Jazzitalia - Recensioni - Bud Powell Jazz Orchestra: Dedalo
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Ottava edizione del Torino Jazz Festival, un omaggio al jazz in tutte le sue declinazioni espressive. In cartellone, insieme ai grandi nomi internazionali, artisti di ricerca ed eccellenze del territorio. .

Grace DB lancia "Donna 3.0": Il suo primo album d'esordio parla del ruolo della donna nella società contemporanea, di scelte personali ed equilibri che si trasformano.

New Echoes. Rassegna di Nuova Musica Svizzera a Venezia (4a edizione) con realtà musicali che si muovono attorno ai linguaggi contemporanei del jazz, della ricerca multidisciplinare, dell'indie-rock e dell'elettronica..

Prospettive Sonore a Foggia: 5 eventi di Jazz Crossover, progetti inediti e di ricerca con, tra gli altri, Roberto Ottaviano, Tom Kirkpatrick e Brian Charette..

Addio a Giorgia Mileto, Con grande dolore apprendiamo della scomparsa della responsabile ufficio stampa del Saint Louis College of Music di Roma e di vari festival internazionali della capitale. .

Vic Juris, chitarrista jazz, noto soprattutto per il suo importante ruolo nella band di Dave Liebman, è mancato il 31 dicembre 2019. Era ricoverato al St. Barnabas Medical Center di Livingston, New Jersey..

Musica, poesia, racconti e tanto altro per la V Edizione di Case Ospitanti a Matera, una suggestiva iniziativa che riempie la città di cultura e di conviviale stare insieme..

E' morto Mario Guidi, uno dei più illuminati manager del mondo del jazz, padre del pianista Giovanni e titolare della MGM Produzioni Musicali, agenzia tra le migliori e serie a livello internazionale.

Bergamo Jazz: Maria Pia De Vito firma l'edizione del 2020 con un cartellone che rende la manifestazione tra le migliori per respiro e profondità a livello europeo.

Pianisti di altri mondi, 7 + 1 concerti dal jazz alle sonorità contemporanee. Tornano a Milano i concerti delle domeniche mattina in una rassegna ideata da Gianni Morelenbaum Gualberto in collaborazione con la Società del Quartetto di Milano e il Teatro Franco Parenti.

Esce Pentatonic Pyromania di Mimmo Langella, un manuale per arricchire tecniche e fraseggio per chitarra in ambito Pop, Rock, Jazz e Fusion.

Umbria Jazz Winter 2019: Cinque giorni di musica da mezzogiorno alle ore piccole, novanta eventi, sette location nel centro storico di Orvieto, trenta band, più di centocinquanta musicisti, una rappresentanza di altissimo livello del jazz italiano. .

Songwriting Camp. Il Saint Louis sostiene le idee di giovani artisti, musicisti e cantautori con un corso gratuito e a numero chiuso realizzato con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell'ambito del programma "Per Chi Crea"..

Sotto le stelle del Gianicolo, prosegue la terza edizione del Festival "GIANICOLO IN MUSICA 2019 con grandi protagonisti del Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            ADJÀ QUINTET (gruppo)
            ALESSI Piero (batteria)
            CAGNETTA Mariangela (voce)
            CRISTOFARO Gaetano (sax e clarinetto)
            DILIBERTO Silvana (voce)
            DIMONTE Pippi (contrabbasso)
            FINOCCHIARO Franco (contrabbasso)
            GAETA Walter (pianoforte)
            LAVIANO Alfredo (batteria e percussioni)
            LEOFREDDI Antonio (viola)
            MAZZA Giovambattista (chitarra)
            MECENERO Maurizio (chitarra)
            MILONE Federico (sax)
            RICCIU Daniele (sax)
            RIVA Marco (polistrumentista)
            ROBERTO Davide (percussioni)
            SILVA JOLY Raquel (chitarra)
            THE JIM DANDIES (gruppo)
Bud Powell Jazz Orchestra
Dedalo



Maglie Jazz (2018)

1. Ninja
2. Aspetta
3. A Child Is Born
4. Blues For F
5. Kalt For Bazoo
6. Fida
7. Yo Bald

 

Gabriele Di Franco - direzione orchestra
Simone Stefanizzi - Gianluca Stigliano, Alessandro Dell'anna, tromba
Lorenzo Lorenzoni - Roberto Casciaro, Elia Leardi, trombone
Antonio Cotardo - sassofono contralto, flauto
Francesco La Viola - sassofono contralto
Dario Stefanizzi - sassofono tenore e soprano
Alessandro Corvaglia - sassofono tenore
Roberto Gagliardi - sassofono baritono
Maurizio Frivoli - clarinetto e sassofono contralto
Angelo Meleleo - clarinetto
Luca Mangione - clarinetto basso
Pamela Piras - pianoforte
Alberto Stefanizzi - vibrafono
Giancarlo Del Vitto - chitarra
Matteo Maria Maglio - contrabbasso
Francesco Pellizzari - batteria
Dionisia Cassano - voce
Ospiti:


Marcello Allulli - sassofono tenore 1 e 6
Francesco Negro - pianoforte 4


L'Italia è foriera di orchestre, con tutti i problemi gestionali che la stessa comporta e, soprattutto, con il più grande macigno che è quello di poter esportare (non solo nel territorio italico, ma anche all'estero) un peso numerico di così tale portata. E qui, da sempre, lo stato italiano latita per idee ed economie, fatta eccezione (sempre più ridotta al lumicino) per le orchestre sinfoniche. Ciò nonostante, si affacciano sempre di più alla ribalta nuovi direttori d'orchestra e arrangiatori che meriterebbero una visibilità più ampia; così come organici costruiti con tanta buona volontà e sentimento per la buona musica, che agiscono per lo più intorno ad associazioni che si muovono con passo deciso nella giungla musicale a fatica regolamentata in favore di orchestre "non classiche". E' questo il caso dell'associazione Bud Powell di Maglie, capitanata dal pianista e compositore Francesco Negro, che ha costruito – mercé l'eccellente Gabriele Di Franco – un robusto collettivo capace di foggiare un brillante linguaggio di nuova generazione, tenendo in conto quanto le grandi orchestre jazz hanno insegnato. Tant'è che, proprio in tal senso, alle strutture create da Di Franco, si affianca il ricordo vivido della sfolgorante orchestra di Thad Jones, qui omaggiata con "A Child Is Born", riletta con personale fermezza.

La scrittura di Gabriele Di Franco è costruita intorno ai rocciosi segmenti del passato, ma guarda con occhio vigile e purpureo verso l'irrequietezza del free jazz, dell'avanguardia europea, dove il tenore della guest Marcello Allulli ne declina il verbo, con passaggi ben coagulati dall'uno all'altro emisfero ("Ninja").

" Aspetta" è dominata dal quel soave senso di irrequietezza costruito intorno allo stop and go e a un ritmo con la cadenza di una marcia bandistica avvolta da mestizia: un lirismo che incontra la ballad rock sottolineata dal torrenziale assolo di Giancarlo Del Vitto che getta benzina sul fuoco con la sua chitarra elettrica.

Il filo rosso non è di certo quello compositivo, perché Di Franco sciorina tutte le sue abilità nel costruire brani gradevolmente complessi, ma anche distanti tra loro: " Blues For F" suona avvolta da quel piacevole manto âgée, con un mid-tempo danzabile e l'assolo di Francesco Negro che accarezza i tasti del pianoforte con sicumera e tocco neoclassico, con un legato morbido e uno staccato imperioso. Idem dicasi per le suadenti note che piovono in "Kalt For Bazoo", con il cambio ritmico sottolineato dal prorompente intervento della batteria di Francesco Pellizzari, e la voce di Dionisia Cassano a vergarne la struttura.
 
Un'orchestra dalla genuina baldanza che fa della coralità il suo pilastro, con gli assolo che si susseguono come piccole perle: vedasi l'intervento del tenore di Allulli in Fida con i testi scritti da Antonella Chionna.

" Yo Bald", con il suo incipit contemporaneo e un'architettura classica rimarcata dai clarinetti, chiude un album, un lavoro e un progetto da ricordare. E, soprattutto, da far conoscere in ogni parte del globo: giusto per rammentare ai forestieri che anche qui le orchestre sanno il fatto suo.

Alceste Ayroldi per Jazzitalia







Articoli correlati:
05/10/2019

Oltremente - Ibla Jazz 019: "...un festival che si distingue per l'elevata qualità delle scelte artistiche e l'incomparabile bellezza anche gli spazi utilizzati..." (Vincenzo Fugaldi)

17/11/2014

Bija (Bija)- Antonella Chionna

22/09/2013

My Own Experience - The Music Of Jimi Hendrix (Antonio Jasevoli Tie Trio Feat. Antonello Salis)- Enzo Fugaldi

17/03/2013

Quattro chiacchiere con...Francesco Diodati: "Ogni giorno scopro qualcosa di nuovo bellissimo e stimolante, e riscopro vecchie conoscenze." (Alceste Ayroldi)

10/03/2013

Israel Varela 4et: "Il quartetto, grazie alla sua energia e al suo spiccato gusto per la contaminazione, ha così aperto brillantemente la nuova stagione jazzistica al 'La Sosta'." (Francesco Favano)

30/09/2012

Silentium (Francesco Negro Trio)- Enzo Fugaldi

22/10/2011

Le Vie Del Pane E Del Fuoco (Ettore Fioravanti) - Andrea Gaggero

23/04/2010

Il Mio Giardino (Toni Melillo)- Rosanna Perrone

23/11/2008

Abbagli (Francesco Negro Quartet )





Video:
"Search for life" / "Round trip", Ornette Coleman Ensemble. "InJazz" Summer Clinics 2009. (2/2)
Concerto finele dei seminari estivi InJazz 2009. Ornette Colemn Ensemble diretto da Marcello Allulli. Fabriano (AN). www.injazz.it - info@injazz.it - ...
inserito il 14/10/2009  da bettabu - visualizzazioni: 4352
Ornette Coleman Ensemble - Injazz Summer Clinics 2008
L'ensemble, diretto dal sassofonista Marcello Allulli, esegue durante il Concerto Finale dei Seminari Estivi Injazz svoltisi a Fabriano nel luglio 200...
inserito il 26/09/2008  da quantumjazzreloaded - visualizzazioni: 3512


Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 768 volte
Data pubblicazione: 23/09/2018

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti