalità argentine. Dotato di un tema memorabile e cantabile Rakham è il brano più bello dell'album.
Roberta E. Zlokower







Articoli correlati:
04/05/2008

Need For Peace (Fabio Morgera)







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 2.739 volte
Data pubblicazione: 18/12/2005

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti