Jazzitalia - Recensioni - Filippo Cosentino: Tre
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novità

Aperte le iscrizioni per la IIa edizione del Premio Lelio Luttazzi, rivolto ai Giovani Pianisti Jazz e Cantautori di età compresa tra i 18 e i 30 anni, .

La seconda parte della ricca stagione del The Empty Space si chiude con l'unica tappa in provincia di Bari del quartetto italiano del trombettista e cantante statunitense Nate Birkey

Un altro grande artista se ne va: è morto Larry Coryell, aveva 73 anni.

Alceste Ayroldi per la rassegna Le città del Jazz a Milano, in "Storie di schiavitù, migrazioni e contaminazioni: un percorso attraverso i luoghi di un'arte urbana per eccellenza".

John Scofield si aggiudica 2 Grammy Jazz: Miglior solo e Miglior album strumentale.

Al Jarreau non ce l'ha fatta, muore a 76 anni uno dei più grandi cantanti di sempre

VI edizione per il Multiculturita Black Music Contest per solisti e gruppi di giovani musicisti e per promuovere la cultura e la pratica della musica afroamericana sul territorio .

Spettacolarità, coinvolgimento, creatività, originalità: sono i tratti che contraddistinguono ancora una volta la rassegna musicale "Aperitivo in Concerto" 2016-2017.

Cartellone internazionale per la settima edizione del San Severo Winter Jazz Festival che apre ad ottobre con Luis Perdomo.

Il Saint Louis, Istituzione di Alta Formazione Artistica Musicale autorizzata dal Miur a rilasciare titoli accademici di I e II livello, apre le iscrizioni al prossimo anno accademico 2016/2017.

Click QUI per fare pubblicita' su Jazzitalia
Jazzitalia sbarca in Russia! Tradotti in cirillico alcuni articoli esclusivi.
Ultimi aggiunti:

            ASCANI Riccardo (chitarra)
            BALLANTI Marco (chitarra)
            BOCCIA Marco (contrabbasso)
            BOTTALICO Roberto (sax)
            CIUFFREDA Daniele (chitarra)
            DEL PEZZO Massimo (batteria)
            DELTA TRIO (gruppo)
            DESIDERI Fabrizio (sax e clarinetto)
            ESPOSITO Gianluca (sax)
            MATTIONI Luca (percussioni)
            MORONE Franco (chitarra)
            PAISSA Roberto (chitarra)
            PAVIGNANO Daniele (batteria e percussioni)
            SANTANGELO Giuseppe (sax)
            VOLPICELLI Lucia (voce)
            ZORZI Riccardo (batteria)
Filippo Cosentino
Tre



milk Records (2016)

1. Erythros
2. Quiet Song
3. Family
4. Migranti
5. The Path
6. East Of The Stars
7. Blues For P
8. Impro#1

Filippo Cosentino - chitarra baritona


E' vero, ci vuole coraggio nel confrontarsi in solitudine con uno strumento, seppur lo si possa padroneggiare con sicurezza. Ma, oltre a una buona dose di coraggio, ci vuole una perfetta padronanza sia del medium che della musica; ed è necessario anche un altro ingrediente: l'amore per entrambi, strumento e note, perché altrimenti diventa solo e unicamente un esercizio di stile.

Filippo Cosentino è riuscito a gettare nell'angolo quest'ultima evenienza, sarà anche per il fatto che tutti i brani in scaletta sono da lui firmati. Ed è riuscito a conferire un suono caldo, adamantino, umano alle corde pennellate con tatto e maestria, decorando le composizioni con cadenze argentee. Il paesaggio sonoro compositivo del musicista albese è frutto del suo vissuto artistico: l'italica melodia si affaccia con prepotente frequenza, così come la metrica mitteleuropea tra pause, silenzi e stimolanti ripartenze ("Erythros", "Quite Song", "East Of The Stars"). Declina il vocabolario del melting pot tra le tracce di storia del songwriting e le romanze della fusion, con nuances di classicismo barocco: così in "Family"; e anche intinti nei caldi suoni mediterranei ("Migranti"). Cosentino ha una indubbia capacità narrativa, e la sua chitarra riesce a declamare a voce alta poemi d'altri tempi, storie senza tempo ("The Path"). E anche il blues trova nuove sorgenti, tra arpeggi spezzati, un ritmo sempre presente mai pressante ("Blues For P").

Alceste Ayroldi per Jazzitalia






Articoli correlati:
30/01/2016

Intervista a Filippo Cosentino: "...non perseguo il virtuosismo fine a sè stesso, che dal mio punto di vista non gratifica nè il musicista nè chi l'ascolta." (Nina Molica Franco)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 518 volte
Data pubblicazione: 07/01/2017

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti