Jazzitalia: la musica jazz a portata di mouse...
versione italiana english version
 
NEWS
Bookmark and Share Jazzitalia Facebook Page Jazzitalia Twitter Page Feed RSS by Jazzitalia - Comunicati Feed RSS by Jazzitalia - Agenda delle novit�


LoL Productions

Music Train Quintet
Did you have to travel at night?


1) On Board!
2) Moose the mooche
3) Preludio n.6 op. 28
4) Nuvole
5) Waltz for you
6) Mangiafuoco

7) Furioso
8) Pavane pour une infant defunte
9) Quatuor A Cordes
10) You can't go home again
11) Marco Polo

Danilo Rossi – viola
Stefano Nanni –
piano
Luciano Zadro
chitarre
Massimo Moriconi –
basso
, contrabbasso
Gianluca Nanni –
batteria


Cosa può accadere quando Massimo Moriconi, bassista dalle "celebri" frequentazioni, con 300 dischi all'attivo, si incontra con quattro ottimi strumentisti, fra cui un eclettico chitarrista e un violista di estrazione classica? Il risultato non può che essere un valido prodotto discografico. Il progetto Did you have to travel at night? muove dall'idea (al limite della banalità ma non sempre facilmente realizzabile) di incontrarsi per mettere insieme idee diverse, divertendosi.

In questo album, infatti, ce n'è davvero per tutti i gusti: dopo un'intro in cui basso, batteria e viola mimano la partenza di una locomotiva che deraglia in una travolgente esecuzione della parkeriana Moose the Mooche, si cambia totalmente registro, passando ad una rivisitazione per basso elettrico di un preludio di Chopin.

Da notare ancora una volta quelle che sono le caratteristiche proprie del Moriconi-strumentista: spontanea ironia e grande inventiva, così come risulta da qualche passaggio dell'album (il basso trasforma Pavane pour une infante defunte di Ravel in Autumn in New York).

Fra brani originali, composizioni di Ravel, Morricone, e Hindemith riviste e corrette, e una buona interpretazione di You can't go home again, standard di Ferriera reso immortale da quel formidabile genio di Chet Baker, Did you have to travel at night? arriva alla conclusione, non senza aver prima trovato il modo di stimolare due risate con quella che potrebbe essere definita una ghost track delirante.
Francesco Ughi per Jazzitalia






Articoli correlati:
13/12/2015

Sentimentale - Dedicato a Lelio Luttazzi (Barbara Errico)- Niccolò Lucarelli

21/07/2014

Storie d'amore non troppo riuscite (Claudia Cantisani)- Francesco Favano

22/02/2012

Friends (Mauro Bottini) - Eva Simontacchi

12/02/2012

Il trio formato da Mike Melillo, Massimo Moriconi e Tullio De Piscopo ha richiamato un folto pubblico decretando il tutto esaurito nel bellissimo Teatro Lauro Rossi di Macerata. (Viviana Falcioni)

con video intervista...

03/12/2011

Treni A Vapore (Max Monno)- Pierfrancesco Falbo

24/12/2010

Self Portrait (Mauro Bottini) - Eva Simontacchi

30/05/2010

Vittorio Mezza trio (Vittorio Mezza trio)- Gianni Montano

03/07/2009

Why Stop Now! - Great Songs From The 20° Century (Minnie Minoprio)- Alceste Ayroldi

15/08/2008

Jass & Jazz & More (Marcello Rosa)

22/12/2007

For The Sea (Andrea Pagani)

28/06/2007

Nuova gallery con le foto di Marco D'Amico.







Invia un commento


Questa pagina è stata visitata 4.445 volte
Data pubblicazione: 25/11/2004

Bookmark and Share



Home |  Articoli |  Comunicati |  Io C'ero |  Recensioni |  Eventi |  Lezioni |  Gallery |  Annunci
Artisti |  Saranno Famosi |  Newsletter |  Forum |  Cerca |  Links | Sondaggio |  Cont@tti