Jazzitalia - Matteo Sabattini (MSNYQ): Dawning
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Edizione Speciale, il nuovo album di Enrico Rava.

Si è spento all'età di 95 anni la grande icona della chitarra jazz Franco Cerri..

Annunciato il San Severo Winter Jazz Festival 2021, 7 concerti internazionali dal 29 ottobre al 1 aprile 2022..

Pubblicato "The Rising Sun" il nuovo e quarto album del chitarrista modern jazz Fabrizio Savino.

ECM: le novità in uscita della prestigiosa casa discografica tedesca. .

Open Day del Saint Louis Music School dedicato al Master in I livello in Music Business & Management. .

Al via il Premio Rota 2021. Un'edizione dove accanto alla consegna dei riconoscimenti vi sarà tanta musica dal vivo. .

Morto Don Marquis (4 maggio 1933 - 29 luglio 2021) indimenticabile storico del jazz e autore del volume “In search of Buddy Bolden: first man of jazz".

Ciao Paolo, musica e Jazzitalia in lutto per la scomparsa del sassofonista Pietro Paolo Mannelli. Aveva 84 anni..

Disponibile dal 2 dicembre per Adda Editore il libro "Paolo Lepore e la Jazz Studio Orchestra" curato da Alceste Ayroldi.

Pubblicato "Bass Way", il nuovo Metodo Didattico per contrabbasso classico e jazz di Marcello Sebastiani..

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            BELLADELLI Antonio (voce e contrabbasso)
            BLASIOLI Simone (sax)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CAPRARESE Cristian (pianoforte)
            CASSARA' Elio (chitarra)
            CRISPINO Luca (chitarra)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            CUOCO Ramon (tromba)
            GADDI Piero (pianoforte)
            GHIDONI Davide (tromba)
            INDRA (gruppo)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEPORE Fabio (voce)
            MAZZA Cristina (sax)
            ROSSINI Giorgio (voce)
            TATONE Angelo (chitarra)
            VARAVALLO Luca (contrabbasso)
Matteo Sabattini (MSNYQ)
Dawning



Fresh Sound New Talent (2010)

1. Estate (7:25)
2. Dawning (6:37)
3. Prism (12:52)
4. My Journey (9:41)
5. Distensions (6:00)
6. Sons Of A Mitch (7:37)
7. The Quiet Before Sunrise (5:59)
8. The Nearness Of You (6:47)

Matteo Sabattini - sax alto
Mike Moreno - chitarra
Lage Lund - chitarra (7)
Kristjan Randalu - piano
Matt Clohesy - contrabbasso
Obed Calvaire - batteria


Di album jazz che cercano di fondere il senso della melodia della nostra tradizione musicale con la ritmica be-bop americana non sarebbe certo il primo, ma non sarebbe altrettanto facile trovare una fusione altrettanto riuscita di quella offerta da Dawning del Matteo Sabattini New York Quintet (MSNYQ). Perché Dawning non è il consueto prodotto di qualche mese trascorso a New York in cerca d'ispirazione; è infatti nel 2002 che Sabattini vi si trasferisce giovanissimo con una borsa di studio, ed è da allora che ci vive e suona. Insomma, la lezione del jazz newyorkese l'ha appresa nel pieno del suo periodo di formazione musicale. Ciò che infatti colpisce immediatamente di Dawning – seconda registrazione a suo nome, ma la prima per un'etichetta importante – è la naturalezza e la facilità con cui una spiccata sensibilità melodica si esprime con le ritmiche e le armonie del jazz mainstream. Anzi, quest'ultimo ne viene profondamente rinnovato – perché nel jazz, si sa, la continuità del mainstream si alimenta con la capacità di adattarsi alla novità – com'era già accaduto negli anni Novanta con l'imporsi sulla scena jazz dei "giovani leoni", come Mehldau e Redman, che vi iniettarono la nuova linfa della cultura musicale della loro generazione. Certo, che ad aprire Downing sia Estate non rappresenta una vera novità, dal momento che da tempo ormai la canzone di Bruno Martino è considerata alla stregua di uno standard anche al di fuori dei nostri confini nazionali; eppure, è necessaria una sensibilità tutta mediterranea per far risuonare, dietro la ben nota melodia, quella nota di malinconia che sul finire del brano si tramuta pian piano in inquietudine.

Seppure con il fluire dei brani il mood di Dawning trovi più variazioni, da quella incalzante di Dawning a quella rarefatta di Distensions, resta comunque intatta la sinergia espressiva e l'interplay del quintetto, composto non a caso da giovani jazzisti ognuno considerato da par suo un talento emergente della scena americana. A far quasi da contrappunto alla vaga inquietudine di Estate è la morbidezza avvolgente dell'altro standard in scaletta, The nearness of you – nella cui esecuzione spicca il pianismo di Randalu – che per errore è riportato come ultimo brano al posto di The quiet before sunrise, che tuttavia scorre sulla medesima traccia emotiva, leggera e soffusa, innervata a tratti dall'interplay tra la chitarra di Lund e il sax di Sabattini.

E se in ogni composizione – a eccezione dei due standard, tutte a firma Sabattini – il tema è sempre presentato in modo nitido, è poi sempre ripreso con diverse inflessioni ritmiche ed espressive, denotando la maturità di ogni musicista – leader in primis – nell'anteporre all'ostentazione fine a sé stessa del proprio talento la comunicatività di ogni faccia del medesimo brano, come è massimamente evidente proprio in Prism.

Dario Gentili per Jazzitalia







Articoli correlati:
03/01/2016

Aglow: The Lyngor Project Volume 1 (Bjorn Solli)- Enzo Fugaldi

27/12/2015

Mark Turner Quartet: "...un progetto che, pur navigando i mari della più classica tradizione d'oltreoceano, sa lasciarsi contaminare da colori e profumi del tutto anticonvenzionali." (Barbara Bianchi)

06/04/2014

Intervista a Matteo Sabattini: "...bolognese, sassofonista, ci racconta la sua permanenza decennale negli States, il suo non facile rapporto con l'Italia, l'incisione dei suoi lavori discografici. Con tanta umiltà, rispetto per il jazz e immensa energia ancora da spendere. Ancora da ascoltare... " (Gianmichele Taormina)

01/06/2010

Green Factor (Ada Rovatti)- Roberto Biasco

27/01/2008

Clayton Brothers Quintet al Dizzy's Club, Coca-Cola: "Il quintetto non solo si è esibito mostrando una qualità ed una versatilità eccezionali, ma John e Jeff hanno dialogato col pubblico con calore e umorismo, raccontando anche aneddoti relativi al jazz e alla sfera personale della loro famiglia." (Roberta Zlokower)







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 2.476 volte
Data pubblicazione: 17/06/2011

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti