Jazzitalia - Marcello Lorrai: William Parker Conversazioni sul Jazz
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


Marcello Lorrai

William Parker Conversazioni sul Jazz
Auditorium – Casanova e Chianura Edizioni 2010
Pagine 140 – euro 18,00



"Gli orsi si muovono lentamente e i contrabbassi sono come gli orsi". A dispetto della sua mole e della sua passione per Jack The Bear di Duke Ellington, William Parker si muove con particolare destrezza ed acume all'interno del reticolo di domande costruito con passione ed intelligente sistematicità dal giornalista e critico musicale Marcello Lorrai. Non è cosa da poco far fluire tanta storia e tante storie musicali, lasciando suonare le parole. E si, perché queste Conversazioni sul Jazz con il contrabbassista del Bronx trasudano musica suonata anche attraverso le parole. E' un continuo monito per tutti, giovani e meno giovani, musicisti e non, seppur Parker non lo si possa annoverare – anagraficamente - tra i "vecchi senatori" della musica afroamericana, visto che ha da poco battuto le cinquantotto primavere. Il suo vissuto, però, è tale da far impallidire chiunque abbia a che fare con il jazz. Vissuto che Lorrai conosce a menadito, tanto da spingere il musicista a parlare senza remore, pungolato da opportune domande, scevre da banalità. Così si attraversa l'avanguardia newyorkese ed anche quella chicagoana; l'incontro con Cecil Taylor nel 1974, quello con Don Cherry, con Bill Dixon, Wayne Horvitz e, negli anni '90, con Derek Bailey, tra gli altri. Senza trascurare, pare ovvio, l'infanzia da buon scolaretto e la catechesi musicale indiretta del padre, onnivoro ascoltatore di jazz.

L'identikit che appare è quello di un musicista verace, senza fronzoli, evirato dall'egocentrismo che spesso attanaglia chi, come lui, potrebbe permetterselo. Un uomo che vive la musica con gli homeless, i poeti, girovagando per il mondo alla ricerca di suoni sempre diversi, sentendo la tradizione e riuscendo a strapparla, farne brandelli e suonarli.

Vi sono due rivelazioni, non copernicane s'intenda, ma che spesso fuggono: "La musica è come il cibo: cuoci i tuoi spaghetti e poi li mangi". Ed ancora: "Io vedo la musica come i fiori: quando appassiscono ce ne sono altri che sbocciano". Con questo, polemizzando (senza ferire, però) con i cloni del passato che si limitano ad emulare i vari Parker, Coltrane. E gli Stati Uniti ne sono pieni, come – sempre per restare in tema – l'assoluta difficoltà (anzi, impossibilità) per i c.d. innovatori del jazz di suonare nella propria terra, ben concimata dal mainstream tanto amato. Si pensi al quartetto di Parker che è riuscito a suonare solo per una volta al Blue Note di New York. Ed ecco, quindi, l'altra rivelazione tautologica (anche questa ben nota ai più): gli Americani hanno trovato…l'America (si perdoni la boutade) in Europa, oggi culla del jazz, territorio agognato dai musicisti d'oltre oceano.

Un libro da leggere d'un fiato e da vedere attraverso il congruo corredo fotografico che lo imbellisce ancor di più.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
22/09/2018

Rumori Mediterranei - XXXVIII Edizione: "Trentottesima edizione del festival di Roccella Jonica dedicata alle tematiche collegate 'Italians' e 'Going west-A ovest di Zappa'" (Vincenzo Fugaldi)

19/10/2015

Ai Confini tra Sardegna e Jazz - Conduction: ben tornato Butch: Un'edizione dedicata alla figura di Butch Morris, "Genio, visionario, profeta, musicista che fu di questa terra e che pare non tornerà più..." (Gianmichele Taormina)

10/08/2015

Navajo Sunrise (Daniel Carter, William Parker, Federico Ughi)- Antonella Chionna

08/02/2015

Il giro d'Italia a bordo di un disco - Giorgio Dini, Silta Records: "Oggi siamo al paradosso per cui vendono sempre meno dischi ma se ne producono sempre di più." (Alceste Ayroldi)

28/10/2012

Intervista a David S. Ware. Ricordando un Gigante del Jazz...: "...di lui rimane una musica dolente, irrefrenabile, stridula ma anche gentile e ricca di un blues introspettivo..." (Gianmichele Taormina)

06/02/2010

Nu Bop Live (Matthew Shipp)- Gianmichele Taormina

09/01/2010

Temporary (William Parker & Giorgio Dini)- Fabrizio Ciccarelli e Andrea Valiante

08/08/2009

Anthony Braxton Diamond Curtain Wall Trio a Pomigliano: "Unica data italiana per il prestigioso multistrumentista e compositore americano, affiancato nell'occasione dalla chitarrista Mary Halverson e dal trombettista Taylor Ho Bynum." (Alfonso Tregua)

28/06/2009

Echoes (Angelo Olivieri) - Gianni B. Montano

06/06/2009

Shakti (David S. Ware)

05/01/2009

XXIIIa Edizione di "Ai Confini tra Sardegna e Jazz" a Sant'Anna Arresi: "Dedicata alla suggestiva figura ed all'indiscutibile genialità musicale di Don Cherry, la manifestazione sarda, giunta oramai alla sua ventitreesima edizione, ha offerto diversificate sfaccettature del caleidoscopico animo artistico impresso nel tempo dal grande trombettista di Oklahoma City." (Gianmichele Taormina)

02/11/2008

Udin&Jazz 2008: I will not apologize: "In un incontro dedicato al tema del festival, William Parker e Amiri Baraka, scrittore e poeta, affiancati da alcuni critici italiani, hanno parlato dei tempi che corrono, lucidamente e a volte con pessimismo, confermando come, sì, il free e la Black music sono stati importanti per la causa della gente di colore, ma molto rimane ancora da fare." (Giovanni Greto)

12/10/2008

Double Sunrise Over Neptune (William Parker)

12/10/2008

Beyond Quantum (Braxton/Graves/Parker)

18/05/2008

Alphaville Suite (William Parker Double Quartet)

05/05/2008

Baraka Speech Quartet a Parma Jazz Frontiere: "C'era sacralità e vita quotidiana nelle due voci e nelle musiche del duo, un urlo rabbioso ed una preghiera, ansia di cambiamento sociale e amore sconfinato per la tradizione, denuncia aspra e malinconia." (Marco Buttafuoco)

05/04/2008

Etnafest 2008: "Quasi uno stato dell'arte della musica afroamericana, la cui salute è assolutamente eccellente, come testimoniato dai tre concerti qui descritti: Dave Burrell Db3 guest Leena Conquest, William Parker's Inside the Songs of Curtis Mayfield, Joshua Roseman & Constellations" (Enzo Fugaldi)

19/03/2008

The Inside Songs of Curtis Mayfield - Live in Rome (William Parker)

18/03/2008

William Parker Quartet per Jazz a Marghera 2008: "Gli ampi spazi alle improvvisazioni consentono ad ognuno dei quattro, di dimostrare le proprie qualità tecniche e creative, secondo un perfetto equilibrio." (Giovanni Greto)

14/07/2007

Vicenza Jazz festival 2007, IIa Parte: William Parker Octet, Anthony Braxton - William Parker Duo e "Una Notte con il Jazz Tedesco" (Giovanni Greto)

23/06/2007

Anthony Braxton, William Parker e Milford Graves all'Auditorium di Roma: "Che la ricerca dell'interplay venga sacrificata per lasciar libera espressione alla singola personalità dei musicisti è il rischio e il fascino di un concerto estemporaneo e di un'improvvisazione senza compromessi." (Dario Gentili)

15/04/2007

William Parker, Manu Dibango, Leena Conquest, Adam Nussbaum e molti altri a Chiasso per la decima edizione del Festival di Cultura e Musica Jazz dal titolo "Colour is Jazz", ricca di infinite proposte musicali, di stili, ritmi e improvvisazioni, come infiniti sono i colori a disposizione nel mondo dell'arte figurativa...(Bruno Gianquintieri)

09/10/2006

La gallery di Roccella Jonica 2006 (Francesco Truono)

08/10/2006

BlueLocride, l'edizione 2006 di Roccella Jonica: "Superato il ragguardevole traguardo dei cinque lustri, il festival di Roccella, giunto alla sua XXVI edizione, continua a espandersi nel tempo e nello spazio, abbracciando il capoluogo e l'intera Locride ..." (Vincenzo Fugaldi)

08/06/2006

Sound Unity (William Parker Quartet)

02/10/2005

Ai Confini Tra Sardegna e Jazz - XXa Edizione: "...Confermando l'attitudine ad un progetto sempre anticonvenzionale, saldamente basato sulla negazione dell'ovvio e della concessione gratuita, il festival di Sant'Anna Arresi ha degnamente spento quest'anno le venti candeline..." (Gianmichele Taormina)





Video:
William Parker's Jeanne Lee Project - Vision Festival 2003
William Parker's Jeanne Lee Project - Song Foe Jeanne LeeThomas Buckner, Ellen Christi, Jay Clayton, Lisa Sokolov : vocalsRob Brown, Henry War...
inserito il 10/06/2007  da anthdb45 - visualizzazioni: 3447


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.445 volte
Data pubblicazione: 18/04/2010

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti