Jazzitalia - Recensioni - Alessia Obino Cordas: Deep Changes
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�

Il sassofonista Roberto Ottaviano, a Tel Aviv per un omaggio al compositore Sasha Argov.

E' morto Roy Hargrove!! Il geniale trombettista statunitense è deceduto il 2 novembre 2018. Il cordoglio dei musicisti e della comunità tutta in ricordo del suo grandioso talento..

Giordano in Jazz Winter 2018: Bollani, Cincotti, Level 42, Alex Han e il gospel natalizio per l'edizione winter 2018, nella stupenda cornice del Teatro Umberto Giordano e non solo..

26ma edizione di Umbria Jazz Winter: nel cartellone i più bei nomi del jazz italiano e personaggi di culto del jazz americano. Una edizione che si segnala anche per alcune esclusive. .

Jazz Concept: Forme e Linguaggio Moderno del Jazz. workshop intensivo dedicato allo studio melodico del linguaggio jazzistico a cura del CEMM.

Simona Molinari, Maria Pia De Vito e il B&B Quartet per la 19a Edizione di Sorrento Jazz.

Pubblicato un nuovo testo da Antonio Ongarello dedicato a Scott Joplin: "10 Rags for Jazz Guitar" (trascrizione di "The Enterteiner").

Storica decisione della ECM: la prestigiosa etichetta di Jazz e Musica Contemporanea rende l'intero catalogo disponibile in streaming sulle piattaforme digitali più diffuse.

"The Great 78 Project", digitalizzate 25mila vecchie registrazioni, rese gratuite per il download.

Ultimi aggiunti:

            CALIGIURI Francesco (sax)
            COLI Alessio (sax)
            D'AVERSA Vanessa (arpa)
            DI VEROLI Angelo (batteria)
            FABBRINI Franco (contrabbasso)
            FUMO Marco (piano)
            GALATRO Francesco (contrabbasso)
            INTUITION QUARTET (gruppo)
            LI VOTI Dario (batteria)
            MUZZU Manuel (basso elettrico)
            PANTALEO Gianluca (basso e contrabbasso)
            PANTIERI Filippo (piano)
            PILATO Frank (chitarra)
            PISANELLO Donatello (chitarra)
            RAVERA Leo (piano)
            SIRAGUSA Nino (chitarra)
            SPARTà Gaetano (pianoforte)
            VISCARDI Paolo (chitarra)
Alessia Obino Cordas
Deep Changes



Caligola (2016)

1. The saga of Jenny
2. Deep Henderson
3. Deep night
4. Sue's Changes
5. Hong Kong blues
6. Lonely House
7. Nightime
8. Hard Times killing blues

 

Alessia Obino - voce
Dimitri Sillato - violino, effetti
Giancarlo Bianchetti - chitarra, effetti
Enrico Terragnoli - banjo, podofono, effetti

ospiti:
Reda Zine - voce, guembrì in 8
Danilo Mineo - percussioni in 8


Alessia Obino pubblica il suo secondo disco, dopo "Echoes" del 2009, in compagnia di un quartetto denominato "Cordas" per il tipo di strumentazione usato. Il repertorio va ad infiltrarsi in autori come Kurt Weil, Hoagy Carmichael, Charlie Mingus, Skip James e altri, riservando un trattamento speciale a questi standard mediante un processo che non intacca la particolare vena retro' dei pezzi scelti, utilizzando, però, suoni e timbri moderni, in un'operazione contemporaneamente di delocalizzazione e di ricollocazione delle stesse composizioni. E' potente il senso del blues che traspare quasi in ogni angolo delle tracce, un blues arcaico, reso spregiudicato dalla chitarra wah wah e da altri effetti elettronici atti a movimentare il quadro generale. In determinate sequenze, inoltre, prende campo il mood del dixieland, accentuato dall'accompagnamento d'epoca del banjo, ma sono tuffi nel passato effettuati per mezzo di un linguaggio legato all'attualità, dove sonorità rock, più o meno accentuate, controbilanciano il carattere vintage del progetto. La cantante veneta, poi, volteggia sui versi delle canzoni, sorniona e insinuante, suggerendo l'intenzione di uno straniamento cauto, non certo di un vero stravolgimento. La Obino sfodera una voce piuttosto uniforme nell'intensità dei toni, raggiunge note molto acute, fin quasi al sibilo, non forza sulle dinamiche, però, non arriva al forte o al fortissimo, restando su un registro costante con contenute oscillazioni. Questo elemento timbrico omogeneo suggerisce l'idea di distacco raffinato, intellettuale dal materiale preso a prestito, oltre al fatto che la voce non si eleva sugli altri strumenti e va a costituire un mélange unico con chitarre e violino.
 
La vocalist ama questi brani, a dirla tutta, li vezzeggia, li rimodella, li tradisce, in un certo senso, per valorizzarli. I partner in questa avventura costruiscono un accompagnamento pieno e cangiante, adusi come sono a mantenere il piede in diverse paia di scarpe, dal jazz all'avanguardia, alla black music. In Hard Times Killing Floor blues compaiono due ospiti, il marocchino Reda Zine al guembri, legato al folklore della sua terra e il percussionista italiano Danilo Mineo. Proprio questo capitolo finale è il più significativo dell'intero disco, perché trasuda di blues rurale, delle origini, eppure fa intravedere paesaggi reali o futuribili.

"Deep Changes", in conclusione, è un cd inconsueto, difficile da incasellare in un genere, realizzato con cultura e passione da una cantante-leader vivace e sofisticata e da musicisti a loro volta duttili e avidi di sempre nuove esperienze.

Gianni Montano per Jazzitalia







Articoli correlati:
15/09/2018

Intervals I (Franco D'Andrea Octet)- Gianni Montano

18/03/2018

Tenco: Come ti vedono gli altri? (Mauro Ottolini)- Gianni Montano

04/06/2016

Plankton (Helga Plankensteiner)- Niccolò Lucarelli

09/08/2014

Jaz7even (Gianluca Chiarini Tetra Quartet)- Gianni Montano

06/07/2014

The Trio (Norbert Dalsass & Chacmools)- Francesco Favano

06/04/2014

Flowers In The Garbage (Francesco Cusa 'Vocal Naked Musicians')- Gianni Montano

25/11/2013

Collettivo Gallo Rojo (Collettivo Gallo Rojo)- Gianni Montano

08/06/2013

Mauro Ottolini Sousaphonix: "Bix Factor": "Mauro Ottolini riesce a coniugare ricerca musicale, impegno artistico e capacità di divertire non solo il pubblico, ma anche e soprattutto sè stesso e la band che lo circonda." (Roberto Biasco)

22/12/2012

The Leaping Fish Trio a Sestri in Jazz: "...un prodotto vivo e attuale perchè ottenuto con una esposizione riassuntiva personale di quanto metabolizzato, digerito in maniera adeguata." (Gianni Montano)

22/12/2012

Francesco Bearzatti Tinissima Quartet Monk'n' Roll: "Gli interventi al sax di Bearzatti sono intensi, aspri, sinceri e spietati. Ogni suo solo è unico, mai uguale a se stesso..." (Valeria Loprieno)

17/11/2012

Moirè (Flut3ibe)- Enzo Fugaldi

02/11/2012

Sankofa (The Leaping Fish Trio)- Enzo Fugaldi

15/07/2012

It's Nine O'clock (The Humans)- Enzo Fugaldi

24/06/2012

Buona musica e prodotti d'eccellenza del territorio: una formula premiata dall'afflusso del pubblico che ha riempito ogni sera la bella piazza Enriquez. (Vincenzo Fugaldi)

01/05/2012

The Sky Above Braddock (Mauro Ottolini Sousaphonix)- Enzo Fugaldi

08/04/2012

La Fuga Di Majorana (Jacarè) - Andrea Gaggero

22/01/2011

Rossi Intimi Ascolti (Andrea Grossi) - Mario Melillo

17/10/2010

Echoes (Alessia Obino) - Marco Buttafuoco

25/07/2010

God Fried Finger (Blonde Zeros)- Vincenzo Fugaldi

06/03/2010

Pop Gossip (Osmiza) - Luca Labrini

22/11/2009

Tirodarco (Tirodarco)- Enzo Fugaldi







Inserisci un commento


Questa pagina è stata visitata 201 volte
Data pubblicazione: 15/09/2018

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti